\\ Home Page : Articolo : Stampa
De Pascalis: «Sui debiti bisogna fare piena luce: subito la commissione d’inchiesta»
Di Redazione (del 09/08/2017 @ 21:49:13, in Comunicato Stampa, linkato 206 volte)

Il primo Consiglio comunale ha “regalato” a noi cittadini di Galatina un debito fuori bilancio. La cifra non è altissima, circa 13mila euro, ma siccome parliamo di soldi pubblici non sono ammesse leggerezze. In campagna elettorale ho assunto l’impegno con i cittadini di fare luce sui debiti del Comune e manterrò la promessa. Ho inviato richiesta formale affinché mi sia fornita tutta la documentazione relativa al conto consultivo analitico per gli anni che vanno dal 2013 al 2016, oltre all’elenco analitico dei residui attivi e passivi eliminati e reimputati – sempre per gli stessi anni –  con relativa esplicitazione e denominazione delle voci di classificazioni di bilancio, nonché dei vari capitoli di accertamento. Adeguata documentazione è stata da me richiesta anche per l’ultimo debito fuori bilancio apparso come per magia nel primo Consiglio comunale convocato con tutta calma dalla nuova amministrazione.

La situazione è critica e obbliga a comportamenti responsabili. Ho deciso di rinunciare al gettone di presenza, come pure ha fatto il consigliere Paolo Pulli. Un gesto simbolico, certamente, ma avrebbe avuto maggiore consistenza se dalle fila della maggioranza fosse arrivata la stessa rinuncia e stessa cosa avrebbero dovuto fare il sindaco e la sua giunta rispetto all’indennità visto lo stato in cui si trova il Comune. Il fatto che abbiano ritoccato di un meno dieci per cento e poi di un ulteriore cinque per cento, che non corrisponde a un meno 15 per cento, non cambia molto la situazione: con le casse comunali all’asciutto avrebbero dovuto rinunciare. Ogni mese la Giunta comunale costerà 8.875,63 euro e questo solo per l’indennità.

Mi duole che il sindaco Amante, pur sollecito a nominare la giunta il 20 luglio e a insediarla il giorno dopo per deliberare le loro indennità, abbia atteso a convocare il Consiglio tanto che la salvaguardia di bilancio è stata deliberata dal commissario prefettizio. L’ho detto e lo ribadisco: sullo stato delle finanze il Consiglio comunale deve deliberare l’istituzione di una commissione d’inchiesta in cui maggioranza e opposizione possano far luce su quella montagna di debiti di cui ancora si sa molto poco. Ma non starò a guardare e intanto voglio leggere le carte.

Giampiero De Pascalis

Consigliere di opposizione della Lista De Pascalis