\\ Home Page : Articolo : Stampa
Confermato l’aumento della TARI di circa il 5% per le utenze domestiche
Di Redazione (del 01/04/2019 @ 19:07:19, in Comunicato Stampa, linkato 153 volte)

Il Consiglio comunale di venerdì ha confermato l’aumento della TARI di circa il 5% per le utenze domestiche.

Una brutta sorpresa per tutti i cittadini che, nonostante i sacrifici e l’attenzione sulla raccolta differenziata, non vedranno alcun risparmio in bolletta, anzi dovranno pagare di più.

Oltre a questo danno però c’è anche la beffa di una società come Monteco che, da quanto è emerso , ha assunto un parente diretto di un consigliere comunale di maggioranza con contratto a tempo indeterminato full time a pochi giorni da un possibile cambio di gestione del servizio.

Di fronte alla nostra interrogazione che riguardava questa assunzione, il Sindaco si è nascosto dietro la società sostenendo di non poter entrare nel merito delle scelte del privato ed affermando tra l’altro di aver saputo dopo, e quindi ammettendolo, che è stato assunto un parente di un suo consigliere comunale.

Le cose sono due: o il Sindaco non conosce cosa gli succede intorno e ciò lo renderebbe inidoneo a ricoprire la carica di primo cittadino oppure pensa che i galatinesi abbiano l’anello al naso e siano degli stupidi, compresi quelli che lo hanno votato.

L’unica certezza per i cittadini è che con l’aumento della TARI dovranno pagare di più e dovranno differenziare sempre meglio e con maggiore attenzione, pena multe salatissime.

Inoltre, con i pensionamenti che ci saranno e con i posti che libereranno fra i dipendenti , tra i disoccupati chi aspira ad un posto di lavoro, alla luce di tutto ciò,  dovrà augurarsi di essere parente o amico stretto di qualche membro dell’Amministrazione. In alternativa dovrà essere “un campione del mondo di spazzamento” come il cugino del consigliere comunale, che sicuramente avrà ottenuto un contratto full time a tempo indeterminato(mentre molti operatori aspettano da anni la regolarizzazione del proprio contratto part time) proprio per le sue qualità. 

Tutti questi problemi sono stati evidenziati in un Consiglio in cui il solo Sindaco si è affannato ancora una volta a cercare di giustificare l’ingiustificabile mentre era assente l’Assessore all’ambiente Cristina Dettù,  sempre in prima fila quando si tratta di farsi notare e prendersi i meriti quando le cose vanno bene e spesso assente quando è chiamata a spiegare i contorni di queste vicende dannose per la città.

Ci troviamo purtroppo davanti ad un quadro desolante caratterizzato da familiarismi, clientele, e scelte dannose per la città a testimonianza di come questa Amministrazione, spacciatasi per diversa, abbia portato con se il peggio della politica con la pericolosa aggiunta dell’ipocrisia e dell’arroganza.

Peppino Spoti

Consigliere comunale – Partito Socialista