\\ Home Page : Articolo : Stampa
PARABITA, DONNO (M5S) CONTATTA IL PREFETTO: "MURO COMPATTO CONTRO LA MAFIA"
Di Redazione (del 01/05/2019 @ 20:01:43, in Comunicato Stampa, linkato 204 volte)

Oggi sono stato a Parabita, a manifestare al fianco dei cittadini, perchè il messaggio che deve arrivare richiede forza, coraggio e , soprattutto, compattezza. Dire "no" alla mafia significa metterci la faccia, significa sfidare la paura e scendere in strada superando colori politici, differenze di vedute, "appartenenze". Nella lotta contro la malavita siamo tutti dalla stessa parte e questa manifestazione ha rappresentato un bellissimo esempio, una bella pagina di civiltà di cui il Salento ha un disperato bisogno. Oggi più che mai.

Quando ho appreso dell'apertura di un fascicolo della Procura antimafia sul clima di paura calato a Parabita, per giunta in piena campagna elettorale, ho deciso di contattare la Prefettura di Lecce. Al mio interlocutore, il Vice Prefetto Guido Aprea, ho chiesto deluciazioni sugli spiacevoli e preoccupanti episodi che hanno spinto persino al ritiro di una candidatura.

Il procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia, Guglielmo Cataldi, nelle scorse ore ha ravvisato le ipotesi di reato di estorsione e minacce aggravate dal metodo mafioso. Questo, a mio avviso, significa che lo Stato, adesso più di prima, deve dimostrare sostegno a questa comunità. Al Vice Prefetto Aprea ho dato la piena disponibilità a collaborare in tal senso. Considerato l'insediamento di un tavolo tecnico interforze, ogni ulteriore ipotesi di intervento deve essere valutata meticolosamente e senza lasciare nulla al caso. Anche su questo continuerò a richiedere aggiornamenti costanti e a testimoniare tutta la mia vicinanza, con spirito costruttivo e cooperativo.

Questa comunità ha diritto e voglia di rinascere. L'allarme infiltrazioni mafiose, lo scioglimento di ben tre Comuni, il tasso di microcriminalità in rialzo: sono questi i tentacoli che lentamente soffocano il Paese vanificando qualunque sforzo di rinascita. Come rappresentante di una forza di Governo che da sempre considera la lotta alla corruzione e alla mafia prioritaria, non intendo arretrare di un passo. In questa battaglia io, noi, CI SIAMO! Senza paura. Consapevoli che la cultura sia l'arma più potente e che l'impegno nella società civile sia il miglior mezzo per tagliare il traguardo legalità.

Leonardo Donno

portavoce alla Camera dei deputati del M5S