\\ Home Page : Articolo : Stampa
Atteso il giudizio del Tar nella battaglia legale "salva Colacem". Ambientalisti chiedono chiarezza
Di Redazione (del 11/10/2021 @ 19:12:53, in Comunicato Stampa, linkato 129 volte)

Si è svolta lo scorso 6 ottobre l'udienza presso il Tar sul ricorso presentato dalle amministrazioni comunali di Soleto e di Galatina circa l'autorizzazione integrata ambientale di Colacem Spa. Il Tribunale amministrativo ha rinviato ad aprile del prossimo anno  l'udienza pubblica di discussione nel merito del ricorso. Le associazioni ambientaliste, rappresentate dalle legali Valeria Passeri e Elisabetta Parisi, sono intervenute ad adiuvandum nel giudizio e hanno ribadito la necessità di arrivare a una sentenza che si pronunci nel merito delle censure sollevate in ricorso dagli enti comunali e rimarcate nella consulenza tecnica d'ufficio.

La perizia del Tribunale ha infatti evidenziato una serie di criticità ambientali e sanitarie nella gestione del cementificio di Colacem Galatina. Presunte anomalie che passano anche da parametri emissivi troppo alti e dalle ripercussioni sanitarie, considerando che quella di Galatina è stata ritenuta una zona con un'elevata incidenza di tumori ai polmoni e di cui avevamo scritto nelle scorse settimane.

“Abbiamo ribadito al Tar che si pronunci sul merito del ricorso e sulle criticità rappresentate dai consulenti del Tribunale. Ciò, al fine di evitare una pronuncia per sopravvenuta cessazione della materia del contendere a fronte della nuova autorizzazione integrata ambientale, che Colacem sta oggi per ottenere nel parallelo procedimento amministrativo instaurato innanzi alla Provincia di Lecce. Un'autorizzazione, questa, però, che, almeno dall'ultima conferenza di servizi, non appare tenga conto di tutte quelle criticità riscontrate nella consulenza tecnica d'ufficio, tanto da essere stata definita "sperimentale". Le associazioni si oppongono a questa sorta di transazione, che non tiene conto di quanto finalmente emerso in sede giudiziaria”, scrivono le associazioni ambientaliste coinvolte in una delle più complesse vertenze ambientali del Salento. 

Valentina Murrieri

(fonte:lecceprima.it)