\\ Home Page : Articolo : Stampa
Líarcobaleno nel cuore
Di Antonella Marrocco (del 30/05/2015 @ 17:15:19, in don Donato Mellone, linkato 1649 volte)

Sorpresa, delusa, amareggiata con me stessa,

non è così che avrei voluto vederti per l’ultima volta.

Mi resta solo da ricordare.

Mi manchi ora,

mi mancherai sempre.

Una finestra semichiusa

o una porta aperta erano il tuo modo di dire: “Ci sono”.

Raccontami.

E le tue parole incuriosiscono la mia voglia di sapere.

La serenità nel tuo modo di esprimerti

rende tutto più piacevole nell’ascolto

e il tono della tua voce cambia a seconda dell’importanza delle parole.

Niente è detto a caso. Momenti di riflessione esprimono i miei silenzi.

Raccontami.

E le tue parole prendono il volo in racconti di vita, volano nel passato

ricordando sacrifici di animo e spirito.

Attraversano l’azzurro del mare e prendono il loro colore,

si confondono tra le onde e hanno il loro sapore,

risplendono consumandosi tra i raggi del sole.

Rimane il silenzio, un sorriso e un arrivederci.

Volevo esprimere di più 

ma le parole si chiudono nel mondo dei ricordi

a piangere dietro una porta che resterà per sempre chiusa.

E per te il mio ricordo sarà sempre quello di un uomo

servitore di Dio, vestito di nero

ma con l’arcobaleno nel cuore.

Antonella Marrocco