\\ Home Page : Articolo : Stampa
Michele Scalese: "Un’amministrazione sterile, sprofondata in un limbo dantesco di ignavia"
Di Michele Scalese (del 05/11/2023 @ 14:41:08, in Comunicato Stampa, linkato 321 volte)

Fumo, tanto fumo e qualche tizzone ardente. È tutto ciò che vediamo dall’insediamento di questa Amministrazione. È doveroso leggere la realtà che ci circonda, povera di contenuti al di là di qualche azione ordinaria che viene costantemente osannata come opera di straordinaria potenza. Ma se è vero che lo straordinario compare nel preciso istante in cui si rompe un’abitudine, è vero anche che dalla potenza è necessario passare all’atto. Nulla di tutto ciò è stato compiuto e ci duole sapere che non sia stato nemmeno programmato. Un’amministrazione sterile, dunque, sprofondata in un limbo dantesco di ignavia. Gli unici superstiti e di parte sono i creditori elettorali, coloro i quali sparano contro tutto e tutti pur di difendere l’indifendibile – sui social, ovviamente. Sta di fatto che, ad una analisi più profonda, una larga porzione di territorio inizia a rendersi conto di quanto la becera azione amministrativa contrasta con le promesse elettorali. Sono gli stessi cittadini che si aspettavano il cambiamento, la rinascita della città, ma che tutti i giorni fanno i conti con i “sepolcri imbiancati”. È lì che la nostra realtà democratica deve mirare per costituire l’alternativa politica a questa Città. È opportuno ribadire, tuttavia, che il Partito Democratico attraverso le consigliere Antonica e Antonica, è ben rappresentato in Assise comunale, che assieme ai consiglieri Amante, Tundo e Mariano da diverso tempo rendono solida una opposizione che garantisce la democrazia e la rappresentanza di quella porzione di territorio che non vuole scendere a compromessi, ma non basta! È necessario aprire una lunga fase di dialogo e di ricostruzione, improntata alla massima apertura e partecipazione e che aspiri alla creazione di un solido gruppo alternativo all’amministrazione Vergine. Deve essere un lavoro prezioso di ricucitura e di confronto che rivendichiamo con forza, reso solido dall’analisi comune sullo stato comatoso in cui versa la nostra città,  indebolita economicamente, socialmente e culturalmente da politiche scellerate. Facciamo sempre riferimento alle richieste della Segreteria nazionale del Partito Democratico Elly Schlein, e per questo è opportuno dialogare con tutti i livelli in gioco perchè abbiamo il dovere di costruire condizioni di Unità. Crediamo che nel centrosinistra, composto da partiti, movimenti e civismo, sia giunto il momento di superare timidezze e divisioni con azioni concrete aprendo occasioni di confronto in cui affrontare e approfondire temi e questioni condivise. Oggi l’obiettivo principale del Partito Democratico deve essere una azione di opposizione che tenda a rappresentare la voce di quanti non condividono gli intenti di questo governo cittadino di destra mediante un approccio aperto e inclusivo, che non miri esclusivamente alla tessera fine a se stessa, ma che preferisca generare valore aggiunto alla partecipazione anche di quelle personalità che hanno avuto magari delle divergenze con il nostro Partito, pur avendone conservato i valori profondi. La nostra deve essere una “casa di tutti” e l’inclusione si genera allargando i confini, senza pregiudizio di sorta. Con lo stesso senso di responsabilità ci rivolgiamo a coloro i quali sentono la necessità di partecipare attivamente alla vita politica del proprio territorio, impostando un percorso virtuoso, inclusivo e democratico che contrasti una prassi amministrativa dannosa per la nostra Città.

 

Michele Scalese

Segretario Circolo PD - Noha