\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)

Nel corso dell’ultimo Consiglio comunale abbiamo assistito all'abbandono della seduta da parte dei consiglieri di minoranza, eccezion fatta per il Consigliere Antonaci, giustificata, a loro dire, da comunicazioni del Sindaco aventi ad oggetto giudizi e considerazioni scomode nei confronti dell'operato dell'ex Assessore ai Lavori Pubblici, ed ora Consigliere di minoranza, Loredana Tundo.

Come se qualcuno fosse intoccabile o come se l'operato di qualcuno fosse insindacabile pena la gogna mediatica. Cosa che puntualmente sta avvenendo in queste ore.

Sin dal nostro insediamento siamo stati oggetto di attacchi costanti da parte di una macchina del fango organizzata ad arte che dilaga sui social, sui siti di informazione ed in piazza. Molto spesso al sol fine di denigrare Fabio Vergine, non il Sindaco, reo di aver trionfato nelle ultime elezioni amministrative rompendo di fatto un sistema consolidato di cui la città non ne poteva più.

Una colpa troppo grave questa al punto che la "vendetta politica" nei suoi e nei nostri confronti per qualcuno risulta più importante dei progetti di sviluppo che stiamo approvando nell’interesse della nostra città e che vedono finalmente luce grazie soprattutto alla capacità gestionale e manageriale del nostro Sindaco.

Molti di questi progetti, non a caso, erano presenti all'ordine del giorno dell'ultimo Consiglio comunale: un finanziamento di oltre un milione di euro per la realizzazione di una stazione di Posta presso il primo piano dell'immobile di via Piemonte che ospitava l'Istituto Tecnico Commerciale, il progetto di piano attuativo della zona D4 di Collemeto, la realizzazione del percorso pedonale protetto che collega Noha al cimitero, l'istituzione del Garante delle persone con disabilità.

Non potevano votare a favore, diciamocelo. Non potevano legittimare il buon operato del “nemico”.

Un abbandono scenico è stata la loro strategia per uscire dall’imbarazzo.

Perché se è vero che a volte il dibattito è acceso, allo stesso tempo non possiamo scivolare nell'ipocrisia di chi giustifica la durezza dei toni solo quando vengono utilizzati a proprio piacimento contro gli altri ma aspramente criticati quando tornano indietro come boomerang. La durezza dei toni fa parte del dibattito politico ed i nostri illustri predecessori che hanno avuto l’onere e l’onore di amministrare la nostra città ce lo insegnano.

 

Si è assistito in questi ultimi giorni ad un ennesimo attacco gratuito e personale da parte del Sindaco alla Consigliera di minoranza Tundo. Studiare la causa di questi reiterati comportamenti potrebbe servire anche a giustificarli, o forse no! Dal punto di vista psicologico un individuo attacca se percepisce l’altro come una possibile minaccia. L’ulteriore alternativa che la psicologia ci fornisce è la fuga come atto difensivo, ebbene, notiamo che entrambe queste strategie (l’attacco e la fuga) siano state utilizzate spesso dal Sindaco Vergine, in quanto privo di argomentazioni idonee a controbattere fatti reali e concreti posti in essere dalla minoranza tanto da essere percepita come una potenziale minaccia al becero relativismo politico a cui siamo costretti ad assistere quotidianamente. E così scopriamo una Amministrazione che in taluni casi fugge dalle proprie responsabilità nei confronti della cittadinanza, che si traduce in alcuni casi nel declinare l’invito a partecipare ad una assemblea pubblica per spiegare le motivazioni dell’ormai famoso murales degli uffici comunali di Noha, in altri nell’attaccare subdolamente la stessa consigliera in spazi del Consiglio Comunale preposti alle comunicazioni del Sindaco e proprio per questo non oggetto di discussione. Sta di fatto che abbiamo passare qualche giorno dall’ultimo Consiglio per esprimere il nostro parere, ma non lo faremo con lo scopo di spiegare ulteriormente le ragioni dell’Abbandono, in questo ha provveduto con condizione di causa la lungimiranza della Consigliera Antonica, smontando pezzo dopo pezzo una costruzione di chiacchiere che sta in piedi da più di un anno. Entriamo però nel merito di ciò che riguarda la frazione di Noha. Abbiamo ascoltato con attenzione le parole del delegato per la frazione durante il suo intervento circa il passaggio pedonale che collega l’abitato al cimitero, in cui asseriva che l’azione più concreta per valutare la fattibilità del progetto sia stata quella del Comitato Roncella e che oggi questa amministrazione stia realizzando concretamente quest’opera destinando 200.000 euro del Bilancio comunale – “risorse del nostro bilancio” (cit.) - alla realizzazione di questa opera.

 
Di Redazione (del 02/12/2023 @ 17:50:45, in Comunicato Stampa, linkato 245 volte)

L'evento, sicuramente tra i più storici della provincia, si svolge in concomitanza con la festa di Santa Caterina d'Alessandria, titolare della Basilica Orsiniana.

Organizzata dall’Associazione l'Agorà, in collaborazione con la Parrocchia di Santa Caterina d'Alessandria e con il patrocinio del Comune di Galatina, la popolare Fiera di Santa Caterina d'Alessandria si terrà domenica 3 Dicembre, dalle ore 09:00 alle 12:30.

A partire dal 2022, il Comune di Galatina ha ripristinato la Fiera di Santa Caterina che, per secoli, ha contraddistinto il mercato del bestiame non solo nel Comune ma anche della Provincia e della Regione.

Come per gli anni passati si potrà assistere alla sfilata di carri, carrozze e carri d'epoca che percorreranno le principali vie della città.

Raduno ore 9 in via Ippolito de Maria ( Quartiere fieristico)

La sfilata partirà da Via Ippolito De Maria alle ore 10:00 e percorrerà:

  • Via Ippolito de Maria 
  • Corso Armando Diaz
  • Via xx Settembre
  • Corso Re d’Italia
  • Piazza Alighieri 
  • Corso porta luce
  • Corso M. d’Enghien
  • Via degli Eroi 
  • Via Noha
  • Via Cesira pozzolini
  • SP 362
  • Piazzetta Gioacchino Toma (h. 11 sosta per la benedizione)
  • Corso Maria D’ Enghen
  • Corso Porta Luce
  • Piazza Alighieri
 
Di Antonio Mellone (del 03/12/2023 @ 15:11:31, in NohaBlog, linkato 308 volte)

Tutta la mia solidarietà ai superstiti lettori del Quotidiano dei salentini, pardon volevo dire dei calatini (abitanti del comprensorio di Caltagirone) che, li mari, non immaginano che in loco possano esserci delle persone pronte a marciare contro ogni genere di violenza (e non soltanto – giustamente - contro la violenza di genere).

Purtroppo per certe istanze di civiltà diciamo poco ortodosse i manifestanti non sono mai stati numerosissimi [dai, consoliamoci con le code chilometriche davanti al Mc Donald’s, ndr.], chissà se non anche a causa della Stampa Corale, altrimenti detta Informazione Uniformata, affaccendata in tutt’altre faccende, tipo riportare fedelmente la voce dei padroni sbianchettando le notizie rognosette e dando così vita alla novella figura professionale del giornalista-imbianchino iscritto all’ordine.

Vero è che non si può mica pretendere che su certe testate ci scriva Julian Assange, il quale, per aver documentato dei crimini di guerra, è in prigione da un bel po’ e chissà per quanto altro ancora (mi sa che han gettato via la chiavetta); ma tant’è.    

Dunque, salvo errori e omissioni, la news scomparsa questa volta dai radar, certamente per una dimenticanza (lungi da noi il sospetto di malafede), è quella del corteo contro le punizioni collettive inflitte da uno stato a milioni di cittadini inermi a suon di missili a vernice democratica in quel lager chiamato striscia di Gaza. A Lecce, domenica pomeriggio 26 novembre 2023, a sfilare da Porta Rudiae a Piazza Sant’Oronzo eravamo un migliaio di eretici (qualche centinaio per la Questura; zero virgola qualcosa per il resto delle mezze calzette locali) per dire ancora una volta di No all’ennesima guerra di cui questo secol superbo e sciocco e forse un tantino delinquente sembra non poter fare a meno. Questa volta, per appurare la prematura dipartita della notizia ho dovuto sfogliare ben tre numeri consecutivi del suddetto Quotidiano, quelli del 27, 28 e 29 novembre, dalla prima all’ultima pagina, senza saltare i necrologi: ma niente. Però vivaddio grande spazio alle magnifiche sorti e progressive dei numeri del Pnrr decantati dal Fitto nostrano, ospite niente poco di meno che del programma vespasiano “Cinque minuti”, nonché alle lunghe imperdibili interviste a Paolo Crepet su come vivere e, ça va sans dire, sull’argomento della violenza di genere, e soprattutto tanta enfasi agli approfondimenti sul “pensiero” del braccio destro del presidente Giorgia, tale Alfredo Mantovano, oltre alle previsioni del tempo, e a cose un po’ più serie, sopra tutte l’oroscopo. Perché ho dovuto compulsare tre numeri del Quotidiano e non uno soltanto? Per mere questioni di rigore scientifico: del resto lo diceva pure Agatha Christie che “un indizio è un indizio, due indici sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”.

Ebbene sì, c’è chi sfila e chi si defila; chi fa resistenza e chi si beve la resilienza; chi prova a spiegare che il popolo palestinese ha diritto a una patria e chi tifa per i bombardamenti ‘ndo cojo coio, e non sai più tra le parti in causa chi sia il più terrorista, mentre le vittime son sempre le stesse [“Alla fine dell’ultima guerra c’erano vincitori e vinti. Fra i vinti la povera gente faceva la fame. Fra i vincitori faceva la fame la povera gente egualmente”, così l’eterno Bertold Brecht, ndr.]; chi denuncia violazioni dei diritti umani e chi giustifica occupazioni e colonialismi e  blocchi di aiuti umanitari e apartheid; chi è pacifista di piazza e chi bellicista da divano.

Insomma, c’è chi prova a dare informazioni a 360°, e chi soltanto a 90°.

Antonio Mellone

 
Di Redazione (del 05/12/2023 @ 19:43:17, in Comunicato Stampa, linkato 248 volte)

Il Gruppo dei Volontari per la Festa Patronale Santi Pietro e Paolo, è già attivo per il 2024!
Diventa anche coinvolgente attraverso le prime e prossime iniziative quali il Calendario 2024, realizzato con gli scatti più significativi della Festa e dedicato ai Santi Patroni; il 10 dicembre con la Tombolata presso il salone parrocchiale, il 28 dicembre con l’ultimo appuntamento di Stelle di Città e ogni fine mese la S. Messa votiva ai Santi Patroni Pietro e Paolo.

Tutte le iniziative hanno l’obiettivo di creare coesione, mettendo insieme i propri talenti e professionalità per dare il via a proposte e progetti capaci di coinvolgere, avvicinare alla conoscenza della figura dei Santi Patroni e al tempo stesso raccogliere fondi per la realizzazione della loro Festa Patronale.

Nello specifico sarà possibile contribuire acquistando il Calendario dei Santi Pietro e Paolo 2024 disponibile presso la Chiesa madre e nei punti autorizzati; partecipando alla Tombolata del 10 dicembre alle ore 17.00, prenotandosi con un messaggio whatsapp al 328 6573632; prendendo parte all’ultimo appuntamento di Stelle di Città mercoledì 28 dicembre, per osservare le stelle dall’insolito punto di vista dalle terrazze dei Santi “Influencer”.

La sede operativa dei Volontari è il salone parrocchiale della Chiesa madre presso Palazzo De Maria- corte Taddeo.
Nei frequenti incontri, decisi insieme, c’è sempre una parola iniziale del Parroco, uno scambio di idee, i
suggerimenti di alcune iniziative, la capacità di tutti di giungere ad una decisione condivisa per ogni cosa
importante.
Piccoli Passi Possibili di un concreto cammino di Fede.
Si crea così un clima fraterno dove la gioia della collaborazione si affianca alla fatica di realizzare un
evento annuale atteso da tutti come la nostra FESTA PATRONALE dei Santi Pietro e Paolo di Galatina.

 
Di Russo Piero Luigi (del 05/12/2023 @ 19:44:15, in Comunicato Stampa, linkato 251 volte)

Anche questo Natale, nel solco della tradizione, vogliamo aiutare, come Associazione Virtus Basket Galatina, la Bimbulanza, l'ambulanza pediatrica gestita dall'Associazione Cuore e mani aperte - OdV di DON Gianni Mattia e Franco Russo e ormai diventata un patrimonio del nostro territorio. Chiunque di noi può contribuire ritirando una splendida piantina grassa con un contributo minimo di 5euro.

𝐋𝐞 𝐩𝐢𝐚𝐧𝐭𝐞 𝐠𝐫𝐚𝐬𝐬𝐞, 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐥𝐨𝐧𝐠𝐞𝐯𝐢𝐭𝐚̀, 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐬𝐢𝐦𝐛𝐨𝐥𝐨 𝐝𝐢 𝐝𝐮𝐫𝐚𝐭𝐚 𝐞 𝐩𝐞𝐫𝐬𝐞𝐯𝐞𝐫𝐚𝐧𝐳𝐚, 𝐝𝐢 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐚𝐧𝐳𝐚 𝐞 𝐭𝐞𝐧𝐚𝐜𝐢𝐚. 𝐂𝐨𝐦𝐞 𝐭𝐞𝐧𝐚𝐜𝐢 𝐞 𝐜𝐚𝐩𝐚𝐫𝐛𝐢 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐢 𝐢 𝐛𝐚𝐦𝐛𝐢𝐧𝐢 𝐭𝐫𝐚𝐬𝐩𝐨𝐫𝐭𝐚𝐭𝐢 𝐝𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐚 𝐚𝐦𝐚𝐭𝐚 𝐁𝐢𝐦𝐛𝐮𝐥𝐚𝐧𝐳𝐚.

Ricordiamo che la Bimbulanza è la terza ambulanza pediatrica d’Italia e la prima nel Mezzogiorno. Ha acceso i motori il 26 maggio 2012 e, da allora, non ha mai smesso di muoversi, percorrendo la Penisola in lungo e in largo. In questi anni, ha percorso più di 500.000 km, toccando i principali centri d’eccellenza d’Italia quanto a cure minorili: dal Gaslini di Genova, al Bambin Gesù di Roma, dal Meyer di Firenze, al Besta di Milano, sino al Gemelli nella Capitale. Questo grande progetto di solidarietà continua a operare senza sosta grazie a volontari autisti, disponibili a partire a Natale, come a Ferragosto. Quanto alle spese per i viaggi sono tutte a carico dell’Associazione: carburante, assicurazione per responsabilità civile, pedaggio autostradale, spese sanitarie per medico e/o infermiere che salgono a bordo per assicurare la necessaria assistenza sanitaria durante il tragitto, vitto e alloggio dei volontari autisti e delle famiglie coinvolte. Infatti, nulla grava sulle famiglie che usufruiscono del servizio perché già provate dalla situazione di salute del loro figlio minore e disorientate dalla necessità di doversi spostare, il più delle volte in situazioni di urgenza/emergenza. Per queste ragioni, in alcuni casi, l’associazione cerca di supportarle, sostenendole nelle spese durante la permanenza fuori. I fondi per sostenere queste spese vengono dalla generosità dei benefattori salentini, dalla raccolta fondi pasquale e, in primo luogo, dalle donazioni del 5×1000.

 
Di Redazione (del 08/12/2023 @ 12:00:27, in Comunicato Stampa, linkato 183 volte)

Con l’apertura della fase congressuale dello scorso ottobre, sono decaduta dalla carica di componente dell’Assemblea Nazionale e di coordinatrice di Italia Viva Galatina.

Concludo così un’esperienza sicuramente gratificante e formativa, piena di momenti che negli anni mi hanno arricchita molto (dalle Assemblee Nazionali alle scuole di formazione politica passando dalla scorsa campagna elettorale per le amministrative galatinesi). In questi ultimi giorni ho ricevuto numerosi attestati di stima accompagnati dalla richiesta di continuare il percorso già intrapreso candidandomi alla guida di Italia Viva Galatina ma motivi personali e lavorativi non mi permettono in questo momento di poter ricoprire dei ruoli attivi in questa nuova fase del Partito.

Porto pertanto a chiunque mi succederà nel coordinamento cittadino, agli iscritti e ai simpatizzanti, i miei più sinceri auguri di buon lavoro.

 
Di Redazione (del 08/12/2023 @ 12:21:41, in Comunicato Stampa, linkato 219 volte)

Martedì 28 novembre 2023, presso l'auditorium dell'Istituto "Laporta/Falcone-Borsellino" di Galatina, ha avuto luogo un interessante Convegno dedicato alle future prospettive energetiche del Salento, con l'obiettivo di individuare il giusto equilibrio tra la tutela ambientale e lo sviluppo economico del territorio.

Il seminario ha coinvolto le classi 4^ e 5^ degli indirizzi MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA e TECNOLOGICO-INFORMATICO, che hanno avuto l'opportunità di ascoltare gli interventi di prestigiosi relatori.

Dopo i saluti istituzionali affidati al Dirigente Scolastico Prof. Andrea Valerini, sono intervenuti il Dott. Antonio Donateo ricercatore del CNR-ISAC Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima, il Dott. Marcello Seclì referente di Italia Nostra ed, infine, il Dott. Silvio Maselli dell'azienda Hope SRL operante nel settore delle energie rinnovabili.

 
Di Redazione (del 09/12/2023 @ 17:34:52, in Comunicato Stampa, linkato 254 volte)

Lunedì 11 Dicembre in Piazza San Michele a partire dalle 19:30 assisteremo ad un evento unico e sorprendente. 
Gli artisti i strada inaugureranno la magia delle feste nella nostra frazione con diverse esibizioni:

 

Canto notturno di un pastore ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< aprile 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
13
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata