Di Redazione (del 13/05/2022 @ 13:58:56, in Fidas, linkato 124 volte)

Si è svolto a Noha presso il Circolo Levèra un convegno sulla plasmaferesi, ossia sulla donazione del plasma.
A relazionare in merito è stato il dottor Giacomo Bellomo - dirigente medico del Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Galatina - che in 30 minuti di intervento ha spiegato le parti più interessanti sull’emocomponente, ossia: Cos’è il plasma, a cosa serve, come si dona, chi può donarlo, quando e dove si dona. Molto coinvolta è stata la folta platea dei partecipanti dove alcuni hanno rivolto delle domande al relatore che ha prontamente fatto chiarezza su dubbi e perplessità di tale pratica.
Tutto si è svolto in meno di un’ora come previsto in fase di organizzazione, tempo ritenuto congruo perché non calasse l’attenzione dei presenti. Volevamo organizzare un convegno leggero tra amici donatori per conoscere le basi della plasmaferesi, e così è stato.
Da questo incontro - ha sottolineato il Presidente della Sezione Antonio Mariano - partono le basi per formare un gruppo di donatori convinti che vogliono avvicinarsi a questo tipo di donazione. Faremo in modo che in accordo con il responsabile del C. T. venga riservata una giornata al mese ai donatori di Fidas Noha, per recarsi al centro e effettuare la propria donazione di plasma.
Alla fine dei lavori è stato estratto tra tutti i presenti, un buono omaggio consistente in una cena per due presso un noto ristorante del posto. Ad aggiudicarselo è stata la donatrice Anna Maria, componente di una famiglia di assidui donatori.
Al Convegno hanno portato i loro saluti: il Sindaco di Galatina Dottor Marcello Amante e il presidente della Fidas Leccese Avv. Emanuele Gatto.
Hanno infine partecipato alcuni delegati delle sezioni Fidas di: Collemeto, Corsano, Gallipoli, Melissano, Monteroni, Sannicola, Sternatia, Taviano e Tuglie.

A. M.
(fonte Fidas News Maggio)

 
Di Redazione (del 11/05/2022 @ 13:40:46, in Fidas, linkato 231 volte)

Domenica 10 Aprile ore 18:00, alla presenza del Sindaco Dott. Marcello Amante, dell’Assessore Loredana Tundo e di un nutrito gruppo di donatori è stata inaugurata la fioriera adottata dalla FIDAS con la benedizione del parroco Don Francesco Coluccia.
Si tratta della fioriera antistante gli uffici dell’anagrafe che dopo anni di abbandono a se stessa torna a risplendere grazie all’intervento della FIDAS.
Dopo la scopertura della targa commemorativa affissa sulla facciata della fioriera, il Presidente della FIDAS Antonio Mariano, ha ringraziato i presenti e prima di dare la parola al Sindaco, sottolinea che l’inaugurazione deve essere vista sotto un triplice aspetto: il primo è quello sotto gli occhi di tutti, cioè la bellezza dei 6 metri della fioriera completamente restaurata, rivestita da tutti i quattro lati, dove sono state messe a dimora piante scelte con gusto al fine di avere verde e fiori per tutto l’anno; il secondo aspetto: è la speranza di un ritorno alla “vita normale” dopo la pandemia che sembra ora stia volgendo al termine; il terzo aspetto rappresenta la solidarietà che passa anche attraverso l’adozione. Quell’adozione, che se vogliamo, rappresenta tutte le persone bisognose di sangue per continuare a vivere, che noi donatori abbiamo adottato donando loro il nostro sangue senza nulla avere in cambio, se non la contentezza di aver fatto qualcosa di veramente grande e di nobile considerazione. L’adozione di questo spazio verde rappresenta quindi la vita che riprende il suo corso pieno di cose belle e di colori come quello che ci donano le piante con tanti fiori.

 
Di Antonio Mariano (del 11/05/2020 @ 18:46:10, in Fidas, linkato 570 volte)

Carissime donatrici, carissimi donatori «Siamo entrati nella “fase 2” di questa dolorosa pandemia. Con immenso orgoglio sento di esprimere la mia gratitudine e di tutto lo staff Fidas a voi Donatori: è stato grazie alla vostra generosità che la nostra associazione ha potuto rispondere in modo eccellente a tutti i consigli e richiami impartiti dal Ministero della Salute.

Vi abbiamo chiamato quando tutti avevano timore di uscire di casa e recarsi in ospedale, ma non avete esitato e siete venuti a donare in tantissimi.
Vi abbiamo sottoposto a triage infiniti, e pazientemente vi siete resi disponibili.
Vi abbiamo detto di fermarvi quando le scorte erano in esubero e diligentemente avete seguito le nostre richieste. Con l’inizio della fase 2, tutti gli Ospedali hanno ripreso gradualmente le attività ordinarie e di conseguenza, le scorte di sangue iniziano a scendere e scarseggiare. Per questo sono qui a chiedere specialmente ai donatori che non donano da molto tempo, ma che possono donare, “sempre rispettando le norme in uso dall’inizio della pandemia”, di fare un piccolo sacrificio. Rivolgo l’invito caloroso a tutti coloro che possono, a contattarci al n. 3356278338 per fissare una donazione su appuntamento per poter donare in assoluta sicurezza, evitando assembramenti, lunghe code e inutili attese (già testato durante la donazione del 19 Aprile).
Vi ricordo che si può donare anche presso il Centro Trasfusionale di Galatina, sempre previo appuntamento per la donazione sia di sangue che di plasma.
Ora più che mai faccio appello al Vostro essere “forti e generosi”. Dimostriamo ancora una volta, come sempre nei tanti momenti difficili che abbiamo vissuto insieme, di essere in grado di rialzarci dalle difficoltà incontrate sul nostro cammino. Diamo esempio anche in questa prova del grande senso civico dei donatori della FIDAS di NOHA.
Sono ancora una volta sicuro della vostra risposta positiva. Vi abbraccio virtualmente con la speranza di poter riprendere presto le nostre belle attività associative.
VI ASPETTIAMO domenica mattina 24 Maggio alla donazione che si svolgerà presso la nostra sede dalle ore 8:30 alle ore 11:30.
Note: ricordate che si può fare una piccola colazione prima di venire a donare ma senza assumere latte e latticini in genere; un caffè, oppure un tè o un succo di frutta vanno bene, accompagnato da 2-3 biscotti secchi oppure 2-3 fette biscottate spalmate con marmellata o miele – va bene anche la frutta fresca.

Il presidente
Antonio Mariano



P.S. facciamo presente a tutti Voi che nella nostra sede sono rispettate tutte le norme di sanificazione e igieniche e si osserva scrupolosamente il protocollo per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19. Ricordate inoltre che gli spostamenti per donare sono consentiti, “un valido motivo per uscire di casa senza dover trovare una scusa”.

 
Di Antonio Mariano (del 16/11/2018 @ 21:05:00, in Fidas, linkato 820 volte)

Avvisiamo donatori e cittadini tutti che Sabato pomeriggio 17 Novembre ci sarà la donazione del sangue dalle ore 15:30 alle ore 18:30.

"Ai donatori è consigliato di mantenersi leggeri a pranzo e di evitare formaggi, grassi e bevande alcoliche."

Per l'occasione sarà allestito uno stand all'esterno dove tutti potranno gustare le buonissime e bollenti CALDARROSTE FINO A TARDA SERATA.

Fidas Noha

 
Di Antonio Mariano (del 21/09/2018 @ 00:00:00, in Fidas, linkato 1018 volte)

Cari amici è finita l'estate ma non è finito lo spirito di altruismo e di solidarietà verso il nostro prossimo.

Sabato pomeriggio 22 Settembre dalle ore 15:30 alle ore 18:30 si svolgerà la prima donazione autunnale.

Siete invitati a partecipare, specialmente chi non può donare la domenica mattina.

Vi aspettiamo presso la Casa del Donatore di Sangue di FIDAS Noha.

FIDAS Noha

 
Di Redazione (del 17/07/2018 @ 19:07:38, in Fidas, linkato 1346 volte)

Amici Donatori e concittadini tutti, con questo caldo ci vuole proprio un poco di refrigerio.

Proponiamo quindi una piacevole serata nei giardini del nostro Castello Baronale.

La partecipazione è aperta a tutti, l'unico vincolo è passare dalla sede Fidas, dalle ore 20.30 alle 21.30 nei giorni 16-17-18 luglio, a ritirare il tagliando di partecipazione (gratis), il tutto ci serve per sapere quanti siamo e per poter preparare delle cose buone per tutti.

FIDAS NOHA

 

 

 
Di Redazione (del 13/06/2018 @ 18:27:13, in Fidas, linkato 938 volte)

ll 14 giugno si celebra la 14^ Giornata mondiale del Donatore di Sangue (World Blood Donor Day) promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per ringraziare i donatori volontari di sangue e incoraggiare nuovi donatori in particolare i giovani al fine di garantire il necessario ricambio generazionale.

FIDAS NOHA ringrazia i suoi donatori dando una festa in loro onore.

Vi aspettiamo Giovedi 14 Giugno presso il Circolo ARCI LEVèRA alle ore 21.00.

Fidas Noha

 
Di Antonio Mariano (del 14/05/2018 @ 13:42:59, in Fidas, linkato 1181 volte)

L'importanza della prevenzione e della diagnosi precoce per una sempre più efficace lotta al tumore, in questo caso il tumore al seno. Sarà questo il tema centrale del prossimo convegno organizzato dalla sezione Fidas di Noha.

La salute dei nostri donatori è sempre più al centro della nostra attenzione e lo vogliamo dimostrare dando un poco di informazione in più che non basta mai. E’ vero che, oggigiorno, esistono molteplici possibilità per informarsi, ma noi vogliamo essere d’aiuto ai nostri donatori e alle nostre donatrici in quanto la loro salute ci sta molto a cuore.

Così come teniamo alla salute di tutti i cittadini, in quanto potenziali donatori e donatrici, con la speranza che “magari un giorno qualcuno di loro decidesse di diventare un donatore di sangue”.

Entrando nello specifico della prevenzione del tumore al seno, occorre mettere in evidenza come questa consenta di ridurre, laddove si è in tempo, gli interventi di chirurgia invasiva e quindi anche la richiesta di sangue ed emocomponenti, che com’è ormai noto, in certi periodi è incessante e molto spesso supera la reale disponibilità. Ecco allora l’obiettivo che si prefigge Fidas Noha: fare prevenzione ed incrementare le donazioni di sangue. Un binomio dal quale possiamo solo raccogliere buoni risultati.

Antonio Mariano

[Fidas News - Maggio 2018]

 

Nonostante gli ottimi risultati raggiunti nel 2017, la locale sezione della Fidas quest’anno ha escluso diversi momenti ludici. A farne le spese principalmente risultano le passeggiate della “Quattropassinsieme” che si ferma alla terza edizione. Si fermano anche le varie escursioni fuori porta ed altri eventi che hanno caratterizzato l’attività associativa degli ultimi anni per concentrare le poche risorse in formazione e prevenzione.
Il motivo di questi cambiamenti sono evidenti sul registro soci dell’associazione, in cui si evidenziano delle perdite importanti di donatori nonostante il numero delle donazioni sia cresciuto. “È nostro dovere monitorare sempre la salute della sezione e i numeri dei donatori iscritti parlano chiaro” - è questa l’idea maturata dal Consiglio Direttivo, che in effetti registra una forte emorragia di donatori iscritti tra gli attivi che per diversi motivi hanno lasciato Fidas Noha. Si nota un calo di donatori sotto i 28 anni, mentre crescono i donatori che raggiungono il limite massimo di età per donare o che per ragioni di salute non possono più farlo. Molti infine risultano i giovani iscritti che lasciano il paese per studiare fuori, mentre altri tentano altrove una posizione lavorativa. In ultimo, ma non meno importante, non si può trascurare l’emorragia di donatori galatinesi ormai consolidati Fidas, che sono stati attirati in un’altra associazione nata da poco sul territorio galatinese. Sicuramente i motivi di questa migrazione di donatori non sono soltanto legati alla vicinanza, perché se fosse così non si spiega come mai prima venissero a donare da noi invece di andare direttamente in ospedale. Abbiamo motivo di credere invece che c’è un vero atto di richiamo, perché a quanto pare risulterebbe più facile andare a pescare nei contenitori altrui di donatori confermati, che prodigarsi per cercarne di nuovi.

 

Canto XXXIII del Paradiso di ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< giugno 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
15
16
18
23
25
26
27
30
     
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata