\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 01/08/2022

Potremmo sintetizzare così la discussione e la decisione della maggioranza sulla distribuzione a pioggia del milione e 300mila euro di sgravi TARI. Di fatto la maggioranza sceglie di non scegliere, sceglie di tagliare orizzontalmente le bollette di tutti di circa il 20% e sceglie di non entrare nel merito, di non attuare alcun indirizzo politico, di non agevolare le utenze domestiche o non domestiche maggiormente incise dalla pandemia.

Nell’emendamento che abbiamo presentato infatti avevamo destinato circa 600mila euro a sgravi generalizzati che si sarebbero tramutati in un 10% di sconto in bolletta per tutti. E poi avevamo proposto per la restante parte di attuare scelte politiche su due direttrici: da un lato le utenze domestiche a redditi bassi individuati attraverso l’indicatore ISEE come già avvenuto negli scorsi anni e dall’altro alle utenze non domestiche che insistono nel centro storico.

In particolare questa seconda tipologia di sgravi ci sembrava la più opportuna per offrire un sostegno concreto a quelle attività che sono protagoniste della rinascita del nostro centro storico attraverso il loro impegno quotidiano, le loro iniziative, il loro dinamismo. Ecco, aiutarli, seppur con una tantum, riducendo sensibilmente la TARI - riduzioni che sarebbero potute arrivare al 90% dell’importo - per quest’anno poteva liberare loro risorse che avrebbero potuto destinare ad eventi e ad altre attività quanto mai opportune in un anno come questo. E avrebbe rappresentato un chiaro indirizzo politico verso la crescita del nostro centro antico che, a detta di tutti in campagna elettorale, merita attenzione, aiuti, sgravi. Ma a quanto pare solo a parole.

La scelta di comodo compiuta invece dall’amministrazione permetterà a tutti, indistintamente dal reddito e dall’attività esercitata, di usufruire di una riduzione in maniera proporzionale. Una riduzione generalizzata che non farà distinzioni di situazioni sociali ed economiche quando è invece proprio compito della politica attenuare, se non eliminare, tali differenze. Una riduzione proporzionale che aumenterà la disparità tra le utenze e che viene fatta con la scusa del “non c’era tempo, ci abbiamo provato”. Tutto il contrario di quanto dichiarato in apertura del consiglio dal sindaco: “il mondo attorno a noi corre, in questo primo mese ci siamo attrezzati per correre anche noi”.

I consiglieri di minoranza

Amante Marcello, Antonica Anna, Antonica Alessandra, Mariano Emanuele, Tundo Loredana.

 
Di Redazione (pubblicato @ 13:41:58 in Comunicato Stampa, linkato 365 volte)

Ritengo doveroso un mio intervento, seppur breve, per annunciare ai miei concittadini questa importante novità approvata nel corso del primo Consiglio Comunale: la riduzione della Tassa sui rifiuti (TARI) per l’anno in corso e la rideterminazione scadenze di pagamento.

Si tratta di una grande opportunità che siamo riusciti a cogliere e che ci consente di destinare 1,3 milioni di euro ai galatinesi, riducendo a tutti i cittadini la tassa sullo smaltimento dei rifiuti di oltre il 20%.

Avevamo promesso di non perdere nessuna opportunità, lo abbiamo dimostrato alla prima occasione.

Sarebbe stato bello avere avuto il tempo e il modo di procedere ad una riduzione progressiva per aiutare i ceti meno abbienti con una esenzione totale.

Purtroppo, dopo lunga analisi e lo studio della documentazione, non sussistono le condizioni tecniche per compiere una scelta simile, che sarebbe stata socialmente più equa.

Crediamo che comunque sia una notizia straordinaria dopo tanti anni con aumenti costanti.

Lo ritengo anche e soprattutto un segnale importante, dopo soli 30 giorni dall’elezione, della capacità di questa nuova Amministrazione e di questo nuovo Consiglio di essere pronti e reattivi verso le novità legislative oltre che una straordinaria dimostrazione di essere in grado di intercettare fondi e opportunità.

Grazie a tutti i consiglieri di maggioranza, agli assessori e soprattutto, alla macchina amministrativa del Comune senza la cui solerzia e preparazione niente sarebbe stato possibile.

Fabio Vergine - Sindaco di Galatina
Ufficio Stampa

 

L’attesa un po' spasmodica per la composizione dei gironi del campionato nazionale di serie B è terminata. Mercoledì 27 luglio la Federazione Italiana Pallavolo ha ufficializzato i gironi in cui sono state collocate le 123 squadre che parteciperanno al torneo ed in casa bluceleste si è tirato un sospiro di sollievo.

Sì, perché la suspense riguardava una quota parte (4) delle 11 società pugliesi che rischiavano di finire nel girone siciliano a completare quell’organico o con il criterio della viciniorità o, al limite, con un sorteggio dell’urna.

Poi i vertici federali, fatte le dovute considerazioni, hanno ripartito le pugliesi in due gironi geograficamente individuati da una fascia longitudinale adriatica (girone E) e da una fascia trasversale est-ovest (girone H).

Nella prima saranno   Molfetta, Modugno, Castellana e Turi a spostarsi in terra marchigiana, romagnola ed abruzzese, mentre nella seconda le salentine Leverano, Galatina, Taviano e Galatone, unitamente a Grottaglie, Gioia e Mesagne, viaggeranno sulla direttrice Puglia-Campania.

Le trasferte interesseranno Piedimonte in provincia di Caserta e i comuni di Pomigliano, Casoria, Pozzuoli, Napoli, Meta e Marigliano dell’area metropolitana di Napoli.

Ne è venuto fuori un girone di alto spessore tecnico con almeno 6 squadre candidate ai play off, tra cui Leverano, Gioia, Galatone, Grottaglie, Pozzuoli e Marigliano che vantano degli organici importanti.

Poi potrà saltare fuori il sestetto a sorpresa ma, in linea di massima, non sarà l’exploit di una fiammata a consacrare questa o quella squadra ad una candidatura al vertice.

Olimpia Sbv Galatina affronta l’anno della rifondazione. Dal nuovo assetto societario alla guida tecnica, passando per una ricostituzione del parco giocatori che non annovera quasi nessuno della passata stagione. La direzione sportiva sta tratteggiando individuazioni e scelte funzionali al progetto sportivo puntando su giovani atleti, senza far mancare il supporto di qualche elemento esperto. 

Il programma a medio termine (triennale) e le finalità che a breve verranno partecipate alla cittadinanza dovranno, almeno questo è l’auspicio, restituire ad Olimpia Sbv e alla città di Galatina il meritevole palcoscenico della serie A.

La chiamata a tifosi, appassionati, sponsor, imprenditori e classe politica amministrativa è accorata e senza limiti temporali.

Per il bene  dello sport ,di Galatina pallavolistica e di Olimpia Sbv.

Piero de Lorentis

Area Comunicazione

 

Fotografie del 01/08/2022

Nessuna fotografia trovata.

Canto XXXIII del Paradiso di ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< agosto 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
14
15
16
17
18
19
20
21
25
27
28
30
31
       
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata