Se non volete essere mandati al diavolo su due piedi risparmiatevi gli slogan del marketing buoni per chi si beve tutto [e vota di conseguenza, ndr.], tipo: “In questo luogo del cuore si è fermato il tempo”. Primo perché le chiacchiere dei pubblicitari [e quelle dei politicanti, ndr.] lasciano il tempo che trovano, e poi perché qui non si è fermato proprio un bel nulla, anzi questo tempo continua a scorrere inesorabile e ad essere pure scandito con una certa puntualità. E se proprio di cuore vogliamo parlare non sarà nel senso delle intenzioni, dei propositi o delle volontà, ma del marchingegno necessario al loro funzionamento, onde il signore de quo ne è il cardiologo e la sua bottega il pronto soccorso.

Sto parlando di Pantaleo Arturo Abaterusso che da una vita fa l’orologiaio a Galatina, in corso Garibaldi 12 per la precisione, a un fischio da piazza San Pietro, quasi dirimpetto alla cappella di San Paolo. Non cercatene l’insegna: non la troverete, essendo talorni del genere del tutto inutili a chiunque abbia clientela fedele e quindi tam-tam assicurato. Di poche parole - ché lui non ha tanto tempo da perdere, e men che meno noi di riscrivere Guerra e Pace -, Arturo a dodici anni inizia a smontare e rimontare le sveglie a corda (quando si dice un ragazzo sveglio): quelle che papà Fedele aveva da riparare dopo averle ricevute in affidamento con tante raccomandazioni dalle famiglie di tre quarti di Salento e anche oltre, fino a Brindisi dove si recava in missione a bordo della sua bicicletta presso quei centri multiservizi – financo di raccolta cronografi da rimettere in carreggiata - che erano i barbieri. È appena il caso di aggiungere che nel corso degli anni ’50 del Novecento papà Fedele aveva il suo piccolo laboratorio alla “discesa delle Anime”, la quale (combinazione) non è altro che la continuazione di via dell’Orologio.

Arturo ci tiene a precisare che non nasce orologiaio (anche se, come detto, ha avuto corrispondenza d’amorosi sensi con quadranti, lancette, bilancieri, guarnizioni, gabbie, rotori, molle, suonerie e tourbillon fin da quando era praticamente in fasce), bensì orafo: egli è infatti Maestro D’Arte dei Metalli e dell’Oreficeria con tanto di Qualifica prima, e Diploma di Maturità poi, conseguiti rispettivamente nel 1972 e nel 1974 all’Istituto Statale d’Arte di Galatina. Le sue creazioni erano (sono) preziose per materiali certamente, ma viepiù per gusto e stile. Se glielo chiedi e se ha qualche minuto libero ti mostrerà con orgoglio un album di disegni dei suoi gioielli, pensati, disegnati e realizzati con le sue mani e forgiati nel forno tuttora presente in negozio - altro che quelli prodotti in serie da Morellato, Cartier, Recarlo, Breil, o Amen. “Questo l’ho fatto tutto io dalla A alla Z – mi dice - e l’ho appena rilucidato ché dobbiamo andare a un matrimonio”: e da un astuccio tira fuori il bell’anello creato per la consorte qualche decennio addietro.

Ora, inforcata la sua visiera di ingrandimento con luce a led (la volta precedente aveva un monocolo), mi congeda e si rimette sulle sudate casse, e con mano ferma, bisturi, micropinze, presse e alesatori, calibri e cacciaviti è pronto all’n-esimo intervento chirurgico della giornata: ché gli orologi, dal più costoso al più vile, dal Patek alla patacca, han bisogno di camminare.

*

Appena fuori da questo presidio di biodiversità ancora immune dal virus della moda edonistico/godereccia s’apre il Borgo Antico Galatinese, instradato sulla via della lunaparkizzazzione (meglio nota come Valorizzazione) tutta movida, tavolini, spritz & food più o meno fast, in ossequio alla borgomania (variante piccoloborghismo) così cara ai forzati dello svago nonché ai pubblici amministratori con la vocazione dell’animatore di un villaggio vacanze.

Un ulteriore piccolo sforzo (tipo qualche maglietta “I love Galatina”, un po’ di campane di vetro Made in China – di quelle che a capovolgerle cade la neve sul modellino della basilica orsiniana -, portachiavi in silver del Pasticciotto e calamite per frigo della Pupa) e, annullando ogni differenza, avremo reso indistinguibile questo pezzo di Salento da mille altre, come si dice, “location”: il tutto in nome della merce che manco un outlet e del sempre sia lodato turismo-volano-di-sviluppo-e-occupazione (e pazienza se, per dire, a Venezia ‘sto benedetto turismo ha fatto più danni dell’acqua alta e del Mose messi assieme).

Mala tempora currunt sed peiora parantur, direbbe quello.

Ma per questi ultimi tempora Arturo non può farci nulla.

Antonio Mellone

 
Di Redazione (del 09/08/2022 @ 08:28:55, in Comunicato Stampa, linkato 165 volte)
Grazie alla sinergia con la filiera imprenditoriale si potrà iscrivere la squadra al prossimo campionato di categoria. 

Il calcio continuerà ad essere protagonista a Galatina. Questo sport che appassiona la grande maggioranza della popolazione mondiale non poteva cessare di esistere nella nostra Città.

Il Galatina Calcio ASD ha una tradizione centenaria e centinaia di cittadini galatinesi nutrono un attaccamento particolare per la storia di questa squadra. 
Dopo la dolorosa retrocessione dello scorso anno, la vecchia società del Galatina Calcio ASD si è rivolta alla nuova amministrazione, in particolare al Sindaco di Galatina Fabio Vergine, per chiedere un sostegno concreto al fine di poter iscrivere la squadra al nuovo campionato di categoria. 
 
Il Primo Cittadino ha accolto favorevolmente la richiesta e si è mosso tempestivamente per poter trovare una soluzione fattiva. “Non appena mi è stata formulata una richiesta da parte dei membri societari e dei supporters del Galatina Calcio, non ho potuto esimermi dal dare il contributo mio e dell’amministrazione che mi onoro di rappresentare. L’ho fatto in qualità di Sindaco, ma prima ancora di galatinese che ama la propria Città e auspica un suo progressivo sviluppo sotto ogni punto di vista. 
Il calcio non è un semplice sport. Appassiona ragazze e ragazzi, donne e uomini e trasmette dei valori sani.
Per questo motivo, ho chiesto il supporto di alcune forze imprenditoriali della Città, alle quali va il mio più sincero ringraziamento, affinché potessero sostenere questo nuovo progetto e continuare a dare lustro a questa squadra e a questa società, che ha scritto importanti pagine di storia nel corso degli anni.
Il prossimo obiettivo è quello di iscrivere la squadra al campionato di 1a Categoria, costruire una rosa competitiva e ingaggiare un nuovo allenatore. 
Il calcio a Galatina continua ad esistere”, commenta il Sindaco Fabio Vergine. 
 
I membri societari hanno individuato nella persona di Giorgio Cafaro il nuovo Presidente. 
Ex Istruttore direttivo nel corpo vigili urbani e funzionario responsabile dell'ufficio tributi del Comune di Galatina, Cafaro ha militato per molti anni tra le file del Galatina calcio e, quindi, conosce perfettamente l’ambiente. 
 

 

La Polizia Locale respira! Una boccata d’ossigeno, piccola ma non per questo inutile, per il corpo di P.L. che ha visto oggi l’ingresso formale nel proprio organico di due nuove unità. Nella mattinata odierna infatti sono stati formalmente assunti, con la sottoscrizione del contratto di lavoro, Manuela Calò e Andrea Luceri. Per la prima si è trattato in effetti di una conferma, in quanto già da 7 mesi è con la P.L. di Galatina con l’istituto contrattuale del Comando; entrambi tuttavia non sono nuovi alla divisa, avendo già prestato la loro opera presso altri comuni Copertino, Gallipoli, Miggiano. Graditissimi e più che apprezzati i rinforzi appena giunti da parte del Comandante Domenico Angelelli, così come dai suoi collaboratori: energie nuove e giovani che vanno a incrementare non solo il numero dei “vigili” della città, ma conseguentemente anche la quantità e qualità dei servizi che gli stessi possono offrire alla cittadinanza. Per tale nuovo arricchimento, lo stesso Comandante non ha mancato di ringraziare l’Amministrazione, nella persona del Sindaco Fabio Vergine per l’occasione convenuto nella sede del Comando, sottolineando altresì la rapidità con cui ha dato riscontro al problema della carenza di organico prospettatogli solo poco più di un mese addietro, subito dopo il suo insediamento.

 
Di Redazione (del 07/08/2022 @ 21:20:50, in Comunicato Stampa, linkato 102 volte)

Nonostante i numerosi interventi fatti nei mesi precedenti, la Lampada senza Luce del Martinez non riusciva ad avere la massima efficienza, tanto da presentare periodicamente guasti e sporcizia. 
In questi giorni, sono stati fatti dei lavori di ripristino dal punto di vista idrico ed elettrico, che hanno consentito a quello che è il biglietto da visita della nostra Città di tornare a funzionare correttamente. 

Uno dei primi obiettivi che io e la mia squadra ci siamo prefissati appena insediati è stato quello di curare il decoro urbano. 

Oggi la “Pupa” torna a splendere, bagnata dagli zampilli d’acqua, e ad attirare l’attenzione di tutti noi e dei tanti turisti che in questi giorni affollano le nostre strade. 

 
Di Redazione (del 05/08/2022 @ 08:29:54, in Comunicato Stampa, linkato 192 volte)

 

Se agosto è per antonomasia il mese che incarna l’estate, la festa che rappresenta, più di ogni altra, la movida salentina è, certamente, “I Love 80 & 90 Party”, la quale quest’anno si caratterizzerà per una “novità” sostanziale: il mattatore della serata sarà il noto Dj e speaker nazionale, FERNANDO PROCE, voce storica della radio italiana e attuale voce di R101. Mentre la location sarà sempre la stessa: la mitica piazza "San Pietro" di Galatina. Tra i fantastici ospiti avremo:

 

REGINA la dance star degli anni 90;

DOUBLE DEE, un gruppo musicale dance/house italiano diventato famoso negli anni 90 con la canzone “Found Love”;

MARCO FERRADINI, autore della canzone cult degli anni 80 "Teorema";

PIERO BILLERI con il suo fantastico Sax-live.

 

Avremo inoltre l’open DJ set a cura di RICCARDO MAGLIO con "Stayin'alive dance party" e il closing DJ set con LUCA TARANTINO e DON LEO (vocalist).

Insomma un evento, unico nel suo genere, che sin dalla sua prima edizione, ha riscosso un notevole successo e si è ormai attestato come un appuntamento fisso che si aspetta con enfasi    per    le    novità    e    le    sorprese    che    ogni    anno    riesce    a    riservare. Per una notte sarà come ritornare nel ventennio che ha segnato l’infanzia e giovinezza di coloro che, nati tra la fine degli anni 60 e l’inizio degli anni 70 riuscivano a divertirsi con niente: un pallone, ma anche un pezzo di gesso per disegnare una campana, o una corda da saltare.

Una festa ricca di musica, moda e tendenze rigorosamente anni 80/90. Un viaggio indietro nel tempo, nella storia, nel ventennio che ha coinvolto e “sconvolto” intere generazioni. La macchina del tempo è pronta… mancate solo voi!!!

Ass.ne “Quelli di piazza San Pietro 2.0”

 

 

 
Di Redazione (del 01/08/2022 @ 13:46:17, in Comunicato Stampa, linkato 120 volte)

Potremmo sintetizzare così la discussione e la decisione della maggioranza sulla distribuzione a pioggia del milione e 300mila euro di sgravi TARI. Di fatto la maggioranza sceglie di non scegliere, sceglie di tagliare orizzontalmente le bollette di tutti di circa il 20% e sceglie di non entrare nel merito, di non attuare alcun indirizzo politico, di non agevolare le utenze domestiche o non domestiche maggiormente incise dalla pandemia.

Nell’emendamento che abbiamo presentato infatti avevamo destinato circa 600mila euro a sgravi generalizzati che si sarebbero tramutati in un 10% di sconto in bolletta per tutti. E poi avevamo proposto per la restante parte di attuare scelte politiche su due direttrici: da un lato le utenze domestiche a redditi bassi individuati attraverso l’indicatore ISEE come già avvenuto negli scorsi anni e dall’altro alle utenze non domestiche che insistono nel centro storico.

In particolare questa seconda tipologia di sgravi ci sembrava la più opportuna per offrire un sostegno concreto a quelle attività che sono protagoniste della rinascita del nostro centro storico attraverso il loro impegno quotidiano, le loro iniziative, il loro dinamismo. Ecco, aiutarli, seppur con una tantum, riducendo sensibilmente la TARI - riduzioni che sarebbero potute arrivare al 90% dell’importo - per quest’anno poteva liberare loro risorse che avrebbero potuto destinare ad eventi e ad altre attività quanto mai opportune in un anno come questo. E avrebbe rappresentato un chiaro indirizzo politico verso la crescita del nostro centro antico che, a detta di tutti in campagna elettorale, merita attenzione, aiuti, sgravi. Ma a quanto pare solo a parole.

 
Di Redazione (del 01/08/2022 @ 13:41:58, in Comunicato Stampa, linkato 229 volte)

Ritengo doveroso un mio intervento, seppur breve, per annunciare ai miei concittadini questa importante novità approvata nel corso del primo Consiglio Comunale: la riduzione della Tassa sui rifiuti (TARI) per l’anno in corso e la rideterminazione scadenze di pagamento.

Si tratta di una grande opportunità che siamo riusciti a cogliere e che ci consente di destinare 1,3 milioni di euro ai galatinesi, riducendo a tutti i cittadini la tassa sullo smaltimento dei rifiuti di oltre il 20%.

Avevamo promesso di non perdere nessuna opportunità, lo abbiamo dimostrato alla prima occasione.

Sarebbe stato bello avere avuto il tempo e il modo di procedere ad una riduzione progressiva per aiutare i ceti meno abbienti con una esenzione totale.

Purtroppo, dopo lunga analisi e lo studio della documentazione, non sussistono le condizioni tecniche per compiere una scelta simile, che sarebbe stata socialmente più equa.

Crediamo che comunque sia una notizia straordinaria dopo tanti anni con aumenti costanti.

 
Di Redazione (del 01/08/2022 @ 13:37:37, in Comunicato Stampa, linkato 114 volte)

L’attesa un po' spasmodica per la composizione dei gironi del campionato nazionale di serie B è terminata. Mercoledì 27 luglio la Federazione Italiana Pallavolo ha ufficializzato i gironi in cui sono state collocate le 123 squadre che parteciperanno al torneo ed in casa bluceleste si è tirato un sospiro di sollievo.

Sì, perché la suspense riguardava una quota parte (4) delle 11 società pugliesi che rischiavano di finire nel girone siciliano a completare quell’organico o con il criterio della viciniorità o, al limite, con un sorteggio dell’urna.

Poi i vertici federali, fatte le dovute considerazioni, hanno ripartito le pugliesi in due gironi geograficamente individuati da una fascia longitudinale adriatica (girone E) e da una fascia trasversale est-ovest (girone H).

Nella prima saranno   Molfetta, Modugno, Castellana e Turi a spostarsi in terra marchigiana, romagnola ed abruzzese, mentre nella seconda le salentine Leverano, Galatina, Taviano e Galatone, unitamente a Grottaglie, Gioia e Mesagne, viaggeranno sulla direttrice Puglia-Campania.

Le trasferte interesseranno Piedimonte in provincia di Caserta e i comuni di Pomigliano, Casoria, Pozzuoli, Napoli, Meta e Marigliano dell’area metropolitana di Napoli.

Ne è venuto fuori un girone di alto spessore tecnico con almeno 6 squadre candidate ai play off, tra cui Leverano, Gioia, Galatone, Grottaglie, Pozzuoli e Marigliano che vantano degli organici importanti.

 
Di Redazione (del 29/07/2022 @ 22:31:44, in Comunicato Stampa, linkato 794 volte)

“Siete partiti”. E’ trascorso un mese dalla proclamazione del Sindaco, 22 giorni dalla nomina della giunta e giovedì si è insediata ufficialmente la nuova assise comunale.

Bene, ora che tutta la struttura amministrativa è ufficialmente operativa e dopo aver assistito al primo Consiglio Comunale dell’era Vergine, abbiamo certamente elementi sufficienti per affermare che le nostre preoccupazioni, purtroppo per la città, stanno diventando giorno dopo giorno realtà. 

Le parole contano. Da candidato Sindaco Lei aveva la responsabilità della parola, perché poi non si sarebbe potuto scindere il Fabio Vergine da campagna elettorale da colui diventato Sindaco, Le è stato ricordato ieri in Consiglio Comunale   

Le parole sono importanti, con esse costruiamo relazioni, smuoviamo realtà, condividiamo i nostri ideali, raccontiamo storie che spalancano o chiudono porte e, se ci serviamo di esse senza davvero sentirle, le svuotiamo di ogni sincerità trasformandole in luoghi comuni per un teatrino politico.

Ha basato la Sua campagna elettorale su “l’amministrazione Amante non ha fatto nulla, solo compitini” per poi dover pubblicamente dichiarare più volte, da Sindaco, che invece ha lavorato tanto e bene. Poteva dire altro ? Certo che no, oggi ha il dovere di descrivere ai galatinesi la realtà dei fatti. In Consiglio Comunale la Sua maggioranza ha approvato l’assestamento generale e la salvaguardia degli equilibri del bilancio comunale, assumendo a pieno titolo ogni responsabilità politica e personale. Poteva fare altro ? Certo che no, i conti sono in ordine dopo cinque anni di puntuale lavoro dell’amministrazione Amante.

 

Canto XXXIII del Paradiso di ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< agosto 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata