Si terrà oggi 20 gennaio, alle ore 18, nella chiesa parrocchiale di San Sebastiano, la celebrazione eucaristica in onore del Santo, patrono e protettore dei Vigili Urbani (oggi Operatori di Polizia Locale).

La Santa Messa, presieduta da un illustre prelato galatinese, Mons. Vincenzo Pisanello Vescovo della Diocesi di Oria a cui si affiancherà il Padre Spirituale della P.L. nonché parroco di San Sebastiano don Dario De Pascalis, costituisce un’occasione di consolidata tradizione nella quale il Corpo degli agenti municipali incontra la comunità cittadina, nel cui tessuto esso Corpo è profondamente radicato.

La funzione religiosa, cui seguiranno gli interventi del Comandante del Corpo Luigi Tundo e del Sindaco Dott. Fabio Vergine, vedrà la partecipazione di autorità civili e militari, rappresentanze delle altre forze di Polizia presenti nella città, ossia Polizia di Stato e Carabinieri, con cui perdura da sempre un alto spirito di collaborazione, i Comandanti della Polizia Locale dei comuni limitrofi, nonché i volontari della Protezione Civile, anch’essa importante supporto dell’attività della Municipale, delle associazioni combattentistiche e di ex militari; saranno altresì presenti i Dirigenti delle numerose scuole di Galatina, presso le quali la presenza dei vigili è un costante punto di riferimento, e i dipendenti comunali, col cui lavoro spesso quello della P.L. si interfaccia, ed infine colleghi in pensione e familiari.

La chiesa di viale Don Bosco, recentemente ristrutturata, vedrà quindi un gioioso momento di preghiera, di festa, ma anche di bilanci su quanto fatto e di impegni per quanto si sarà chiamati a fare.

Download "REPORT DESCRITTIVO ATTIVITA’ E SERVIZI ANNO 2022"

IL COMANDANTE DEL CORPO DI POLZIA LOCALE Comm. Sup. Luigi Tundo

 

Per riscaldare l'inverno 2023 Raimondo Rodia vuole proporre un talk show con grandi personaggi noti del Salento trattando argomenti di attualità. Così nascono i 6 eventi che tra la fine di gennaio ed il 23 febbraio illumineranno le Gallerie Tartaro a Galatina, in via Principe di Piemonte al centro della città.

  • Iniziamo con Mino De Santis il 25 gennaio, così lo descrive suo fratello Giuseppe che ben lo conosce : "E' un sognatore ingenuo e intellettualmente onesto. Insofferente a qualsiasi regola, non scenderebbe mai a compromessi, ha l’anima libera e resta anarchico anche quando non sarebbe il caso… ha una singolare genialità, un'autentica vena artistica che differisce da qualsiasi accomodante musicalità “popolare” oggi cosi volgarmente e insopportabilmente stereotipata ". Con lui si parlerà di un tema altamente spirituale : alchimia, esoterismo, un tuffo nel mondo reale ed irreale dove contano i sentimenti, il nostro mondo interiore e molto altro.
  • Il 2 febbraio 2023 data unica fissata alle ore 18 la presentazione del secondo romanzo di Fernando Blasi in arte Nandu Popu dei Sud Sound System dal titolo " Li Menati ". Li menati in Salento sono i reietti, letteralmente gente da buttare, da evitare. Raramente però finiscono in discarica e anzi, affondano le loro radici nel territorio rendendolo marcio e inospitale. Molti dei menati che Fernando Blasi, in arte Nandu Popu, racconta in questo suo secondo libro, subiscono una metamorfosi profonda e irrefrenabile tanto da diventare boss della Sacra Corona Unita. Una metamorfosi che riguarda tutti, non solo i menati. Riguarda chi la incoraggia, chi sta a guardare, chi si rende invisibile lasciando il territorio alla loro mercè. Nandu Popu regala al lettore un racconto che attraversa il tempo e le vite di chi ha vissuto la Puglia soprattutto in determinati anni. Uno squarcio sul passato di una parte del territorio salentino, Casalabate in particolare, e sui trascorsi autobiografici dell'autore. Un continuo cammino tra passato e presente, tra credenze e storia, un atto d'amore nei confronti della propria terra e un avvertimento alle nuove generazioni affinché imparino a non restare a guardare e a intervenire, per cambiare le cose senza subirle. 

    Giovanni Piero Paladini, salentino di 65 anni, laureato in Giurisprudenza e Presidente della CONFIME-Confederazione Imprese Mediterranee. Esperto in relazioni internazionali e geopolica, ha acquisito pluriennale esperienza nel campo dell’internazionalizzazione delle imprese e della cooperazione accademica con particolare riguardo all’Area MENA. Da circa quindici anni ha dato concretezza alla sua passione, cioè la narrativa, attraverso la quale racconta le proprie esperienze, sensazioni ed emozioni vissute nei tanti viaggi in giro per il mondo. Ne sono nati cinque romanzi tra cui ultimo ‘Jihad’. In precedenza la trilogia dedicata all’affarista internazionale Marco Latini, comprendente ‘L’onore perso’, ‘Il decimo cerchio’ e ‘Il giuramento del falco’ ed infine ‘…e adesso tutto cambia’.

    Jihad è la storia di un giovane immigrato tunisino, aristocratico e ricco, Mohamed, scappato dal suo Paese a seguito della persecuzione del presidente Ben Ali nei confronti del partito Ennadha, di cui faceva parte il padre. Giunto in Sicilia, accolto dagli amici del padre, scopre di essere stato destinato a un futuro di leader della Jihad e manager di una compagnia finanziaria che, grazie a complicità mafiose locali e poteri forti internazionali, è dedita al malaffare, al traffico di armi e droga e al finanziamento del terrorismo islamico. Le contraddizioni personali, tra principi religiosi e vita sentimentale, lo travolgono trasportandolo in un vortice di dolore, angoscia e sensi di colpa.

  • Il terzo ospite sarà Giampiero Khaled Paladini che presenterà il suo ultimo romanzo " Jihad " l'8 febbraio, un tema molto in voga in questo momento in cui c'è bisogno di trovare un compromesso tra occidente ed oriente tra ricchi e poveri in un mondo sempre più globalizzato.

    La millenaria civiltà contadina; una civiltà che nei centri rurali del Salento aveva realizzato, pur in un quadro diffuso di povertà, sfruttamento ed ingiustizia, straordinari risultati di risposta ai bisogni collettivi, di socialità ed identità culturale. Le piazze di quei paesi, che negli ultimi anni sono state oggetto di importanti rifacimenti strutturali ed estetici dagli effetti spesso scenografici, perduta ogni funzione economica e sociale, oggi si presentano come spazi vuoti di presenza umana, freddi, senza storia, senza anima e memoria e ormai da decenni attendono nuova linfa e nuova vita, che sarà, se mai, del tutto diversa da quella di un passato leggendario ed irripetibile. L’ottava rima, con la musica e le cadenze sue proprie, poggia sulla strepitosa padronanza di una lingua che, già grande di suo, si è strutturata nei secoli con scambi, arricchimenti i più diversi, consentendo al popolo del Salento straordinarie capacità espressive, comunicative e creative; lingua che nel poema è strumento formidabile per il disegno di quadri, situazioni e personaggi, lo sviluppo del pensiero e del racconto, il dipanarsi di nostalgiche ricostruzioni e di ironiche, ma spesso amare e desolate invettive, tutte giocate tra il semiserio rimpianto del passato e la icastica condanna del presente.

    Fabrizio Romano Camilli imprenditore e politico, sarà l'ospite di mercoledi 15 febbraio nel corso della sua carriera politica è stato assessore ai trasporti, vie di comunicazione e demanio marittimo della regione Puglia, Presidente del comitato regionale Protezione Civile e componente della Commissione regionale antimafia. Dal 2004 autore di romanzi autobiografici e narrativa politica in genere aprirà una sua pagina come autore nel giugno 2020 con lo pseudonimo di Faro Milli. Con lui divagheremo del mondo politico di ieri e di oggi.

  • Il quarto ospite venerdi 10 febbraio sarà il prof. Giovanni Leuzzi, da sempre impegnato con progetti nel campo culturale e sociale, con lui il 15 febbraio con un tema ad ambedue molto caro dal titolo " Salentinità " tutto ciò che caratterizza e ci rende orgogliosi di essere nati nel tacco d'Italia.
  • Infine giovedi 23 febbraio 2023 alle ore 18 il cantautore P40- Il progetto P40 nasce nel 2002 dall’idea del musicista Pasquale G. Quaranta, personaggio emergente ed estroso della grande fucina di artisti salentini, subito balzato agli occhi del pubblico della sua terra natía per l’originalità della sua opera e il carisma del personaggio. Alla base del lavoro di P40 c’è l’osservazione attenta e critica del suo tempo che l’artista cerca di ri-significare nei suoi spettacoli, attraverso un repertorio di brani inediti composto dallo stesso. Incarnando un incontro tra la figura del cantautore e quella dell’attore, che insieme convivono sul palco portando in scena una rappresentazione quasi teatrale, essenziale, a tratti geniale ma nello stesso tempo ricca di improvvisazioni che giocano sugli equivoci e sulle sensazioni del pubblico. 

 

Le serate si svolgeranno nell'arco di un mese circa presso le gallerie Tartaro via Principe di Piemonte Galatina alle ore 18.00 e saranno riprese dalla Web TV :  TV Sud Tele Galatina e rimarranno archiviate sul canale Youtube dell'emittente.

Raimondo Rodia

 

I consiglieri comunali ALESSANDRA ANTONICA e TUNDO LOREDANA chiedono al "PRESIDENTE DELLA 1A Commissione Consiliare Sig. Piero Lagna" al "SIGNOR SINDACO" e al "PRESIDENTE DEL CONSIGLIO"chiedono la convocazione di una commissione aperta per affrontare il delicato tema della proposta impianto di trattamento rifiuti da parte della ditta Entosal srl nella frazione di Santa Barbara

"Oggetto: Impianto di recupero e smaltimento rifiuti pericolosi e non pericolosi, da ubicarsi in Galatina alla Via Degli Andriani n. 12/a, frazione di Santa Barbara.
Le sottoscritte Tundo Loredana, consigliera di minoranza della lista CON, e Alessandra Antonica, consigliera di minoranza PD, componenti della prima Commissione Consiliare, venute a conoscenza dell'impianto dì cui all'oggetto da parte del proponente ENTOSAL SRL, in considerazione dell'impatto ambientale che tale impianto potrebbe avere in quanto sarebbe collocato a ridosso del centro abitato della frazione di Santa Barbara,
CHIEDONO

 
Di Redazione (del 19/01/2023 @ 08:03:30, in Comunicato Stampa, linkato 71 volte)

L’Associazione "Città Nostra” APS di Galatina organizza il secondo incontro previsto nell’ambito del progetto "We are - Siamo il passaggio che viviamo", Puglia Capitale Sociale 3.0 CUP B25I22005070009, che si svolgerà presso l’ex convento delle Clarisse di Galatina, sabato 21 gennaio 2023, dalle ore 18.00 alle 21.00.

Questa volta la conferenza sul paesaggio costiero e marino della Puglia avrà per tema "Coste e mari pugliesi tra biodiversità naturale e ricchezza regionale". L'evento si aprirà con l’intervento della dott.ssa Alessia Dinoi, biologa marina, che descriverà i principali habitat che caratterizzano la Puglia, dalle origini fino ai giorni nostri. Verranno evidenziate le evoluzioni morfologiche e biologiche dell’habitat costiero, le criticità e gli interventi di tutela degli ecosistemi e le attività umane sostenibili, al fine di comprendere il valore e la ricchezza che coste e mari costituiscono per la Puglia. Seguirà una tavola rotonda di confronto e dialogo aperto tra la cittadinanza, esperti e professionisti del settore, che apporteranno il loro contributo di riflessione e di competenza. Interverranno, tra gli altri:

 
Di Redazione (del 18/01/2023 @ 08:32:19, in NoiAmbiente, linkato 155 volte)

La nostra terra, l'aria e la falda idrica, già fortemente compromesse, hanno davvero i requisiti per essere impregnati di ulteriori sostanze non biodegradabili, quali quelle prodotte da questi opifici e altri insalubri già abbondantemente concentrati sul nostro territorio?

Quali altre vocazioni di sacrificio, oltre quelli già esistenti deve accollarsi la comunita’ di GALATINA?

Il Direttivo di NoiAmbiente e Beni Culturali
di Noha e Galatina

 

 
In merito all’articolo pubblicato in data odierna dal giornale Il Sedile, ed in particolar modo in riferimento all’assenza del Comune di Galatina alla Conferenza dei Servizi indetta dalla Provincia di Lecce per il giorno 12.12.2022, e finalizzata al rilascio del provvedimento autorizzatorio unico regionale ex art. 27 bis del D. Lgs n. 152/2006 e s.m.i. in relazione al progetto di realizzazione di un impianto di recupero e smaltimento rifiuti pericolosi e non pericolosi, da ubicarsi in Galatina, presso la frazione di Santa Barbara, proposto dalla Società Entosal srl di Vicenza, riteniamo doveroso chiarire alcuni punti fondamentali.
 
Avendo preso visione del parere redatto da ARPA Puglia in data 27.10.2022 circa le valutazioni inerenti la compatibilità ambientale della proposta progettuale ai fini VIA che concludeva: “… allo stato la valutazione sulla compatibilità ambientale dello stabilimento resta non favorevole” e della conseguente necessità di integrazione della documentazione, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno non prendervi parte.
 
D’altro canto, al completamento dell’attività istruttoria e dell’aggiornamento della documentazione richiesta con i pareri degli Enti interessati, è intendimento di questa Amministrazione avviare il maggiore processo partecipativo sull’argomento in relazione alla decisione da portare alla prossima Conferenza dei Servizi e, poiché riteniamo di primaria importanza coinvolgere la Città, l’argomento sarà portato e discusso in Consiglio Comunale, massimo organo deputato a rappresentare i cittadini, chiamando a pronunciarsi sul punto tutte le forze politiche che lo costituiscono.

 

Sto seguendo con attenzione il procedimento per il rilascio del Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale (PAUR)  per l’impianto di recupero e smaltimento di rifiuti pericolosi e non pericolosi nel Comune di Galatina, proposto dalla società Entosal s.r.l. Parliamo di un impianto che tratterà 90.000 t/a di rifiuti, ripartite in 47.500 t di rifiuti non pericolosi e 42.500 t di rifiuti pericolosi. Viste le consistenti potenzialità di trattamento appare preoccupante la localizzazione dell’impianto a circa 50 m dall'abitato di Santa Barbara. Inoltre, come evidenziato da ARPA, è necessario svolgere dei sopralluoghi per verificare lo stato delle aree in cui verrà realizzato il nuovo impianto che potrebbero essere interessate dalla presenza di rifiuti irregolarmente abbancati con il rischio di contaminazione delle matrici ambientali. È evidente che le attività di trattamento e smaltimento previste non potranno essere avviate in caso di presenza di rifiuti. La documentazione predisposta dalla società non appare sufficientemente approfondita rispetto alla valutazione degli impatti sull’ambiente e la salute pubblica, tanto che ARPA ha rilevato numerose criticità esprimendo, allo stato, parere non favorevole sulla compatibilità ambientale dello stabilimento. Le premesse non sembrano rassicuranti, per questo seguiremo con attenzione l’iter. Gli aspetti da approfondire sono numerosi, restiamo in attesa delle integrazioni documentali del gestore che dovranno essere in grado di indicare soluzioni progettuali idonee a mitigare e ridurre gli impatti sul territorio. In caso contrario la nostra opposizione sarà intransigente a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini”. È quanto dichiara il Vicepresidente del Consiglio regionale Cristian Casili in merito al procedimento, incardinato presso la Provincia di Lecce, per il rilascio del PAUR per il progetto per la realizzazione di un impianto di recupero e smaltimento rifiuti pericolosi e non pericolosi, nella frazione di Santa Barbara del Comune di Galatina.

 
Di Michele Scalese (del 18/01/2023 @ 08:08:12, in Comunicato Stampa, linkato 71 volte)

Care amiche e cari amici,

è evidente, oramai, come il tessuto sociale del nostro Paese sia cambiato nel corso degli anni. Nuove sfide ci attendono per il futuro, nuove opportunità, ma soprattutto tante sono le difficoltà che chiunque di noi incontra nell’agire quotidiano. Per questo continuiamo ad interrogarci sul senso di iscriversi al Partito Democratico. La più ovvia delle risposte sembrerebbe essere quella di voler esercitare fino in fondo il diritto democratico di determinare la vita politica del Paese, ma vi è un valore aggiunto che per molti di noi ha un significato maggiore: aderire al PD significa aderire ad una idea di società progressista, aperta al cambiamento, che pone le basi di una società solidale fondata su valori comuni, a partire dall’antifascismo. Significa ribadire con fermezza che abbiamo bisogno di unità, significa costruire una identità chiara con proposte innovative che rispondano ai bisogni degli ultimi, di coloro che non hanno voce per far emergere i propri diritti. Per fare politica della prassi occorre fare necessariamente partecipazione di coloro che si riconoscono nelle idee di una sinistra che continua ad evolversi, ognuno con le proprie risorse da mettere a disposizione dell’altro gratuitamente, costruendo un gruppo di appassionati che lotta ogni giorno per edificare insieme il contesto che abitiamo.

 
Di Russo Piero Luigi (del 15/01/2023 @ 15:15:50, in Comunicato Stampa, linkato 69 volte)

Partiamo infatti con i primi importantissimi progetti già in cantiere:

il prossimo 29 gennaio installeremo, presso Il muro del Coraggio - viale Ofanto Galatina, che, ricordiamolo, è stato realizzato dalla Virtus Basket Galatina e da Legambiente Galatina, una targa BRAILLE per non vedenti e per ipovedenti.

Si tratta di una installazione dal valore pratico, ma anche fortemente simbolico, in linea con la campagna di sensibilizzazione, portata avanti in questi anni, dalla nostra Associazione, per rendere fruibile e accessibile a tutti, i siti della cultura e non solo.

Questa targa vicino al murale dedicato al Coraggio ricorderà a tutti che nel mondo esistono anche i non vedenti; ha un significato morale, culturale e sociale e afferma il valore dell’inclusione.

Come Associazione siamo sempre più convinti che il “parco pubblico” assume, oggi come non mai, nuovi ruoli che vanno ben al di là di quelli meramente decorativi, ma rappresenta anche e soprattutto un importante aspetto ecologico e sociale, con spazi ricreativi ed educativi che migliorano i rapporti tra i cittadini, dai bambini agli adulti, fino ad arrivare agli anziani; tenta inoltre di colmare la mancanza di opportunità̀ di gioco libero all’aperto ed è anche la prima importante occasione di socialità al di fuori della scuola o di altre attività̀ disciplinate.

Per questo abbiamo, inoltre, deciso di iniziare un processo di riqualificazione dell’area verde “Giovanni Fedele” nel Rione Italia a Galatina cercando di assicurare decoro urbano e sicurezza, due elementi imprescindibili che caratterizzano appieno la nostra Mission associazionistica.

 

Canto XXXIII del Paradiso di ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< gennaio 2023 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
14
16
17
21
22
24
27
29
30
31
         

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata