\\ Home Page : Storico : Comunicato Stampa (inverti l'ordine)
Di Redazione (del 23/05/2024 @ 13:13:51, in Comunicato Stampa, linkato 114 volte)

In occasione della trentaduesima ricorrenza della strage di Capaci, in cui vennero uccisi il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, gli agenti della Polizia di Stato Vito Schifani, Antonio Montinaro e Rocco Dicillo, le Associazioni “Virtus Basket Galatina” e “Legambiente Galatina”, in collaborazione con “Levèra”, promuovono giovedì 23 Maggio, alle ore 17:30, presso “Il muro del Coraggio” in viale Ofanto a Galatina, un evento
commemorativo.

Seguendo un lungo filo rosso, capace di coprire la distanza tra il luogo dell’attentato e Galatina, posizioneremo una corona di fiori e, alle 17:57, orario esatto in cui gli attentatori fecero esplodere un tratto dell’autostrada A29 mentre vi transitava sopra il corteo della scorta con a bordo il giudice Giovanni Falcone, la moglie e gli agenti di Polizia, osserveremo un minuto di raccoglimento.

𝐋𝐚 𝐦𝐚𝐧𝐢𝐟𝐞𝐬𝐭𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐞̀ 𝐚𝐩𝐞𝐫𝐭𝐚 𝐚𝐥 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐨

Piero Russo

 

Nemmeno il tempo di pubblicare il nostro ultimo comunicato allo scopo di capire le intenzioni di voto di questa Amministrazione, che dopo qualche giorno ci giungono molte delle risposte alle nostre domande. È di dominio pubblico, oramai, la simpatia molto incline al servilismo di molteplici esponenti di punta di questa Amministrazione nei confronti della Lega e ciò lo testimonia non soltanto il dato emerso fin dai tempi della campagna elettorale del 2022 dove la Lega propinava urbi et orbi che Fabio Vergine sarebbe stato designato come loro candidato a Galatina, ma ancora oggi notiamo come questo rapporto si sia rafforzato così tanto che diversi scatti fotografici ritraggono il Sindaco Vergine, gli amministratori (definiamoli) ex socialisti per convenzione storica o come loro amano definirsi e le personalità civiche che compongono questa amministrazione in compagnia di Roberto Marti, senatore della Lega e candidato alle europee sotto lo stesso simbolo. Alla destra del padre Marti, ovviamente l’indiscusso Peppino Spoti capo della celeberrima lista orizzontale che contava i suoi seguaci presenti all’evento del Marti per presentare la sua candidatura.

Ciò che fa specie non è tanto la modalità furtiva e omertosa che accompagna l’operato dei virginei, quanto il fatto che una amministrazione di una Città del sud della Puglia possa prestare il fianco (e non solo) ad una corrente politica come la Lega. Una delle più becere destre populiste dell’ultimo ventennio che continua a ghettizzare il Sud, depauperandolo delle risorse fondamentali per esplicare il diritto costituzionale all’equità. Come può la maggioranza in Assise Comunale di Galatina appoggiare candidati come Roberto Marti che pubblicizza la sua campagna elettorale con lo slogan “Per il Sud”

 
Di Redazione (del 18/05/2024 @ 16:29:37, in Comunicato Stampa, linkato 268 volte)

Domenica 19 maggio 2024 ritorna il Distinguished Gentlemans Ride, quest'anno l'evento si svolgera nella frazione di Noha 𝗶𝗻 𝗩𝗶𝗮 𝗖𝗮𝘀𝘁𝗲𝗹𝗹𝗼 𝗲 𝗣𝗶𝗮𝘇𝘇𝗮 𝗦𝗮𝗻 𝗠𝗶𝗰𝗵𝗲𝗹𝗲 𝗮 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗶𝗿𝗲 𝗱𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗼𝗿𝗲 𝟬𝟵.𝟯𝟬 𝗲 𝗳𝗶𝗻𝗼 𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗼𝗿𝗲 𝟭𝟰.𝟬𝟬, dove ci farà da cornice lo splendido Nohasi Palace.

Alle ore 11:30 partirà il motogiro per vie cittadine e subito dopo ci sarà il rientro a Noha.

Motoclub MIG motociclisti italian gentleman organizza da anni questo motoraduno gratuito con lo scopo di raccogliere fondi per la ricerca sul cancro alla prostata, sulla salute mentale e sui programmi di prevenzione del suicidio gestiti dalla November Foundation.

Unica regola, vestire elegantemente per sfatare il mito del motociclista trasandato e poco affidabile, una moto classica, cafè racer, custom è quello che serve per passare una giornata tutti insieme e contribuire a raccogliere i fondi.

Motoclub MIG

 

Venerdì 17 maggio alle ore 18:00, nella Sala conferenze dell’ex Palazzo De Maria, in Corte Taddeo, avrà luogo il terzo incontro del Corso dal titolo “La breve storia urbanistica di Galatina: memorie, cronaca e tracce” a cura dell’architetto di fama internazionale e nostro concittadino Rosario Scrimieri.

Anche il periodo storico oggi in esame, dagli anni 1990 al 2010 ed oltre, sarà preceduto da riferimenti alla vita politica ed economico-sociale, con una attenzione alla legislazione in vigore nel periodo in esame e da un’analisi della pianificazione ed edificazione urbanistica.

Prima di avviarci all’ascolto della conferenza, saranno proiettate alcune dispositive della Penitenzieria di Cascia, una delle realizzazioni di maggiore prestigio realizzate dall’architetto Scrimieri, con sculture di Armando Marrocco, ritenuta l’opera più rappresentativa effettuata secondo i principi dettati dal Concilio Vaticano II, in cui architettura, arte e liturgia si fondono perfettamente. Un intervento che ha modificato l’assetto urbanistico della città di Cascia il cui Piano Regolatore Generale era stato progettato dall’architetto Paolo Portoghesi.

Riprendendo il discorso sulla storia urbanistica di Galatina, saranno ricordati i diversi tecnici incaricati della redazione del PRG poi PUG negli anni dal 1990 al 2010, gli architetti Rossi e Urbani, l’architetto Cervellati e l’ingegnere Conversano, oltre alle principali opere realizzate.

 
Di Redazione (del 16/05/2024 @ 13:30:29, in Comunicato Stampa, linkato 487 volte)

“Si sa che la gente dà buoni consigli se non può più dare il cattivo esempio”, cantava Fabrizio De Andrè nella sua meravigliosa canzone “Bocca di rosa”. Ecco io oggi sono qui a segnalare e prendere le distanze dal sindaco dottore Fabio Vergine che da giorni ci propina dei video in cui consiglia prima ai genitori di stare vicini ai ragazzi perché non cadano nel vortice delle baby gang e poi ai nipoti di stare vicini ai propri nonni perché non vengano truffati, ma nei fatti, lui in prima persona dà il cattivo esempio.

Nella foto che allego, infatti, il sindaco è seduto comodamente su un monumento storico, la Trozza di Noha, che avrebbe bisogno di rispetto e di tutela, non di questo menefreghismo per i suoi comodi. La Trozza è un monumento ristrutturato per tutelare il quale sono state installate delle telecamere affinché la gente non bivaccasse e non si sedesse, e noi dobbiamo con stupore notare come è il primo cittadino a sedersi. Le telecamere, messe a controllare i ragazzi da alcuni dei quali ci aspettiamo maleducazione e mancanza di rispetto, non possono nulla se la mancanza di rispetto viene dalle istituzioni.

 
Di Redazione (del 14/05/2024 @ 20:14:24, in Comunicato Stampa, linkato 550 volte)

Partito oggi a Noha, con il trenino panoramico, il progetto promosso dai ragazzi delle classi 4e del Polo 2 Noha e Galatina denominato: "CONOSCO IL MIO PAESE”.

L'associazione FURIA NOHANA ha messo a disposizione un trenino che ha accompagnato alunni, insegnanti ed amministratori nella visita dei beni culturali presenti sul territorio, tra cui la Masseria Colabaldi , la Trozza, il Ponte Levatoio all'interno del Castello di Noha, ora denominato NohaSi Palace, la Casa Rossa, le Casiceddhre, la Torre dell'orologio oggetto di restauro, la nostra imponente Chiesa Matrice di San Michele Arcangelo e il Calvario.

Il tour si è concluso presso la scuderia Sant’Eligio di Noha dei fratelli Bonuso.

Qui i ragazzi hanno trovato ad attenderli un punto ristoro allestito sempre dall'associazione FuRia Nohana e da tutto lo staff delle Scuderie che è stato ben lieto di accogliere i ragazzi facendo da guida per la visita agli animali ospitati nella scuderia dove hanno fatto vedere ai ragazzi la gestualità e la comunicazione con il cavallo.

I ragazzi sono stati felicissimi di aver trascorso una giornata all'insegna della natura ammirando quanto di bello offra la nostra cittadina rimanendo molto incuriositi dalle Casiceddhre, riscoprendo anche il piacere delle vecchie tradizioni.

La giornata è stata anche allietata dalla mascotte dei MINIONS gradito ospite dei nostri piccini.

 

Levèra in occasione della Giornata Internazionale contro l'omo-bi-lesbo-trans-a-fobia, dedica una serata all’importanza di battersi contro ogni forma di intolleranza e discriminazione basata sull’orientamento sessuale e sull'identità di genere.

Venerdì 17 Maggio a partire dalle ore 21.00 condivideremo con Ra.Ne. - Rainbow Network, ACQUE - Associazione per la Cultura QUEer, Salento Pride e Agedo Lecce un momento di riflessione sulle tematiche LGBTQIA+ e il contesto socio-politico odierno.

A seguire spazio alla musica e alla danza con il DjSet di Tobia Lamare e alla dance performance di Valentina De Pascalis.

Per l’occasione la sede di Levèra sarà impreziosita dalle suggestiva ambientazione creata da Sandro Marasco.

Il 17 maggio 1990 è una data storica per la comunità LGBTQIA+. Quel giorno l’Organizzazione mondiale della sanità  rimuoveva l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie, determinando quello che già si sapeva, ovvero che l’orientamento sessuale fa semplicemente parte dell’identità del proprio sé; e che non esiste alcuna “patologia” o alcuna “devianza”.

Dal 2007 il 17 maggio di ogni anno si celebra la Giornata Internazionale contro l'omo-bi-lesbo-trans-a-fobia, per ribadire l’impegno a rispettare, proteggere e promuovere il pieno ed eguale godimento dei diritti umani delle persone lesbiche, gay, bisessuali, trans*, queer, intersessuali, asessuali e aromantiche (LGBTQIA+), affinché il diritto di ogni persona di essere sé stessa e di amare (o non amare) chi vuole sia garantito sempre e ovunque.

Vi aspettiamo quindi  al “NOT VERY PRIDE – Unconventional Party” di Levèra per festeggiare insieme la bellezza dell’amore in tutte le sue forme.

Infoline 320.6777395 / 389.1081226

*Ingresso gratuito con tessera ARCI

 
Di Redazione (del 13/05/2024 @ 13:39:37, in Comunicato Stampa, linkato 142 volte)

L’evento promosso dall’Associazione Galatina al Centro è andato in scena mercoledì 08 maggio nella sala dell’ex convento delle Clarisse a Galatina, riproponendo il contenuto emblematico del dualismo mafia- giustizia.

La trama del romanzo della Gip-scrittrice Maria Francesca Mariano, La Scialletta Rossa- Una donna di mafia, ordita su una miscela di materiale giudiziario proveniente da esperienze personali e di una forte inventiva narratrice, ha intrigato il numeroso uditorio presente.

E’ stato il Procuratore della Repubblica Antonio De Donno a calarsi con competenza nell’intreccio dello scritto, dialogando con la Gip Maria Francesca Romano e con la sostituta procuratrice della DDA di Lecce Carmen Ruggiero.

Ha preso corpo così tra la declamazione di alcuni passi del testo da parte del bravo attore Marco Antonio Romano, l’intreccio dei due mondi descritti nel romanzo.

Quello mafioso della SCU, fatto di soprusi, che prolifera sul silenzio e sulla paura e quello romanzato capace però di configurare situazioni e soluzioni, dal rimorso al pentimento, fino alla redenzione della protagonista.

“Il fenomeno del pentitismo, ha osservato la giudice Mariano, con tutti i suoi rischi e le sue incognite, resta il solo che scardina l’omertà del sistema mafioso e permette di svelare delitti che sarebbero destinati all’impunità. Non ci sono altre strade per i delitti mafiosi altrettanto efficaci.”

Serata un po’ movimentata nell’antefatto dell’evento, accesa da un consistente spiegamento di agenti di scorta a tutela dei magistrati interessati da diversi episodi intimidatori e dalla recente escalation di minacce.

La corposa e vigile presenza delle forze di sicurezza non ha però distolto l’attenzione dell’assemblea dalla lezione morale che il racconto ci ha offerto per bocca della P.M. Carmen Ruggiero:

Il contrasto alle organizzazioni mafiose non si limita alle azioni repressive delle forze di polizia e dei magistrati, ha affermato la sostituta procuratrice. Bisogna smantellare quella zona grigia spesso rappresentata da personaggi insospettabili in affari con la criminalità, alimentando nella società il senso dello Stato che noi serviamo con spirito di servizio”.

Ha sorpreso nel mezzo dei dialoghi espositivi dei relatori, il taglio teatrale che l’autrice ha voluto dare prelevando dal suo lavoro letterario gli elementi connettori alla terra salentina: paesaggi, tradizioni, canti e danze di cui ha impregnato la figura di Ramona, la donna del clan.

E proprio nel ballo musicato si è esibita la giudice Mariano offrendo una performance di rilievo, guidata da un esperto maestro, in un tango ricco di pathos e dalle figure eleganti, riscuotendo un vivo consenso da parte del pubblico.

La diffusione dell’etica del coraggio che con il suo lavoro letterario la giudice Mariano intende diffondere, rivendicandola come colonna portante di una società sana, è stata apprezzata dal Sindaco dottor Fabio Vergine e dal Presidente di Galatina al Centro, professor Michele De Benedetto, che hanno ossequiato le due giudici con un omaggio floreale.

Il plauso ai tre magistrati per l’instancabile lavoro di contrasto alla mafia è stato reso da tutto il pubblico e dalle autorità civili, militari e religiose presenti.

Segnalate in sala le presenze del Questore di Lecce dott. Modeo, del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce Colonnello Ciotti, del Comandante della Guardia di Finanza di Gallipoli Capitano Gugliandolo, del Comandante il Commissariato di PS di Galatina vice Questore Toraldo e del Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Colonnello D’Amato.

Tra le autorità civili in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, erano presenti il sindaco dottor Vergine, gli assessori ingegnere Stasi e avvocato Perrone, la consigliera avvocato Anna Maria Congedo, il capo di gabinetto del sindaco avvocato Specchia e per le autorità religiose l’arcivescovo di Otranto, padre Francesco Neri.

Il video della manifestazione trasmesso indiretta Facebook sul sito di Galatina al Centro con la regia di Davide Tommasi, è già in rete su YouTube con la denominazione “Incontro con l’autrice Maria Francesca Mariano”.

Direttivo Galatina al Centro

 

Venerdì 10 maggio alle ore 18:30, nella Sala conferenze dell’ex Palazzo De Maria, in Corte Taddeo, ospiteremo Rosanna Calcagnile, costume e fashion designer, che terrà una conferenza dal titolo “I pionieri della moda”, con introduzione della consigliera Rosa Anna Valletta.

Il processo di produzione della moda è tra i più articolati dell'economia italiana: un mondo affascinante che apre le porte dei mercati più remoti e offre numerose opportunità di lavoro. Nel fashion system, infatti, dove si incrociano gusto, creatività, comunicazione e spettacolo, lavorano migliaia di professionisti.

Uno stilista salentino di fama internazionale, Carlo Capasa, guida la Camera Nazionale della Moda Italiana che è l'associazione che disciplina, coordina e promuove lo sviluppo della Moda Italiana e si propone di tutelarne, coordinarne e potenziarne l'immagine, sia in Italia sia all'estero. 

Nel territorio salentino una voce di rilievo in questo settore è quella della nostra ospite Rosanna Calcagnile, stilista di alta moda, costumista per il cinema e il teatro, creatrice di stili classici e innovativi. Ha approfondito la sua formazione attraverso il confronto diretto con le culture artistiche italiane e internazionali e, da una visione pionieristica dell'impresa di moda, nel 1984 ha fondato la prima Accademia di Costume e Moda salentina che porta il suo nome.

 

Canto notturno di un pastore ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< maggio 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
12
22
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata