\\ Home Page : Articolo
Pantacomiomachia delle garanzie
Di Antonio Mellone (del 12/10/2013 @ 23:11:46, in NohaBlog, linkato 2634 volte)

Se, facendovi coraggio, vi metteste a leggere gli articoli della Convenzione per il Mega-porco, approvata a furor di popolo (nel senso che il popolo se li voleva mangiare con furore, i cosiddetti suoi rappresenti) e da stipulare tra il Comune di Galatina e la Pantacom srl, non credereste ai vostri occhi.

Uno sano di mente, d’altronde, al cospetto di codesto trattato, non potrebbe fare a meno di sospettare di trovarsi su “Scherzi a parte”.

*

Lasciamo perdere il fatto che la Pantacom abbia, come asserito, “la disponibilità di un’area immobiliare ubicata in contrada Cascioni”. Qui avranno utilizzato il concetto di “disponibilità dell’area”, come dire?, in senso lato. I terreni su cui dovrebbe nascere l’ecomostro, infatti, non sono ancora di proprietà della società a responsabilità limitata (e sottolineo limitata), né sarebbero stati nemmeno oggetto di compromesso, ma al massimo “optati” (ma in entrambi i casi, salvo errori dei visuristi, senza alcuna trascrizione). Inezie, quisquilie, pinzillacchere, bazzecole, per i tecnici comunali nostrani.

A questo punto, voi potreste darmi del pignolo e giustamente obiettarmi il fatto che Totò riuscì a vendere al turista americano la fontana di Trevi, ovviamente senza esserne il proprietario, e dunque non è il caso di sottilizzare più di tanto.

Al riguardo non mi rimarrebbe che alzare le mani e darvi ragione (ho detto darvi ragione, non darvele di santa ragione).

*

Ma le amenità convenzionali (della Convenzione, cioè) non finiscono qui. In un altro brano del poema troviamo quanto segue: “Gli obblighi assunti dalla società con la presente Convenzione vengono personalmente garantiti dall’Amministratore unico e legale rappresentante, sino al rilascio della polizza fideiussoria a prima richiesta di 80.000,00 euro (euro ottantamila/zero zero) rilasciata da primaria banca o compagnia assicurativa”.

Mei cojoni! Ripetiamo per i distratti e per sincerarcene: “Gli obblighi verranno personalmente garantiti dall’amministratore unico, eccetera”.

Ora un cittadino degno di questa dignità subito si chiederebbe: “E chi sarebbe costui? Che valore può avere la firma di garanzia personale dell’amministratore della Pantacom, magari anche in termini monetari, patrimoniali, finanziari, oltre che dialettici? Da quando in qua in un contratto con gli enti pubblici basta la parola? Che con molte probabilità è Falqui - o altro lassativo similare? E ammesso e non concesso che la Srl riuscisse ad ottenere una fideiussione di 80.000 euro, cosa si riuscirebbe a garantire con soli 80.000 euro, pari, signore e signori, ad appena lo 0,4% (zerovirgolaquattropercento) dell’importo preventivato, cioè un infinitesimo del cosiddetto investimento, in una parola: nulla?”

Con “80.000,00 euro di fideiussione a prima richiesta rilasciata da primaria banca o assicurazione” non si riuscirebbe a garantire nemmeno il costo di una ruspa di seconda mano, pronta a sbancare campo Cascioni, ma nemmeno le fondamenta del primo capannone o il carburante per l’inizio dei lavori, figuriamoci a risarcire il Comune di Galatina a fronte di eventuali (ma secondo noi certissimi) danni derivanti dall’opera e soprattutto dalla natura mentulomorfa del pensiero dei personaggi pubblici e privati in ballo.

Sorge il dubbio che qui quando si parla di garanzia per indole e formazione si abbia in mente soltanto l’avviso di.

*

Nel Comune di Galatina la parola garanzia risulta dunque bandita. Ma è in ottima compagnia.

Antonio Mellone
 

Commenti

  1. # 1 Di  Pasquino Galatino (inviato il 12/10/2013 @ 23:34:59)

    Questo mercimonio s'ha da fare

  1. # 2 Di  Lucio Meleleo (inviato il 12/10/2013 @ 23:41:20)

    e da quando in qua può chiedere un permesso di costruire ovvero può proporre piano esecutivo quando non è titolare di diritto che comporti il potere edificandi o variandi? se non sono proprietario come faccio a realizzare un manufatto qualsiasi in casa d'altri!?

  1. # 3 Di  Adriano Margiotta (inviato il 12/10/2013 @ 23:43:01)

    ahahaha....siamo al ridicolo...e ancora ne parlano..

  1. # 4 Di  Anita Rossetti (inviato il 12/10/2013 @ 23:43:53)

    Antonio Mellone sei un mito! : - )

  1. # 5 Di  Anita Rossetti (inviato il 12/10/2013 @ 23:49:47)

    drammatico direi, visto che sia stata addirittura definita una grande opportunità....

  1. # 6 Di  Adriano Margiotta (inviato il 12/10/2013 @ 23:50:38)

    quanti soldi pubblici....tempo...risorse umane...sta costando questa operazione??...si poteva fare altro invece di venderci la terra x soldi...comunque stà venendo fuori tutta la suprficialità del progetto e di chi li sta intorno

  1. # 7 Di  Anita Rossetti (inviato il 13/10/2013 @ 13:43:39)

    diciamo pure l'arroganza di chi ha deciso che tanto si farà...

  1. # 8 Di  Adriano Margiotta (inviato il 13/10/2013 @ 15:44:04)

    se continuano così...un falso in atto pubblico non glielo toglie nessuno...ti rendi conto?!..come si fa a presentare un progetto di quella portata senza essere in possesso dei suoli??

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Canto notturno di un pastore ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< maggio 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
12
22
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata