\\ Home Page : Articolo
Dopo "La Fetta" di Mellone un salutare "Passo" di Marcia
Di Albino Campa (del 20/07/2010 @ 14:23:56, in Fotovoltaico, linkato 3043 volte)
....L'universo che respira e sospinge la tua sfera e la luce che ti sfiora cosa vuoi? Voglio te, una vita. Far l'amore nelle vigne....

 

Commenti

  1. # 1 Di  Michele (inviato il 20/07/2010 @ 22:10:06)

    Organizziamo una manifestazione civile e pacifica per le strade di Noha con dibattiti e commenti in piazza in cui la gente viene informata su tutti questi progetti mascherati. Proponiamo al consiglio comunale di pubblicare sul sito del comune gli atti dei progetti che vengono approvati e le registrazioni dei consigli comunali. Non è una cosa irrealizzabile, molti comuni italiani già lo fanno.

  1. # 2 Di  PAPPAGONE (inviato il 21/07/2010 @ 09:05:21)

    Ieri, c'e' stato un bel discorso, a palazzo Baldi, circa la vita dei centri storici, degli ingegneri De Ronzi-Filieri,si metteva il dito, su problematiche che, incontrerebbero molteplici turistici circa la genuinita'dell'agora'dei centri storici, i pochi cestini da utilizzare perche'non funzionanti, un po'di proposte per aquistarne altri.
    Sprechi, da parte di enti, che non sto qui ad elencare, ma che si conoscono, e una serie infinita quindi, di incongruenze, dovute, a varie situazioni, non dipendenti dalla politica o dai sindaci che, si sono susseguiti.

  1. # 3 Di  Michele D'Acquarica (inviato il 21/07/2010 @ 12:15:37)

    Caro Marcello, nel 1965 Gordon Moore cofondatore della Fairchild semiconductor e della INTEL, aveva previsto che le prestazioni dei processori sarebbero raddoppiate ogni 24 mesi. Questa previsione, meglio conosciuta come la legge di Moore, verrà riformulata alla fine degli anni ottanta ed elaborata nella sua forma definitiva, ovvero che le prestazioni dei processori raddoppiano ogni 18 mesi! Come ben saprai la materia prima (silicio) utilizzata per fabbricare i microprocessori dei nostri PC è la stessa per costruire i pannelli fotovoltaici. Pensare male è peccato, ma a volte si indovina: vuoi vedere che l’impianto, a cui fai riferimento, due giorni dopo il collaudo risulterà obsoleto tecnologicamente e quindi insufficientemente produttivo? Ebbene si, caro Marcello, forse si farà l’amore prima sotto e poi sopra (la discarica) dei pannelli fotovoltaici.
    Michele D’Acquarica

  1. # 4 Di  Barbara (inviato il 21/07/2010 @ 12:25:00)

    Ci hanno scippato, negli anni in Galatina, molte sedi.
    Una fra tutte la diocesi, quella doveva appartenere a Galatina, e non a Otranto.
    Poi, sedi tipo finanza,forestale,vigili del fuoco, equitalia,acquedotto,comando carabinieri, comando polizia.
    Scippati, queste sedi per Maglie, e Galatina la bella addormentata.
    Ma, signori e signore la dignita'di una cittadina sta nel far valere, i nostri diritti, non farceli scippare, a noi questo non ci deve essere privato, e gli ospedale poi con la signora De Maria Palmina, fiore all'occhiello.
    Sveglia, giu'dalle brande quando, si va in caserma si urla cosi'per svegliarsi dalla "nanna".
    Che, si fa?
    Gli impianti eolici, fotovoltaci, tutto un gran casino, chi viene dal nord, chi....
    Sveglia, e' ora di svegliarsi, non di piangersi, non di criticare, non di distruggere,non di avvelenarsi l'anima, sveglia.
    Altrimenti GALATINA,NOHA,COLLEMETO,SANTA BARBARA,in un letargo prolungato per secoli.

  1. # 5 Di  Antonio Mellone (inviato il 21/07/2010 @ 15:29:13)

    Caro Marcello, come mai su questo sito di Noha i rappresentanti dei cittadini non dicono la loro? Dico, i rappresentanti di Noha (ottenere un parere di quelli di Galatina o di Collemeto o di Santa Barbara forse è più difficile che ottenere una grazia da S. Antonio). Mi piacerebbe sapere (se non fossero in vacanza, in tutti i sensi) che cosa pensano della devastazione del nostro (che è anche il loro) territorio i vari Marco Lagna, Daniela Sindaco, Antonio Pepe, Luigi Cisotta: i nostri rappresentanti di destra, di sinistra, di sopra o di sotto. Hanno una loro opinione su questi temi oppure ci stanno ancora riflettendo per elaborarne una? E per cosa allora si starebbero battendo? Quali sono i loro obiettivi? E per favore non ci rimandino al loro programma elettorale.
    Perchè non dicono la loro, magari su questo stesso sito? Per sapere come la pensano dovremmo per forza andare ad assistere ad un consiglio comunale o rincorrerli nelle processioni solenni - subito dopo il santo di turno - o leggere "il Quotidiano di Lecce", là dove la gentilezza del corrispondente galatinese avesse la compiacenza di fare il solito copia-incolla dei comunicati stampa che questi gli inviano sperando nella grazia della "pubblicazione"?
    Perchè di fronte a scelte così importanti (o meglio: così devastanti) i cittadini vengono a sapere il tutto a fatto compiuto e non prima? Come mai queste belle sorprese? Non si potrebbero interpellare i cittadini in un circolo, in piazza, in bar (visto che a Noha non c'è un luogo di pertinenza del comune dove poterci incontrare) prima di dar corso a queste operazioni emblema della stupidità umana?
    Auguriamoci che i nostri rappresentanti non si facciano vivi (soltanto) nella prossima tornata elettorale.
    Cari Luigi Cisotta, Antonio Pepe, Marco Lagna, Daniela Sindaco, dite qualcosa, sbilanciatevi un po', fate il vostro dovere di responsabili della cosa pubblica! Se non vo

  1. # 6 Di  Antonio Mellone (inviato il 21/07/2010 @ 15:41:55)

    Chiedo scusa: sono stato censurato dalla lunghezza.
    Il messaggio precedente continua.

    Se non volete scrivere su questo sito (ognuno ha il diritto di snobbare chi vuole) potreste utilizzare i manifesti. Sì, quegli stessi manifesti che in campagna elettorale vediamo con i vostri slogans e con il vostro bel viso appiccicati ovunque. Perchè ci riempite di comunicazioni superflue durante certi periodi e non quando il cittadino forse ne avrebbe davvero bisogno? Risparmiate allora qualche quattrino durante la tornata elettorale per investirlo nell'informazione vera e non nella reclame! E per favore non ci dite che per conoscere il vostro pensiero politico dovremmo contattarvi su facebook.

  1. # 7 Di  Fabrizio (inviato il 21/07/2010 @ 18:54:33)

    Ho parlato con la gente di Noha ma quasi nessuno sa che cosa sta per succedere nelle campagne limitrofe. Non so a che cosa sia dovuta questa disinformazione, resta il fatto che è l'indifferenza verso quello che sta per avvenire ciò che permetterà a qualcuno di circondarci con un mare di pannelli. Informiamo la gente, occorre muoversi in fretta.

  1. # 8 Di  Salento (inviato il 22/07/2010 @ 17:57:44)

    I nostri amici di Cutrofiano si stanno mobilitando per fermare l'avanzamento di questi pannelli solari ( http://www.comunedicutrofiano.com/cutrofiano/component/content/article/35-fotovoltaico/69-fotovoltaico-pubblico-incontro-venerdi-23-luglio-pzza-municipio-.html ).
    E noi quando???

  1. # 9 Di  Toto' (inviato il 26/07/2010 @ 17:41:20)

    c'e' un programma, in tv ricchi d'energia, iniziato oggi rai 2 ore 17.00, fino alle ore 17.40, sul risparmio d'energia, Emanuele di savoia, conduce, magari si potrebbe cliccare per, farci spiegare i consumi, da dove conviene.

  1. # 10 Di  michele (inviato il 26/07/2010 @ 18:57:34)

    Udite,udite:
    "In Puglia e in Salento nessuno scempio ambientale dovuto all'installazione di campi fotovoltaici sui terreni agricoli; la superficie occupata oggi ammonta a circa lo 0,025% della superficie agricola regionale. Piuttosto è la levata di scudi contro la diffusione degli impianti fotovoltaici che rischia, insieme alle difficoltà nel reperire fonti di finanziamento, di ostacolare lo sviluppo del settore delle rinnovabili e di scoraggiare investitori italiani e stranieri a danno dell'economica del territorio".
    È quanto dichiara Massimo Leone, amministratore delegato di Promem Sud Est SpA, società della Camera di Commercio di Bari specializzata in valutazioni economico-finanziarie degli investimenti nel settore delle energie rinnovabili e promotrice della Giornata dell'Energia Pulita, giunta alla sua quarta edizione, prevista in Fiera del Levante il 15 settembre.

    "Considerando che al 30 giugno 2010 - spiega Leone - erano installati in Puglia impianti a terra per una potenza totale di circa 204 MW e che per ogni MW è necessaria una superficie di circa due ettari di terreno, la superficie agricola occupata è pari a circa 408 ettari cioè lo 0,025% del totale della superficie agricola regionale, pari a 1.633.000 ettari; se si considerasse anche la superficie boscata e seminaturale della Puglia - altri 209.000 ettari - l'incidenza scenderebbe addirittura allo 0,022" (fonti: GSE e Programma di Sviluppo Rurale Regione Puglia).

    "È evidente - continua Leone - che parliamo di un impatto estremamente basso sul territorio, molto più basso, ad esempio, che in Spagna dove ci risulta che la superficie agricola occupata da pannelli fotovoltaici, circa 18.540 ettari, rappresenta lo 0,07% della superficie agricola complessiva pari a 25 milioni di ettari".

    "Nel 2008 la produzione di energia da fonti rinnovabili in Puglia - precisa Leone - era pari al 9,9% del consumato contro il 17%

  1. # 11 Di  son sempre mi... (inviato il 26/07/2010 @ 18:59:45)

    del dato italiano, rappresentato per oltre i due terzi da energia idroelettrica.
    Considerando che la Puglia è l'unica regione italiana che non produce energia idroelettrica, se si vuole accrescere l'incidenza della produzione da energie rinnovabili nella nostra regione, dobbiamo necessariamente puntare sulle fonti disponibili e cioè eolico e fotovoltaico che sono a impatto ambientale molto limitato. Ovviamente nel pieno rispetto del paesaggio, delle zone agricole di pregio ed anche della biodiversità ma senza pregiudizi aprioristici verso impianti collocati in terreni brulli e senza alcun significativo valore paesaggistico" (fonte: Rapporto ENEA 2010).

  1. # 12 Di  Antonio Mellone (inviato il 27/07/2010 @ 18:36:17)

    Temo che questo Leone che dà i numeri sia proprio Leone di Lernia. Posto che i dati del lotto (intendo "lotteria" e non lotti di terreni) siano esatti, cioè posto che siano veri i dati di Leone di Lernia, i soli ettari di fotovoltaico nohano (60 nohani su 408 pugliesi) sarebbero pari al 14,70%. Direi alla Iena (pardon: al Leone) che per Noha sono un po' troppo. Se agli ettari di Noha (60) sommassimo i circa 180 di Cutrofiano avremmo 240 ettari che rapportati ai dati (al vento) di tutta la Puglia (dati forniti dalla Sacara, pardon: Leone) ci darebbero una concentrazione di fotovoltaico tra Noha e Cutrofiano di circa 58,83%!!!
    Basterebbe una piccola centrale nucleare sulla via di Collepasso per renderci dunque autonomi dal punto di vista energetico. Ma questo Massimo Volpe (o Leone) vende pure centrali nucleari: no, così, per curiosità...

  1. # 13 Di  un cittadino GALATINESE (inviato il 31/07/2010 @ 16:32:32)

    ma perche'non si sa qualcosa su eternit,mi risulta verso via corigliano,grande assembramento di eternit volete vigilare,e le erbe poi "se tajane o me rrivane han capu mia?"
    ciao

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Canto notturno di un pastore ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< giugno 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
13
14
15
17
18
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata