\\ Home Page : Articolo
Provinciale e provincialismi
Di Marcello D'Acquarica (del 07/10/2014 @ 19:54:33, in NohaBlog, linkato 2240 volte)

Provinciale e provincialismi

Non mi stancherò mai di dirlo: da un paio di decenni e forse più, nel Salento ci sono più strade asfaltate che fili d’erba.  Non sto qui a commentare se era proprio necessario sventrare le nostre bellissime campagne con quel labirinto di strade che vanno ovunque: in cielo in terra e in ogni luogo, e da destra a manca con annessi tronconi ciechi, dove se capiti di notte rischi di andare a sbattere, frantumandoti contro la più assurda imbecillità del genio che l’ha progettata. Forse per l’irresponsabile è stato come tirare due righe su un foglio di carta o di monitor, non badando a spese e tantomeno al destino di chi in quelle campagne ci viveva e ci lavorava. Ma tant’è.

Pazienza. Oramai il danno è fatto e, visto che così è, usiamole ste benedette mega porcate. Naturalmente debitamente in macchina visto che non si vede nemmanco l’ombra di una pista ciclabile. In teoria, questa abbondanza di strade periferiche ci dovrebbe impedire di attraversare il centro dei nostri paesi. Solo in teoria, però. Tant’è vero che ovunque ti giri e ti volti le automobili impazzano in tutte le nostre piazze.

Il guaio è che alcuni idioti, che proprio non riesco a immaginare a quale specie di animale e genere appartengano, hanno scambiato queste (già di per se’) orribili schifezze affliggi-campagne, in un eco-centro a cielo aperto. Cosa che, fra l’altro, ogni Comune che si rispetti dovrebbe avere (l’Eco-Centro). Forse, avrà pensato l’idionimale (incrocio tra un idiota e un animale) che non essendoci alcun Eco-Centro nei comuni prossimi al tratto della sp 362, e cioè a quello che va dalla via  Noha-Collepasso all’ultima rotonda nei pressi della Colacem, avrà pensato che quegli spazi manchino solo di una segnaletica: “Qui si butta la deficienza che m’avanza”. Sono ripassato dopo trenta giorni con la speranza che si fosse trattato solo di un mio abbaglio dovuto alla solita insolazione estiva, e invece no, non è insolazione ma desolazione.

Spero di non sentirmi dire da nessuno, né politico né sapientone di turno, che invece di denunciare certe “abitudini” dovrei calare la manu a ‘mposcia e pagare di tasca mia per ripulire lo schifo, oppure che quelle strade non sono di nostra competenza, e magari è pure vero. Ma allora la dabbenaggine, di chi sarebbe? Di chi la fa, di chi la tollera o di chi non la fa rispettare? E questo sarebbe il nostro modo di avere cura della nostra terra?

Provinciale e provincialismi

Marcello D’Acquarica

 

Provinciale e provincialismi Provinciale e provincialismi
Provinciale e provincialismi Provinciale e provincialismi
Provinciale e provincialismi Provinciale e provincialismi
Provinciale e provincialismi Provinciale e provincialismi
Provinciale e provincialismi Provinciale e provincialismi











 

 

Commenti

  1. # 1 Di  Massimo Perrone (inviato il 07/10/2014 @ 22:11:02)

    Ciao se sei d'accordo vorrei proporti di organizzare una giornata ecologica , naturalmente con tutte le autorizzazioni delle autorita competenti e magari coinvolgere le scuole di noha io sarei il primo partecipante, certo questa non vuole essere una soluzione ma come hai detto tu , il danno ormai è fatto allora rimbocchiamoci le maniche emostriamo che siamo meglio di come ci dipingono

  1. # 2 Di  Pasquino Galatino (inviato il 07/10/2014 @ 22:36:33)

    Mi avete preceduto, solo per mancanza di tempo non ho raccolto le vostre stesse immagini

  1. # 3 Di  Cassio (inviato il 08/10/2014 @ 07:33:35)

    In questo giorno ci rivolgiamo alla gloriosa antichità per presentarvi una ricostruzione della seconda caduta della potente San Pietro in Galatina.
    Sulla deserta pianura di Sirgole, stavano le numerose invincibili armate del temibile barbaro Totila. Feroci mercenari e guerrieri brutali votati alla distruzione spietata e alla conquista!
    Il vostro imperatore si compiace nell’offrirvi l’orda barbarica!

  1. # 4 Di  Tonia (inviato il 08/10/2014 @ 11:04:04)

    Forse erano meglio i barbari, che questi idioti e incivili che compiono queste nefandezze. Gentili a mettere quel bel divano, in modo che la gente si possa sedere e ammirare il bel panorama dell'immondizia! Il genere umano sta proprio cadendo in basso.

  1. # 5 Di  Marcello D'A. (inviato il 08/10/2014 @ 12:10:29)

    "Oggi siamo in piena minaccia ecologica, c'è stata una devianza terrificante perseguita nel nome del guadagno. Si è voluto inculcare nella testa della gente che i bisogni dell'uomo possono crescere all'infinito. Così facendo, si è perso di vista l'obiettivo prioritario. Ormai in Occidente, ogni mattina, siamo indotti immediatamente al soddisfacimento dei nostri bisogni. Questo determina che il soddisfacimento dei bisogni sostituisca l'obiettivo prioritario che è quello di realizzarsi a misura umana. " (tratto da "Scelte di vita" di Don Andrea Gallo" un prete umano).

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Canto I del Purgatorio di Dan...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< ottobre 2023 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata