\\ Home Page : Articolo
Più lotte e meno lotterie
Di Antonio Mellone (del 06/10/2014 @ 22:26:06, in NohaBlog, linkato 3288 volte)

Non so chi abbia promosso il “gratta e vinci” collettivo nohano, né m’interessa di saperlo. Liberissimi di farlo, per carità. E’ che però di fronte a certe trovate non riesco proprio a tacere.

Aggiungo, per inciso, che questa del “gratta e vinci” è un’occasione come un’altra per dimostrare, se ce ne fosse ancora il bisogno, quanto questo sito sia libero e di ampie vedute, e dunque quanto l’Albino sia aperto e democratico nell’ospitare punti di vista (o, diciamo così, progetti) tra i più disparati, a volte anche agli antipodi uno dall’altro.

*

Sul tema della “fortuna” avevo già vergato un editoriale sul fu “Osservatore Nohano” dal titolo “Gratta e perdi” (cfr. O.N., n.6, anno IV, 9 ottobre 2010) che ovviamente, come avviene per la quasi totalità dei miei scritti, non sarà passato nemmeno per sbaglio dall’anticamera del cervello dell’eventuale lettore (quell’uno che sarà).   

Non voglio qui fare una dotta discettazione sulla “Speranza matematica” o sul “Calcolo delle probabilità” o sulla “Teoria dei giochi” (argomento fondamentale tra l’altro di un mio esame di Economia Politica) o sul concetto di “Gioco equo”, o altri concetti econometrici, ma ribadire qualche considerazione terra terra già a suo tempo enunciata.

E’ risaputo che anche a Noha (come altrove) è pieno zeppo di giocatori incalliti: un dramma endemico mica da ridere. Non si contano gli affetti da ludo-patia, i fuorigioco da tempo, i drogati dalla ruota della fortuna, e i connessi nefasti effetti su psiche e finanza famigliare. E questa trovata del gioco collettivo (certamente promossa da persone a modo, e non affette patologicamente da alcunché) non aiuta mica a contrastare il fenomeno, anzi.

*

Per pura ingenuità ci sono tanti, troppi poveretti che rischiano di dissanguarsi oltremodo, buttando via i soldi con questa specie di dazio sulla disperazione che, badate bene, non va a finire nelle casse dello Stato (magari fosse così: si finanzierebbero scuola, sanità, giustizia, ecc.) ma nei conti correnti delle “case da gioco”, che sono tutte, dalla prima fino all’ultima, fameliche società per azioni a scopo di lucro, molte quotate in borsa (per esempio Lottomatica e Snai, mentre Sisal non ancora), tra l’altro molto ammanicate con certi poteri politici (da cui ultimamente hanno pure ricevuto lauti sconti alle multe comminate loro dalle autorità di controllo, come per dire la Corte dei Conti). Altro che soldi che vanno allo Stato o tasse occulte o imposte indirette. I soldi dei giochi sono tutti quattrini buttati al vento.

Ma torniamo a noi, anzi a Noha.

Voglio esasperare causticamente il concetto aggiungendo che un paese che pensa a grattare (e a grattarsi) è un paese incapace di intendere e di volere, evidentemente non in possesso delle sue facoltà mentali (ma non per questo non imputabile per le sue azioni, o meglio inazioni).

Il paese ideale è quello che “s’infordica le maniche”, soprattutto al fine di evitare la condanna ad un’atavica passività intellettuale ed operativa.

Un paese con il cappello in mano pronto a elemosinare e magari raccogliere gli spiccioli (fossero anche milioni di euro) di una fortuna non conquistata con il proprio lavoro sarebbe destinato alla morte cerebrale, soggetto al fatalismo o al menefreghismo sociale.  

Che gusto ci sarebbe, soggiungo, a raggiungere eventualmente i propri scopi (o l’ “agognato benessere”) senza lotta, senza impegno, senza partecipazione, senza studio, senza democrazia rimane un mistero buffo.  

A Noha servono più lotte e meno lotterie, più studio e più libri e meno televisione, più scarpe e meno pantofole, più movimento di neuroni (che rischierebbero di anchilosarsi) e meno divani & divani.

Senza un’ottica razionale e soprattutto di più lungo respiro saremmo un paese che gratta e perde, ed inutile sarebbe dare la colpa di tutti i nostri problemi solo ai soliti furbetti del quartierino nohano o italiano.

Ciascuno è artefice del proprio destino. Ma prima bisognerebbe capire che il possibile non verrà mai raggiunto se non si ritenta sempre l’impossibile. Purché non sia la lotteria.

*
P.S.

Comunque, vi aspetto tutti in banca per l’incasso milionario del ticket.

Antonio Mellone
 

Commenti

  1. # 1 Di  Giovanni Mariano (inviato il 06/10/2014 @ 23:45:20)

    Tanta esagerazione per niente. Da quanto ho capito l'iniziativa è nata con lo scopo di trascorrere un pomeriggio in buona compagnia è diverso dal solito

  1. # 2 Di  Massimo Perrone (inviato il 06/10/2014 @ 23:55:17)

    Caro Antonio innanzi tutto scusa per gli eventuali errori (iu su ciuccu) ti leggo sempre con molto interesse ma questa volta mi sembra che tu ti stia arrampicando sugli specchi per trovare un argomento di discussione e criticare delle onestissime persone , forse poco acculturate come me ma oneste , invece di affrontare argomenti di politica,cronaca e sociale di questi giorni a noha. Tu che hai la penna e sai che puo essere usata come un'arma usala contro chi è armato di disonesta invece di prendertela con onesti cittadini di noha che forse con poco metodo Kafkiano ma onestamente e sopratutto in liberta organizza un passatempo un po leggero, ti saluto e continuero a leggerti sempre con piacere ma questa dissento e se sei come penso capirai il mio sfogo.
    P.S. non so chi sia Kafka

  1. # 3 Di  Wikipedia (inviato il 07/10/2014 @ 06:00:35)

    Con il termine analfabetismo funzionale si designa l'incapacità di un individuo di usare in modo efficiente le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana. In generale, l'analfabetismo è l'incapacità di leggere o scrivere frasi semplici in una qualsiasi lingua. Si parla talvolta, meno comunemente, di illetteratismo, termine usato perlopiù in ambito scientifico.
    Coloro che sono analfabeti funzionali possono essere soggetti a intimidazione sociale, a rischi per la salute, a varie forme di stress, a bassi guadagni ed altre insidie associate alla loro disabilità. La correlazione tra crimine ed analfabetismo funzionale è ben nota ai criminologi ed ai sociologi di tutto il mondo. Nei primi anni 2000, è stato stimato che il 60% degli adulti nelle carceri federali e statali degli Stati Uniti erano funzionalmente o marginalmente analfabeti, e l'85% dei delinquenti minorenni aveva problemi riguardanti la lettura, la scrittura e la matematica di base.

  1. # 4 Di  Anna Cisotta (inviato il 07/10/2014 @ 08:29:11)

    Buongiorno antonio essendo una partecipante incallita del gratta gratta e visto che non ho mai comprato in vita mia un gratta e vinci o qualsiasi altra lotteria il tuo articolo mi sembra fuori luogo e un po' esagerato : - )

  1. # 5 Di  Carmen Perrone (inviato il 07/10/2014 @ 08:37:34)

    Pensassero meglio a criticare chi a noha nn è capace di far niente per avere un bel parco o uno spazio dove poter stare cn i bambini ..invece di buttare parole a caso su gente che non si conosce e per un gratta gratta la si giudica ...

  1. # 6 Di  Francesco Tanprice (inviato il 07/10/2014 @ 09:54:50)

    l'idea nata da Giancarlo Ballarino è solo una come tante per far trascorrere a chi vorrà un paio d'ore insieme, a discutere e confrontarsi intanto ci si gratta a vicenda..... dall'altro lato serve anche a far conoscere le attività commerciali presenti sul territorio di noha, che ogni giorno combattono contro la crisi non solo per portarsi a casa un tozzo di pane, ma a dare anche un servizio che altrimenti sarebbe mancato. Ricordo anche che dette attività si sono messe a disposizione per dare supporto a Giancarlo. Personalmente ho investito tempo e stampe per promuovere l'iniziativa senza chiedere nulla. Così solo perchè l'idea mi piaceva e perchè può rivelarsi utilte per capire, se qualora un giorno si decidesse di organizzare qualcosa di serio, su chi contare e su chi no. Detto questo concludo dicendo che l'articolo non dovrebbe essere nemmeno commentato per la sua stupidità......

  1. # 7 Di  Michele Scalese. (inviato il 07/10/2014 @ 10:21:21)

    "Il paese ideale è quello che “s’infordica le maniche”, soprattutto al fine di evitare la condanna ad un’atavica passività intellettuale ed operativa."...questo è quello che scrivi tu... beh, che dire: da premettere che con il termine atavico si indica una popolazione antica, retrograda e antiquata.... in questa popolazione potresti anzi devi far parte anche tu! Detto questo...al mondo esistono vittime di guerra, soprusi, donne martirizzate, uomini che vendono figli a dei mostri per metter sù qualche gruzzoletto... In Italia poi.....non ne parliamo, la politica ne è un esempio, il lavoro? Inesistente, i giovani? Stracci umani trattati come carne venduta. ma torniamo a Noha.. che se pur con vittime gambizzate, parchi deturpati e casiceddrhe in balia dell'incuria, ospita gente operosa, di buona volontà, capace di ovviare al dissenso della popolazione, che si fa in quattro per il paese e che, perchè no, organizza un gratta gratta tutto nohano per trascorrere un pomeriggio in compagnia. Ce ne fossero di gente così, caro Antonio, con spirito di volontà, di servizio(parlo in generale). Ogni tuo articolo è letto con indiscussa premura, condivido o meno i tuoi pensieri ma lascio a te l'onere e l'onore della penna. Se si pensasse un pò di più alle cose serie e si utilizzasse la penna con un pò di tatto, descrivendo i disagi del paese e non per criticare, vivremmo in paese che profumerebbe di complicità fra i paesani e di sicuro molte situazioni incresciose verrebbero meno. Mi dispiace Antò, ma sta fiata, pe quiddrhu ca pozzu capire, l'ha cannata! : - )

  1. # 8 Di  Giancarlo Ballarino (inviato il 07/10/2014 @ 10:40:57)

    Grazie Michele Scalese

  1. # 9 Di  Michele Scalese. (inviato il 07/10/2014 @ 10:41:46)

    nah mo, talvota osservo e sto zitto, altre volte non ci riesco e devo liberarmi di qualche scheletro nell'armadio. Si forte cumpà.. : - )

  1. # 10 Di  Giancarlo Ballarino (inviato il 07/10/2014 @ 11:55:58)

    Caro Antonio mellone; scusami se non sono intelligente come te....l'idea e stata mia e di tutti quelli che hanno voluto partecipare.......non c'è bisogno della laurea in economia politica calcoli matematici delle probabilità ect ect....per capire che il gratta e vinci non ci porterà da nessuna parte .hai fatto la scoperta dell'acqua calda i problemi sono altri r tutti noi ne siamo a conoscenza basta guardare quello che succede tutti i giorni nei TG e nella nostra comunità......questi idea e nata così per stare una serata insieme e basta una sola volta e sfidare LS sorte ( una sola volta)non credo che con la raccolta di firme PE le casiceddhre risolvi i problemi della gente........P.S se vuoi partecipare puoi trovare i ticket i diversi esercizi commerciali da Maurizio Bianco FrancescoTanprice Le Putie. E da Michela Luca Palanzio macelleria...... Così anche tu fai un po di pubblicità alle attività commerciali a noha

  1. # 11 Di  Luigi Pata (inviato il 07/10/2014 @ 13:04:52)

    Buongiorno a Tutti!
    Vedo che la discussione sul gratta gratta e sulla sua deriva atavica (per usare termini all'Antonio Mellone : - )) ha scomodato, oltre che un bel pò di miei concittadini anche un gran numero di pensatori e studiosi dei campi e ambiti più disparati. Qualcuno ha citato KAFKA, qualche altro si è rivolto a NASH e alla sua teoria dei giochi … cavolo! E poi ci definiamo un paesino poco acculturato???!!!
    Ora io per mettere tutti d’accordo proporrei una cosa. Diamo un senso civico e progressista al gesto (sempre per usare termini all'Antonio Mellone") del semplice Gratta Gratta proposto da Giancarlo e da altri compaesani.
    Promettete di destinare l’eventuale vincita all’acquisto o alla ristrutturazione di un bene che possa essere utile alla comunità nohana.
    Antonio, per non tradire il suo indiscusso attivismo, butterà giù un articoletto dal tema “I cittadini di Noha contro l’inerzia dei propri amministratori si appellano alla Fortuna-Organizzato il primo Gratta Gratta per Noha”.
    Mi sembra un buon compromesso!!! Cosa ne dite?!
    Buona Fortuna!!!
    : - )

  1. # 12 Di  Io Ignorante (inviato il 07/10/2014 @ 16:18:55)

    Aggiu letto la lettera dell'Antonio. ma.. che m*****a vulia cu d
    ica .... forse ca simu tutti malati...!!!!!

  1. # 13 Di  romina sansone (inviato il 07/10/2014 @ 17:01:21)

    Ciao Antonio, io faccio parte del gruppo dei gratta e vinci vorrei dirti che il tuo articolo mi sembta un po fuori luogo visto che siamo tutte persone che campano di lavoro e non di fortune vinte alla lotteria. L'idea è nata in manieta schersosa x passare una serata tutti insieme.Non credo che siamo delle persone o un paese che sta a grattare come hai detto tu. : - )

  1. # 14 Di  Anonimo (inviato il 07/10/2014 @ 19:41:57)

    Ciao Antonio, premesso che ti stimo, che ho una grande simpatia per te e che, in generale, la maggior parte di quello che dici nell'articolo è condivisibile, devo difendere l'amico Giancarlo per la "purezza" dell'idea e la sincera volontà di creare aggregazione che lo ha spinto a promuovere l'iniziativa. Vediamo il lato positivo, magari adesso è un gratta e vinci, domani sarà un qualcosa di più serio, l'importante è aver creato un gruppo di nohani che comunica e condivide. Un saluto affettuoso.

  1. # 15 Di  elisa rizzo (inviato il 07/10/2014 @ 19:44:01)

    ho dimenticato di dire chi ero....baci

  1. # 16 Di  Cassio (inviato il 08/10/2014 @ 04:43:10)

    In questo giorno ci rivolgiamo alla gloriosa antichità per presentarvi una ricostruzione della seconda caduta della potente Noe.
    Sulla deserta pianura Roncella, stavano le numerose invincibili armate del temibile barbaro Totila. Feroci mercenari e guerrieri brutali votati alla distruzione spietata e alla conquista!
    Il vostro imperatore si compiace nell’offrirvi l’orda barbarica!

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Canto notturno di un pastore ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< luglio 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
13
14
20
21
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata