\\ Home Page : Articolo
Erri De Luca: I pesci non chiudono gli occhi (Giangiacomo Feltrinelli Editore)
Di Albino Campa (del 08/11/2011 @ 00:13:04, in Recensione libro, linkato 2601 volte)
I pesci non chiudono gli occhi, è un libro di formato tascabile che si lascia divorare “tutto d’un fiato” come si suol dire quando si legge con avidità e attaccamento un testo. Nel racconto si incontrano scorci di vita che ti sbattono in faccia la somiglianza di realtà vissute da molti di noi, anche se in ambiti e modalità differenti, un po’ per il contesto di povertà della vita, un po’ per le relazioni con i personaggi, sia familiari: padre, madre e nonni, che con la vita di paese.  Per esempio, leggiamo della decisione del protagonista adolescente che vuole vincere la paura di affrontare i “bulli” più grandi di lui di un anno o poco più, a costo di lasciarsi massacrare di pugni, senza ricorrere alla protezione certa del pescatore più anziano. Piacevole è la poesia del ricordo che c’è nel momento in cui il bambino è concentrato nel rito del consumare un gelato a forma di banana, seduto sotto la protezione di una qualsiasi balconata, come si usava anche al nostro paese quando i gestori del glorioso Bar Duomo, Mante e Pietrhuzzu confezionavano le “banane” con le forme in alluminio. O del divertimento nel portare di corsa a casa un pezzo di ghiaccio stretto nelle mani, avvolto solamente da un foglio di giornale. Si rimane sorpresi, per esempio, nello scoprire del perché ci ostiniamo ancora a guardare i fuochi artificiali, che guarda caso, fanno paura a molti bambini, quando poi si può restare incantati davanti al fragore e lo splendore di una cascata d’acqua, o da un prato di milioni di fiorellini colorati, o il riverbero dei milioni di cristalli di un campo innevato. Oppure può capitare di scoprire la genialità  dell’ippopotamo che, nonostante abbia una forza superiore a quella del coccodrillo,  si immerge nel silenzio dell’acqua, cercandovi rifugio. La bellezza della lettura sta nel fatto che certe cose le puoi scoprire sempre, anche a 50 anni, come dice lo stesso autore, io aggiungo che si possono scoprire anche a 60, a 70 oppure 80 e 100 anni, come per esempio la bellezza del lasciarsi prendere per mano, o anche di saperne fare a meno quando diventa necessario imparare a vivere e ad amare.
Insomma, “I pesci non chiudono gli occhi” non è che una splendida “volata”.
 
Marcello D’Acquarica
 

Commenti

  1. # 1 Di  salvatorecito (inviato il 13/11/2011 @ 17:03:34)

    Mercoledi'16 in Casarano....ore 16,00 aula magna liceo-scientifico....vi e'il sacerdote piu'sprint......don Paolo Farinelli,niente e'occasione,per dialogare con lui.
    Il 16 alle 16,00 in Casarano.

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Canto XXXIII del Paradiso di ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< giugno 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
15
16
18
23
25
26
27
30
     
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata