Il Gallo
https://www.ilgallo.it
Il Gallo

  • Crolla casolare durante lavori: muore 39enne
    Tue, 21 Sep 2021 21:18:52

    Non è sopravvissuto alle gravi ferite provocate dal crollo del casolare a cui stava lavorando.

    È morto così, nella giornata di oggi, Fabio Sicuro, 39enne di Martano. È morto mentre ristrutturava un rudere nelle campagne di Palmariggi.

    Non era da solo: con lui i suoi colleghi, che han provato a soccorrerlo ed hanno allertato il 118. La corsa in ospedale però non è bastata. L’operaio è deceduto nel nosocomio di Scorrano, a causa delle gravi ferite riportate.

    I carabinieri hanno raggiunto il luogo dell’incidente. Andranno accertate le ragioni del crollo del rudere in fase di ristrutturazione. E controlli sono in corso anche sulla natura e sulla regolarità dei lavori posti in essere. Lo Spesal ha effettuato un sopralluogo sul posto che, ora, è sotto sequestro.

    La vittima era diventata padre da poco. La sua salma è stata trasportata presso la camera mortuaria del Vito Fazzi di Lecce su disposizione dell’autorità giudiziaria.

    The post Crolla casolare durante lavori: muore 39enne first appeared on Il Gallo.
  • Incendio nell’ecocentro di Andrano
    Tue, 21 Sep 2021 20:20:14

    Fiamme nell’ecocentro di Andrano in serata.

    Lo annuncia il Comune, sulla sua pagina Facebook: un incendio ha avvolto parte del punto di smaltimento collocato in via Vecchia Comunale per Marittima.

    Hanno preso fuoco diversi scarti raccolti sul posto. Intervento dei vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase per riportare la situazione in sicurezza. Mentre il suggerimento, dall’amministrazione, è di tenere le finestre chiuse ed evitare di avvicinarsi alla zona.

    Sarebbe stato un corto circuito ad un lampione a fare da innesco. Ben 4 i cassoni intaccati, a partire dalle 18. Le operazioni di spegnimento si sono concluse attorno alle 23.

    Nota positiva: a bruciare, semplici sfalci di potatura. 

    The post Incendio nell’ecocentro di Andrano first appeared on Il Gallo.
  • Si è spento don Eugenio Licchetta
    Tue, 21 Sep 2021 17:14:02

    Lutto a Tricase per la morte di don Eugenio Licchetta.

    Originario di Corsano, il parroco avrebbe compiuto 84 anni a dicembre. Si è spento nella sua dimora, a pochi passi dalla parrocchia di Sant’Andrea dove nel 2012 aveva celebrato 50 anni di sacerdozio.

    Dopo aver preso i voti nel 1962, divenne anche docente di religione presso il Liceo Stampacchia di Tricase. Durante la sua permanenza nel rione di Caprarica del Capo, tra le altre cose, edificò la casa di accoglienza e le opere del Santuario della Madonna di Fatima e creò una rete di beneficenza per la vicina Albania, dopo gli sbarchi degli anni 90.

    Una lunga malattia lo aveva costretto a letto negli ultimi anni, prima di portarlo inesorabilmente via nel pomeriggio di oggi.

    The post Si è spento don Eugenio Licchetta first appeared on Il Gallo.
  • Fino all’ultimo battito, dal Salento a Rai 1
    Tue, 21 Sep 2021 16:29:14

    La Puglia conquista nuovamente la prima serata su Rai 1, con la nuova serie tv “Fino all’ultimo battito” diretta dalla regista Cinzia TH Torrini.

    È la storia di un uomo impegnato in una lotta impari e disperata per salvare la propria famiglia e recuperare la propria integrità anche a rischio della vita, in un crescendo di tensione e colpi di scena.

    A partire da giovedì 23 settembre, infatti, andrà in onda la prima delle sei puntate (due episodi a serata) della nuova serie tv che vede protagonisti Marco BocciViolante PlacidoBianca GuacceroMichele VenitucciFrancesco FotiFrancesca ValtortaGaja MascialeMichele Spadavecchia, con Loretta Goggi nel ruolo di Margherita e con Fortunato Cerlino.

    Girata a Bari e provincia (Molfetta, Polignano, Monopoli, Acquaviva Delle Fonti, Conversano, Putignano, Bitonto, Minervino), e Lecce e provincia (Nardò, Lequile e Poggiardo) tra settembre 2020 e marzo 2021, la serie tv è una coproduzione Rai Fiction ed Eliseo Multimedia prodotta da Luca Barbareschi ed è stata realizzata con il contributo di Apulia Film Fund di Apulia Film Commission e Regione Puglia (360.000 euro) a valere su risorse del POR Puglia FESR-FSE 2014/2020. Per la realizzazione della serie sono state impegnate oltre 38 unità lavorative pugliesi, tra cast artistico e troupe.

    The post Fino all’ultimo battito, dal Salento a Rai 1 first appeared on Il Gallo.
  • Giornate Europee del Patrimonio: la voglia di Casarano
    Tue, 21 Sep 2021 15:30:13

    Un bicchiere di cultura per provare a placare la sete di Casarano. Con una similitudine potremmo infatti paragonare questa città a quei territori texani desolati e desertici e caratterizzati dal suolo pieno di crepe, dove, anche un solo bicchiere di… cultura, diviene preziosissimo. L’occasione è fornita dalle “Giornate Europee del Patrimonio 2021”, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa: visite guidate, aperture straordinarie ed iniziative digitali, caratterizzano l’intero weekend di centinaia di luoghi in Europa.

    In questo affascinante ed entusiasmante contesto, Casarano partecipa con una serie di iniziative che hanno il proprio centro di gravità nella chiesa di Santa Maria della Croce in Casaranello (che per l’occasione ha previsto un’apertura straordinaria dal 24 al 28 settembre).

    Negli appuntamenti casaranesi, già purtroppo sold out da settimane, a conferma di quanto sia concreta e percepita la sete di appuntamenti come questi, venerdì 24 settembre avrà luogo la presentazione del libro di Cristina Martinelli: “Il Pitagorismo di S.M. della Croce”, moderato dal giornalista e filosofo Alberto Nutricati e con la presenza del sociologo Roberto Muci e dello storico dell’arte Giovanni Giangreco.

    Domenica 26 verrà inaugurata la mostra d’arte del maestro Marcello Malandugno dal titolo “Umane sacralità”. La mostra (comunque visitabile già a partire dal 24 settembre), verrà presentata da due critici d’arte di primo piano come Cinzia De Rocco e Paolo Marzano e dal iconologo Francesco Danieli.

    A chiudere il trittico di eventi, la performance artistica dal titolo “Il Santo” di Fabrizio Manco su musiche del duo Euterpe: Elisa Buffelli al flauto traverso e Federica Cataldi all’arpa.

    «È bello ed è quasi commovente ricominciare ad occuparsi di eventi e di arte dopo i periodi bui di questa pandemia», ha dichiarato a “il Gallo” Cinzia De Rocco, una delle curatrici dell’intera manifestazione ed in maniera particolare, della mostra dell’artista Malandugno, «il riscontro pressoché immediato da parte del pubblico ci ha già ripagato dell’impegno profuso sino ad ora e siamo davvero mortificati di esser stati costretti a rifiutare le prenotazioni di tantissima gente che avrebbe voluto partecipare».

    «L’auspicio, per gli eventi e le manifestazioni future», conclude De Rocco, «è che la cultura possa rimanere sempre estranea agli schieramenti politici; che possa sempre conservare quella trasversalità che è una delle caratteristiche fondamentali e rimanere patrimonio davvero di tutti».

    Gli eventi, organizzati con la partecipazione dell’Associazione Archeo Casarano, dell’Associazione Casaranello e Presìdi del Libro e ufficializzati sul sito del Ministero dei Beni Culturali, hanno avuto il patrocinio della Città di Casarano e rispetteranno tutte le normative in materia di prevenzione della diffusione del virus Covid-19.

    Antonio Memmi

    The post Giornate Europee del Patrimonio: la voglia di Casarano first appeared on Il Gallo.
  • Giornate del Patrimonio a Casa Comi
    Tue, 21 Sep 2021 15:08:08

    Terra Somnia Editore, la casa editrice fondata lungo l’asse Salento, Caserta e Napoli con l’intenzione di creare dei percorsi letterari artistici e poetici sarà ospite delle Giornate del Patrimonio che si svolgeranno nella frazione tricasina, presso Palazzo Comi-Casa Museo.

    Sabato 25 settembre, dalle 18, con “Ekatomere, tra Decameron e pandemia” parteciperanno Paolo Miggiano e Brizio Montinaro.

    Domenica 26, sempre dalle 18,  spazio a “Libertà: casa, prigione, esilio, il mondo” di Yassin AL-Haj Saleh.

    SABATO 25 E DOMENICA 26 SETTEMBRE

     

    The post Giornate del Patrimonio a Casa Comi first appeared on Il Gallo.
  • Tutti in piazza per il clima con Fridays for Future
    Tue, 21 Sep 2021 13:14:53

    Crisi sanitaria, sociale ed economica non fanno calare l’attenzione per il clima: Lecce si avvicina ad un nuovo appuntamento con Fridays for Future.

    Venerdì 24 settembre, dalle ore 10, in piazza Sant’Oronzo, si terrà uno sciopero per richiedere una rapida azione per il clima da parte dei leader mondiali, in particolare dei politici del “Nord del mondo”.

    Un grido collettivo per ricordare con fermezza l’importanza di combattere per limitare il riscaldamento globale, sotto ogni frazione di grado. E per affrontare l’ingiustizia climatica in cui viviamo, ricordando come non sia meno importante, né tantomeno slegata dai fenomeni di criticità globale che quotidianamente affollano l’informazione.

    La manifestazione di Lecce sarà un tassello dello sciopero indetto a livello globale: piazza Sant’Oronzo sarà legata a tutte le piazze del mondo che, proprio il 24 settembre, chiederanno all’unisono un intervento netto ed immediato in difesa del clima.

    A spingere verso il cambiamento, il costante impegno del movimento giovanile che, con un’enfasi speciale, si sta battendo su temi caldi quali le diseguaglianze e le ingiustizie tra i Paesi, ed anche all’interno degli stessi Stati. Le vittorie storiche dell’azione collettiva dimostrano come per i più giovani il restare uniti nella lotta per la giustizia sociale e tra le generazioni sia una necessità imprescindibile.

    “Noi, come singole persone interessate al nostro futuro e al futuro del nostro pianeta, proviamo a chiedere a gran voce di mettere in pratica tutto il necessario per limitare al massimo i danni causati dall’inquinamento e dalle emissioni”, spiegano i ragazzi del gruppo locale del movimento Fridays for Future. “Tra il miglior e il peggior scenario futuro del report dell’IPCC, il gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico, ci sono ben 3 gradi di differenza: possiamo in pratica scegliere il nostro futuro”.

    The post Tutti in piazza per il clima con Fridays for Future first appeared on Il Gallo.
  • Luoghi Comuni a Galatina
    Tue, 21 Sep 2021 10:29:01

    Luoghi Comuni finanzia progetti di innovazione sociale, proposti da Organizzazioni giovanili pugliesi del Terzo Settore (il cui organo direttivo è composto in maggioranza da giovani fino ai 35 anni), da realizzare in spazi pubblici, costruiti sia sulle esigenze delle comunità locali che sullo spazio pubblico da valorizzare.

    Il Comune di Galatina, con deliberazione di Giunta Comunale n. 188 del 07 luglio 2021, ha candidato una porzione del Palazzo della Cultura sito in Piazza D. Alighieri n. 51 e l’Ex Casa Museo del Tarantismo sita in Corso Porta Luce n. 2.

    A tal proposito, si terrà proprio presso il Palazzo della Cultura (Piazza Dante Alighieri, 51) l’open day di presentazione lunedì 27 settembre, alle ore 16,30.

    Luoghi Comuni è la nuova iniziativa della Regione Puglia promossa dalle Politiche Giovanili e dall’ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) che si propone, attraverso la mappatura del patrimonio pubblico sottoutilizzato, di mettere in rete giovani ed Enti pubblici finanziando, con risorse fino a 40mila euro, progetti della durata di 24 mesi, eventualmente rinnovabili, rivolti al territorio e alle comunità.

    «Luoghi comuni», afferma l’assessore alle Politiche Giovanili, Maria Giaccari, «offre un’opportunità di particolare interesse per le organizzazioni giovanili che rappresentano una risorsa per il territorio, mettendo in campo sinergie tra l’istituzione comunale e le nuove generazioni. Le associazioni giovanili, che vogliano mettersi alla prova attraverso nuove competenze e nuove idee, possono contribuire a migliorare il territorio e la qualità della vita della nostra comunità».

    «Puntare e valorizzare i nostri giovani»,  afferma il consigliere comunale Pierantonio De Matteis, «la nostra storia e la nostra cultura è un principio base della nostra amministrazione. Attraverso iniziative come questa gettiamo le basi per una sinergia tra i ragazzi e le istituzioni per permettere loro di essere attori protagonisti della nostra Città».

    The post Luoghi Comuni a Galatina first appeared on Il Gallo.
  • Eroina e cocaina in auto
    Tue, 21 Sep 2021 09:54:00

    I carabinieri lo hanno sorpreso con eroina e cocaina in auto e per questo lo hanno arrestato.

    È finito nei guai A. D. 37 anni di Santa Cesarea Terme.

    Dopo averlo fermato, i carabinieri di Poggiardo hanno dato vita alla perquisizione domiciliare e veicolare, rinvenendo due involucri per complessivi 7,7 grammi di eroina e un altro involucro con 0,7 grammi di cocaina,

    L’arrestato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.

    The post Eroina e cocaina in auto first appeared on Il Gallo.
  • Pullman di studenti in fiamme, stanno tutti bene
    Tue, 21 Sep 2021 09:01:17

    Un pulmann della Chiriatti carico di studenti ha preso fuoco stamattina in città.

    Fortunatamente solo tanta paura e nessun danno fisico agli spaventati e involontari protagonisti della vicenda.

    Sono ancora in corso di accertamento, le cause che hanno provocato l’incendio del mezzo proprio sulla circonvallazione  di Lecce, nei pressi del Comando della Polizia Municipale, il pulmino è stato avvolto dalle fiamme mentre era in transito.

    Sul posto oltre ai vigili del fuoco anche gli agenti della polizia locale per decongestionare il traffico vista l’ora di punta.

    The post Pullman di studenti in fiamme, stanno tutti bene first appeared on Il Gallo.
  • Quell’alieno che minaccia pini ed ecosistema pugliese
    Tue, 21 Sep 2021 08:33:01

    Recente ritrovamento della Toumeyella parvicornis, la Cocciniglia Tartaruga del pino.

    Il professor Francesco Porcelli, entomologo, afferma che da «Una sua occasionale recente osservazione, e campioni consegnati per l’identificazione da operatori sul territorio, confermano la presenza in Puglia della dannosissima cocciniglia che infesta il Pino da pinoli. La Cocciniglia Tartaruga è un Alieno Invasivo e la sua presenza in Puglia è preoccupante perché minaccia i nostri pini e l’ecosistema in generale».

    «La cocciniglia», spiega il prof. Porcelli, «vive in dense e popolose infestazioni. Le grandi quantità di melata imbrattano le piante e i luoghi, annerendoli con la fumaggine. La Toumeyella si adatta facilmente a diversi ambienti, invadendo nuovi territori nei quali tende a uccidere le piante ospiti. L’Alieno compie diverse generazioni per anno nelle aree urbane che sono particolarmente minacciate da questa specie».

    The post Quell’alieno che minaccia pini ed ecosistema pugliese first appeared on Il Gallo.
  • Premio Iolanda, i tre finalisti
    Tue, 21 Sep 2021 08:11:29

    Sono Fabrizio Mangoni con “Ricette narranti e racconti di cuoche” (Liguori Editore),  Paola Trifirò Siniramed con “Dizionario irresistibile di storie in cucina” (Cairo Editore) e Carlo Spinelli con “Ottantafame – Ricettario sentimentale degli immortali anni ‘80” (Marsilio Cartabianca) i tre finalisti della sezione Cucina dell’edizione 2021 – la quarta – del Premio Iolanda. Concorso ideato dalla psicoterapeuta Vera Slepoj e dal giornalista Davide Paolini per celebrare la letteratura enogastronomica – e al contempo per omaggiare la cucina tipica pugliese – traendo spunto dalla figura di Iolanda Ferramosca, 86enne cuoca che è tuttora il cuore pulsante della Trattoria Iolanda di Lucugnano, a pochi chilometri da Santa Maria di Leuca.

    La terna di finalisti è stata individuata dopo accurata selezione tra le opere a tema proposte nei mesi scorsi dalle case editrici italiane, trenta in tutto, effettuata dalla giuria composta da Marina Valensise,  Silvio Perrella, Cinzia Giaccari, Benedetto Cavalieri, Carlo Cambi, Giuseppe Seracca Guerrieri, Enrico Pandiani, Antonio Tognana, Concetta Fazio Bonina, Laurent Chaniac, Bruno De Moura Cossio; il vincitore della sezione Cucina verrà deciso e proclamato il 25 settembre prossimo a Villa La Meridiana di Caroli Hotels a Santa Maria di Leuca (a partire dalle 18), nello stesso luogo in cui i giurati si ritrovano la mattina del Premio per confrontarsi sulle opere in gara.

    Già selezionata invece l’opera che si aggiudica il Premio per la sezione Letteratura del Vino, affidata alla scelta dei giurati  Alvaro De Anna, Enrico Semprini, Giacomo Mojoli, Roberto Felluga, Piernicola Leone De Castris, Davide Zuin, Seby Costanzo, Rossana Bettini Illy, Giordano Emo Capodilista, Massimo Bassani, Massimo Fasanella D’Amore, Diego De Leo: il vincitore è Stefano Cosma, autore di “ Langoris. Storie di vini e di cavalieri”, pubblicato da Leg Edizioni.

    Già individuata anche la vincitrice della sezione “Giuseppe da Re” (intitolata allo scomparso imprenditore ideatore dei famosi Bibanesi), quella dedicata alla Cucina del benessere: si tratta di Silvia Goggi con “L’Anti-Dieta. Per raggiungere e mantenere il tuo peso naturale bastano poche e semplici abitudini”, edito da Rizzoli, e per la sezione “Cucina della Memoria” la giornalista salentina Silvia Famularo, autrice del volume “Salento Divine Tavole – L’arte del gusto e dello stile”, pubblicato da Edizioni Grifo.   Ai vincitori verranno consegnate le opere bronzee realizzate per l’occasione dal maestro Gianni Cudin nella serata del 25 settembre, che sarà presenta dalla scrittrice Ludovica Casellati e allietata da un concerto per violino e musica classica dei maestri Paolo Tagliamento e Massimo Scattolin e dal tenore Francesco Grollo; i momenti dedicati al gusto saranno invece a cura delle aziende e delle cantine coinvolte nel Premio.

    Presso il Castello di Ugento la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2021 del Premio, divenuto ormai non solo un’iniziativa per celebrare la letteratura enogastronomica collegata alla tradizione e alla memoria, ma anche e soprattutto un momento per gli esperti coinvolti nelle due giurie per fare il punto della situazione nei due settori interessati e delineare scenari futuri.

    Vera Slepoj e Davide Paolini

    «Si sta aprendo una nuova era in fatto di cibo e vino: la pandemia ha in pochissimo tempo cambiato il mondo in cui vivevamo, facendoci riscoprire quanto profondo sia il nostro legame sia individuale che collettivo con il cibo», spiega Vera Slepoj, «un legame che avevamo confinato tra le nostre memorie di un mondo apparentemente finito, perché la gente si era abituata a stare poco in casa, a non cucinare, a comprare alimenti già confezionati. I lockdown ci hanno invece riportati a un rapporto salutare con la cucina, non solo dal punto di vista nutrizionale, cioè dell’equilibrio psicofisico, ma anche dei riti individuali e familiari che essa comporta, oltre a una maggiore attenzione per gli alimenti biologici e che rispettano gli animali e i criteri di sostenibilità. Dobbiamo infatti ricordare che il nostro rapporto con il cibo è per esempio segnale ineludibile delle nostre difficoltà personali e relazionali, un frammento importante della nostra storia psicologica, e che il rito del pasto è un momento in cui si cementa l’unità delle famiglie e si danno risposte alle generazioni più giovani che non possono essere delegate ai social, soprattutto in un frangente come questo, pieno di limitazioni collettive che potrebbero ancora durare nel tempo».  Il Premio Iolanda «non è solo occasione per distribuire premi agli scrittori», conclude Vera Slepoj, «ma anche un momento in cui analizzare e approfondire tematiche che altrimenti rischierebbero la banalizzazione».

    Aggiunge Davide Paolini: «Il premio Iolanda, sin dall’inizio, ha cercato di selezionare e, in un certo senso, a stimolare l’uscita di libri che non siano solo ricettari, di cui ormai sono piene le librerie, ma testi che approfondiscano le problematiche intorno al cibo e al vino. Anno dopo anno, vediamo che questa impostazione ha successo, come dimostrato dai partecipanti all’edizione 2021».

    Massimo Fasanella D’Amore, proprietario del Castello: «Siamo onorati di ospitare la conferenza stampa e la cena di chiusura del premio Iolanda. Per l’occasione il nostro chef Tommaso Sanguedolce ha creato un menu speciale per valorizzare i vini eroici selezionati da Alvaro de Anna. Il nostro ristorante “Il Tempo Nuovo” è un posto adatto a valorizzare ingredienti e vini eroici perché riportare questo posto alla luce è stata un’impresa… eroica! Più che eroi, noi però ci sentiamo i custodi di questo bellissimo Castello, un hub culturale in Salento aperto a tutti».

    The post Premio Iolanda, i tre finalisti first appeared on Il Gallo.
  • Tricase: Equinozio d’Autunno con la Culonna di Tutino
    Tue, 21 Sep 2021 07:30:59

    Appuntamento con l’Equinozio d’Autunno, organizzato da “La Culonna” , un’occasione per soddisfare la finalità che, fin dalla sua fondazione, l’associazione si è data: quella di crearsi uno spazio in cui tradizione e cultura trovino opportunità di espressione, di divulgazione e di stimolo.

    Ecco che, ormai da più di vent’anni, La Culonna propone “Riti e Sapori intorno al Menhir”, e con lo stesso spirito realizza l’evento “Incontro con l’arte nell’equinozio d’autunno”, con l’assegnazione di un premio a chi si è reso meritevole di un riconoscimento.

    Nei sei anni passati il premio è stato assegnato a Graziano Gala, a Roberto Esposito, ad Alfredo De Giuseppe, a Luigi Nicolardi, a don Jonatan De Marco e a Maristella Martella, toccando evidentemente tutti i campi dell’arte, della cultura e dell’impegno sociale.

    Anche quest’anno l’associazione La Culonna assegnerà il premio Equinozio d’Autunno, il settimo, ad una personalità del nostro territorio che si sia distinta nel corso della sua attività culturale.

    Durante la serata, allietata dal gruppo musicale Glorify, vi saranno delle letture di opere del premiato, affidate alla maestria narrante, come sempre, di Pasquale Santoro.

    Tutto questo nella rinnovata e suggestiva cornice del castello di Tutino, venerdì 24 settembre  alle ore 20.

    The post Tricase: Equinozio d’Autunno con la Culonna di Tutino first appeared on Il Gallo.
  • Weekend di controlli stradali nella zona di Maglie: raffica di denunce
    Mon, 20 Sep 2021 19:54:23

    Servizio straordinario di controllo del territorio per i carabinieri di Maglie nel weekend appena trascorso.

    L’esito è una serie di segnalazioni all’autorità giudiziaria.

    In 5 son stati deferiti per violazione ai sensi art.187 c. 1 c.D.S. (guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e contestuale ritiro della patente).

    Altri due per violazione ai sensi art.187 c.8 (rifiuto accertamento per verifica assunzione sostanze stupefacenti). Questi, nel corso di un controllo alla circolazione, han rifiutato di sottoporsi agli accertamenti volti a verificare l’eventuale guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

    Ben 7 le denunce per violazione ai sensi art.186 c. 2 lettera “b” c.D.S. (guida di veicolo in stato di ebbrezza alcolica)

    Ancora due, segnalati per violazione amministrativa ai sensi art.186 c.2 lettera “a” c.D.S. (guida di veicolo in stato di ebbrezza alcolica) ed infine uno per violazione  amministrativa ai sensi art.117 c. 2 bis e 5 c.D.S.  (neopatentato alla guida di veicolo con potenza specifica superiore a 70 kw/t).

    The post Weekend di controlli stradali nella zona di Maglie: raffica di denunce first appeared on Il Gallo.
  • Test salivari nelle scuole primarie e secondarie, si parte
    Mon, 20 Sep 2021 15:46:24

    E’ partita da Bari la campagna di screening regionale per monitorare la circolazione del Covid, nei bambini di età compresa fra i 6 e i 12 anni, attraverso test salivari.

    In tutta la regione sono state individuate scuole primarie e secondarie “sentinella”, dove effettuare ogni quindici giorni i prelievi.

    Saranno complessivamente 2.282 i test da eseguire ogni due settimane nelle primarie e 1.531 nelle secondarie di primo grado.

    Massimo impegno da parte di tutta la sanità pugliese per far ripartire le scuole in sicurezza”, asserisce l’assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco, “accanto alla massiccia campagna vaccinale oggi siamo partiti con i test salivari nelle scuole sentinella. Questi test sono uno strumento utile a monitorare la circolazione del virus tra bambini e adolescenti tornati a seguire le lezioni in presenza già nella prima giornata di avvio abbiamo riscontrato grande adesione e collaborazione sia da parte delle famiglie che degli uffici scolastici provinciali, consapevoli che la campagna di screening aiuta a testare la situazione contagi nelle classi e quindi a proteggere i bambini di età inferiore ai 12 anni che non possono in questo momento ricevere il vaccino“.

    Lo screening che viaggia insieme alla campagna vaccinale dedicata agli studenti che ha nome “scuola per scuola” in Puglia ha dato risultati ottimi.

    La copertura con prima dose della fascia di età 12-19 anni è salita al 71, 23% (la media nazionale è al 63,94%) e con seconda dose il 55,92%, mentre la percentuale nazionale si attesta al 50,33%.

    I test sono così distribuiti tra primarie e secondarie di primo grado: nella Bat 238 e 163, a Brindisi 217 e 143, a Foggia 353 e 251, a Lecce 423 e 280, a Taranto 334 e 220.

    The post Test salivari nelle scuole primarie e secondarie, si parte first appeared on Il Gallo.
  • Scontro con auto all’incrocio: paura per conducente moto a San Cassiano
    Mon, 20 Sep 2021 13:00:42

    Schianto in paese a San Cassiano. Una moto è finita contro una vettura ad un incrocio, a causa di una mancata precedenza.

    Violento l’impatto: la moto, una Ducati, è rimasta incastrata tra le lamiere dell’auto, una Peugeot 308, vecchio modello. L’incrocio interessato è quello tra via della Vittoria e via Brindisi.

    Come immaginabile, le conseguenze peggiori le ha patite il conducente del mezzo a due ruote. Il 118 lo ha soccorso e condotto in ospedale. Le sue condizioni fortunatamente non sarebbero gravi.

    Per i rilievi e la ricostruzione della dinamica, sono intervenuti anche i carabinieri. Secondo primi riscontri, la Peugeot si sarebbe mossa oltre lo stop al passaggio della moto. Da chiarire, di contro, anche la velocità cui procedeva quest’ultima nel centro abitato.

    The post Scontro con auto all’incrocio: paura per conducente moto a San Cassiano first appeared on Il Gallo.
  • Un salentino porta l’Italia del Volley sul tetto d’Europa
    Mon, 20 Sep 2021 09:54:06

    Da Squinzano, Ugento e la Generazione dei Fenomeni

    Tra qualche giorno, il 10 ottobre, Fefè festeggerà 60 anni. 

    Lui, Fefè De Giorgi, nato a Squinzano, oggi cittadino di Trepuzzi, cresciuto nel mondo della pallavolo tra la Vis Squinzano e i Falchi Ugento, ha fatto parte della “generazione di fenomeni”, quelli che hanno vinto tutto con la maglia azzurra. Ha vinto, da giocatore, tre mondiali consecutivamente tra il 1990, il 1994 e il 1998.

    La carriera

    De Giorgi, che ha preso il posto di Gianlorenzo Blenigni (dopo la delusione di Tokyo), in poche settimane è riuscito a rivitalizzare il team azzurro portandolo alla vittoria.

    Fefè da giocatore e da allenatore ha vinto tanto: il campionato a Modena, due Coppa Italia, una Supercoppa Italia, una Coppa delle Coppe, la Coppa Cev, la Supercoppa Europea. 

    Da allenatore, qualche settimana fa, aveva vinto l’ultima Coppa Italia, con la Lube, un trofeo, che aveva già vinto cinque volte. 

    E poi due Coppa Cev, tre Supercoppe italiane e due scudetti, entrambi con la Lube a tredici anni di distanza, nel 2006 e nel 2019. 

    Ha lasciato il segno anche all’estero, ha vinto in Polonia, con lo Zaksa, due campionati e una Coppa, e poi la Champions e il mondiale per club con la Lube. 

    Ora ha coronato il sogno di una vita, vincere da coach una competizione europea con la squadra azzurra, che ha battuto la Slovenia in finale.

    The post Un salentino porta l’Italia del Volley sul tetto d’Europa first appeared on Il Gallo.
  • Due auto e un gazebo in fiamme nella notte ad Alessano
    Mon, 20 Sep 2021 06:22:39

    Intervento dei vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase in piena notte ad Alessano per un incendio che ha distrutto due automobili e danneggiato un bar.

    Le fiamme sono divampate attorno alle 3 della notte in Piazzetta Postergola. Hanno avvolto il cofano di una Volkswagen Polo e di una Fiat Punto, parcheggiata una dinanzi all’altra, ed il gazebo di un bar.

    Fortunatamente nessun ferito: la piazza era pressoché deserta a quell’ora. I vigili del fuoco hanno domato le fiamme, ma la violenza del rogo ha restituito ai proprietari delle macchine due mezzi gravemente danneggiati.

    La causa dell’accaduto sarebbe un corto circuito su una delle due auto, la Volkswagen.

    The post Due auto e un gazebo in fiamme nella notte ad Alessano first appeared on Il Gallo.
  • Il matrimonio ai tempi del Coronavirus
    Sun, 19 Sep 2021 12:11:11

    Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore

    Quanto è difficile far coincidere oggigiorno il sacramento del matrimonio con la sua “epifania” direbbero gli ecclesiasti; con la sua manifestazione originale: “suggello” della semplicità e della gioia. Non è sempre scontato accomunare entrambe le cose!

    Oggigiorno poi gestire e pianificare un tale evento rispettando i principi che ho sopra riportato è ancora più complesso,per via della pandemia del  “Coronavirus” che ha reso ostativo e riduttivo ogni avvenimento. Non parlo del sacramento di per se stesso che diviene auto – celebrativo ed indissolubilmente eccelso nel momento in cui gli sposi compaiono in chiesa sull’altare dinanzi a Dio a promettersi il principio”della sola carne, della sola anima”!

    Parlo invece dell’aspetto meramente umano che bene si accompagna, bene si accomuna quando da esso sgorga la “GIOIA” in tutte le sue caratteristiche,in tutte le sue espressioni,in tutti i suoi fasti: allegria,risa,sberleffi!

    Perché, come affermava un saggio del passato, la gioia è amore! Dico questo perché mi è capitato qualche volta di essere presente ad un matrimonio, e constatare poi – eccetto per il rito religioso – che i festeggiamenti rituali del ristorante non rispondessero sempre all’insegna dell’autenticità, della prospettiva e aspettativa sognate.

    Insomma diciamolo pure a chiare lettere: ci sono matrimoni intrisi di empatia,di divertimento,ed emozioni mentre altri meno suggestivi,meno interessanti! Seguono un “protocollo” decisamente rigido,e talvolta retorico. Nei giorni passati sono stato invitato al matrimonio d’una coppia di Felline, nel circondario di Gallipoli: Giuseppe e Giada che conosco da un po’ di tempo, i quali con il Bon Ton che li caratterizza da sempre mi hanno chiesto di partecipare al rito della loro unione. Così senza indugio ho aderito con piacere al loro invito,sapendo di fare buona cosa. Ho immaginato però di dovere assistere al solito schematico modulo… al solito clichè mentre invece ho ravvisato l’insolito!  quello cioè che rende singolare e piacevole al tempo stesso un evento così unico, per il suo valore universale.

    Insieme agli sposi in primo luogo,che hanno reso speciale l’evento, alcuni convitati con un’indole particolarmente ironica e benevolmente gioconda,hanno reso allegra l’atmosfera riempiendola di simpatia. Una specie di allegoria pittorica estemporanea dalla quale sono usciti: un “nonno tenore”, un ometto panciuto che con l’aiuto probabilmente d’un bicchiere di troppo …ha intonato alcune canzoni rendendo omaggio con la sua simpatia agli sposi e inondando di simpatia i presenti; poi è stata la volta d’un amico che conosco da tempo,esibendosi in una storica parodia di Renato Zero  attraverso la mimica che ha reso da subito l’atmosfera divertente e simpatica. E’ toccato poi ad un ometto con la bombetta, un tipico personaggio che, per la sua personalità, ha fatto pensare ad una piacevole figura fiabesca, a quei racconti popolari d’un tempo passato. Era così rubicondo nel viso che faceva pensare altresì a quel famoso quadro di Teomondo Scrofalo “Il bevitore”! Ha incominciato ad inscenare un balletto particolare nel quale prorompeva tutta la sua allegria,il suo divertimento,la sua ebbrezza nell’accezione più ampia delle parola! Sembrava quasi una danza propiziatoria. Un matrimonio il cui “contagio” è stato l’allegria! Elemento che ha generato in tutti ed in special modo gli sposi  “Gioia”.Sentimento riconosciuto anche nelle Sacre Scritture (Cantico dei Cantici) quale sintesi di vera unione,di vero amore.

    Ecco ciò che ho visto e ravvisato al matrimonio di Giuseppe e Giada: un sentimento nuovo, un nuovo “modus vivendi “ il matrimonio, che ha saputo congiungere gli sposi agli invitati in un’unica atmosfera quella dell’autentica della GIOIA. Auguri ragazzi!

    Alberto Scalfari

    The post Il matrimonio ai tempi del Coronavirus first appeared on Il Gallo.
  • Tenta furto mentre è sotto sorveglianza speciale: nei guai 45enne
    Sun, 19 Sep 2021 12:04:46

    Ai domiciliari un 45enne di Copertino già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale.

    D. C. è stato arrestato venerdì dai carabinieri del posto. I militari erano entrati in azione per un tentativo di furto. Con le telecamere di videosorveglianza del luogo preso di mira dai ladri, hanno potuto risalire all’identità del 45enne.

    Raggiunto presso la sua abitazione, l’uomo è stato condotto in caserma. Qui, oltre a conteatargli la violazione degli obblighi già a suo carico, imposti dall’autorità giudiziaria, i carabinieri lo hanno denunciato alla stessa per il tentativo di furto.

    È scattato così l’arresto, ai domiciliari, su disposizione della Procura.

    Foto repertorio

    The post Tenta furto mentre è sotto sorveglianza speciale: nei guai 45enne first appeared on Il Gallo.
  • Senza targa sotto al naso dei carabinieri che in casa sua trovano armi, erba e metanfetamine
    Sun, 19 Sep 2021 11:31:40

    Una mossa sbagliata ed è finito di nuovo sotto scacco delle forze dell’ordine. Un uomo di Gallipoli, già sottoposto a misura cautelare, è stato pizzicato due giorni fa dai carabinieri con armi e droga.

    Sfortuna da venerdì 17? Non solo. L’uomo infatti è passato sotto al naso dei militari in sella ad uno scooter privo di targa.

    I carabinieri si sono messi subito sulle sue tracce, all’inseguimento. Lo scooter è riuscito a svanire nel nullo, tra le vie di Gallipoli, ma i militari non hanno desistito. In breve infatti han capito che l’uomo in fuga era lui: un pregiudicato già sottoposto ad obbligo di firma che risiede proprio nella zona dove l’Arma aveva perso le tracce del motorino per poi, poco dopo, ritrovarlo.

    A quel punto, è scattata anche una visita domiciliare al sospettato che ha portato i carabinieri a scoprire che, oltre a circolare a bordo di uno scooter senza targa, l’uomo nascondeva in casa armi e droga.

    Ecco quanto trovato e sottoposto a sequestro: una pianta di marijuana alta 70 cm; 11 cartucce militari da addestramento; una pistola scaccia ani e 13 metanfetamine in pillole.

    The post Senza targa sotto al naso dei carabinieri che in casa sua trovano armi, erba e metanfetamine first appeared on Il Gallo.
  • Truffa commessa in Sicilia 11 anni fa: arrestato 57enne ad Ugento
    Sun, 19 Sep 2021 11:19:32

    Un vecchio reato commesso lontano dal Salento ha portato ieri all’arresto di un uomo di 57 anni ad Ugento.

    I carabinieri della stazione del posgo, nel corso del pomeriggio, hanno raggiunto lavorazione di N. L.: a suo carico, un provvedimento emesso il giorno stesso dalla Procura Generale della Repubblica a Messina. Qui, si era appena concluso l’iter giudiziario riguardante una vicenda registrata nel dicembre 2010.

    La Corte d’appello ha ritenuto colpevole l’uomo del reato di truffa. Commesso proprio 11 anni fa nel territorio di Patti, Comune del Messinese.

    L’ufficio esecuzioni penali ha così inviato il provvedimento ai militari di Ugento che, tempestivamente, hanno provveduto all’arresto di N. L.

    Dovrà scontare una pena residua di 6 mesi di reclusione presso il suo domicilio.

    The post Truffa commessa in Sicilia 11 anni fa: arrestato 57enne ad Ugento first appeared on Il Gallo.
  • Partiamo per non tornare: il Sud che si spopola e perde identità
    Sun, 19 Sep 2021 07:35:15

    Parto (io generico). Mi lascio alle spalle, insieme a molti altri prima di me e insieme a me e probabilmente dopo di me, la mia terra. Saluto il mio mare, il mio sole e il calore dei miei affetti per costruire un futuro migliore.

    È in corso il più grande e pericoloso processo di migrazione umana che il nostro Sud abbia conosciuto e sperimentato. È un’emigrazione maldestramente non definita come tale ma come “scelta lavorativa”, traducibile nella frase e nel pensiero comune, che spesso pronunciamo con latente e doloroso orgoglio: “Mio figlio lavora al Nord“. 

    Partiamo per non tornare come i nostri nonni. Siamo la metafora vivente del processo di sdradicamento e snaturalizzazione che con freddo calcolo sta cancellando il nostro territorio. Siamo come i nostri ulivi, attaccati dal batterio  della Xylella e privati della nostra linfa vitale e della nostra identità.

    Perdiamo, vittime di un processo costruito e programmato, la nostra identità, la nostra storia, le nostre secolari e storiche radici per rinascere come sotto nuova identità; non più ulivi secolari ma nuovi e produttivi alberi da frutto o leccini.

    Ci arrabbiamo e protestiamo contro l’illuminismo scientifico (o presunto tale) che ci suggerisce di vaccinarci, reclamiamo libertà e dignità nel mentre facciamo convergere il nostro risentimento nella direzione programmata. È la rabbia del nuovo proletariato alienato e spersonalizzato, globalizzato attraverso le strade ferrate e i cieli delle nostre mete che nessuno osa definire tale.

    Descriviamo l’immigrato come altro da noi e lo immaginiamo come diverso da noi. Eppure anche noi lo siamo. La nostra è un’emigrazione certamente più gentile e bieca. Non avviene sulle navi della tratta umana, anch’essa dogmaticamente giustificata e promossa dalle logiche economiche, del guadagno e dello sfruttamento e definita “accoglienza”.

    Eppure siamo la generazione che guarda al futuro rinnegando la filosofia inutile e la vetusta storia, la poesia e l’arte. Investiamo nei laboratori ma con prudenza nell’innovazione. E così ci allontaniamo sempre più dal pensiero attivo e dalla sua pericolosità. Non pensiamo più e dunque non siamo più; viviamo gioiosi di una vita diversa.

    Eugenia Leone

    The post Partiamo per non tornare: il Sud che si spopola e perde identità first appeared on Il Gallo.
  • Incidente sul lavoro: muore 42enne a Taviano
    Sat, 18 Sep 2021 19:57:23

    Una caduta o un malore. Sarà l’autopsia, si spera, a far chiarezza sulle cause che hanno provocato la morte di un 42enne, trovato oggi senza vita a Taviano.

    F. C., operaio di origini albanesi, è stato rinvenuto in fin di vita nei pressi di un laghetto all’interno di una struttura ricettiva di Mancavera (marina di Taviano).

    Secondo la prima ricostruzione, la morte dell’uomo sarebbe stata un incidente. Probabile il 42enne stesse svolgendo dei lavori per conto del proprietario della struttura. Infatti quest’ultimo, come atto dovuto, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura, che indaga per omicidio colposo.

    La salma dell’operaio è stata condotta presso il Vito Fazzi di Lecce su disposizione dell’autorità giudiziaria. Nelle prossime ore si saprà di più circa l’accaduto.

    Taviano intanto, in segno di lutto, ha sospeso i comizi elettorali che erano in programma in queste ore in vista delle amministrative di ottobre.

    The post Incidente sul lavoro: muore 42enne a Taviano first appeared on Il Gallo.
  • Lavoro nero ed irregolarità in agricoltura ed edilizia: pioggia di sanzioni
    Sat, 18 Sep 2021 12:34:30

    Ripartiti i controlli dopo l’intervallo di agosto: nei primi 15 giorni di settembre i carabinieri hanno monitorato, in provincia, i settori agricolo ed edile. Una attività finalizzata al contrasto del lavoro nero e dello sfruttamento del lavoro e orientata all’osservanza della normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

    Il personale del nucleo carabinieri ispettorato del Lavoro, unitamente al personale dell’ITL di lecce (Ispettorato Territoriale del Lavoro) e in collaborazione con il Comando Provinciale dei carabinieri di Lecce, ha controllato 27 aziende: 16 agricole ed 11 edili.

    Sono risultate irregolari in 13 in ambito agricolo. Per 3 tre è scattato anche il provvedimento della sospensione dell’attività imprenditoriale. Nel complesso sono stati controllati 159 lavoratori di cui 17 erano in nero e 3 percepivano anche il reddito di cittadinanza.

    Mentre riguardo l’ambito edilizio su 11 aziende controllate ben 7 erano irregolari.
    Sono state comminate anche prescrizioni per l’inosservanza delle norme in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché decretate sanzioni amministrative per circa 100mila euro ed ammende intorno ai 50mila euro.
    I controlli da parte del personale dell’Arma procedono non si fermeranno: come gli stessi carabinieri rendono noto, procederanno incessanti a tutela dei lavoratori.

    The post Lavoro nero ed irregolarità in agricoltura ed edilizia: pioggia di sanzioni first appeared on Il Gallo.

  • L'Inferno al Castello di Noha...

    Categorie News


    Catalogati per mese:


    Gli interventi più cliccati

    Sondaggi


    Info


    Quanti siamo

    Ci sono  persone collegate

    Seguici sui Canali di

    facebook Twitter YouTube Google Buzz

    NOHINONDAZIONI

    Calendario

    < settembre 2021 >
    L
    M
    M
    G
    V
    S
    D
      
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    13
    19
    21
    22
    23
    24
    25
    26
    27
    28
    29
    30
         
                 

    Meteo

    Previsioni del Tempo