Il Gallo
https://www.ilgallo.it
Il Gallo

  • Tricase, l’opposizione: “Amministrazione al capolinea”
    Thu, 28 May 2020 22:37:00

    Consiglio comunale deserto per assenza di una maggioranza che da tempo non c’è più. Dimissioni dell’assessore Lino Peluso. Seconda Commissione Consiliare (Lavori Pubblici ed Urbanistica) rinviata a data da destinarsi. Le altre, presiedute dalla maggioranza, totalmente inattive. In una sola parola, paralisi politico-amministrativa”.

    Pesante attacco all’amministrazione comunale da parte dei gruppi di minoranza con una nota sottoscritta da tutti e otto i consiglieri che oggi occupano i banchi dell’opposizione (Maria Assunta Panico, Federica Esposito , Fernando Dell’Abate, Dario Martina, Giuseppe Peluso, Alessandro Eremita, Vito Zocco e Nunzio Dell’Abate).

    Nel mentre altri Comuni programmano e deliberano interventi per la ripresa delle attività economico-sociali”, attaccano ancora, “il sindaco di Tricase, con la testa alle elezioni regionali, non riesce neppure a spendere le risorse stanziate dalla Regione di euro 49.411,47 per le famiglie e per le attività produttive in difficoltà, ferme nelle casse comunali dal 16 aprile”.

    Da parte nostra”, si legge ancora nella nota, “abbiamo rinunciato all’ordinaria funzione di opposizione per supportare l’amministrazione nell’emergenza pandemica, proponendo un pacchetto di misure di sostegno e rilancio in conformità agli strumenti normativi in vigore ed alle risorse in bilancio. Siamo stati completamente ignorati, ma pronti a dimenticare lo sgarbo se solo avessimo visto una Tricase risorgere. Invece abbiamo assistito ad una implosione interna. Dopo la “cacciata” degli assessori Antonella Piccinni e Mario Turco, l’abbandono della maggioranza da parte dei consiglieri Federica Esposito, Dario Martina e Giuseppe Peluso, sono giunte le gravissime dichiarazioni dell’ ex assessore Lino Peluso”.

    Tutti indizi secondo le minoranze di una “amministrazione al capolinea”.

  • 100 test in 100 Comuni: test sierologici, ok dalla Regione
    Thu, 28 May 2020 22:24:15

    Lo screening epidemiologico proposto dal Comune di Montesano Salentino, insieme ai comuni di Poggiardo, Corsano, Ruffano, Melissano, Alessano, Uggiano la Chiesa, Andrano, Surano, Diso, Maglie e Bagnolo, ha avuto il benestare della Regione Puglia.

    Lo ha annunciato il sindaco di Montesano, Giuseppe Maglie, che fa riferimento alla nota del direttore del Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia, dr. Vito Montanaro, del 25 maggio scorso, “indirizzata al nostro Comune e a tutti gli altri proponenti”, con al quale “la Regione ha accolto favorevolmente la nostra iniziativa”.

    L’indagine epidemiologica, che nei prossimi giorni andremo a realizzare”, spiega il sindaco di Montesano, “sarà inserita nel piano territoriale per la valutazione epidemiologica della circolazione virale della popolazione regionale, organizzato dalle ASL territorialmente competenti per il tramite dei Dipartimenti di Prevenzione. Come Comuni potremo dare un contributo concreto alla mappatura della circolazione del virus, effettuando uno screening, nelle nostre comunità, delle categorie di persone che più sono state a rischio contagio nella fase del lockdown, al fine di comprendere bene quale sia stato l’effettivo impatto del virus nei nostri territori”.

    Giuseppe Maglie, sindaco di Montesano Salentino

    Giuseppe Maglie che, oltre ad essere sindaco di Montesano, di professione è biologo, ritiene che “questo tipo di indagine sia ancora più probante rispetto, per esempio, allo screening a campione del Ministero della Salute e dell’ISTAT di questi giorni, in quanto un siffatto studio si concentra sulla popolazione che più è stata esposta a rischio e presenta, quindi, maggiori possibilità di individuare soggetti con presenza di anticorpi e magari anche di positivi asintomatici. Capire il numero di asintomatici presenti è fondamentale allo scopo di prevedere e prepararsi per eventuali riprese di focolai epidemici che improvvisamente potrebbero verificarsi”.

    L’auspicio del primo cittadino montesanese è “che tale iniziativa sia attuata anche in altri Comuni; questo ci darà un quadro molto più attendibile della reale situazione nel Salento della circolazione del Covid19 . Nel nostro Comune mi occuperò personalmente della realizzazione dell’indagine sierologica che non avrà oneri né per i cittadini né per l’amministrazione comunale”.

    Giuseppe Maglie, infine, ringrazia, “i colleghi sindaci che hanno riposto in me la loro fiducia e il dr. Montanaro per avere avuto la sensibilità di percepire immediatamente l’importanza del ruolo che i Comuni possono avere in questa complessa problematica”.

  • Bollettino covid: due nuovi casi in provincia di Lecce
    Thu, 28 May 2020 14:07:02

    Cinque nuovi casi in Puglia su 2.447 test registrati. Bassissimo il tasso di incisività attestatosi allo 0,20%.

    La provincia di Lecce dopo molti giorni in cui è risultata indenne da nuovi contagi, oggi conta due nuovi casi.

    In tutta la Puglia un decesso con covid, in provincia di Brindisi.

    Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati effettuati 111.946 test.

    Altri 119 pazienti risultano guariti per un totale di 2.590; sono, invece, 1.395 gli attualmente positivi.

    Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.481, di cui 513 nella provincia di Lecce.

    IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 28 MAGGIO

     

  • Presicce – Acquarica: Vigili urbani spengono incendio
    Thu, 28 May 2020 10:38:02

    Un incendio è divampato nella giornata di ieri, in via Kennedy, in località Acquarica del Comune unito di Presicce-Acquarica.

    L’agente Giacinto Imperiale

    L’agente di Polizia Locale,  Giacinto Imperiale, con grande spirito di abnegazione senza lasciarsi intimorire dalle fiamme ha raggiunto la base delle volute di fumo, dove le sterpaglie ardevano alimentate dalla brezza e dall’erba secca, ed ha messo in sicurezza la cabina elettrica (foto grande in alto) evitando rischi per l’incolumità dei cittadini residenti.

    Nel frattempo la collega e vice-comandante Agnese Rosafio, provvedeva alla viabilità.

    La Comandante Sheila Monsellato

    «Alle ore 12,30 circa durante lo svolgimento del servizio di controllo del mercato settimanale in località Acquarica», ha dichiarato in una nota la Comandante della Polizia Locale, Ten. Sheila Monsellato, «la pattuglia in servizio notava del fumo nero provenire da un fondo ubicato in via Kennedy.

    Giunti sul luogo, gli agenti in servizio vedevano il propagarsi di un incendio lungo il canneto presente sul fondo stesso, allertavano immediatamente la locale Protezione Civile in supporto ai vigili del fuoco, già chiamati da privati cittadini e, nelle more,  procedevano a mettere in sicurezza l’intera area.

    In particolare,  vista la potenziale pericolosità dell’incendio, stante anche la presenza di una cabina elettrica, Imperiale provvedeva, con acqua e secchi messi a disposizione dai frontisti, a contenere il fuoco in attesa dell’arrivo dei soccorsi».

  • Covid, Lopalco: «Giugno mese decisivo»
    Thu, 28 May 2020 08:26:40

    «Siamo tornati a controllare la curva epidemica, questa volta per vedere, forse con un po’ di timore, se torna a salire, dopo le riaperture e dopo qualche week-end di libera-tutti che preoccupa per il suo impatto. Eventualmente, però, ne vedremo gli effetti in ritardo: dato i tempi di manifestazione dei sintomi dal contagio, i 14 giorni assunti a riferimento, non vedremo subito quello che è successo».

    È questa, in sintesi, l’analisi dell’epidemiologo salentino Pier Luigi Lopalco, responsabile della task force pugliese per l’emergenza sanitari, oltre che professore ordinario di Igiene all’Università di Pisa.

    Secondo quanto dichiarato dall’epidemiologo alle agenzie di stampa, «è imprevedibile quello che può essere l’esito di questa riapertura con poche cautele. Potrebbe non sviluppare nulla, soprattutto in quelle regioni in cui la circolazione del virus, come nelle isole, è molto bassa, così come potrebbe aver riacceso dei focolai epidemici ma di questo ce ne accorgeremo a metà giugno, non prima».

    Intanto le riaperture continuano, dopo quelle di palestre, centri sportivi e piscine (25 maggio) , il 3 giugno con ogni probabilità riprenderà la mobilità tra le diverse regioni e da metà giugno dovrebbero riaprire cinema e teatri.

    Così Lopalco: «Giugno sarà un mese chiave, decisivo per fare davvero il punto della situazione e capire quale sarà la nostra nuova normalità, quale strategia possiamo portare avanti. Al momento è assolutamente d’obbligo usare qualche precauzione e cautela ma escluderei», rassicura il prof. Lopalco, «una ripresa di circolazione del virus come quella di marzo perché ora siamo preparati. Potremo subire un aumento dei casi, una ripartenza della circolazione del virus, ma l’impatto sulla salute pubblica non sarà paragonabile a quanto avvenuto a marzo. Gli ospedali sono pronti, la sorveglianza sul territorio funziona abbastanza bene, non è paragonabile la situazione in cui siamo ora rispetto a qualche mese fa: eravamo sguarniti, non eravamo preparati. Abbiamo imparato tante cose sia su come cercare il virus che come curarlo. La situazione è completamente diversa».

    Pierluigi Lopalco, direttore della Task Force per l’emergenza da Covid 19 in Puglia

    Anche il virus è cambiato, perdendo parte della sua aggressività? «Difficile avere certezze», secondo il luminare salentino, ma «è sicuramente un’ipotesi di lavoro importante. Quando parliamo di attenuazione si può fare riferimento sia alla possibilità che un ceppo virale abbia preso il sopravvento e che sia un ceppo meno virulento, sia ad una attenuazione dal punto di vista epidemiologico. Ad esempio, il virus ora circola tra soggetti asintomatici, e un asintomatico ha comunque una capacità di contagiare molto più bassa rispetto a qualcuno che ha febbre, tosse e che ha quindi una carica virale molto alta. Il fatto che ora il virus circoli tra soggetti con cariche virali infettanti più basse ha un suo significato: se infetto con un carica bassa è diverso se infetto con una carica alta, e magari sono un anche soggetto anziano e con precedente patologia. La circolazione del virus cambia completamente se avviene tra giovani asintomatici o se avviene in una casa di riposo per anziani».

    Il timore che oggi stiamo vivendo è che i cosiddetti «giovani della movida al momento si stiano contagiando fra di loro», per questo «ci vorrà tempo per capire se questo porterà poi effettivamente ad un aumento di casi sintomatici, deve prima raggiungere una fetta di popolazione più debole rispetto al virus. Quando i figli lo trasmetteranno ai genitori e ai nonni. Speriamo di no».

    Lopalco però avverte anche chi si ritiene fuori pericolo a prescindere: «Anche un giovane si ammala e una polmonite virale non è uno scherzo. È vero, i deceduti sono rari tra i giovani ma una polmonite virale non è comunque una passeggiata. Potrebbe lasciare anche degli esiti. Senza contare che i problemi che dà questo virus non sono solo respiratori, sono sistemici, a carico soprattutto dei reni e dell’apparato cardiovascolare». Giovane avvisato…

    In tanti parlano di effetto harvest: «È una ipotesi di tipo puramente epidemiologico», spiega l’epidemiologo, «secondo cui la prima ondata ha colpito le fasce più deboli e ora il serbatoio delle fasce più deboli, purtroppo anche drammaticamente, si è svuotato. Quindi il virus ha iniziato a circolare in una popolazione più sana, più giovane e automaticamente l’effetto è molto meno evidente».

    Altro elemento complice di una possibile  attenuazione del virus potrebbe essere il caldo che «potrebbe diminuire la capacità di trasmissione del virus negli ambienti esterni. Anche questa è una ipotesi che va avvalorata. Due elementi: in condizioni di temperature mite o calda una persona è meno suscettibile alle infezioni respiratorie mentre il freddo, il raffreddamento, aumenta la suscettibilità alle infezioni respiratorie. E poi c’è il sole: il sole è il più potente dei disinfettanti. Ogni virus in un ambiente esterno irradiato non resiste».

    Ecco perché si parla di “stagionalità” del virus. Quindi «imparare e mettere in pratica le buone norme di comportamento è fondamentale perché non si sa a settembre, a ottobre cosa succederà».

    Per il prof. Lopalco, «la parola chiave è monitoraggio. E le decisioni vanno prese volta per volta in base ai risultati di questo monitoraggio. Quello che noi sappiamo oggi potrebbe non esser più valido tra un mese».

    Intanto, aspettiamo i numeri di giugno. L’epidemiologo salentino si dice «moderatamente ottimista perché la prima ondata è sicuramente passata, e per questa potenziale seconda ondata siamo molto più preparati».

  • Droga in camera da letto: denunciato uomo di Taurisano
    Thu, 28 May 2020 08:22:52

    A Taurisano i carabinieri della locale Stazione unitamente al personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Puglia”, hanno denunciato per detenzione e spaccio un uomo del posto.

    A seguito di perquisizione personale e domiciliare è stato colto in possesso di due involucri ben nascosti in camera da letto.

    All’interno degli involucri 9,5 grammi di marijuana.

  • Tricase: si dimette l’assessore Peluso
    Wed, 27 May 2020 16:01:20

    Mattinata movimentata a Tricase iniziata con il consiglio comunale saltato per mancanza di numero legale e annesse polemiche e rivelazioni da parte del sindaco Carlo Chiuri che promettono scintille per le prossime ore.

    Sempre stamattina è arrivata la lettera di dimissioni protocollata dall’assessore Lino Peluso che già di per sé avrebbero messo pepe alla vita politica tricasina ma di certo non sono state l’unica notizia di giornata.

    CONSIGLIO COMUNALE SALTATO

    Il sindaco Carlo Chiuri

    Dall’opposizione arrivano critiche feroci per il consiglio comunale saltato accompagnate da tanto di «vergogna istituzionale» e «fuggi fuggi generale»

    «Il sindaco e quel che resta della maggioranza non si sono presentati», ha tuonato il consigliere Nunzio Dell’Abate, «ed il consiglio comunale è andato deserto dopo un’ora di vana attesa sulla piattaforma on line».

    «L’ultimo consiglio», aggiunge Dell’Abate, «risale al 30 dicembre scorso, ormai resta ben poco di democrazia e partecipazione. Un’amministrazione che non ha più niente da dire o meglio non lo ha mai avuto».

    Poi ha ironizzato: «Pacificazione & Cambiamenti risuonano grottescamente dai palchi elettorali di 3 anni fa».

    Il sindaco Chiuri non si lascia pregare e la replica è diretta senza mezzi termini o giri di parole: «Dicono sempre di essere maggioranza eppure oggi non sono riusciti a raggiungere il numero legale». Poi spiega: «Era noto che quest’oggi molti di noi avevano impegni e che il Consiglio sarebbe saltato anche perché da quanto mi riferiscono una vera intesa sulla data del consiglio non è mai stata raggiunta».

    «DA CHIARIRE POSIZIONE DI UN CONSIGLIERE DI OPPOSIZIONE»

    Ma non è tutto perché il sale Chiuri lo mette sulla coda, lasciando intendere la presenza di criticità circa la presenza in consiglio di un membro dell’opposizione: «Comunque prima di prendere qualunque decisione in ambito consiliare va chiarita la posizione di un componente dell’Assire portata alla attenzione, mia e del presidente del consiglio Dario Martina, dagli Uffici e da chiarire al più presto». L’impressione è che nelle prossime ore continueremo a vederne delle belle…

    LE DIMISSIONI DI PELUSO

    L’assessore Lino Peluso

    Ma andiamo con ordine partendo dalle dimissioni dell’assessore Peluso che non ha risparmiato bordate nell’atto che nelle sue intenzioni dovrebbe essere quello finale della sua esperienza a Palazzo Gallone: «Rassegno inderogabilmente le dimissioni dalla carica di assessore comunale», ha scritto, «che ho rivestito con entusiasmo e spirito di sacrificio e abnegazione dal 17 luglio 2017. Più volte sono stato tentato di fare questa scelta ma sono tornato sui miei passi», racconta, «perché, nonostante i tanti problemi, ho ritenuto opportuno andare avanti per il rispetto di chi, dandomi fiducia, mi ha dato la possibilità di rappresentarlo nelle istituzioni».

    «Quando decisi, per la prima volta, di scendere in campo», ha aggiunto Peluso, «lo feci con la consapevolezza di operare per il meglio della città, per tutti i concittadini e senza guardare il colore della bandiera. Ho constatato, però, che non per tutti vale questa regola. Per me stata una continua sofferenza, culminata a in scelte contro la mia stessa volontà per salvaguardare un gioco di squadra che, ahimè, squadra non è stata per nulla. Ho notato, purtroppo, che chi dovrebbe impegnarsi per tutelare e salvaguardare tutti i propri concittadini non lo fa o lo fa tenendo conto di pregiudizi. Soprattutto in questo ultimo periodo ho avuto l’impressione che qualcuno sia venuto meno il proprio ruolo di rappresentante istituzionale, giocando sul futuro e sul destino di Tricase. Io questa volta», la bordata finale, «per lo stesso senso di responsabilità nei confronti dei miei compaesani, devo allontanarmi da questo modo di fare politica, che politica non è».

    Al momento il sindaco preferisce non commentare le dichiarazioni dicendo di preferire «incontrare prima Peluso e parlarci di persona. Oggi purtroppo per la concomitanza di diversi impegni non è stato possibile ma lo faremo al più presto». Il sindaco ha anche detto di «comprendere il periodo di grande responsabilità e forte stress che tutti abbiamo vissuto e stiamo vivendo».

    Giuseppe Cerfeda

  • Per il Salento altro giorno senza casi positivi
    Wed, 27 May 2020 14:48:34

    Dieci nuovi casi in Puglia e tutti nel foggiano.

    È questo il responso del bollettino Epidemiologico odierno emesso dalla Regione Puglia.

    Registrato anche un nuovo decesso nel covid, si tratta di un brindisino.

    Nelle ultime ore 24 ore sono stati 2.626 i test registrati così, considerati i 10 casi del foggiano, il tasso di postività si attesta allo 0,38%.

    Dall’inizio della pandemia  sono stati effettuati 109.499 test.

    Nelle ultime 24 ore risultano guariti altri 35 pazienti così il totale dei guariti sale 2.471; sono invece 1.513 gli “attualmente positivi”.

    Dall’inizio del contagio il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.479 di cui 511 nella Provincia di Lecce.

    Con riferimento alla situazione in provincia di Foggia e in particolare al focolaio individuato il 24 maggio del nucleo familiare di 5 persone risultato positivo al coronavirus, il direttore della ASL di Foggia Vito Piazzolla ha comunicato di aver sottoposto a sorveglianza sanitaria 83 persone che quindi si trovano in isolamento.

    Al momento sono risultate positive altre 9 persone.

    Delle persone positive nell’ambito di questo focolaio, 3 hanno avuto necessità di ricovero.

    Le altre sono in quarantena domiciliare e le loro condizioni di salute sono buone.

    IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 27 MAGGIO

  • Tessitura del Salento: futuro a rischio per 113 lavoratori 
    Wed, 27 May 2020 07:52:57

    Stop all’anticipo degli ammortizzatori sociali e futuro a rischio per i 113 lavoratori di “Tessitura del Salento Industriale”.

    Nel corso della riunione da remoto convocata su richiesta dei sindacati di categoria Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil, l’azienda tessile di Melpignano ha annunciato di non essere più disponibile ad anticipare la cassa integrazione straordinaria ai dipendenti e ha anche comunicato che non ci sarebbero più le condizioni per garantire i livelli occupazionali a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

    Il 22 dicembre scorso, a Roma, si era raggiunto l’accordo tra azienda e sindacati, alla presenza del presidente della Task force regionale Leo Caroli, per la proroga di un anno della cig straordinaria per Contratto di solidarietà, con una riduzione dell’orario di lavoro fino ad un massimo del 60%.

    Tuttavia, spiegano i segretari generali di Filctem, Femca e Uiltec di Lecce Franco GiancaneSergio Calò Fabiana Signore, «non si comprende la ragione del ritardo, da parte del Ministero, nell’approvazione della Cigs per Tessitura del Salento. L’azienda in questi mesi ha anticipato i soldi, ma l’iter risulterebbe ad oggi bloccato, stando a quanto ci riferiscono i rappresentanti aziendali, ragione per la quale non è più disponibile ad anticipare le somme dell’integrazione salariale.  Una situazione che, se non sarà sbloccata in tempi rapidi, non ci consentirà di chiedere nemmeno la Cig ordinaria per Covid19 per tutti i lavoratori, per i quali il futuro si preannuncia molto difficile. Abbiamo quindi preso atto della decisione dell’azienda in attesa di capire le ragioni di questo ritardo da parte del Ministero, ma abbiamo chiesto che nel passaggio da azienda ad Inps non vi siano mesi di scopertura economica per i lavoratori».

    «Di fatto», riferiscono ancora i sindacati, «abbiamo impiegato gli 80 minuti del video-collegamento per discutere di questo, senza avere alcuna rassicurazione rispetto alle prospettive produttive e occupazionali. Pertanto chiediamo la convocazione urgente della Task force regionale»,  concludono, «affinché siano messe in campo tutte le iniziative necessarie a salvaguardare i posti di lavoro».

  • 16,5 milioni per gli universitari
    Wed, 27 May 2020 07:41:45

    Ci riteniamo soddisfatti per lo stanziamento, come dichiarato dall’assessore regionale per il diritto allo studio Sebastiano Leo, di 16,5 milioni per gli studenti e le studentesse universitarie che stanno affrontando, in questo particolare momento, difficoltà economiche non indifferenti.

    Di questi, 12 milioni saranno destinati al raggiungimento della copertura totale delle borse di studio Adisu per il prossimo anno accademico, dato importantissimo per garantire a tutti di poter accedere ai corsi di laurea degli atenei pugliesi, indipendentemente dalle proprie capacità economiche.

    «Siamo, inoltre, particolarmente felici dello stanziamento dei restanti 4,5 milioni», fanno sapere dall’Udu, «per la realizzazione della nostra proposta di istituzione di un bonus, volto al contrasto delle problematiche scaturite da questa emergenza ed in particolare volte a supportare la didattica a distanza e la connettività di rete, che sarà di ben 500 euro a studente».

    Come Studenti Indipendenti – Udu, «pur essendo indubbiamente gratificati dall’attuazione di queste misure e dal proficuo e costante dialogo con l’assessore Leo, non possiamo esimerci dal sostenere che queste misure, per quanto consistenti, non siano in grado di arginare le problematiche economiche dell’intera comunità studentesca».

    «Si tratta indubbiamente di un consistente passo in avanti, ma non possiamo fermarci qui», dichiarano dal coordinamento dell’associazione, «la platea cui queste misure si rivolgono risulta particolarmente limitata. Saranno infatti dirette ai borsisti, soprattutto a quelli con Isee sotto i 10 mila euro. Una soglia davvero bassa, che non può sicuramente essere d’aiuto alla gran parte di quelle famiglie che, in questo particolare momento storico, si sono ritrovate per mesi senza introiti ed ora devono pagare le tasse universitarie e gli affitti di case di cui al momento non fruiscono. Sono necessarie misure di più ampio respiro. Il diritto allo studio non può essere garantito se per molti si profila l’ipotesi della rinuncia agli studi a causa delle difficoltà economiche. Tutelare le solo fasce di reddito più basse, per giunta i soli borsisti, non dà garanzie a quanti hanno visto a causa della pandemia il crollo dei propri redditi. Qui sta nascendo una nuova categoria di studenti, quella dei nuovi poveri, che ha bisogno di altrettante ed altrettanto urgenti tutele”.

    Sono necessarie ed imprescindibili ulteriori misure, principalmente sul fronte affitti e sul fronte tassazione, entrambi ambiti per i quali abbiamo avanzato le nostre richieste agli organi competenti», dichiara Lorenzo D’Amico, portavoce Udu Lecce, «è inoltre necessaria una rimodulazione dei criteri d’accesso alle borse di studio per il prossimo anno accademico, ma anche una rimodulazione dei criteri di conferma delle borse di studio attualmente erogate. Come sindacato non ci fermeremo di fronte ai risultati ottenuti, il lavoro da fare è ancora tanto ed auspichiamo che Università e Regione ne siano consapevoli e continuino ad ascoltare le esigenze di una classe studentesca in enorme difficoltà».

  • Aggressione a colpi di martello
    Tue, 26 May 2020 17:44:43

    Nel pomeriggio di oggi, gli Agenti in servizio presso la Sezione Volanti della Questura di Lecce hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, K. M., 24enne gambiano, per lesioni aggravate.

    Cittadini di passaggio, hanno segnalato alla sala operativa della Questura, un aggressione in corso in via Duca degli Abruzzi.

    Sul posto gli agenti intervenuti hanno trovato uno straniero steso per terra e addosso a lui un altro ragazzo di colore che lo picchiava violentemente con pugni in varie parti del corpo, mentre la vittima cercava con entrambe le mani ti tenergli bloccato il braccio sinistro nel quale brandiva un martello.

    Immediatamente i poliziotti hanno fermato l’aggressore e chiesto l’intervento del 118.

    I sanitari hanno diagnosticato alla vittima traumi e ferite sugli arti e alla fronte giudicate guaribili in 10 gg.

    I motivi dell’aggressione potrebbero essere riconducibili a questioni inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

    L’aggressore è stato inoltre sottoposto a perquisizione e nello zaino in suo possesso è stato anche trovato un cacciavite.

    Alla luce di quanto accaduto, K.M. è stato tratto in arresto per lesioni aggravate dall’uso di un’arma impropria e possesso di oggetto atto ad offendere e condotto, come disposto dal P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, dott. Alberto Santacatterina,  agli arresti domiciliari.

  • Fiamme sulla litoranea: canadair in azione
    Tue, 26 May 2020 16:34:19

    Vento forte di tramontana qualche incosciente che rischia più o meno volutamente e il gioco è presto fatto: torna nel Salento, in una zona spesso teatro di vasti incendi, l’incubo delle fiamme che divorano ettari di vegetazione.

    Canadair, e camion dei vigili del fuoco sono giunti lungo la strada provinciale 358 chiusa al traffico nel tratto che conduce da Porto Badisco a Santa Cesarea Terme.

    I caschi rossi stanno affrontando le difficoltà di una giornata molto ventosa che rende difficili le operazioni di messa in sicurezza.

  • Covid: solo due nuovi positivi in tutta la Puglia
    Tue, 26 May 2020 15:08:05

    Giornata molto positiva riguardo ai dati del contagio covid in Puglia. Appena due casi, uno nella Bat e uno in provincia di Brindisi su 2.203 test registati con un tasso di incisività pari allo 0,09%.

    Ancora una volta, dunque resta indenne da nuovi casi la provincia di Lecce che però registra un nuovo decesso con covid (sono tre in tutta la Puglia)

    Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 106.873 test.

    Sono 2.436 i pazienti guariti mentre sono 1.539 i casi attualmente positivi.

    Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.46 di cui, 511 nella Provincia di Lecce.

    IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 26 MAGGIO

  • RSSA “La Fontanella” di Soleto: revocata autorizzazione
    Tue, 26 May 2020 15:05:37

    La Regione Puglia ha avviato il procedimento per la revoca dell’autorizzazione al funzionamento della RSSA “La Fontanella” di Soleto.

    Lo si legge nella nota odierna della direzione generale dell’Asl leccese, dove si fa riferimento alla “determina numero 125 del 26 maggio 2020”.

    La revoca dell’autorizzazione, si specifica nella nota, è “preludio alla chiusura della struttura”.

    Struttura che, lo ricordiamo, ha contato ben 23 decessi con covid tra i suoi ospiti.

    I destinatari del procedimento ora avranno “10 giorni per eventuali controdeduzioni”.

    Nel contempo, stante la sospensione dell’attività, è stato disposto il trasferimento degli ospiti rimasti in altre idonee strutture. A tal fine “i servizi competenti dell’azienda sanitaria hanno acquisito la disponibilità di alcune strutture operanti sul territorio e, conseguentemente, nei prossimi giorni, di concerto con le famiglie, si provvederà al trasferimento degli ospiti stessi”.

  • Schianto sulla 101: marito e moglie in ospedale
    Tue, 26 May 2020 14:32:38

    Grande spavento in mattinata sulla statale 101 per una coppia di coniugi protagonista di un violento incidente stradale.

    Marito e moglie erano a bordo della loro Fiat Panda nei pressi di Nardò, in direzione Gallipoli, quando sono stati tamponati da una Opel Astra. Non ancora chiara la dinamica del sinistro che, però, pare essersi verificato durante una manovra di sorpasso.

    Il retrotreno della Fiat Panda è andato completamente distrutto. Le vetture ammaccate hanno occupato la carreggiata per tutto il tempo necessario ai soccorsi ed alla rimessa in sicurezza dell’area.

    Per sua fortuna la moglie dell’uomo alla guida della Panda (un 83enne di Galatina) sedeva sul sedile anteriore e non sul retro. Dopo il sinistro la coppia è stata trasportata in due ospedali differenti in codice giallo: a Copertino lui, a Lecce lei.

    La stradale si è occupata dei rilievi finalizzati alla completa ricostruzione dell’accaduto.

  • Tricase Porto: sub deceduto per sincope da apnea prolungata
    Tue, 26 May 2020 11:14:28

    Sincope da apnea prolungata: sarebbe stata questa la causa del decesso di Davide D’Alessandro, il sub 28enne di Racale, morto durante una battuta di pesca a Tricase Porto.

    È questo il risultato dell’esame cadaverico esterno eseguito dal medico legale Alberto Tortorella.

    La salma intanto è stata restituita ai familiari e questo pomeriggio si svolgeranno a Racale, i funerali di Davidino, così come lo chiamavano gli amici.

    Intanto proseguono le ricerche per ritrovare il fucile di Davide,su cui era installata una telecamera Gopro Hero3, che potrebbe fare ulteriore luce su quanto avvenuto in zona “Isola” quel maledetto sabato pomeriggio.

  • Tricase, commissione urbanistica: le richieste dell’opposizione
    Tue, 26 May 2020 08:17:49

    Con una nota inviata al presidente della seconda commissione lavori pubblici e urbanistica, Luigi Giannini, i consiglieri comunali di opposizione membri della stessa chiedono, nella seduta convocata per giovedì 28 maggio, l’inserimento e la trattazione di alcuni argomenti considerati “impellenti per i bisogni della cittadinanza e che fermi da tempo dimostrano l’inerzia dell’amministrazione Chiuri”.

    I consiglieri Fernando Dell’Abate, Giuseppe Peluso, Vito Zocco, Maria Assunta Panico e Alessandro Eremita, anche a nome dei colleghi Federica Esposito, Dario Martina e Nunzio Dell’Abate, chiedono che siano affrontati, nello specifico, i seguenti punti:

    • “La messa in sicurezza dell’incrocio tra via Einaudi e via Mons. Martella che, immettendo nella frazione di Depressa con provenienza dal capoluogo, è stato teatro di tanti incidenti anche mortali. Dopo 6 mesi dal Consiglio, che aveva visto l’assenso per la realizzazione della rotatoria di Lucugnano con i voti determinanti della minoranza, nel quale lo stesso Giannini aveva garantito l’immediata discussione in commissione dell’incrocio in oggetto nulla ancora si è mosso”;
    • Sempre nella stessa frazione la risoluzione, attraverso la realizzazione di opere di raccolta acque meteoriche, dell’annoso problema che vede via Einaudi, alla prima pioggia, divenire una insidia per la sicurezza degli automobilisti in transito e dei residenti nella zona. La maggioranza ha sempre ritenuto questo un tratto stradale di competenza provinciale senza rendersi conto che, invece, ricadendo in un’area urbana, gli ambiti di intervento sono esclusivamente a carico del comune;

    Questi insieme a tanti altri argomenti mai approfonditi”, attaccano il consiglieri di opposizione, “dimostrano l’incapacità della maggioranza nell’affrontare e portare a soluzione problemi che impattano quotidianamente sulla vita dei nostri concittadini i quali attendono, ormai invano, una seria risposta”.

    Viste le attuali norme vigenti nel contrasto all’epidemia da Covid-19 e poiché le commissioni sono pubbliche, gli stessi Consiglieri chiedono che la seduta, convocata in videoconferenza, “sia trasmessa in diretta streaming e a questa sia data idonea pubblicità”.

  • L’esilarante video di don Flavio, parroco di Tricase, a Striscia la Notizia
    Mon, 25 May 2020 20:10:20

    Dal paese alla ribalta nazionale.

    Il simpatico video di don Flavio, parroco della chiesa matrice di Tricase, è finito tra i “pasticcini” di Striscia la Notizia.

    Il programma di Antonio Ricci manda in onda ogni sera chicche prese dal web. Oggi, tra queste, rientra lo sketch di Don Flavio che, in corrispondenza della riapertura delle chiese ai fedeli sotto precise disposizioni anticovid, ha pubblicato sui social un video in cui impartisce istruzioni a mo’ di assistente di volo.

  • Covid: anche oggi provincia di Lecce indenne
    Mon, 25 May 2020 15:02:32

    Undici nuovi casi positivi un Puglia, proprio come ieri. E proprio come ieri nessun caso in provincia di Lecce.

    A cambiare è soprattutto il tasso di positività salito fino all’1% perché è diminuito il numero dei test registrati (1.091) ma va sottolineato che 7 dei 9 casi si sono registrati in provincia di Bari, gli altri due in provincia di Taranto.

    Quattro i decessi con covid: 3 nella Bat, uno in provincia di Foggia.

    Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 104.670 test.

    Sono 2.298 i pazienti guariti; 1.678 gli attualmente positivi.

    Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio della pandemia è di 4.467, di cui 511 nella Provincia di Lecce.

    IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 25 MAGGIO

  • Ritrovata refurtiva di rapina a sartoria
    Mon, 25 May 2020 15:01:56

    I carabinieri della locale Stazione hanno rinvenuto in un casolare abbandonato, in località Simini, agro di Cavallino, numerosi sacchi contenenti articoli di merceria, due macchinari adibiti a lavorazioni sartoriali e 12 espositori in legno completi di merce varia.

    Il materiale ritrovato è il bottino di un furto avvenuto a Lecce il 15 maggio scorso presso una sartoria di via Marconi, regolarmente denunciato.

    La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

  • Sub deceduto a Tricase Porto: si cerca fucile
    Mon, 25 May 2020 10:24:36

    Sono trascorse poco più di 24 ore dal ritrovamento del corpo senza vita di Davide D’Alessandro, l’apneista 28enne di Racale, deceduto a Tricase, nello specchio d’acqua antistante quello scoglio che tutti conoscono come l’Isola.

    In attesa di conoscere le reali cause del decesso, arriva l’appello rilanciato anche sui social da alcuni amici di Alessandro, rivolto a chiunque dovesse imbattersi nel fucile da pesca del sub.

    Fucile fornito di telecamera Gopro Hero3 e che, quindi, in attesa dell’autopsia, potrebbe fare definitivamente luce su quanto accaduto sul fondale tricasino.

    Se in questi giorni andrete a pescare nel tratto di costa tra Otranto e Leuca”, scrive Giovanni M. sul proprio profilo facebook, ricordando l’amico, “e ritrovate il fucile in foto del nostro Davidino portatelo urgentemente ai carabinieri per la visione dei filmati”.

  • Non si fermano all’alt, inseguimento tra le vie del paese
    Mon, 25 May 2020 08:48:14

    Non si sono fermati all’alt dei carabinieri ed hanno provato a darsi alla fuga a bordo della loro auto tra le vie del centro abitato di Caprarica di Lecce.

    Il loro goffo tentativo, però, è stato presto frustrato dai militari dell’Arma che li hanno bloccati.

    È bastata una perquisizione personale e domiciliare della coppia di 32enni per capire il perché del loro tentativo di scappare.

    I carabinieri, infatti, con l’ausilio dell’unità cinofila della Guardi di Finanza di Lecce hanno rinvenuto rivenivano 0,25 grammi di marijuana, 20,50 grammi di cocaina, 90 grammi di hashish e 400 euro in contanti.

    Arrestati in flagranza di reato Pantaleo Mazzeo e Rossella Maria Fuso, come detto entrambi di 32 anni, di Caprarica di Lecce.

    Dopo le formalità di rito Mazzeo è stato accompagnato presso il carcere di Lecce, la compagna invece è stata sottoposta agli arresti domiciliari.

  • “Il turismo oggi: una sfida difficile, ma esaltante”
    Mon, 25 May 2020 07:38:36

    Mons. Vito Angiuli ha scritto una lettera a tutti gli “operatori ed operatrici del turismo”: “Voi avete la grande responsabilità di guarire le persone dalla paura che ora le attanaglia

    Di seguito la lettera del Vescovo di Ugento – Santa Maria di Leuca.

    Carissimi operatori e operatrici nel mondo del turismo, in  questo  momento  delicato  di  ripresa,  seppur  con  tante  incertezze,  vorrei farvi  sentire  la  vicinanza  e  il  sostegno  della  nostra  Chiesa  di  Ugento  –  S.  Maria  di Leuca.  Homo  viator,  diceva  il  filosofo  francese  Gabriel  Marcel. 

    Con  questa definizione, egli intendeva dire che è nella stessa natura dell’uomo essere viandante e viaggiatore.

    “Viator”  è colui che si mette in cammino e  percorre la via, un sentiero ben tracciato  e individuabile nel territorio.  Ed  è  nel viaggio che  si  aprono orizzonti di senso  attraverso  l’incontro  con  l’altro  e  con  la  bellezza  che  ci  circonda,  con  la maestosa  luminosità  del  nostro  territorio,  dei  nostri  monumenti  e  delle  nostre Chiese barocche.

    Mons. Vito Angiuli

    In questo tempo, però, tutto ci sembra incredibilmente più difficile. Infatti, la fatica  di  pianificare,  gli  spostamenti  bloccati  e  il  distanziamento  sociale  rendono difficile non solo il viaggiare ma anche l’accogliere.

    Vorrei,  però,  invitarvi  a  guardare  a  questo  tempo  come  a  un’occasione  di creatività e di alleanza per costruire buone pratiche di valorizzazione del bello e di fruizione del nostro territorio. Voi, operatori e operatrici nel turismo, oggi avete la grande  responsabilità   –  attraverso  le  esperienze  e  i  servizi  che  proponete  –   di guarire  le  persone  dalla  paura  che  le  attanaglia  e  dalla  diffidenza  nei  confronti dell’altro attraverso l’offerta di una bellezza che guarisce.

    Voglio  assicurarvi  che  come  Chiesa  vi  siamo  vicini:  è  il  momento  in  cui  la creatività e lo spirito di sacrificio, che hanno sempre caratterizzato la nostra terra, ed i tesori  artistici  e  paesaggistici  che  custodiamo,  possono  spingerci  a  guardare  con fiducia ai prossimi mesi.

    Sarà una stagione economicamente difficile, ma vogliamo sperare che sia umanamente arricchente.

    Ritorneremo  a  viaggiare  ma  anche  ad  accogliere,  cominciando  dalla  nostra terra per poi raggiungere presto anche mete lontane. Ma ciò che aiuterà il mondo del turismo a rinascere sarà il rendere possibile l’esperienza di quella “Bellezza che salva il mondo e l’umanità” e che sapremo tradurre in racconti e in proposte.

    Si  apre  davanti  a  tutti  noi  una  difficile,  ma  esaltante  sfida  da  non  perdere!

    Soprattutto  se  sapremo  affrontarla  insieme  per  il  bene  della  nostra  terra  e  della nostra gente”.

  • Anche ad Andrano è Maggio dei Libri
    Mon, 25 May 2020 06:55:56

    Il Comune di Andrano, nonostante il difficile periodo causato dall’emergenza sanitaria da Covid-19, che ha paralizzato qualsiasi attività, continua il percorso culturale attraverso l’organizzazione di un ricco calendario di eventi che si inseriscono nel manifesto de “Il Maggio dei Libri”.

    Quella de “Il Maggio dei Libri” è una campagna nazionale, nata nel 2011, con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento fondamentale per la crescita personale, culturale e civile. Essa intende portare all’attenzione autori e libri diversi da quelli tradizionali per esplorare le nuove tendenze della lettura e della produzione letteraria.

    Quest’anno, in via eccezionale, gli eventi de “Il Maggio dei Libri” potranno continuare fino al 31 ottobre 2020.

    Gli eventi saranno gestiti direttamente dallo staff di “Ci vediamo in Biblioteca”, organizzazione di volontari che opera, ormai da diversi anni, nella Biblioteca “Don Giacomo Pantaleo”, organizzando incontri d’autore, laboratori creativi e spettacoli teatrali, con il patrocinio ed il supporto dell’amministrazione comunale.

    Il programma è stato registrato nella banca dati de “il Centro per i Libri e la Lettura”, Istituto autonomo del “Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo”, che dipende dalla “Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali”, che coordina la predetta iniziativa culturale, coinvolgendo numerosi enti. L’iniziativa del Comune di Andrano ha ottenuto il patrocinio degli organizzatori.

    “Ci vediamo in biblioteca” ed il Comune di Andrano arricchiscono con questo manifesto culturale un impegno iniziato sin dall’inizio del lockdown. Infatti, i difficili mesi non hanno bloccato i propositi culturali degli organizzatori che hanno promosso e realizzato più di tre eventi a settimana, tra presentazioni di libri, conferenze (non sono mancate quelle di approfondimento sulla difficile situazione che stiamo vivendo) e laboratori creativi.

    Gli eventi de “Il Maggio dei Libri” – così come è stato fatto per quelli passati – verranno trasmessi sulla pagina facebook di “Ci vediamo in Biblioteca”.

    Si parte quest’oggi con la presentazione degli albi illustrati di Adela Turin da parte di Anna Rita Pantaleo.

    Domani, martedì 26 maggio, Roberta Pappadà presenterà il libro  “Il Meteo visto da qui” (Kurumuny Edizioni).

    Continuando, rispettivamente il 27 ed il 28 maggio, saranno presentati “Per sempre tuo, Cirano” di Vincenzo Arena (I libri di Icaro) e “La pietra insanguinata” di Lorenzo di Lauro (Edizioni Milella).

    Il 29 maggio sarà il turno di “Dalle teorie antisemite alla Shoah. L’Olocausto in pillole” di Donato Maglio (Edizioni Akademos). “Incontri a Sud Est” di Rita Rucco (Edizioni Milella) occupa la data del 30 Maggio.

    Il 31 maggio, sarà la volta di “Pellegrino tra gli stormi” di Carlo Alberto Augieri (Edizioni Milella).

    Da rimarcare la partecipazione anche di Paolo Borrometi, giornalista sotto scorta a causa di numerose minacce di stampo mafioso, con il suo “Il sogno di Antonio” (Edizioni Solferino)  l’11 Giugno 2020.

    Sono stati inseriti nel calendario due altri eventi: la “Maratona Virgiliana” (lettura integrale de “l’Eneide” di Virgilio) del 5 settembre e la rassegna letteraria “Dal secolo all’eternità”, che racconterà gli scrittori Isaac Asimov, Gesualdo Bufalino, Charles Bukowski e Gianni Rodari.

    Gli ultimi due appuntamenti verranno trasmessi alle ore 19, tutti gli altri menzionati inizieranno alle ore 19,30.

    Il sindaco Salvatore Musarò

    Teniamo moltissimo alla promozione culturale e, sin dal nostro insediamento di un anno fa, abbiamo deciso di impegnarci, programmando eventi culturali di vario genere. Ringrazio ancora il gruppo di “Ci vediamo in Biblioteca” per il loro servizio prezioso”, commenta il sindaco di Andrano, Salvatore Musarò, “Il Maggio dei Libri è una delle tante offerte culturali che continueremo a  promuovere”.

    Il periodo difficile non ci ha impedito e non ci impedirà di dare linfa alla vita culturale della nostra comunità”, gli ha fatto eco il consigliere delegato alla cultura, al turismo ed al rapporto con le associazioni, Donato Accoto, “il Maggio dei libri è un fitto calendario di appuntamenti di grande spessore e, sin d’ora, intendo ringraziare, a nome mio e dell’amministrazione comunale, tutti coloro che hanno offerto la loro disponibilità. L’impegno è quello di qualificare, attraverso l’aiuto di tutti, il nostro Comune con offerte culturali serie e ben strutturate. Ringrazio, dunque, “Ci vediamo in Biblioteca” e tutte le Associazioni che collaborano. Vi aspettiamo sulla pagina facebook di Ci vediamo in Biblioteca”.

  • Ugento: sembra uno squalo ma è un grande pesce luna
    Sun, 24 May 2020 16:47:30

    A primo impatto, può sembrare uno squalo.

    Per le dimensioni importanti ma anche per la grossa pinna che esce dall’acqua.

    In verità quello incontrato nelle acque di Ugento dagli occupanti di una piccola imbarcazione era un pesce luna (o mola mola), il più grande tra i pesci ossei viventi (lo squalo è un pesce cartilagineo).

    Bello e non pericoloso, a differenza degli squali. Il pesce luna si nutre di plancton, di piccoli pesci e di meduse.

    Il suo habitat naturale è rappresentato dalle acque costiere.

    Vive anche in acque tropicali e temperate fino a spingersi in acque fredde come quelle delle coste norvegesi. Può essere avvistato nel Mediterraneo e ed è diffuso a largo delle coste di Sudafrica e Australia.

    In Inghilterra è chiamato sunfish sia per le sue dimensioni sia perché durante le giornate di sole tende a salire in superficie. Si tratta di un evento eccezionale quello di avere ripreso il pesce luna in superficie, poichè quando sale dalle profondità, può passare molto tempo in attesa di ospitare, sul suo corpo, degli uccelli a caccia di piccoli organismi che si posano sul pesce per banchettare.

    Il pesce mola mola è spesso ricoperto da parassiti acquatici e per questo usa uccelli o altri piccoli pesci per ripulirsi! Nel Mediterraneo il pesce luna è presente fin dai tempi antichi.

    Il pesce luna è stato, in passato, oggetto di pesca (la sua carne è commestibile).

    E’ stato alla fine degli anni Novanta che la sua pesca è stata vietata dalla Comunità Europea e questo divieto ha permesso al pesce luna di moltiplicarsi gradualmente.

    Con questo nuovo avvistamento viene confermata la ripresa della natura che via via sta riconquistando gli spazi che l’uomo, abusando delle risorse marittime, si era illegittimamente appreso.

    Sembra quasi un invito di questo pesce placido ed innocuo a non disturbare un ambiente che a fatica ritrova il suo equilibrio.

    Le immagini spettacolari sono state girate da Gianfranco Coppola referente dello ““Sportello dei Diritti”.

    Immagini quelle del video, quantomeno rare per i mari nostrani, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti poichè in Italia è stato avvistato a largo della costa ligure dove ha intensificato la sua presenza dal 2014. In particolare a Portofino e nelle altre acque liguri poichè è il più grande predatore di meduse e, l’aumento delle temperature dell’acqua ha visto un forte incremento delle meduse che a loro volta hanno attirato il pesce luna sotto costa in Liguria.


  • "Salviamo gli Ulivi Secolari"...

    Categorie News


    Catalogati per mese:


    Gli interventi più cliccati

    Sondaggi


    Info


    Quanti siamo

    Ci sono  persone collegate

    Seguici sui Canali di

    facebook Twitter YouTube Google Buzz

    NOHINONDAZIONI

    Calendario

    < maggio 2020 >
    L
    M
    M
    G
    V
    S
    D
        
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    13
    16
    22
    23
    24
    27
    28
    29
    30
    31
                 

    Meteo

    Previsioni del Tempo