\\ Home Page : Storico : La videodenuncia (inverti l'ordine)
Di Marcello D'Acquarica (del 29/10/2012 @ 15:45:50, in La videodenuncia , linkato 1444 volte)

Notare le differenza tra la prima e la seconda foto.

A Noha, fino poche decine di anni addietro, i funerali si svolgevano dalla Chiesa di San Michele  al Camposanto, a piedi e con la bara in spalla. Poi con il passare del tempo e chissà per quali incomprensibili tagli, cominciarono a limitarsi dalla solita piazza fino alla grotta della Madonna di Lourdes. A quel punto, l’Arciprete benediceva il defunto con l’ultima aspersione di acqua santa e se ne tornava indietro con al seguito chierici, consorelle associate ed eventuali bandisti. La banda, ovviamente solo nel caso dei funerali, è da sempre appannaggio solo dei morti, diciamo così, di un certo pregio. Alla faccia dell’uguaglianza predicata prima da Cristo e poi dalla nostra benedetta Costituzione. Quelli del seguito che volevano partecipare fino in fondo alle condoglianze, naturalmente erano liberi di proseguire fino al Camposanto per la sepoltura, altrimenti il morto se ne andava (si fa per dire) per conto proprio, o nella migliore delle ipotesi,  accompagnato da pochi intimi. I vigili urbani comunque controllavano che tutto avvenisse senza intoppi.

 
Di Albino Campa (del 10/09/2012 @ 00:00:00, in La videodenuncia , linkato 1334 volte)

Dicono che il silenzio, a volte, comunichi molto di più delle parole. Però si dice anche, che se uno tace vuol dire che non ha problemi. Il più delle volte non si dicono le cose per evitare questioni, per il quieto vivere.
Noi non vogliamo infrangere nessuno di questi pensieri filosofici, quello che noi denunciamo è sotto gli occhi di tutti. Né intendiamo disturbare il lavoro di chi si occupa, o si dovrebbe occupare, del bene comune. In questo deserto di cemento e catrame il verde del giardino Madonna delle Grazie, è una folata di aria fresca, è rassicurante, ci ricorda in qualche modo che la natura è meglio di certa pseudo-civiltà. Possiamo dire che il nostro giardino è unico se non altro per le specie di piante che ospita: palmizi di vario genere, carrubi, il vecchio fico che ha visto le glorie calcistiche degli anni ’60 del secolo scorso, melograni, magnolie e tante altre specie rare. Insolito per un giardino cittadino.
Qui nelle sere d’estate, quando la calura rende la vita difficile, molte persone vengono a cercare un po’ di refrigerio.
Se pensiamo che fino ad poco più di una decina di anni addietro a Noha non c’era niente del genere dovremmo esserne felici e farne un vanto. Il condizionale “dovremmo” è legittimo poiché di fatto è come se non ci fosse, soprattutto in alcune delle sue funzioni.
-Per esempio molti marciapiede sono impraticabili per via della limitatissima larghezza;
-fontana e cestini per i rifiuti sono rotti da anni,
-la staccionata di recinzione per fortuna è quasi scomparsa del tutto perché in tutti questi anni non ha fatto altro che esporre pericolosamente enormi chiodi arrugginiti.
-Inoltre non c’è nessun cartello che separi gli spazi giochi dei bambini da quelli dedicati ai cani che fra l’altro dovrebbero essere recintati opportunamente,
- i giochi stessi sono impraticabili, divelti ed alcuni, come questo cavo d’acciaio spelacchiato, sono addirittura pericolosi. Quando piove le sedi delle aree giochi diventano un pantano e per alcuni giorni, fino a quando il sole non secca la fanghiglia, i bambini non possono avvicinarsi ai giochi. A meno di non lordarsi da capo a piedi.
In conclusione non è che con questo vogliamo essere quelli che si lamentano per il gusto di polemizzare ma solo (diciamo così) essere d’aiuto a mettere in evidenza qualcosa di importante per i cittadini e soprattutto per i loro bambini, che né più e né meno come dieci anni fa, quando il parco non esisteva, sono costretti a trasferirsi nei parchi giochi dei paesi vicini.
Ci chiediamo: ma i nostri delegati politici sono contenti di questo stato di disordine urbanistico, oppure Noha per loro è solamente un dormitorio e quindi, per non vedere, fanno come gli struzzi?

Marcello D'Acquarica

 
Di Albino Campa (del 01/09/2012 @ 23:42:32, in La videodenuncia , linkato 1285 volte)

...

 
Di Albino Campa (del 25/03/2011 @ 19:04:46, in La videodenuncia , linkato 1473 volte)

La raccolta differenziata porta a porta e i soliti furbi, coloro che si ritengono superiori alle regole e che continuano a buttare la spazzatura dove c'era il cassonetto dell'indifferenziata.

 

 

 

Presepe Vivente di Noha: graz...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< febbraio 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
15
16
19
23
24
25
26
27
28
         
             

Meteo

Previsioni del Tempo