\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di Redazione (del 28/02/2019 @ 22:02:56, in Comunicato Stampa, linkato 194 volte)

Anche quest’anno il Club per l'UNESCO di Galatina,  insieme a tutti i Centri per l'UNESCO d'Italia, aderisce alla 15a Edizione di "M'illumino di meno", Giornata Nazionale del Risparmio Energetico che si terrà il 1° Marzo 2019 in tutta Italia, promossa e sostenuta dalla Trasmissione RAI Radio 2 "Caterpillar"; in questa giornata si spegneranno le luci dei più importanti monumenti Italiani ed Europei, e le luci delle abitazioni private, come gesto simbolico di risparmio energetico; altro Tema centrale di questa 15a edizione sarà quello dell'economia circolare: riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare "il fine vita" delle cose; perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie dell'acqua minerale che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta dei giornali, una cornetta del telefono diventa una lampada, fanghi che diventano biogas. La salvezza del genere umano sulla Terra passa dall'economia circolare: riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, abolire “il fine vita”, mantenere, recuperare, rigenerare; tenere il più possibile in circolo.

Con questo spirito il Club per l'UNESCO di Galatina ha richiesto anche quest’anno il Patrocinio alla Città di Galatina, chiedendo di spegnere le luci che illuminano Piazza San Pietro e la facciata della Cattedrale insieme a quelle che illuminano la Casa Comunale; ha chiesto altresì l’adesione delle Scuole Cittadine, spegnendo nella giornata di Venerdi 1°Marzo le luci che illuminano gli Edifici Scolastici della Città; ed ha chiesto ai Dirigenti Scolastici di voler sensibilizzare gli Alunni e gli Studenti delle Scuole organizzando dei laboratori dedicati all’economia circolare.

 
Di Loredana Tundo (del 28/02/2019 @ 21:50:55, in Comunicato Stampa, linkato 274 volte)

Dopo decenni di inattività, l’Associazione Provinciale Allevatori (APA) retrocede la proprietà.

L’assessore ai Lavori Pubblici Loredana Tundo, dopo aver più volte sollecitato l’intervento dell’Associazione Provinciale Allevatori (poi assorbita dall’Associazione Regionale Allevatori) affinché venisse riqualificata la zona di loro proprietà da decenni ma di fatto ferma dai tempi del Mercato, comunica che si è giunti, con voto unanime del Consiglio Comunale (26 febbraio), ad una retrocessione concordata con l’Associazione, e che, inoltre, sono già al vaglio diversi progetti per la riqualificazione della zona.

“Campo Boario, per la posizione e per le potenzialità, è una zona che merita di essere messa in condizioni di rendere al meglio – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Loredana Tundo - La nostra idea di città passa soprattutto da iniziative di riqualificazione e riconversione di queste zone ormai ferme da anni. Ritengo sbagliato dover assistere inermi alla decadenza di queste realtà e ho ritenuto doveroso procedere alle richieste verso APA affinché curassero o in alternativa retrocedessero. Si è arrivati ad una soluzione condivisa, e ci dirigiamo verso alcuni progetti che potrebbero essere importanti.”

 

Tutto pronto per l’incontro di venerdì 1 Marzo 2019 promosso dall’Azione Cattolica dell’Arcidiocesi di Otranto che vedrà la presenza straordinaria di Agnese Moro.
Sarà l’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore Cezzi De Castro-Moro di Maglie ad ospitare una testimonianza carica di emozioni e significato.
Attraverso il racconto di ricordi di vita familiare, di discorsi politici, di lettere personali, saranno ripercorsi i diversi aspetti di un uomo, di uno statista, di un credente.
La voce di Agnese e la sua esperienza diretta permetterà di fare tesoro di parole che ancora oggi possono avere ed hanno una forte attualità per vivere l’oggi politico, sociale ed etico.
Accanto alla vita dell’uomo padre e politico si colloca l’esperienza di riconciliazione di sua figlia Agnese, protagonista, insieme ad altri, dell’incontro fra vittime e responsabili della lotta armata degli anni settanta. Un’esperienza raccontata nel Il libro dell’incontro per “ricercare una verità personale e curativa che vada oltre la verità storica, perché solo cercando insieme la giustizia, la si può, almeno un poco, avvicinare”.
L’iniziativa, che vedrà la partecipazione della cooperativa di teatro e innovazione sociale Ventinovenove, è patrocinata dalla Città di Maglie e rientra nel ciclo di incontri del progetto di formazione sociale e politica proposti dall’Associazione.

 

Catena Fiorello, torna a Galatina con Libreria Fiordilibro, Giovedì 28 febbraio ore 18,00 presso lo Chalet del Bar delle Rose per presentare il suo nuovo romanzo  Tutte le volte che ho pianto  per Giunti Editore. Catena Fiorello ama definirsi  “cuntastorie”  e cosi è, come poche sa raccontare storie, di vita e di donne straordinarie in cui nelle varie fasi della vita, ognuna si può riconoscere.

 Tutte le volte che ho pianto è un romanzo appassionato ed emozionante, sulla forza di ricominciare,  sulle seconde possibilità, per chi non ha mai smesso di credere nella vita e nell’amore nella sua accezione più ampia. La protagonista è Flora proprietaria di un bar a Messina. Nell'autunno tiepido di una Messina dalle spiagge ormai deserte, Flora corre ogni mattina sul bagnasciuga. Una disciplina che le dona calma, adesso che, a quasi quarant'anni, sta cercando di riprendere le redini della sua vita. Il matrimonio con Antonio è andato in frantumi, eppure Flora non riesce a dimenticarlo e vacilla ogni volta che lui torna a corteggiarla, alimentando le illusioni della figlia Bianca. Con un bar da gestire, una madre anziana che non ha mai superato la morte del marito e, soprattutto, la perdita della sorella maggiore Giovanna, la vita di Flora è già abbastanza complicata. Ma a scombinare ulteriormente le carte, un giorno arriva Leo, con la sua aria da James Dean e un passato che lo lega a quei luoghi. E con i suoi modi affascinanti, si insinua pericolosamente nei pensieri di Flora...

 Letture affidate a Maria Margherita Manco.

 
Di Redazione (del 27/02/2019 @ 19:37:23, in Comunicato Stampa, linkato 403 volte)

Il consiglio comunale di Galatina approva la proposta di adesione alla strategia “Rifiuti zero” la quale si inserisce nel perimetro di una politica ambientale, adottata dall’amministrazione comunale, che in poco più di 18 mesi ha raggiunto risultati importanti e continua a porsi obiettivi ambiziosi ma realizzabili.

“La strategia “Rifiuti zero” assume una doppia valenza - afferma l’Assessore all’ambiente Cristina Dettù - come momento quasi riepilogativo di un lavoro costante, ponderato e analitico svolto sin dall’inizio dell’amministrazione Amante; nello stesso tempo, individua un piano strategico e programmatico per il raggiungimento di precisi obiettivi, che fanno della nostra comunità un aggregato di cittadini virtuosi e in linea con le leggi nazionali e con le direttive comunitarie”.

L’amministrazione comunale crede fortemente nella formazione di una cultura rivolta alla salvaguardia e alla tutela ambientale, all’attuazione di buone pratiche da parte di tutti i cittadini per raggiungere buoni risultati in termini di salubrità della vita. E questa base solida che si costruisce con il sapere, la conoscenza, campagne di comunicazione e sensibilizzazione, l’attuazione di ogni forma di informazione che segua un percorso, anche di sostegno, accanto ad ogni singolo cittadino.

 
Di Redazione (del 27/02/2019 @ 19:34:10, in Comunicato Stampa, linkato 207 volte)

Da oggi parte il progetto "Piazza Wifi Italia" del Ministero dello Sviluppo Economico: un’occasione unica per tutti i Comuni italiani – e in particolare quelli con popolazione inferiore a 2.000 abitanti- per superare l’isolamento digitale e fermare lo spopolamento. Per il progetto sono stati stanziati 45 milioni di euro che permetteranno di realizzare aree wi-fi gratuite su tutto il territorio nazionale. I Comuni potranno fare richiesta di punti wifi direttamente online, registrandosi sulla nuova piattaforma web accessibile dal sito wifi.italia.it. Connettività gratuita per tutti i cittadini, per i turisti e per le imprese, significa più informazioni, più libertà, più democrazia. E significa dare la possibilità a territori in difficoltà, come ad esempio quelli colpiti dal sisma del 2016, di rinascere. Continuiamo a sostenere la crescita e lo sviluppo tecnologico in ogni area del Paese, nell’ottica della creazione di una vera Smart Nation”. Lo dichiara in una nota Leonardo Donno, portavoce alla camera dei deputati del M5S.

 
Di Redazione (del 27/02/2019 @ 19:27:18, in Comunicato Stampa, linkato 222 volte)

“SPETTACOLO UNICO ED EMOZIONANTE” E’ questo il commento dei nostri campioni, i maestri Michele Tundo e Martina Nobile entrambi pugliesi e precisamente galatinesi.
Il salento sul podio ottenendo il 1° posto per la competizione PROFESSIONISTI OVER 18 DANZE LATINO AMERICANI e il 4° posto per la competizione PROFESSIONISTI OVER 18 DANZE STANDARD.
Michele Tundo e Martina Nobile sono i maestri dell’associazione sportiva dilettantistica “MIKY DANCE TEAM” con sede in Galatina e Neviano, operano nel settore da diversi anni ottenendo da sempre ottimi risultati sia per loro che per i propri associati che sistematicamente salgono sul podio ogni anno e in tutte le competizione piu’ importanti del circuito anmb e wdc, giudici nazionali e internazionali anmb.
I maestri Michele e Martina ringraziano vivamente tutti quegli che gli sostengono e in primis il sindaco del comune di neviano, il dirigente del plesso scolastico G. Marconi e calorosi i ringraziamenti ai dirigenti anmb che hanno organizzato un evento cosi’ importante e ricco di una giuria internazionale competente formata da pluri campioni mondiali.

 
Di Redazione (del 25/02/2019 @ 18:53:53, in Comunicato Stampa, linkato 424 volte)

Il lavoro delle fototrappole continua senza sosta. Mobili e dislocate in vari punti del territorio e anche del centro urbano, sono strumenti in difesa dell'ambiente, del decoro e di una cultura "verde", sempre più attenta e sensibile alla tutela del territorio.

Ufficio Stampa Marcello Amante

 
Di Marcello D'Acquarica (del 25/02/2019 @ 18:34:08, in Recensione libro, linkato 328 volte)

Per l’esposizione dei fatti Pietro Ratto, autore de “L’Honda anomala – Il rapimento Moro, una lettera anonima e un ispettore con le mani legate” (Bibliotheka Edizioni, Roma, 2017) usa il dialogo fra i due protagonisti principali della storia, un docente universitario e il suo allievo. Quindi ad un certo punto del racconto, fa esordire cosi il docente: “Lo Stato che uccide i suoi servitori. Che schifo!”

Il libro è incentrato su una lettera anonima, in cui si fa riferimento alla strage di via Fani, 16 Marzo 1978.  La lettera arriva dopo oltre un anno dalla data di emissione sul tavolo di un ispettore della Digos a Torino. Si è tanto parlato e scritto sulla faccenda che riguarda l’omicidio di Aldo Moro, ma non si è mai fatta completamente luce sull’esatto percorso delle vicende e di tutte le persone coinvolte.

Mediante questa nuova testimonianza, vengono alla luce nuove prove certe, da collegare a quelle già esistenti.

Viene fuori un quadro generale sconvolgente, enti e persone impensabili sono coinvolte nell’eccidio: lo Stato rappresentato dal governo in carica, personaggi collegati con Mani Tese, Comunità di Emmaus, la Giovane Europa, esponenti dell’alta gerarchia delle Forze Armate, la Digos, l’Fbi, il Vaticano, la famigerata organizzazione militare denominata Gladio, un’organizzazione parallela ai servizi segreti, mai autorizzata da alcun Parlamento, finanziata e voluta dagli Stati Uniti per tener lontana l’Italia dal rischio del comunismo. Si parla di Trilatero, un’associazione privata con sede in America, ci sono invischiati personaggi di alto livello, tipo Henry Kissinger, David Rockfeller, Brzezinschi e Nixon. Insomma America, Giappone ed Europa, tutti preoccupati di gestire il capitalismo avanzante in funzione antisovietica.

Ciò che si teme è che troppa democrazia possa nuocere alla governabilità di un paese come l’Italia. Il sessantotto è ancora molto vicino e i suoi effetti si fanno sentire.  Praticamente ci fanno andare a votare, e poi tutto finisce lì.

Quello che sorprende è venire a conoscenza del fatto che quasi tutti crediamo di vivere in uno Stato democratico, non immaginiamo minimamente che invece esiste uno Stato ed un sotto Stato altrettanto potente, che non si cura degli interessi delle persone, ma fa gli interessi di chi impone in modo subdolo il proprio predominio sul mondo intero. E per fare questo non bada a sacrifici, fino ad uccidere tanti servitori dello stato ed un personaggio di alto livello come Aldo Moro. Allora dovrebbe venirci da pensare che se per mettere a tacere Aldo Moro hanno scomodato l’Fbi, la Digos, il Sismi, le BR, la ‘Ndrangheta, e tutte quelle associazioni di cui fa riferimento l’autore, ed ora per realizzare la TAP, predispongono l’esercito e la Digos in numero esuberante rispetto alle poche decine di contadini e onesti cittadini disarmati, vuol dire che sicuramente abbiamo a che fare con qualcosa di molto pericoloso.

Quindi è facile comprendere che se si vuole almeno essere invitati ad un tavolo di confronto per questa opera molto discutibile sia in utilità che in modalità costruttive, non bastano quattro convegni, non bastano quattro cortei, non bastano dieci, cento, un milione di associazioni che dicono di lottare ma che di fatto non sono unite in un unico corpo, come invece è il nemico che ci sta davanti. Abbiamo sul tavolo un grosso problema, che evidentemente non è solo Tap, Ilva, Cerano, affare Xylella, Discariche, ecc. ma è la decisione che questa territorio debba morire, che interessa solo per crearvi opere distruttive che portano utili ad altri e altrove.

Conclusione: abbiamo il problema, abbiamo un nemico organizzatissimo e potente, siamo anche in tanti e abbiamo le competenze, occorre solo metterle insieme in modalità organizzata in modo da essere altrettanto “potenti” perlomeno da essere ascoltati. Correndo da soli rischiamo di smuovere solo aria e polvere.

 

Marcello D'Acquarica

 

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Meteo

Previsioni del Tempo