\\ Home Page : Articolo
Intitolazione dello stabile di via Bellini a Noha ad Antonio Montinaro capo-scorta di Giovanni Falcone
Di Redazione (del 07/06/2018 @ 13:44:15, in NohaBlog, linkato 485 volte)

Si è svolta mercoledì 6 giugno la cerimonia di intitolazione dello stabile di via Bellini a Noha, sequestrato alla mafia e riconsegnato alla città già da qualche mese, ad Antonio Montinaro, poliziotto capo-scorta di Giovanni Falcone, ucciso a Capaci durante l'attentato che assassinò il magistrato, la moglie Francesca Morvillo e la sua scorta.

Insieme al dottor Claudio Palomba, prefetto di Lecce, al dottor Leopoldo Laricchia, questore di Lecce, ad alcune delle più alte autorità civili e militari della Provincia e alla famiglia di Antonio Montinaro, si è reso onore alla figura di tutte le vittime della mafia, nella convinzione che la lotta alla criminalità e la prosecuzione verso la strada della legalità siano le uniche due costanti da seguire.

Una sala gremita ha assistito alla cerimonia, ha preso parte commossa e attenta ai momenti salienti della serata, ha osservato le immagini di Antonio Montinaro e ha ascoltato le sue importanti parole quando sono riecheggiate: “Chiunque fa questa attività ha la capacità di scegliere tra la paura e la vigliaccheria. La paura è qualche cosa che tutti abbiamo: chi ha paura sogna, chi ha paura ama, chi ha paura piange, è un sentimento umano, è la vigliaccheria che non si capisce e non deve rientrare nell’ottica umana”.

“Intendo ringraziare il sindaco e tutta l'amministrazione comunale - ha dichiarato sua eccellenza il prefetto dottor Claudio Palomba - che sin dal suo insediamento ha perseguito la strada della legalità con atti concreti e assicuro la presenza delle istituzioni al suo fianco e al fianco di tutte quelle amministrazioni che intendano perseguire la stessa strada. Noi ci saremo sempre affinché progetti come quello legato a questo immobile proseguano e generino frutti nel tempo”.

Particolarmente emozionato il sindaco di Galatina Marcello Amante: “Questo immobile, confiscato alla mafia e riconsegnato alla comunità - afferma il primo cittadino - con l’intitolazione ad Antonio Montinaro diventa un vessillo nel vento della legalità. Da oggi, ogni volta in cui si farà riferimento a questo luogo, si ricorderanno tutti coloro che hanno sacrificato la vita per qualcosa che è al di sopra di noi e che deve appartenerci sempre, senza distinzioni politiche o sociali”.

Ufficio Stampa Marcello Amante

 

Commenti

  1. # 1 Di  giorgio (inviato il 09/06/2018 @ 11:11:37)

    Grazie,per una struttura nei paraggi.

    Tempestivi e dinamici.
    E dire anche fluite chiunque di tali strutture.

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

A Noha esiste lo Scjakù...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< ottobre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
12
13
14
17
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Meteo

Previsioni del Tempo