\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 08/04/2020

Di Antonio Mellone (pubblicato @ 21:39:15 in NohaBlog, linkato 256 volte)

Immanità (cioè crudeltà, bestialità), ma pure inanità (vale a dire inutilità, soprattutto per se stesso). Ci andrebbero bene anche imbecillità, immaturità, immutabilità, e molte altre parole ossitone. Perfino immunità. Il gregge infatti è immune dal concetto di pensiero autonomo: s’adegua piuttosto compatto a quello dell’uomo forte di turno, incapace com’è di farsi un esame di coscienza di classe.

Non sono un epidemiologo - al più un (apprendista) epistemologo - sicché ora, più che parlare di anticorpi, a me preme dire un paio di cosette, come dire, da quarantena.

Da quel che leggo di sfuggita sui social network (benché ultimamente mi venga automatico di starne lontano il più possibile manco fossero infetti) v’è più di qualche aspirante ad almeno un giorno da pecora. E non parlo degli slogan-tormentone che non so a voi ma a me hanno stufato più degli arresti domiciliari, quanto delle esternazioni dei novelli filosofi della politica, per di più economica.

Insomma, c’è chi crede, beato lui, che questo Shock (o meglio Sciocc) abbia dato una spallata definitiva al capitalismo, che tutto cambierà (senz’altro in meglio), che finalmente nascerà una nuova era di solidarietà nazionale, che dico, internazionale, che finalmente non avremo più a che fare con il neoliberismo: vocabolo, quest’ultimo, da non proferire nemmeno per isbaglio, in quanto quelli che lo sostengono non hanno interesse a dare agli altri un’arma concettuale importante per combatterlo; mentre quelli che lo osteggiano non ne parlano troppo apertamente, per via del fatto che, come diceva quello, il buon senso si è ormai eclissato per paura del senso comune.     

E così non ci accorgiamo che il capitalismo tutt’altro che fallito, già diffuso da anni con la progressione geometrica del contagio, continua a insinuarsi nella società apparentemente liquida, adattarsi alle nuove forme, impregnarci pure i vestiti convincendoci che non v’è alternativa. A prima vista in quiescenza, insiste invece a signoreggiare, totalitario come sempre, guerrafondaio, ecocida, pieno zeppo di effetti collaterali micidiali visibili ormai soltanto al microscopio dell’Agnotologia (che sarebbe lo studio della produzione scientifica dell’ignoranza e della disinformazione).

Dicono che non esista (più) la lotta di classe. Al contrario, esiste eccome: è la lotta delle élites contro il gregge appunto, e la stanno pure vincendo, queste élites, corroborate dalla vaselina dell’intellighenzia composta da “giornalisti”, “scienziati”, “ricercatori”, “intellettuali”, e altre frattaglie del genere.     

Tanto per fare un esempio, c’è chi s’illude che d’ora in poi la Sanità pubblica non vedrà più tagli di personale, né riduzioni di posti letto, e men che meno smantellamenti o “riordini” ospedalieri; anzi assumerà, stabilizzerà, addirittura investirà in ricerca, tecnologia, macchinari, presidi necessari al funzionamento del settore (e giacché darà in regalo pure un bel set di coltelli in acciaio inox, anzi di bisturi).

A coronamento del corona, ci mancavano ultimamente pure i Super Mario Bros., cioè i fans di Draghi, meglio noto come mister establishment; e, per farla completa, perfino i nostalgici della dittatura (giuro, ho letto anche di questo).  

Ssssh. Non ditelo a nessuno: si vocifera che la mamma dei cretini, dopo aver fatto il tampone, abbia scoperto di essere ancora una volta incinta.

Antonio Mellone

 
Regalare un sorriso a un bimbo costretto a trascorrere la Pasqua in Ospedale è una gioia a cui non rinunceremo mai. Per questo, anche quest’anno abbiamo consegnato le uova pasquali nel reparto di Pediatria del Santa Caterina Novella di Galatina. 
Siamo doppiamente orgogliosi in quanto non solo abbiamo regalato un sorriso ai nostri amati bambini, ma con l’acquisto dei Pasqualotti donati abbiamo contribuito alle spese di mantenimento della Bimbulanza, gestita dall’Associazione associazione Cuore e mani aperte Odv di Don Gianni Mattia, Parroco del Vito Fazzi di Lecce.
Un piccolo gesto simbolico, carico di grande significato, di solidarietà e vicinanza, reso possibile grazie alla disponibilità del Primario, Dottor Raffaele Montinaro e di tutti gli operatori sanitari del reparto.
 

Virtus Basket Galatina 
 

Il Direttore, la RSU ed i dipendenti dello stabilimento Colacem di Galatina, insieme a tutte le maestranze esterne che, a vario titolo, operano all’interno dello stabilimento stesso, hanno aderito con slancio all’iniziativa di solidarietà promossa dal gruppo “Doniamo Aiutiamo Vinciamo”, contribuendo, per quanto possibile, alla raccolta di fondi destinati all’importante e condiviso obiettivo di dare risposte alle necessità del Reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Santa Caterina Novella di Galatina, impegnato in prima linea nella gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Una grande maratona di solidarietà che, grazie al piccolo grande contributo di tutti, sostenuto dalla forza del cuore, ha consentito di raggiungere un traguardo importante: ottomila e seicento euro, interamente messi a disposizione del gruppo promotore per essere destinati all’acquisto di attrezzatura diagnostica e presidi sanitari per il nosocomio galatinese.

In questo momento così drammatico per noi italiani, per Galatina, così come per il mondo intero, in questo tempo surreale che sta mettendo a dura prova le nostre certezze e la nostra stessa vita, il contributo offerto rappresenta per noi lavoratori, l’unico possibile segno tangibile che ci consente di testimoniare la nostra vicinanza al personale medico ed agli operatori sanitari che quotidianamente rischiano la loro vita per salvare la nostra.

A loro va la nostra gratitudine ed il nostro sostegno.

Dipendenti e indotto Colacem

Stabilimento di Galatina

 
Di Redazione (pubblicato @ 20:40:04 in Comunicato Stampa, linkato 38 volte)

Stagione sportiva 2019-2020 conclusa per il volley. Il Consiglio Federale constatata la permanente emergenza epidemiologica da COVID-19 su tutto il territorio nazionale e che dai Decreti governativi, fino a questo momento, non emergono date certe circa la possibilità di ripresa dell'attività sportiva in condizioni di totale sicurezza, ha decretato la conclusione definitiva di tutti i campionati pallavolistici di ogni serie e categoria.

Già nei giorni scorsi il consiglio di amministrazione della Lega aveva fatto proprie le istanze propositive delle consulte di Serie A di sospendere i campionati, dandone comunicazione ai vertici di via Vitorchiano per le determinazioni finali.

Le varie proposte (assegnazione di scudetto o play off con formule più snelle, blocco delle retrocessioni ecc.) sono state bocciate dal governo sportivo stante le rigide misure da applicare sul distanziamento sociale per superare questa emergenza: da qui il comunicato di cui si riporta uno stralcio:…“la FIPAV ritiene pertanto conclusi senza assegnazione degli scudetti, delle promozioni e delle retrocessioni tutti i campionati nazionali, regionali e territoriali. Inoltre per quanto riguarda i campionati giovanili ha stabilito che, per permettere agli atleti potenzialmente coinvolti quest’anno di proseguire l’attività giovanile, la prossima stagione si svolgeranno con categorie di annate dispari: Under 13, Under 15, Under 17, Under 19 Maschili e Femminili”….

Misure quindi messe in campo per tutelare tesserati ed affiliati e che nel contempo permettono alle società di evitare ulteriori costi in assenza di attività.

Il danno che però grava sulle società che avevano fatto investimenti con programmi ambiziosi è pesantissimo. E’ amareggiato Luigi Santoro presidente di Efficienza Energia che, comunque, alla fine condivide il senso di responsabilità espresso dai vertici federali: “E’ inutile nascondere che speravamo, sempre che le condizioni sanitarie lo consentissero, una ripresa del campionato anche sforando le date in calendario. La posizione di vertice conquistata è il frutto di un coordinato lavoro d’equipe fatto da tecnici, giocatori, dirigenti, preparatore atletico e staff medico-sanitario, con un denominatore comune: sacrificio duro funzionale all’obiettivo. Mentalmente e fisicamente eravamo pronti per un rush finale all’altezza supportati anche da un pubblico sempre più vicino e numeroso. Poi la tremenda tragedia che ci sta attanagliando ha interrotto il nostro percorso. Ora bisognerà concentrare gli sforzi sulla programmazione della stagione 2020-2021 in cui la Federazione dovrà essere presente con formule concrete di aiuti. Noi confidiamo sull’aiuto e sulla fiducia dei nostri partner, degli sponsor e dei nostri tifosi, ai quali assicuriamo la nostra presenza fatta di passione e di grinta”.

Piero de lorentis

 
Di Redazione (pubblicato @ 20:35:45 in Comunicato Stampa, linkato 86 volte)

Eutanasia sportiva attiva per la disciplina della pallavolo. Dopo il rugby, apripista il 27 di marzo dell’annullamento dei campionati, anche la pallacanestro ed il volley si sono uniformati decretando la fine dei tornei nazionali. Con qualche distinguo però.

Mentre per il basket le “V nere” di Bologna, dominatrici del campionato, non potranno fregiarsi del titolo per l’annullamento della stagione sportiva, nella pallavolo l’accordo società-Leghe ha partorito una soluzione univoca, prospettando però un’appendice.

Questo il comunicato del CDA della Lega scaturito da tre distinte video conferenze delle Consulte di Superlega, Serie A2 e Serie A3.

“Il Consiglio di Amministrazione ha recepito il parere espresso a larga maggioranza (11 su 13) dalla Consulta di SuperLega e all’unanimità dalle Consulte di Serie A2 ed A3 che hanno richiesto la sospensione definitiva delle tre Serie. Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi al termine delle Consulte, comunicherà la volontà espressa da quest’ultime alla Federazione, che ha la responsabilità dell’ordinamento dei Campionati, attendendo le sue determinazioni. È stato altresì conferito mandato ad una commissione composta dall’AD Massimo Righi e dagli avvocati Stefano Fanini (Consigliere) e Fabio Fistetto (consulente di Lega) di curare la gestione quadro delle trattative economiche con atleti e staff. La Consulta di SuperLega ha discusso inoltre la possibilità di riaprire il proprio Campionato per giocare i Play Off, qualora ci siano le condizioni e le opportune autorizzazioni delle Autorità Governative e Sanitarie”.

Stante la situazione emergenziale ancora in evoluzione nelle varie fasi, è molto probabile che la FIPAV ratifichi la sospensione dei campionati senza determinare promozioni e retrocessioni. La nuova stagione vedrebbe quindi ancora ai nastri di partenza in serie A3 le due salentine Alessano e Leverano, sicuramente vogliose di far meglio di quanto espresso nella stagione in corso.

Anche la Lega Pallavolo femminile, dopo l'assemblea tra i club di Serie A1 e A2, ha votato per la chiusura definitiva del campionato. L'esito della riunione sarà sottoposto alla Federazione Italiana Pallavolo, che dovrà ratificare il provvedimento, ma la pallavolo femminile ha deciso di non continuare per questa stagione.

Nel dettaglio, la decisione di finire in anticipo il campionato verrà gestita in questo modo sul piano dei risultati: Conegliano è proclamata vincitrice della regular season ma sull’assegnazione dello scudetto (scenario improbabile al momento) dovrà pronunciarsi la FIPAV.

Nessuna retrocessione dalla serie A1 e promozione dalla Serie A2 alla Serie A1 delle squadre che attualmente occupano le prime due posizioni della Pool Promozione (Delta Trentino e S. Giovanni Marignano).

Di contro, saranno annullate le retrocessioni dalla serie A2 alla serie B1 e verrà richiesto alla FIPAV di non effettuare promozioni dalla serie B1 alla serie A2.

Per Cuore di Mamma Cutrofiano, ben collocata in classifica al terzo posto con 28 punti, il prossimo campionato sarà il terzo consecutivo che la vedrà cimentarsi nella serie A2. 

Un gran bel primato per la società presieduta da Roberto Mengoli che nel panorama nazionale è la sola a rappresentare orgogliosamente la Puglia pallavolistica al femminile.

Il quadro completo della situazione del volley, poi, lo si avrà il 13 di aprile quando la FIPAV deciderà riguardo gli altri campionati di serie B maschili e femminili.

Leo Shoes Casarano, Efficienza Energia Galatina, Libellula Tricase e Volley Martina per il girone G e Bari, Andria, Turi, Lucera e Gioia per il girone E, vedranno certamente congelato lo status quo che penalizza, con oggettive recriminazioni, Casarano e Galatina da un lato e Bari dall’altro.

Ma tant’è: siamo attaccati da una pandemia ignota e letale che bisogna murare.

Tutti insieme

Piero de lorentis

 

Fotografie del 08/04/2020

Nessuna fotografia trovata.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

La struttura della vecchia scuola elementare di Noha è stata inaugurata e subito chiusa da:

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< aprile 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
13
16
17
20
22
23
27
     
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata