\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 01/07/2024

Le recente approvazione del disegno di legge di iniziativa governativa noto come riforma dell’Autonomia differenziata, promulgata e dunque di fatto entrata in vigore - a meno di alcune materie per le quali si attendono i decreti attuativi - impone ai cittadini che abbiano il senso delle istituzioni e che diano valore al percorso costitutivo della nostra società un momento di riflessione.

Tra i pilastri della cittadinanza attiva si annoverano l’ideale della solidarietà, la partecipazione, il pensiero critico, la responsabilità, la giustizia, lo studio degli effetti di breve e di lungo periodo dell’azione politica e delle sue norme sulla vita della comunità e, in fondo, di ciascuno di noi.     

In virtù di questo, quale gruppo di cittadini che hanno a cuore il futuro di questa terra abbiamo ritenuto opportuno costituirci in comitato aperto al fine di fornire informazioni e possibilmente contrastare con tutti i mezzi democratici consentiti dalla Costituzione la suddetta riforma, fonte certamente di disuguaglianza, conflitti istituzionali, frammentazione e quindi indebolimento della Repubblica, che invece dovrebbe essere sostanzialmente e non soltanto formalmente “una e indivisibile”.

Siamo a conoscenza del fatto che in tutta Italia sono in corso incontri e dibattiti per dar vita a comitati come il nostro: noi non vogliamo essere da meno.

Siamo persone che provengono da storie, sensibilità, estrazioni tra le più diverse, ma tutti insieme convinti del fatto che da soli forse si va più veloci, ma è solo uniti che si va più lontano.

Il nostro comitato spontaneo ha le porte spalancate a chiunque desideri difendere i suddetti pilastri/principi, ma principalmente il buon senso.

Vi invitiamo, inoltre, a visitare la nostra pagina facebook al link https://www.facebook.com/galatinacontroautonomiadifferenziata

 

I Sottoscrittori

Amante Marcello

Antonica Anna

Antonica Danilo

Antonica Sandra

Apollonio Loreta

Ballarino Giancarlo

Bianco Maria Milena

Caggia Piero

Caputo Francesco Pio

Cioffi Aldo

Coccioli Andrea

Colazzo Piergiuseppe

Conte Antonio

D’Acquarica Marcello

D’Amato Denise

D’Amico Antonio

D’Amico Monica

De Matteis Marco

De Matteis Pierantonio

De Pascalis Cesare

Dell’Anna Federico

Ferramosca Antonio

Forte Roberta

Garzia Chiara

Gatto Bruno

Greco Christian

Greco Gianni

Greco Riccardo

Idolo Antonio

Ingrosso Simona

La Viola Antonio

Longo Luigi

Luceri Caterina

Maiorano Gabriella

Margari Giovanni

Mariano Francesco

Mariano Mauro

Mariano Michele

Marra Antonio

Marra Massimo

Marti Tiziana

Martines Alessandro

Masciullo Piero

Mele Antonio

Mellone Antonio

Miri Gianni

Negusini Alfredo

Notaro Stefania

Paglialonga Maria Rosaria

Palumbo Antonio

Patera Danilo

Salvati Andrea

Scalese Michele

Scrimieri Carmen

Scrimieri Paolo

Serra Antonio

Stefanelli Leo

Tripolino Maurizio

Tripolino Paola

Tundo Katy

Tundo Loredana

Venuto Alberto

Villani Andrea

 

Gli alunni del corso a indirizzo musicale della scuola secondaria di primo grado, straordinariamente diretti e guidati con competenza e professionalità dai Maestri Maria Rita Apollonio (pianoforte), Luisa Augusti (flauto), Graziano Caiuli (chitarra) e Gianfranco Schirinzi (violino), hanno allietato i presenti con un variegato repertorio di brani (La vita è bella, Stand by me, Billie Jean, Mamma Mia e Lu rusciu te lu mare), esibendosi sulla cassa armonica in piazza San Pietro. Un’importante occasione per dare visibilità alle doti musicali dei nostri studenti e all'impegno che li ha portati a mettere in scena una performance coinvolgente ed emozionante. Un bellissimo momento di aggregazione per la comunità scolastica e per l’intera città di Galatina.
Grazie all'amministrazione comunale tutta e al parroco Don Lucio per questa opportunità nell’ambito di una costruttiva collaborazione tra la scuola e il territorio, all’insegna di una scuola aperta e partecipata, che esce fuori dalle aule e va sul territorio a sostenere la costruzione di una comunità solidale.
Sempre presente la dirigente Luisa Cascione che, insieme a docenti e collaboratori, ha fortemente voluto realizzare l’evento e concretizzare, in questo programma, la celebrazione dei successi di una scuola che non si ferma unicamente a “istruire” i giovani, ma li prepara, fornendogli gli strumenti e sviluppando le competenze, coinvolgendoli a trecentosessanta gradi nella sensibilizzazione alla cultura e all’ampiezza delle possibilità che la mente umana può approcciare nel passaggio dalla formazione all’esperienza lavorativa. “Ho fortemente voluto, insieme all’intera comunità scolastica – ha dichiarato la dirigente Cascione - realizzare questo grande evento con l’intenzione di celebrare un importante traguardo di una scuola altrettanto importante sul territorio, con l’intenzione di confermarne l’immagine di realtà formativa e di produzione culturale attiva ad ampio raggio. Sono certa che momenti come questo possano rappresentare anche un modello di istruzione nell’ottica della unitarietà del sapere che mette al centro sempre le persone, i nostri alunni, motivandoli e stimolandoli in sempre nuove esperienze”.

 Fiorella Mastria

 

Il capannone industriale di via degli Andriani. Fraz. Santa Barbara di Galatina, venne acquisito nel 2016 da ENTOSAL srl, da procedura fallimentare contro la Società preesistente che operava nello stesso settore del trattamento dei rifiuti dal 2002.

Molto probabilmente la popolazione non sa che all’interno del capannone erano state abbandonate dalla precedente società fallita, da almeno 5 anni, tonnellate di rifiuti pericolosi e non pericolosi ancora da lavorare, poi smaltite regolarmente a proprie spese da Entosal srl.

La Polizia Provinciale di Lecce, A.R.P.A. e l’Amministrazione Comunale di Galatina erano state tutte informate fin dal 2017 dell’operazione di sgombero, preventiva alla successiva richiesta di autorizzazione al trattamento rifiuti. Oltre ad accogliere molto favorevolmente l’iniziativa di sgombero dei rifiuti presenti nel capannone, nulla si eccepiva su una futura attività di trattamento rifiuti, visto che prima si faceva nel sito proprio la stessa attività.

La società Entosal srl, quindi, oltre a farsi carico della rimozione e smaltimento dei rifiuti di non sua proprietà, vuole e sta operando nel rispetto della sicurezza, della salute e dell’ambiente rispettando tutte le normative per realizzare una realtà imprenditoriale importante che recupera rifiuti di plastica e metallo (pericolosi e non pericolosi) di privati e attività lavorative locali per trasformarli in materia prima seconda (plastica e metallo), esattamente come l’attività che c’era prima, ma con ogni accorgimento a norma di legge e in linea con le più rigorose e moderne tecniche capaci di evitare la benché minima emissione di qualsiasi natura. Nulla è stato lasciato al caso, ogni processo è studiato e garantito in ogni fase della lavorazione, ribadiamo garantendo il rispetto della salute, dell’ambiente e della sicurezza e mettendole al primo posto, esattamente come fanno altri impianti già autorizzati nel nord Italia.

Dispiace leggere e sentire falsità, informazioni tecniche non vere e addirittura vere e proprie diffamazioni, che la società deciderà di perseguire nelle sedi opportune. Da più persone, attivisti, tecnici, ecc., viene distorta la realtà dei fatti e i contenuti del procedimento autorizzativo regolarmente presentato. I fini di queste persone non sono certamente la tutela dell’ambiente e della cittadinanza, in quanto è la legge (uguale per tutti) deputata a tutelarci, non gli interessi personali di qualcuno volti il più delle volte ad ottenere solo visibilità. Abbiamo sentito parole e terminologie molto gravi, davvero diffamanti: anche qui la legge verrà applicata a nostra tutela.

 

A titolo di esempio elenchiamo alcune notizie false che sono state più volte diffuse, anche da personalità importanti che evidentemente non hanno letto o voluto leggere con attenzione la documentazione tecnica presentata da Entosal srl:

  1. Quantità di trattamento annuo richiesta 24000 tonnellate, non 90000 tonnellate;
  2. Nell’impianto si effettueranno solamente attività di recupero rifiuti, non di smaltimento;
  3. Numero di rifiuti ricevibili 34 di cui solamente 8 pericolosi di tipologia plastica e metallo di natura solida (contenitori vuoti), non centinaia di rifiuti quali amianto, fanghi, liquidi, petrolchimici;
  4. I rifiuti conferibili sono provenienti dai cittadini e dalle attività lavorative del territorio che attualmente già vengono raccolti e inviati da impianti del Salento ai diversi impianti autorizzati del nord Italia per essere trasformati in materie prime seconde, non è quindi assolutamente vero che i rifiuti del nord Italia sarebbero portati nel nostro territorio;
  5. Tutte le operazioni di recupero si svolgono all’interno del capannone, distante 170 metri dalla prima abitazione e 140 metri dal portone di ingresso posto sulla strada (in regola con la normativa vigente), non 42 metri come erroneamente ribadito più volte.

Tutte queste informazioni sono scritte nero su bianco sulle centinaia di documenti tecnici e relazioni depositati e liberamente consultabili da chiunque.

Non vogliamo che la nostra attività e la nostra professionalità venga strumentalizzata politicamente o da altre persone in cerca di visibilità o tornaconto. Il nostro è un lavoro serio in piena linea con i principi della Transizione Ecologica in atto ed è rivolto al recupero di risorse dai rifiuti.

Siamo a disposizione di tutta la cittadinanza e di chiunque volesse avere informazioni sul progetto e sul tipo di attività.

Entosal srl

La Direzione

 

Fotografie del 01/07/2024

Nessuna fotografia trovata.

Canto notturno di un pastore ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< luglio 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
13
14
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata