Di Redazione (del 18/05/2018 @ 13:45:38, in Comunicato Stampa, linkato 67 volte)

Sabato 19 Maggio, alle ore 11, a Galatina, presso il Palazzo della Cultura, "Celestino Contaldo", sarà presentata la manifestazione Salento Sport e Vita, giornata dello Sport e della Solidarietà: Zen e Street Workout, a cura dell'assessorato allo Sport del Comune di Galatina e della Asd Zen Shin. Interverranno, tra gli altri, il sindaco di Galatina, Dr. Marcello Amante, Vincenzo Russo, segretario dell'asd Zen Shin, la Dr.ssa Maria Rosaria Giaccari, assessore allo Sport e Serena Sabella, responsabile marketing Sabella Auto.  

 

Sin dall'inizio del suo mandato, il lavoro svolto dall'amministrazione comunale è stato indirizzato verso la possibilità di una riduzione dei tributi, compresa la tariffa sui rifiuti. Nonostante le evidenti difficoltà economico-finanziarie, si era giunti ad ottenere una riduzione della TARI, dovuta, tra l'altro, al buon risultato della percentuale di raccolta differenziata che, mese dopo mese, dimostrano i cittadini con il loro impegno quotidiano. Tuttavia, prima dell'approvazione del bilancio, è intervenuta una sentenza del Consiglio di Stato che ha condannato 63 comuni salentini, tra cui Galatina, in merito all'adeguamento della tariffa per il conferimento della frazione secca dei rifiuti nell'impianto di trattamento di Cavallino, di proprietà della società Progetto Ambiente. I comuni sono stati condannati al pagamento di una partita da 30 milioni di euro e, per questo motivo, al fine di adempiere alla sentenza, l'amministrazione ha dovuto distribuire la propria quota pari a 700 mila euro all'interno della bolletta della TARI, andando così a neutralizzare quel risparmio che si era riuscito ad ottenere. Se non avessimo lavorato in quella direzione, avremmo corso il rischio di procedere ad aumenti medi all'incirca del 20%.

 

Scopo di questo Workshop è stato il racconto, intriso anche di emozioni, dell’esperienza fino ad ora vissuta dagli attori del Progetto di Collaborazione Medico di Medicina Generale/Psicologo di Base all’interno dello stesso Studio Medico. La sperimentazione, della durata di 18 mesi, è stata finanziata dall’Ambito Territoriale Sociale di Galatina ed è stata avviata il 17 Marzo 2017 nel Distretto Socio-Sanitario di Galatina (Le) grazie all’accordo tra l’Azienda Sanitaria Locale., Ambito Territoriale Sociale e l’Azienda di Servizi alla Persona Istituto Immacolata.

 Si tratta di un modello di prevenzione di primo livello, caratterizzato da brevità, gratuità per l’utente, rapidità e facilità di accesso, sperimentato per la prima volta 18 anni fa dal prof. Luigi Solano dell’Università “La Sapienza”.

Obiettivi del progetto

     Il progetto prevede l’introduzione di uno “Psicologo di Base” in una dimensione di collaborazione congiunta a fianco del medico di base, allo scopo di offrire un approccio globale alle richieste dei pazienti, senza la necessità né di un invio né di una specifica domanda psicologica, entrambe di assai difficile realizzazione. Una assistenza così organizzata può quindi permettere di:

 
Di Redazione (del 18/05/2018 @ 13:25:35, in Comunicato Stampa, linkato 53 volte)

A partire dal corrente mese di maggio e per i successivi otto mesi è in programma, nell’ambito del progetto “In Reading 2016”, l’iniziativa denominata “il Circolo dei Lettori”.

Una volta al mese i gruppi di lettura si incontreranno, presso la sala lettura della Biblioteca Comunale “P. Siciliani”,  per  approfondire la conoscenza di alcuni libri, creando le condizioni per socializzare e sviluppare la propria soggettività.

Per partecipare è sufficiente compilare l’allegato modulo da inviare al seguente indirizzo di posta elettronica: inreading2016@hotmail.com

Modulo Circolo Lettori

Uffiicio Stampa del Comune di Galatina

 
Di Antonio Mellone (del 17/05/2018 @ 13:33:35, in NohaBlog, linkato 443 volte)

Ma cosa s’erano messi in testa quei rompicoglioni di alberi di pino marittimo? Di continuare a rimaner colà per anni, come se nulla fosse, quasi per diritto acquisito, grazia divina o usucapione centenaria?

Pensavano di esser meglio dei loro cugini di campagna, vale a dire gli ulivi, destinati a scomparire dalla faccia del Salento per decreto ministeriale? 

Nossignore. Qui a Galatina e frazioni siamo così solerti nell’applicare le disposizioni di fra’ Martina ministro, che sindaco e giunta sfornano ordinanze di abbattimento alberi (e, giacché all’opera, anche colate di comparti edilizi, circonvallazioni, aree mercatali e centri commerciali) manco fossero i pasticciotti dell’Ascalone la domenica mattina. 

E niente, dice che dobbiamo farcene una ragione.

Pensavamo (sbagliando anche stavolta) che la sega comunale si fermasse al primo bellissimo pino punito con la pena capitale (il famoso Pino Insegno) nel mese di settembre 2017 per aver osato intralciare la corsa di un camion, o cosa diavolo fosse, andato a impigliarvisi con tutte le corna; invece è andata oltre programmando lo sterminio di tutto il viale alberato di via Castello perché d’intralcio a traffico, asfalto, cemento, mattoni, portoni d’ingresso, muri, cessi, case, autotreni, auto, moto e forse pure aerei di passaggio.

Insomma, qui tagliano alberi come fossero nastri inaugurali.

A proposito di democrazia partecipativa, la popolazione di Noha non ne sapeva niente o punto. Ma tanto, se pur l’avesse saputo, difficilmente avrebbe mosso il culo dal divano e più di un neurone alla volta per storcere il muso, alzare ciglio o proferir verbo contro un’altra decisione, l’ennesima, che sta trasformando la nostra terra nel Deserto del Sacara [sic].

Signora mia, in questo mondo di sottosopra potrebbero devastare la campagna con il fotovoltaico, impiantare un centro commerciale nei pressi di Collemeto, varare una centrale nucleare in piazza San Michele, fare la Tap a Melendugno e altre amenità del genere, con le mani in tasca e fischiettando. Tanto i diretti disinteressati ti risponderebbero con il solito onomatopeico “embè?”.  

Non so voi, ma io, visto l’inquietante tasso di infiltrazione politica sto pensando seriamente di trasferirmi a Casal di Principe.

Antonio Mellone

 
Di Redazione (del 17/05/2018 @ 13:25:25, in Comunicato Stampa, linkato 63 volte)

La rassegna letteraria “Dammi una L”, organizzata e promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Galatina, arriva al terzo appuntamento. Domenica 20 maggio alle ore 21, presso il Circolo Arci Levèra, sito in via Bellini a Noha di Galatina, sarà ospite il giornalista, direttore de L’Espresso e opinionista televisivo in diverse trasmissioni di approfondimento su la7 (Propaganda Live, Maratona Mentana) Marco Damilano.

Lo scrittore presenterà il suo ultimo libro "Un atomo di Verità", scritto per far luce su tutta la vita del Presidente della Democrazia Cristina Aldo Moro, ammazzato dalle Brigate Rosse. Come ha avuto modo in molte occasioni di sottolineare lo stesso Damilano, di Moro si parla spesso solo degli ultimi 55 giorni della sua vita, e cioè del rapimento, del sequestro e dell’assassinio. Il libro descrive la figura umana e politica, la vita privata, quella pubblica, lo stile utilizzato nel dibattito partitico, la sua pacatezza, i modi e le caratteristiche.

 
Di Redazione (del 17/05/2018 @ 13:21:33, in Comunicato Stampa, linkato 298 volte)

Le notizie di questi giorni sull’ennesima operazione di giustizia che vede coinvolto il clan Coluccia hanno risvegliato in noi il bisogno di testimoniare che esiste anche un’altra Noha rispetto a quella tristemente nota nelle cronache giudiziarie. E noi abbiamo avuto la fortuna di incontrarla, attraverso la gestione dell’immobile confiscato alla mafia in Via Bellini, nei tanti singoli e nelle solide realtà associative che resistono e si ritrovano nei valori della solidarietà, dell’accoglienza, della condivisione, e dell’affetto.

La nostra associazione Levèra è stata accolta con entusiasmo e grande disponibilità.

In questi due mesi di convivenza con il tessuto sociale nohano abbiamo voluto trasformare l’immobile confiscato alla mafia, non in un inutile e ipocrita vessillo alla legalità, ma in un luogo a servizio dei bisogni comunitari.

La cultura, il riconoscimento della bellezza nelle cose e nelle persone, l’affermazione dei diritti per tutti, sono i nostri strumenti per il cambiamento sociale e l’abbandono dei vecchi meccanismi che alimentano l’illegalità.

Teatro, musica, letteratura, ambiente, salute, promozione del territorio, doposcuola sociale e a breve l’apertura della palestra popolare, sono le declinazioni del nostro impegno.

 
Di Redazione (del 17/05/2018 @ 13:18:17, in Comunicato Stampa, linkato 82 volte)

Ancora una volta Galatina agli onori della cronaca per MAFIA! 
Le notizie apparse negli ultimi giorni sugli organi di stampa locali raccontano della straordinaria capacità del clan Coluccia di controllare il territorio di Galatina e le zone limitrofe nella gestione di attività illecite, ma spesso anche di quelle lecite; dal recupero crediti, alla “protezione” degli imprenditori che vogliono espandere il proprio business o semplicemente lavorare tranquilli, fino al tentativo di penetrare in settori pubblici. Dalle intercettazioni emerge perfino la minaccia di far saltare in aria il municipio di Galatina, per punire il sindaco, reo di interferire con gli interessi criminali del clan.

Esprimiamo nei confronti del Sindaco Marcello Amante e dell’intera amministrazione comunale la nostra solidarietà e il pieno sostegno ad ogni azione atta a contrastare infiltrazioni mafiose e, più in generale, l’illegalità. Pieno sostegno nei confronti del Vice Questore Giovanni Buono, degli investigatori e della Procura impegnati nell’inchiesta.
Le indagini hanno portato alla luce uno scenario inquietante; la mafia che si sostituisce alle istituzioni per regolare le controversie fra cittadini, per indirizzare l’economia, per controllare la microcriminalità ed anche per condizionare l’esito delle competizioni sportive. 
Ci sono evidentemente fette di popolazione che riconoscono il ruolo criminale dei Coluccia e che si riferiscono agli stessi per risolvere i loro problemi, quasi ritenendo che gli stessi rappresentino una forza parallela a quella dello Stato.
È giunta l’ora di prendere le distanze da questi comportamenti criminali e dire BASTA!!!!
Il contrasto alla mafia è una priorità per il MoVimento 5 Stelle ed i suoi portavoce. 

 
Di Marcello D'Acquarica (del 16/05/2018 @ 13:41:07, in NohaBlog, linkato 784 volte)

Ore Sette. Quindici maggio duemiladiciotto. Noha. Ora X.

Sono stati eliminati i pini di via Castello che facevano pendent con le famose casiceddhre, bene culturale tutelato dal FAI.

Non entro nel merito delle procedure burocratiche che hanno portato all’abbattimento dei pini di via Castello; non entro nemmeno nel merito del codice legislativo della proprietà privata o pubblica. Provo semplicemente ad usare il buon senso. Ma qualcosa mi pare che non funzioni, o forse è colpa del solito decreto Martina già applicato in loco: non sia mai che la Xylella colpisca anche i pini marittimi: meglio eradicarli sani. Per prevenzione.

In una società che si definisca progredita si dovrebbe rispettare l'ambiente (e dunque ogni essere vivente che lo compone: piante incluse).

Se invece proviamo a guardarci intorno, il nostro territorio è invaso dal pensiero che bellezza equivalga a disordine (non diciamo sporcizia per non auto-offenderci) e che i due termini, evidentemente contrari fra loro, siano sinonimi e companatico di questo falso progresso.

Considerato che è atteggiamento civile e ritenere i pini, così come i beni che appartengono alla storia di questo paese, non di proprietà privata, bensì proprietà di ogni cittadino vivente e che nascerà in futuro sulla faccia della terra, mi chiedo come mai si perseveri nella distruzione del bene comune.

Non discuto sui danni che i pini avrebbero potuto arrecare a persone o cose, né voglio entrare nel merito dei costi che si sarebbero  per l’eventuale spostamento dei nostri poveri pini in un’area verde più adeguata (noi di Fareambiente lo avevamo pure proposto); ma se dobbiamo decidere se amputare o meno un braccio (sano, non malato) ad un componente della nostra famiglia, posto che questo nostro parente non fosse in grado di decidere da sé, non sarebbe forse un pizzico più democratico e morale riunirla tutta, questa famiglia prima di ogni fatidica ora X?

 

A Noha esiste lo Scjakù...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< maggio 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             

Meteo

Previsioni del Tempo