Di Antonio Mellone (del 04/06/2018 @ 13:23:12, in Necrologi, linkato 4260 volte)

Annarita non c’è più. Il suo grande cuore ha cessato di battere improvvisamente venerdì notte, a casa sua, a Bologna. Aveva 56 anni.

Era mia cugina, medico, veniva spesso a Noha, e ci eravamo visti meno di un mese fa. Sì, stava benone.

Non è stata per niente facile la sua vita. Da giovane, forse non aveva ancora diciotto anni, i suoi reni avevano iniziato a non voler far più il loro dovere costringendola per anni alla dialisi a giorni alterni. Ma mai l’abbiamo sentita lamentarsi e mai si è data per vinta, questa piccola grande donna. Ha sempre lottato, dando (lei!) il coraggio agli altri.

Poi finalmente arrivò il trapianto del rene. Che tutto fu men che una passeggiata. Ma poi per fortuna tutto andò per il meglio.

E così terminò i suoi studi al Magistrale; si iscrisse a Medicina a Bologna dove finalmente si laureò con ottimi voti. Molti pensavano fosse una psicologa per le sue capacità di capire gli altri, di tirar su il morale a tutti, e per il suo sorriso contagioso. Invece no, era un Medico Chirurgo che più di una volta aveva vestito i panni della sofferenza (e credo che anche per questo, oltre che per la sua indole buona, fosse empatica e ricca di umanità con tutti i suoi pazienti).  

Sapevo che era uno dei responsabili nazionali del servizio PICC della ANT (la fondazione nazionale dei tumori), cioè dell’impianto del catetere venoso centrale (lei che per anni ne aveva avuto uno nel suo povero braccio) per i pazienti oncologici. Questa “trovata” sembra sia una forma di sollievo notevole per l’ammalato, in quanto azzera la frequenza della venopuntura per l’infusione delle terapie, e soprattutto riduce lo stress del trasporto in ambulanza e del ricovero, potendo il paziente usufruire del servizio direttamente a casa propria. Per questo era sempre in giro in Italia, da un ospedale all’altro, da un paziente all’altro. 

Io voglio ricordarla così, mentre scoppia in una fragorosa risata al racconto romanzato dei tempi che furono e alle mie battute sulle allegre comari (senza tralasciare i compari) di Noha.

 
Di Antonio Mellone (del 03/06/2018 @ 21:38:41, in NohaBlog, linkato 160 volte)

E ogni tanto è d’uopo puntualizzarlo.

Non esiste governo tecnico o del presidente o di servizio: i governi sono tutti politici (di servizio, oltretutto, dovrebbero esserlo per costituzione). Non spetta al governo fare le riforme, men che meno costituzionali, ma, nel caso, al parlamento. Non esistono partiti o movimenti politici o gruppi parlamentari non populisti: son tutti populisti: un po’ meno forse i gruppi extraparlamentari, ma pur sempre populisti.

*

Il debito pubblico italiano in rapporto al Pil è una frazione impropria (numeratore maggiore del denominatore: oltretutto con un numeratore che cresce in maniera più veloce del denominatore). Non esiste dunque alcuna ricetta di politica fiscale e/o politica monetaria in grado di ridurne la portata. Ogni tentativo in tal senso è destinato a fallire. In presenza di deficit annuale, il debito pubblico (che è la somma di tutti i deficit pregressi) non può che continuare ad aumentare. Il livello del debito pubblico italiano è tale che è ormai matematicamente impossibile provare ad abbatterlo. Non si può svuotare il mare con un’autobotte, né uno scoglio potrà mai arginarlo, come diceva quello. Nessun governo degli ultimi trent’anni, pur dichiarando il contrario, è mai riuscito a limare il debito pubblico di un centesimo. Per inciso diciamo qui che il Pil tutto misura men che la felicità del genere umano.

 
Di Redazione (del 03/06/2018 @ 21:19:40, in Comunicato Stampa, linkato 97 volte)

Doppia convocazione per lo schiacciatore della Showy Boys Galatina Marco Martina. L’atleta bianco-verde, classe 2002, è tra i convocati ai collegiali Fipav della selezione pugliese in preparazione al Trofeo delle Regioni 2018. Il primo collegiale si terrà da venerdì 8 a sabato 9 giugno, mentre il secondo da martedì 12 a sabato 16 giugno presso la palestra Caramia-Gigante di Locorotondo e sotto la direzione dello staff tecnico regionale. Sono sedici gli atleti chiamati dal Centro di Qualificazione per partecipare alle sedute di allenamento e cinque sono quelli provenienti dalla provincia di Lecce. L’attività di selezione è finalizzata alla partecipazione al Trofeo delle Regioni - Kinderiadi, manifestazione nazionale che rappresenta il fiore all’occhiello dei vivai regionali con 650 atleti partecipanti per un vero e proprio “esercito” di ragazzi a rappresentare il movimento pallavolistico del futuro. Organizzato sin dal 1982 (fino al 1987 riservato solo alle formazioni maschili), il Trofeo delle Regioni – Kinderiadi è la più importante delle competizioni italiane di pallavolo giovanile e ha come obiettivo quello di sviluppare, promuovere e qualificare la pratica del volley sull'intero territorio nazionale. Una preziosa occasione, quindi, per l’allievo bianco-verde Marco Martina che, in questa stagione sportiva, ha partecipato ai tre precedenti collegiali organizzati dal Centro di Qualificazione Fipav Puglia e nella stagione agonistica da poco conclusa ha disputato con la maglia della Showy Boys Galatina il campionato di categoria under 16 e under 18 sotto la guida del suo allenatore Gianluca Nuzzo e su convocazione dello stesso tecnico ha debuttato nel campionato nazionale di I° livello Serie C.

 
Di Redazione (del 03/06/2018 @ 21:17:43, in Comunicato Stampa, linkato 79 volte)

La Showy Boys Galatina conquista il pass per la final four regionale under 13. Nei quarti di finale, la squadra allenata da Davide Quida ottiene il primo posto nel girone A e si qualifica con pieno merito per la semifinale che si disputerà il 6 o il giugno. Superato lo scoglio dei quarti, ora la Showy Boys è tra le prime quattro squadre under 13 in ambito regionale e al di là di quello che sarà il piazzamento nella final four, i biancoverdi avranno raggiunto un ambito risultato sportivo. Il primo step della fase regionale girone A si è giocato al palazzetto dello sport di Alberobello giovedì 31 maggio. Nel primo incontro in calendario la squadra padrona di casa ha affrontato il Don Milani Volley Bari vincendo per 2-0 (25-10, 25-14). La seconda gara ha visto confrontarsi i giovani della Showy Boys e il team barese uscito sconfitto dal match inaugurale. Per i galatinesi un netto successo per 2-0 (25-8, 25-14) in una partita che li ha visti protagonisti sin dalle prime battute di gioco. Il team di Quida è sceso in campo molto determinato e ha saputo sfruttare il buon tasso tecnico, lasciando ben poco spazio agli avversari. Nell’ultimo incontro in programma, la Showy Boys si è giocata l’accesso alla final four come prima classificata del girone A con la compagine di Alberobello.

 

Risuona in terra di Bari, più precisamente a Castellana Grotte, l’urlo liberatorio dei ragazzi di mister Pendenza che battendo i padroni di casa della Matervolley e il sestetto dell’Ideal Talsano accedono alle final four regionali in programma il 06 e 07 giugno.

Si copre di gloria l’Istituto Comprensivo Polo 3 , sotto la guida della dirigente Rosanna Lagna  che ha affidato alla SCUOLA SECONDARIA 1^ GRADO “GIOVANNI XXIII”, in regime di partenariato collaborativo con S.B.V. GALATINA, la materializzazione del progetto “SCHOOL e SALENTO BEST VOLLEY” sposando in pieno finalità ed obiettivi.

Ed ecco allora che l’operato della professoressa  Marcella De Bonis ,in sintonia con il tecnico federale Laura Pendenza, si trasferisce sui campi di gioco in manifestazioni FIPAV che danno lustro all’istituzione scolastica , alla città di Galatina e al movimento pallavolistico in generale.

La stretta collaborazione con la dirigenza societaria della S.B.V., afferma la professoressa Rosanna Lagna, si sviluppa in una dinamica molto sinergica tra campo dell’istruzione pubblica e associazionismo sportivo,  con attività  volte a sostenere l’inclusione sociale e le pari opportunità.

 
Di Redazione (del 31/05/2018 @ 21:10:55, in FareAmbienteNoha, linkato 263 volte)

Come sempre  ci siamo illusi che qualcosa possa cambiare in questo paese. Si, siamo cocciuti e ostinati e osiamo perfino  sperare.  Il “ci” è riferito alle persone che non solo si riconoscono nel nostro Laboratorio di Fareambiente, ma anche a tante altre persone perbene di Noha. E ce ne sono,  e sono pure la maggior parte.

E quindi, dopo la bellissima fioritura dei mesi di quest’ultima primavera, arrivato l’atteso  secco di stagione, altrettanto bello,  la nostra speranza è andata, come si suol dire, a farsi friggere. In fumo.

Ecco come sono andati i fatti: passando davanti alla Masseria Colabaldi, la domenica 15 maggio, in occasione della passeggiata per le vie di Noha, organizzata  dall’Associazione Arci Levèra e coadiuvata dalle altre Associazioni: FIDAS Noha, Faremabiente Laboratorio di Galatina-Noha e la Scatola di Latta, ci siamo accorti che c’erano dei materassi nell’erba. Appena finita la passeggiata, ci siamo precipitati per togliere i materassi dall’erba e li abbiamo riposti sul marciapiede di via Dalla Chiesa, per favorirne la raccolta da parte degli operatori di Monteco s.r.l., l’azienda addetta alla raccolta differenziata in questo Comune e frazioni.

Qualche giorno dopo, ritornati sul posto per verificarne il ritiro, notavamo nell’erba sul bordo della strada altri sacchetti di rifiuti e un albero di natale completamente smontato. Non passano nemmeno due giorni, il tempo per far sgomberare quegli altri rifiuti, che ci ritroviamo con il primo incendio doloso della stagione,  nell’abitato di Noha.

 

Siamo in pieno Novecento. Con Nicola Giannattasio e con Gaetano Muller la chiesa di Nardò, e quindi anche la Chiesa di Noha attraversano gli anni ruggenti della prima guerra mondiale e quelli del fascismo che porteranno inesorabilmente alla seconda grande guerra.

La redazione

 

NICOLA GIANNATTASIO (1871 – 1959)

Vescovo dal 30 novembre 1908 al 24 giugno 1926

 

Motto: Zelo dicatum pro Domino Deo exercituum

(con zelo mi dedicherò al servizio del Signore)

Dal 1908 al 1926 Pontefici furono:

            Pio X (1835-1914)                                             Papa dal 1903 al 1914

            Benedetto XV (1854-1922)                               Papa dal 1914 al 1922

            Pio XI (1857-1939)                                            Papa dal 1922 al 1939

 

            Arciprete di Noha

            Don Vitantonio Greco (1867-1932),    parroco al 1895 al 1932

 

            Nicola Giannattasio nacque a Bisceglie, provincia di Bari, il 17 gennaio 1871. Fu ordinato sacerdote il 21 dicembre 1893 ed eletto Vescovo di Nardò il 30 novembre 1908 dal Papa Pio X.

            Dalla bolla di nomina risulta che era laureato in teologia ed era stato vicario generale della diocesi di Ascoli Satriano e Cerignola, in provincia di Foggia.

Il 25 marzo 1909 fece il solenne ingresso in diocesi ed inviò la prima lettera pastorale, densa di dottrina, dal titolo: Il soprannaturale cristiano. Per incrementare la vita pastorale costituì nuove parrocchie dove la popolazione era cresciuta ed erano sorti nuovi rioni, lontani dalle parrocchie esistenti.

       L’otto novembre 1912 emise il documento di apertura della visita, che iniziò il 17 e terminò nel 1915. La descrizione, assai frammentaria, con gli atti e le disposizioni relative sono conservate nell’archivio diocesano di Nardò.

A conclusione della visita pubblicò l’opuscolo: Moniti e decreti di culto e di disciplina nella prima visita pastorale di Mons. Nicola Giannattasio, Vescovo di Nardò, 1912 - 1914.

 

La  14 ^ edizione indoor del “TROFEO DEI TRE MARI” 2018 riservata agli atleti  del 2003 e 2004 di Abruzzo – Basilicata – Calabria – Campania – Puglia e Sicilia ha visto, come era nelle previsioni , primeggiare la Campania sia in ambito maschile che femminile.

La somma dei punti conquistati nel torneo maschile e quelli conquistati nel torneo femminile hanno generato la classifica generale assegnando con punteggio pieno il “Trofeo dei Tre Mari” 2018 alla regione Campania.

Le delegazioni ospitate nel villaggio resort POSEIDON DI San Salvo marina , si sono affrontate  nelle strutture di Cupello – San Salvo  e Vasto il 26 e 27 maggio in una    manifestazione, targata FIPAV Abruzzo, che ha messo in evidenza un ottimo livello di gioco ed alcune spiccate individualità , tra cui i campani Andrea De Luca ed Ilaria Maiorano finiti sotto la lente d’ingrandimento dei tecnici federali presenti.

 
Di Redazione (del 31/05/2018 @ 20:34:39, in Comunicato Stampa, linkato 1330 volte)

Formigine – “Spettacolo unico ed emozionante” e’ questo il commento al termine del campionato italiano professionisti ANMB 2018 (Associazione Nazionale Maestri di Ballo) che si e’ svolto nel palasport di Formigine Modena il 6 di maggio.
Calorosi i ringraziamenti ai dirigenti ANMB che hanno organizzato un eventi cosi’ importante e ricco di una giuria internazionale competente formata da pluri campioni mondiali.
Hanno dimostrato la loro bravura sia a livello di ballo che coreografico i maestri Michele Tundo e Martina Nobile entrambi pugliesi e precisamente Galatinesi, salendo sul podio per ben due volte: ottenedo il primo posto per la competizione professionisti OVER 18 DANZE LATINO AMERICANE e il secondo posto per la COMBINATA 10 BALLI OVER 18 sempre professionisti (DANZE STANDAR E DANZE LATINO AMERICANE)
Michele Tundo e Martina Nobile sono i maestri dell’ASD “MIKY DANCE TEAM” con sede in Galatina e Neviano, operano nel settore da diversi anni ottenendo da sempre ottimi risultati sia per loro che per i propri associati che sistematicamente salgono sul podio ogni anno e in tutte le competizione piu’ importanti del circuito ANMB. e WDC giudici nazionali e internazionali ANMB.

 

A Noha esiste lo Scjakù...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< luglio 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
12
14
16
18
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Meteo

Previsioni del Tempo