Di Redazione (del 15/02/2019 @ 20:36:03, in Comunicato Stampa, linkato 146 volte)

Il 7 febbraio scorso il direttore del dipartimento regionale della salute Giancarlo Riuscitti dichiarava quanto segue: «A Galatina, la week surgery, attività di piccola chirurgia generale, non esiste». 
Ciò significherebbe che parte degli interventi che di fatto si effettuano al “Santa Caterina Novella” non sarebbero autorizzati. La tesi sostenuta dal direttore Riuscitti è la seguente (citiamo testualmente): «L’unica attività chirurgica che si può fare a Galatina è quella legata alla ginecologia e ostetricia, quindi oltre al parto si possono usare le sale operatorie del “Santa Caterina Novella” sì per attività chirurgica, ma legata al mondo femminile. Se prima avevamo due ortopedie una a Copertino e l’altra a Galatina, poi abbiamo fatto una scelta per cui il primo é un ospedale a vocazione chirurgica, tanto da chiudere l’ortopedia del “Santa Caterina Novella”, per trasferirla al “San Giuseppe”, come può esserci al nosocomio galatinese un servizio come la week surgery per ortopedia e chirurgia generale? Non avrebbe senso, ne avrebbe di più se aprisse il nuovo servizio a Copertino, Galatina potrebbe avere al più una week surgery legata all’attività ginecologica e ostetrica». 
 

Ad intervenire per fare chiarezza sono i portavoce alla Camera del MoVimento 5 Stelle Leonardo Donno (deputato) e Cataldo Mininno (senatore), insieme al consigliere regionale Tony Trevisi. «Il direttore del dipartimento regionale farebbe bene ad informarsi prima di gettare fango su una realtà ospedaliera che, a nostro avviso, sta diventando il cavallo di troia di una nuova mission politica. Chiunque debba ricoprire ruoli di responsabilità in ambito sanitario non può e non deve esssere nominato dalla politica: il rischio che subentri un conflitto di interesse è alto ed evidente. Il tutto sulla pelle dei cittadini. 
Entrando nel merito della questione ci preme specificare che l'azienda sanitaria locale, in assenza di autorizzazione regionale, non ha attivato alcun letto di Ortopedia e Traumatologia, nè effettuato alcun ricovero. Solo una volta ottenuta la Riattivazione della UO di Chirurgia Generale, è stata disposta la riattivazione delle attività in Day Service Chirurgico, in Day Sargery e in ricovero ordinario utilizzando a questo fine, operatori già in servizio presso l’Azienda e in particolare presso la UOC di chirurgia del PO Fazzi.

 
Di Redazione (del 15/02/2019 @ 19:53:14, in Comunicato Stampa, linkato 53 volte)

Laico e pragmatico. Ecco il Partito Democratico che ci è piaciuto e che ci piace immaginare per il futuro. La leadership di Matteo Renzi ha rappresentato, nella scena politica degli ultimi anni, una scelta di rottura e discontinuità, di evidente emancipazione sulle questioni economico sociali con una prospettiva democratica riformista a vocazione maggioritaria centrale, che già contraddistingueva la visione di Veltroni, portata avanti però con più determinazione e radicalità.
Jobs Act, Unioni Civili, Riforma Scuola, Riforma Pubblica Amministrazione, Eco Reati, Industria 4.0, Ape Social, Dopo di noi, Sblocca Italia, Divorzio Breve, Rei, Riforma Banche Popolari, Legge sull'Autismo, Legge contro il Caporalato, Bonus Bebè sono solo alcuni dei provvedimenti annunciati e realizzati in un periodo politico dove si poteva fare certamente meglio ma dove si è fatto comunque tanto, uscendo da una  paludosa e spesso inconcludente azione politica perpetrata per troppo tempo nel nostro Paese.
Ecco, in tempo di Primarie, il voto “aperto” del 3 marzo 2019 sarà decisivo, per capire se questo periodo riformista è da intendersi del tutto esaurito e chiuso o viceversa per consolidare il suo “naturale” ruolo di motore del cambiamento della politica italiana. Sarà un partito, il Pd, che guarda al passato basandosi su elementi ideologici e populistici aprendo anche alla possibilità di future alleanze grilline? Oppure saprà finalmente corrispondere alle molteplici aspettative di un Partito Nuovo post comunista e post democristiano che ne avevano accompagnato la nascita?

 

In “parole date”, Saccomanno ripercorre alcune storie che lo hanno attraversato in più di dieci anni. Certo ci sono alcuni pezzi dei suoi lavori. Dalla vita in miniera ad alcuni episodi dell’ infanzia. Da una favola che lo folgorò in una sera di inverno fino ad arrivare ad un racconto di uno scrittore ucraino. Ma c’è anche il racconto del perché certe storie diventano necessarie al punto che ce ne dobbiamo liberare nella condivisione di un momento teatrale. C’è il ricordo delle difficoltà incontrate, delle soluzioni attuate. Prova a dire come si arenava nel provare a raccontare il mondo del sottosuolo, come un incontro reale modificava il suo stile narrativo o che cosa ha significato in un dato momento l’incontro con uno scrittore. Ha sempre pensato che il teatro è vivo anche perché a volte è inscindibile dagli istanti di vita di cui si nutre. Questo piccolo viaggio nei suoi racconti rappresenta suo malgrado il racconto di alcuni frammenti biografici.

 
Di Redazione (del 14/02/2019 @ 21:31:54, in Comunicato Stampa, linkato 78 volte)

«Il trasporto pubblico locale non può essere oggetto di tagli e spending review, tutt'altro. La vera rivoluzione, nella quale abbiamo investito sin da subito, consiste nel garantire ai cittadini spostamenti adeguati, facendo passi in avanti verso l’intermodalità, incentivando modalità di viaggio a basso impatto ambientale»

È la rflessione del portavoce alla Camera dei deputati del M5S Leonardo Donno, al margine della firma del Ministro Toninelli al decreto con cui vengono ripartiti alle Regioni 3,89 miliardi di euro per il trasporto pubblico locale e sbloccati i 300 milioni della legge di Bilancio 2019. Alla Puglia saranno destinati 316 milioni di euro.

I fondi in questione vengono erogati come anticipazione dell’80% del Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario.

 
Di Redazione (del 14/02/2019 @ 21:25:37, in Comunicato Stampa, linkato 42 volte)

Il Comune di Galatina collabora con il Liceo Artistico Statale “Emilio Greco” di Catania per la realizzazione del Progetto “Agata … il viaggio”.

Si tratta di un’iniziativa rivolta a trenta alunni frequentanti il Liceo Artistico di Catania e a venti studenti del Liceo Artistico P. Colonnadi Galatina e che mira al potenziamento della fruizione e valorizzazione del territorio catanese attraverso lo studio delliconografia agatina e la produzione di elaborati per la realizzazione di una mostra itinerante.

Il Progetto, che sarà realizzato in partenariato con il Comune di Catania, la Chiesa di SantAgata la Vetere di Catania e il Lions Club Catania Porto Ulisse, coinvolge la Città di Galatina in quanto la Reliquia di SantAgata è custodita nella Basilica di Santa Caterina di Alessandria.

 

L’iniziativa nasce con l’intento di incentivare la divulgazione e l’interesse per la scienza e la tecnologia attraverso l’incontro con scienziati ed esperti di rilievo nazionale ed internazionale.

Il linguaggio utilizzato è naturalmente alla portata dei ragazzi e per non addetti ai lavori. La scuola deve far appassionare i ragazzi, emozionarli e trasmettergli la bellezza della scienza.

“Abbiamo scoperto lo scorso anno, realizzando il progetto STEM, che le materie scientifiche hanno una forte attrattiva  sui ragazzi e abbiamo deciso di dare seguito ,anzi potenziare l'approfondimento di questi saperi. L'intento quest’anno - racconta Anna Antonica - è riuscire a spiegare ai nostri ragazzi le nuove frontiere della ricerca scientifica, dall’intelligenza artificiale ai materiali innovativi, dalla programmazione dei computer alle innovative tecniche di recupero delle plastiche in mare”.

Gli studenti interagiranno ad ogni incontro con gli scienziati al fine di soddisfare le curiosità intrinseche dei ragazzi che hanno tanta voglia di conoscenza.

Il progetto si inserisce nelle iniziative annuali del gruppo di docenti di scienze, tecnologia e matematica della Scuola secondaria PASCOLI di via Toma.

“Perché i materiali si rompono” è il primo appuntamento in programma domani 13 febbraio alle ore 12.00 presso l’AULA MAGNA della Scuola Secondaria di Primo Grado PASCOLI di via Toma.

Interverrà la prof.ssa LAURA DE LORENZIS in collegamento skype dalla Germania.

 
Di Raimondo Rodia (del 13/02/2019 @ 18:48:36, in Comunicato Stampa, linkato 75 volte)

Si tratta di un libro straordinario da comprare, leggere e conservare dal titolo " Reputu ", vale a dire un pianto funebre delle piazze rurali del nostro Salento. Oltre alla classica presentazione del libro ad allietare la serata ci saranno gli interventi musicali di Enzo Marenaci leader e voce dei " Cantori della Giurdana ", Marina Leuzzi voce femminile del gruppo folk " I Cardisanti " e gli immancabili interventi del filosofo cantastorie Roberto Vantaggiato. A presentare la serata Raimondo Rodia che terrà a bada anche il vulcanico autore del libro Giovanni Leuzzi. L'appuntamento da non perdere è per venerdi 15 febbraio 2019 alle ore 18.30, presso la biblioteca comunale di Tuglie, in via Risorgimento. Dopo i saluti istituzionali del sindaco Massimo Stamerra e del vice sindaco ed assessore alla Cultura Silvia Romano, si aprirà questa kermesse di musica, poesia, lingua, tradizione, storie ed aneddoti locali. Di seguito la sinossi del libro e due righe sulla vita professionale del prof. Leuzzi.

Il poema in ottava rima e in rigoroso dialetto salentino, che utilizza a pretesto narrativo una divertente storia paesana, fotografa, con i toni e registri più diversi e seguendo il libero andare della memoria, il rapido e per molti versi catastrofico diluirsi, in un nulla ancora indistinto, della millenaria civiltà contadina; una civiltà che nei centri rurali del Salento aveva realizzato, pur in un quadro diffuso di povertà, sfruttamento ed ingiustizia, straordinari risultati di risposta ai bisogni collettivi, di socialità ed identità culturale. Le piazze di quei paesi, che negli ultimi anni sono state oggetto di importanti rifacimenti strutturali ed estetici dagli effetti spesso scenografici, perduta ogni funzione economica e sociale, oggi si presentano come spazi vuoti di presenza umana, freddi, senza storia, senza anima e memoria e ormai da decenni attendono nuova linfa e nuova vita, che sarà, se mai, del tutto diversa da quella di un passato leggendario ed irripetibile. L’ottava rima, con la musica e le cadenze sue proprie, poggia sulla strepitosa padronanza di una lingua che, già grande di suo, si è strutturata nei secoli con scambi, arricchimenti ed imprestiti i più diversi, consentendo al popolo del Salento straordinarie capacità espressive, comunicative e creative; lingua che nel poema è strumento formidabile per il disegno di quadri, situazioni e personaggi, lo sviluppo del pensiero e del racconto, il dipanarsi di nostalgiche ricostruzioni e di ironiche, ma spesso amare e desolate invettive, tutte giocate tra il semiserio rimpianto del passato e la icastica condanna del presente.

 
Di Redazione (del 13/02/2019 @ 18:43:54, in Comunicato Stampa, linkato 83 volte)

Tanti gli strumenti a cui ci si può approcciare e i corsi saranno tenuti da musicisti qualificati e attivi nella scena musicale salentina e non solo.

info e iscrizioni : 3891081226 | 3338030064


CHITARRA | BASSO ELETTRICO: Ettore Mastria
Maestro di chitarra e basso elettrico diplomato presso accademia di musica moderna svolge attivita' didattica da 30 anni presso varie scuole, enti e associazioni salentine. Inoltre ha collaborato, registrato, composto musica, arrangiato e svolto attivita' concertistica con vari gruppi musicali della provincia di Lecce dal 1988 ad oggi.

FISARMONICA: Nicola Mauro
laureato in fisarmonica e "musica e nuove tecnologie" attualmente è docente di fisarmonica presso il liceo IISS Giannelli di Parabita.

PIANO: Maria Chiara Indirli
nata il 17/01/1994, si approccia allo studio del pianoforte all'età di 4 anni, per poi proseguire all'età di 8 anni nel Conservatorio di Musica "Tito Schipa" di Lecce, diplomandosi in Pianoforte nel 2013. Nel 2016 consegue il Diploma di II livello in Pianoforte cameristico e, nello stesso anno accademico, si laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università del Salento. Fin dai primi anni partecipa a concorsi nazionali ed internazionali sia come solista sia in formazione cameristica. Insegna strumento dal 2011 ed attualmente è docente di Pianoforte presso la scuola media ad indirizzo musicale "Paradiso-Tuturano".

BATTERIA: Gianmarco Serra, in arte Giammy.
Energico batterista di alcune delle band più popolari del Salento quali gli Après la classe, Io te e Puccia etc.

FLAUTO: Davide Calò
nato il 07/06/1997, si approccia allo studio del flauto all'età di 11 anni, per poi proseguire all'età di 13 anni nel Conservatorio di Musica "Tito Schipa" di Lecce, conseguendo la laurea di I livello nell’ottobre del 2017. Attualmente frequenta il Biennio di II livello in Flauto solistico. Fin dai primi anni partecipa a concorsi nazionali ed internazionali sia come solista sia in formazione cameristica.

TROMBA | TROMBONE | OTTONI: Lorenzo Lorenzoni
Nato a Brescia, si è trasferito in Salento nel 2017, dove esercita l’attività di musicista e insegnante.
Laureato in Musicologia, diplomato in Trombone classico al Conservatorio di Brescia e laureato in Trombone Jazz al Conservatorio di Amsterdam.
Ha vissuto 5 anni in Olanda studiando e lavorando come musicista e partecipando a numerosi tour in Europa con varie formazioni. Insegna tromba e trombone da 15 anni.

SAX: Alessandra Bianco
nasce a Galatina nel 1988
Inizia a studiare sax all'età di 9 anni e nel 2004 entra a far parte, del Conservatorio Tito Schipa di Lecce sotto la guida del M. Luigi Fazi.
Nel 2010 inizia l'avventura con la Swing Big Band diretta dal M. Luigi Bubbico eseguendo brani di musica jazz, blues e swing.
Nel maggio 2012 perfeziona gli studi con maestri di fama internazionale quali il francese Eric Devallon e lo spagnolo Juan M. Jimenez Alba e nel luglio dello stesso anno consegue il Diploma di saxofono. Nel marzo 2015 consegue il Biennio in saxofono cameristico del Conservatorio di Lecce. Ha svolto attività di docente di Musica presso IISS Scarambone di Lecce, IISS Moccia di Nardò ed attualmente nell' IIS Bottazzi di Casarano.

CLARINETTO: Giada Chezzi
nata il 02/08/1993 si approccia allo studio del clarinetto all età di 6 anni per poi proseguire gli studi presso il conservatorio di musica Tito Schipa di Lecce, diplomandosi in clarinetto nel 2014. Nel 2016 consegue il diploma di ll livello in clarinetto cameristico laureandosi con 110 e lode. Fin dai primi anni partecipa a concorsi nazionali ed internazionali sia come solista sia in formazione cameristica. Svolge l’attività cameristica e orchestrale collaborando con diverse formazioni da camera e orchestrali. Dal 2014 è docente di clarinetto presso diverse scuole.

 

La Consulta dei Giovani di Galatina ha invitato una rappresentanza dei ragazzi e delle ragazze frequentanti le quinte classi del Vostro Istituto Scolastico all’appuntamento con lo storico e giornalista Gianni Oliva. L’incontro si terrà nella giornata di martedì 12 febbraio, a partire dalle ore 10.30, presso le sala della Biblioteca Comunale “Pietro Siciliani” in occasione del Giorno del Ricordo.

Gianni Oliva è un giornalista pubblicista e storico. Dice che per lui "la scrittura è l'impegno più forte". Preside di Liceo e docente universitario, è stato assessore alla Cultura della Regione Piemonte. A Galatina, tra i libri della Biblioteca "Siciliani", ci parlerà delle foibe, "stragi negate degli Italiani della Venezia Giulia e dell'Istria". Tra le sue pubblicazioni per Mondadori ha affrontato le vicende delle violenze politiche nel nord-est dell’Italia a cavallo della Seconda Guerra Mondiale e la violenza politica “di vendetta” che portò, tra le altre cose, all’indegno spettacolo di Piazzale Loreto (qui disponibile una sua bibliografia http://giannioliva.it/libreria/).

L’incontro darà ai ragazzi la possibilità di interagire con domande e riflessioni.

Il Presidente

Marika Martina

 

A Noha esiste lo Scjakù...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< marzo 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
15
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             

Meteo

Previsioni del Tempo