\\ Home Page : Articolo
I Concerti del Chiostro tornano a Galatina con un recital del grande pianista jazz Dado Moroni
Di Redazione (del 31/08/2019 @ 17:12:06, in Comunicato Stampa, linkato 114 volte)

La serata, prima delle tre comprese nella rassegna "Settembre in...Classica", si terrà lunedì 2 settembre alle ore 20:45 presso l'ex monastero delle Clarisse ed è inserito nella più ampia programmazione estiva galatinese "A Cuore Scalzo". 

La direzione artistica della stagione concertistica, voluta e sostenuta dall'Assessorato alla Cultura del comune di Galatina, è affidata al M° Luigi Fracasso.

“Inauguriamo, quest'anno, una rassegna musicale unica, - dichiara la dr.ssa Cristina Dettù - che appare oggi come il marchio distintivo della città di Galatina. È certamente garanzia di qualità data la presenza dell'associazione de 'I Concerti del Chiostro" e della direzione artistica del maestro Fracasso; al contempo rappresenta un investimento attento, convinto e sostenuto da parte dell'amministrazione comunale. Perché crediamo che la cultura possa essere punto di ri-partenza per la città di Galatina, che la musica classica, e la buona musica in generale, sia la cornice di un racconto, di una storia affascinante, sia emblema di bellezza ed emozioni. Ogni singolo aggettivo che descrive Galatina e l'incanto dei suoi luoghi, in cui cittadini, turisti e ospiti potranno assistere ai 3 appuntamenti di "settembre in...classica".

Dado Moroni è da molto tempo sulle scene internazionali a rappresentare il jazz italiano al suo massimo livello. Il pianista genovese è anche uno dei nostri jazzmen più stimati e richiesti dai colleghi americani. Motivo, questo, per cui e' stato nel tempo fra i più attivi artisti italiani negli Stati Uniti. Vale la pena di ricordare che nel corso della sua fortunata carriera ha fatto parte del gruppo Mingus Dynasty e del trio guidato dal bassista Jimmy Woode. È anche stato il solo italiano invitato da Ray Brown a partecipare ad un famoso disco in cui il grande contrabbassista duettava con i suoi pianisti preferiti. Molto lungo sarebbe

l'elenco dei grandi del jazz (tutti appartenenti al genere mainstream) con cui Moroni ha lavorato: basta forse citare Wynton Marsalis, Joe Henderson, Clark Terry, Lee Konitz, Al Grey, Kenny Barron, Tom Harrell, Freddie Hubbard, James Moody. Ma certamente fra le sue esperienze artistiche più importanti non si possono non ricordare anche quelle con Gianni Basso, Franco Ambrosetti ed il recente duo con Enrico Rava.

L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti. 

Sara ROMANO, ufficio stampa
 

Commenti

Nessun commento trovato.

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< ottobre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
15
17
19
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             

Meteo

Previsioni del Tempo