\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 10/11/2020

Di Redazione (pubblicato @ 22:17:59 in Comunicato Stampa, linkato 83 volte)

Va bene che per la pandemia dobbiamo essere più comprensivi verso chi governa, ma guai ad esagerare. Mi pare che di esagerazioni dobbiamo parlare a proposito di quanto sta accadendo all’Ospedale di Galatina. La Regione Puglia ha deciso di convertire l’intero nosocomio alla cura del Covid. Hanno chiuso l’Ospedale senza che vi fossero le condizioni per una ripartenza con la cura dei pazienti Covid facendo un doppio danno al Salento che non ha più un ospedale per la cura dei no-Covid verso i quali l’offerta di servizi è sempre più ridotta e non ha neppure un ospedale dedicato ai Covid. Chissà se la Corte dei Conti avrà eccezioni al riguardo, ma ora il problema sta in questo imbarazzante e dannoso limbo.

Eppure nessuno parla, non si sente la voce dei sindaci del distretto socio sanitario, non si sente la voce dell’opposizione peraltro già timida nella prima legislatura guidata da Emiliano. Si consuma la distruzione dell’Ospedale di Galatina nell’indifferenza generale.

Mi domando come sia stato possibile ipotizzare di destinare alla cura del Covid un ospedale la cui terapia intensiva e semi-intesiva è scritta solo sulla carta, non c’è un’area cuore pur essendo ormai noto che il contagio può determinare problemi cardiaci, non c’è una Pneumologia visto che – sempre la Regione – ha deciso di chiuderla.

Nel frattempo, a pochi giorni di distanza dalla chiusura dell’Ospedale, la Asl di Lecce ha destinato al Covid il Dea che ha una capacità di 330 posti letto. Qual è la ratio di tutto questo pasticcio? La Regione ha chiesto alla Asl di Lecce 380 posti per fine mese. Con la destinazione del Dea al Covid non ha più senso continuare a tenere chiuso Galatina e mi appello all’assessore regionale alle Politiche della Salute, Pier Luigi Lopalco, affinché metta ordine e restituisca l’Ospedale al territorio. Mi auguro che tutta questa confusione non sia la premessa per dare un colpo mortale al Santa Caterina Novella: a pensar male, a volte si colpisce nel segno.

Il consigliere di opposizione della Lista De Pascalis

Giampiero De Pascalis

 

È il caso del Polo 3 di via Spoleto dove la necessità di garantire gli ingressi scaglionati, il distanziamento sociale da un lato, la sicurezza e la pubblica incolumità dall’altro ha portato ad una rivisitazione complessiva della viabilità intorno all'edificio scolastico.

A partire quindi da mercoledì 11 novembre verrà cambiato il senso di marcia di via Spoleto (si transiterà da via Pistoia e verso via Castromediano) ed anche di via Asti dove si transiterà da via Pistoia e verso via Como).

In conseguenza, anche le strade limitrofe quali via Novara e via Potenza subiranno modifiche nei sensi di circolazione di marcia.

L’intervento studiato con il Comando di Polizia Locale e l’Ufficio Tecnico Comunale consente da un lato una notevole razionalizzazione delle risorse umane e strumentali dall’altro una maggiore sicurezza dei bambini e dei genitori che stazionano nei pressi dei punti di ingresso/uscita, sulle vie Spoleto e Novara.

Di seguito il link all’ordinanza di modifica della viabilità.

https://www.comune.galatina.le.it/amministrazione/attivita/ordinanze/item/ordinanza-della-polizia-municipale-n-41-pm-2020-provvedimenti-di-viabilita-nuova-disciplina-della-circolazione-stradale-in-via-spoleto-e-in-via-asti-tratto-tra-via-pistoia-e-via-como

L’Assessore alla Pubblica Istruzione

Cristina Dettù

L’Assessore alla Polizia Locale

Nicola Mauro

 

Con una nota al Direttore Generale della Asl Lecce, Dott. Rodolfo Rollo, e ai responsabili dei settori Asl interessati ho sollecitato una soluzione per una riattivazione immediata del Centro Diurno  - CSM a Galatina.

Da oltre un anno inadempienze e disimpegno degli apparati burocratici interessati, tutti interni alla Asl, con uno scaricabarile irritante ed inaccettabile non solo non si è provveduto ai lavori di messa a norma della sede in via Siciliani richiesta dai VVFF ma non si è nemmeno dato seguito alla convenzione sottoscritta dalla mia amministrazione con la Direzione Generale Asl con la quale si era individuata una soluzione temporanea per permettere la prosecuzione del servizio.

Già il 14 ottobre 2019 con una mia nota, poi formalizzata il 7 novembre con delibera di giunta n° 277, in risposta alle tante segnalazioni di disagio delle famiglie interessate, avevo dato ampia disponibilità alla Asl individuando la possibile soluzione e mettendo a disposizione i locali del Centro Polivalente di Noha.

Da allora il nulla, in risposta alle mie numerose sollecitazioni solo un continuo scarico di competenze e responsabilità tra uffici Asl.

Il Centro Diurno, così come il CSM per il quale oggi ho dato eguale disponibilità dei locali, costituisce oltre che un servizio pubblico, una risorsa importante ed irrinunciabile poiché attiene a precisi compiti previsti dal Servizio Sanitario Nazionale e riveste, inoltre, particolare importanza quale supporto alle famiglie, ponendosi al loro fianco, nell’affrontare problematiche spesso non semplici da gestire.

Marcello Amante

Sindaco di Galatina (LE)

 

Fotografie del 10/11/2020

Nessuna fotografia trovata.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

La struttura della vecchia scuola elementare di Noha è stata inaugurata e subito chiusa da:

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< novembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
           

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata