Di Antonio Mellone (del 16/08/2017 @ 14:01:24, in Fetta di Mellone, linkato 660 volte)

Qualcuno m’ha chiesto come mai non ho ancora scritto nulla in termini di critica aspra altrimenti detta stroncatura in merito all’operato della nuova amministrazione comunale di Galatina [ebbene sì, c’è chi si diverte a leggere le mie filippiche, mentre io m’incavolo a bestia, ndr.].

La risposta è semplice: non ha ancora avuto il tempo di arrecar danni al mondo che ci circonda, come invece han fatto le precedenti. E francamente spero non ce l’abbia mai, questo tempo, ché avrei ben altro per la testa io [tipo, oltre al lavoro, le letture, lo studio e i fatti miei in tema di “donne, cavallier, arme, amori, cortesie e audaci imprese”].

Insomma non è che mi diverta a buttarmi nell’agone come un novello Catilina, o a trattare dell’epica o della lirica di Sindaco & co., o a leggere, di questo codesto o quella, le gesta eroiche (o erotiche, se riportate dal Quotidiano, visto l’utilizzo della lingua da parte di certi “giornalisti” allorché si tratti di centri commerciali, Tap, Twiga e altre sensuali delizie del genere).

Una cosa auguro alla nuova amministrazione Amante (ergo a me stesso): che non somigli per niente alla giunta neretina di Pippi Mellone la quale, a dispetto dei verdissimi proclami pre-elettorali, una volta assisa sulla cadrega cittadina, s’è messa d’impegno a distruggere quel che di bello è rimasto a Nardò e dintorni, con l’aggravante di quella presa per i glutei che fu l’intitolazione dell’aula consiliare alla povera Renata Fonte [la quale non può più replicare con un bel: “Ma come vi permettete” - per non usare un lessico, come dire, più trivialmente colorito, ndr.], contraria fino alla morte, per mano della mafia, ad ogni forma di speculazione edilizia.

 

In riferimento all’ordinanza del Presidente della Giunta regionale del 08.08.2017 e alla mancata richiesta da parte dell’Amministrazione del relativo finanziamento, con il presente comunicato si spiegano le motivazioni della scelta effettuata.

L’avviso regionale prevede un finanziamento fino ad un massimo di € 25.000,00 per ciascun Ente nei quali ammette unicamente le spese relative alla “pulizia e rimozione dei rifiuti che si accumulano sui cigli stradali soprattutto sulle strade di percorrenza a vocazione turistica”. Tale erogazione non comprende le spese inerenti il trasporto, il trattamento e lo smaltimento degli stessi, che restano, quindi, a carico delle singole amministrazioni.

Ferma restando la bontà dell’iniziativa da parte della Regione Puglia, i servizi a cui fa riferimento l’avviso pubblico rientrano già nelle attività indicate nel contratto Rep. 1567 del 24.03.2016 stipulato dal Comune di Galatina con la ditta Monteco s.r.l. e nella sua proposta migliorativa effettuata in sede di gara. Tra l’altro, in data 03.08.2017 (ben prima, cioè, della pubblicazione dell’avviso regionale) le suddette parti sottoscrivevano verbale di indicazione dei siti (urbani ed extraurbani) oggetto di intervento al fine di rendere operativa la raccolta di rifiuti abbandonati sul suolo pubblico, così come specificato nella proposta migliorativa. Proprio perché previsti in sede contrattuale, si tratta di servizi che ordinariamente vanno resi da Monteco senza nessun onere aggiuntivo per l’Ente (poiché offerti come variante migliorativa in sede di gara), compreso il costo di trasporto, non previsto, invece, dall’avviso regionale. Inoltre, il Comune di Galatina ha usufruito recentemente di un finanziamento provinciale, ancora in fase di completamento, per la pulizia delle piazzole di sosta della S.P. 371 - Circonvallazione di Galatina.

 

Ci dispiace che il gesto del nostro portavoce in Consiglio Comunale Paolo Pulli venga strumentalizzato e sminuito dalla maggioranza, e nello specifico da “Andare Oltre”, utilizzando anche citazioni del grande Paolo Borsellino che sicuramente non ha mai ricoperto incarichi politici, ma ha servito lo Stato sacrificando la propria vita. Qualsiasi stipendio sarebbe stato poco se commisurato all’impegno, alla dedizione e al sacrificio che hanno contraddistinto la sua missione in magistratura. Noi pensiamo che sarebbe stato ben contento di rinunciare a qualsiasi lauta ricompensa pur di mantenere la sua vita e portare a termine la sua missione. 
Il gesto del nostro portavoce, sebbene non rilevante dal punto di vista economico, vuol essere soprattutto un segnale; un segnale verso quella politica o meglio verso quei politici che fanno della politica un lavoro e pertanto una fonte esclusiva di reddito.

NOI PARTIAMO DA PRINCIPI DIVERSI: ed è qui la vera differenza tra noi e gli altri.

Per noi la politica NON È UN LAVORO !!!
L'impegno di un amministratore, secondo noi, non è proporzionale allo stipendio che percepisce, ma alla voglia e alla dedizione che ci mette!
Per noi la politica è lo strumento per rendere migliori, per quanto possibile, le condizioni di vita di tutti i cittadini senza guadagnarci su. Nel nostro programma, se ben ricordate, era previsto il taglio del 50% dell’indennità di funzione del sindaco, assessori, presidente del consiglio e rinuncia totale al gettone di presenza: somme (poco più di 5.000€ al mese) che sarebbero ritornate alla comunità nei modi e nelle forme più giuste e condivise. Ci teniamo a precisare che questa scelta, condivisa e approvata da tutto il gruppo 5 stelle (candidati ed attivisti), non è stata certo facile: tra di noi ci sono professionisti, imprenditori, operai, impiegati, casalinghe, pensionati, disoccupati; ma per rinunciare al 50% delle indennità e restituire qualcosa alla comunità non occorre essere ricchi; occorre invece avere grande senso civico (quello vero), credere fortemente che un modo nuovo di fare politica è possibile, dimostrare ai cittadini che, in periodi di difficoltà come questo, anche chi ci amministra può fare dei “sacrifici”. Il nostro impegno, da attivisti o da amministrazione, sarebbe stato il medesimo se non aumentato, poiché spinti da grande voglia di rivalsa e cambiamento (quello vero!). Continueremo con tenacia, voglia e passione a fare quello che abbiamo sempre fatto: cercare di migliorare le condizioni in cui viviamo per lasciare ai nostri figli un mondo migliore e trovare noi stessi un mondo migliore nel momento in cui il nostro percorso politico volgerà al termine. La vicenda, però, non deve distogliere l'attenzione dai problemi gravi che attanagliano la nostra città: i cittadini potranno sempre contare su di noi ed il nostro impegno in consiglio comunale e fuori sarà sempre massimo. 

 
Di Redazione (del 14/08/2017 @ 16:57:00, in Comunicato Stampa, linkato 58 volte)

E’ alle porte l’inizio della fase di preparazione precampionato della Showy Boys Galatina. Il prossimo 5 settembre il nuovo team bianco-verde targato 2017-18 si ritroverà in palestra per dare il via agli allenamenti in vista della partecipazione al campionato nazionale di I° Livello Serie C.

Dal termine della scorsa stagione sportiva, che ha segnato prestigiosi traguardi per la compagine galatinese (promozione e vittoria della coppa Puglia), e sino ad oggi, lo staff societario ha svolto un serio lavoro di programmazione al fine di allestire l’organico che scenderà in campo nel nuovo torneo di serie C regionale e organizzare l’attività del progetto “Scuola Volley” rivolto al settore giovanile maschile e femminile.

“Il primo passo è stato quello di riaffidare la guida tecnica della prima squadra e il coordinamento del movimento giovanile a Gianluca Nuzzo – dichiara Daniele G. Masciullo, presidente della Showy Boys – in questi ultimi due anni sono stati raggiunti gli obiettivi tecnici e sportivi predefiniti e sono state poste le basi per un interessante lavoro da svolgere da qui a breve in particolare con i più giovani”.

 
Di Redazione (del 14/08/2017 @ 16:51:35, in Comunicato Stampa, linkato 50 volte)

Mette a segno l’ultimo colpo di mercato la dirigenza galatinese, assicurandosi le prestazioni di un atleta il cui profilo è rispondente alle caratteristiche tecniche e caratteriali espresse da mister Stomeo.

Gianluca IACCARINO rafforza di netto la batteria dei centrali, ritagliandosi un posto da protagonista nel sestetto dell’Olimpia S.B.V. Galatina.

Umbro di Castiglione del Lago, Iaccarino è cresciuto pallavolisticamente nelle giovanili dell’ex Rpa Perugia, con la quale ha esordito giovanissimo in serie A1 nel 2009/2010, giocando anche la Junior League.

Nel 2010/2011 è in serie B2 con la Pallavolo Perugia; l’anno successivo veste i colori della Pallavolo Lagonegro sempre in B2, mentre dal 2012 al 2014 gioca in B1 con il Verona sponsorizzato Pastificio Avesani. Nel 2014/2015 è in Lombardia ,in B2, con la Forza e Coraggio Milano poi, complice la volontà di proseguire gli studi ,si riavvicina a casa disputando nel 2015/2016 il campionato di serie C con il Foligno.

 
Di Redazione (del 09/08/2017 @ 22:06:34, in FareAmbienteNoha, linkato 351 volte)

Non credo che non ve ne siate accorti anche voi che il paesaggio che si vede in giro per la nostra amata terra, con tutte le campagne e gli alberi bruciati, è molto triste. A causa della siccità e il caldo torrido la vegetazione è in evidente sofferenza. Non credo che non abbiate notato quanta tristezza si evince da tutti quei prati nero fumo, che solo a passargli vicino, l’odore acre di paglia bruciata mozza il respiro. Non credo che non ve ne siate accorti che su quei prati neri, oltre alla paglia carbonizzata che penetra i polmoni di tutti, sono rimaste le carcasse incombuste e deformate di tanti rifiuti ( soprattutto oggetti domestici: tv, valigie, scarpe, vasi, bottiglie, pneumatici, frigoriferi, ecc.) gettati prima degli incendi, con evidente strafottenza da incivili masse organiche senza coscienza.
Tutto questo penalizza la nostra dignità, di persone civili.
Noi crediamo che si possa ancora fare qualcosa per evitare questo scempio. Vi chiediamo di non gettare più i rifiuti nell’erba e di non bruciare più i prati. Forse  la legge non riuscirà a punirvi, forse,  ma la Natura lo sta già facendo. I fumi tossici e le fibre volatili che il vento sparge nell'aria, contribuiscono alle formazione di gravi malattie. O pensate davvero che le malattie riguardino solo gli altri e voi che amate  bruciare ne siete immuni?

SMETTIAMOLA DI FARE GLI SPORCACCIONI E COMINCIAMO A RAGIONARE.
SIETE TUTTI INVITATI ALLA MANIFESTAZIONE. CON LA VOSTRA PRESENZA DIMOSTREREMO INSIEME CHE NOI AMIAMO VIVERE IN UN AMBIENTE PULITO E SOPRATTUTTO SANO.

fareambiente - Laboratorio di Galatina

 

Nella mattinata del 9 agosto, il sindaco Marcello Amante, accompagnato dal consigliere Vito Albano Tundo, ha incontrato il direttore del Dipartimento delle Politiche della Salute e benessere sociale della Regione Puglia, Dottor Giancarlo Ruscitti.

In un confronto schietto e cordiale si è fatto il punto della situazione riguardante l’attuazione del piano di riordino ospedaliero e, ovviamente, le ricadute più o meno immediate sull’Ospedale Santa Caterina Novella.

Grande disponibilità all'ascolto del Dottor  Ruscitti sulle istanze portate dal Sindaco Amante che, supportato dai dati dei flussi di accesso al nosocomio galatinese, ha manifestato la preoccupazione per le conseguenze negative che ogni eventuale ridimensionamento del Santa Caterina Novella avrebbe oggi sulla condizione generale della sanità Galatinese e, ancor più, sulla già critica condizione dell'Ospedale Vito Fazzi di Lecce. È evidente infatti che quest’ultimo non riuscirebbe a supportare un aumento di flussi comportando un disservizio per una gran fetta di salentini che vedrebbero ridotta la loro possibilità di accesso alla sanità pubblica. Ben informato sulle dinamiche della sanità salentina, il Dott. Ruscitti ha rassicurato il Sindaco Amante sulla disponibilità ad un "congelamento" temporaneo delle azioni di riordino sul nostro nosocomio nell'attesa di valutare l'impatto che avranno sul sistema sanitario locale le disattivazioni in fase di attuazione. In un clima di disponibilità e dichiarata reciproca collaborazione, il Dottor Ruscitti ha accettato l'invito del Sindaco Amante a visitare, nel mese di settembre,  l'Ospedale Santa Caterina Novella.

 
Di Redazione (del 09/08/2017 @ 21:51:22, in Comunicato Stampa, linkato 159 volte)

Questa mattina, il sindaco Marcello Amante, accompagnato dal consigliere Vito Albano Tundo, si è recato a Brindisi per partecipare alla cerimonia di insediamento del procuratore della Repubblica: il galatinese Antonio De Donno, uomo che ci riempie d'orgoglio da tempo e che siamo sicuri continuerà a farlo per sempre.

“Mi è sembrato doveroso essere presente in prima persona, in rappresentanza di tutta la Città, al fine di manifestare la vicinanza e la riconoscenza nei confronti del procuratore della Repubblica dott. Antonio De Donno.” dice il sindaco Marcello Amante. E conclude “L’attenzione per la legalità e la lotta a tutte le mafie sono da sempre valori che ci accomunano e che contraddistingueranno tanto il suo operato quanto l’azione della nostra amministrazione”

 
Di Redazione (del 09/08/2017 @ 21:49:13, in Comunicato Stampa, linkato 206 volte)

Il primo Consiglio comunale ha “regalato” a noi cittadini di Galatina un debito fuori bilancio. La cifra non è altissima, circa 13mila euro, ma siccome parliamo di soldi pubblici non sono ammesse leggerezze. In campagna elettorale ho assunto l’impegno con i cittadini di fare luce sui debiti del Comune e manterrò la promessa. Ho inviato richiesta formale affinché mi sia fornita tutta la documentazione relativa al conto consultivo analitico per gli anni che vanno dal 2013 al 2016, oltre all’elenco analitico dei residui attivi e passivi eliminati e reimputati – sempre per gli stessi anni –  con relativa esplicitazione e denominazione delle voci di classificazioni di bilancio, nonché dei vari capitoli di accertamento. Adeguata documentazione è stata da me richiesta anche per l’ultimo debito fuori bilancio apparso come per magia nel primo Consiglio comunale convocato con tutta calma dalla nuova amministrazione.

La situazione è critica e obbliga a comportamenti responsabili. Ho deciso di rinunciare al gettone di presenza, come pure ha fatto il consigliere Paolo Pulli. Un gesto simbolico, certamente, ma avrebbe avuto maggiore consistenza se dalle fila della maggioranza fosse arrivata la stessa rinuncia e stessa cosa avrebbero dovuto fare il sindaco e la sua giunta rispetto all’indennità visto lo stato in cui si trova il Comune. Il fatto che abbiano ritoccato di un meno dieci per cento e poi di un ulteriore cinque per cento, che non corrisponde a un meno 15 per cento, non cambia molto la situazione: con le casse comunali all’asciutto avrebbero dovuto rinunciare. Ogni mese la Giunta comunale costerà 8.875,63 euro e questo solo per l’indennità.

 

A Noha esiste lo Scjakù...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< ottobre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Meteo

Previsioni del Tempo