Di Redazione (del 14/03/2019 @ 13:19:52, in Comunicato Stampa, linkato 47 volte)

«Sospesa la procedura di licenziamento collettivo al tavolo di crisi sulla Sirti convocato ieri al ministero dello Sviluppo economico. Una sospensione di dieci giorni: le parti si incontreranno il prossimo 21 marzo in Assolombarda a Milano dove si deciderà se e come proseguire». Ad annunciarlo il portavoce alla Camera dei deputati del Movimento 5 Stelle, Leonardo Donno. «Si tratta di un primo risultato ottenuto a stretto giro. Adesso si torna a trattare. In ballo c’è il destino di 883 dipendenti, di cui 32 operanti della sede di Galatina. Come ho promesso durante l’incontro con i lavoratori e i sindacati a cui ho partecipato nei giorni scorsi, il Governo ha attenzionato sin da subito la vertenza. E questa ne è la dimostrazione».

M5S

 
Di Redazione (del 13/03/2019 @ 07:22:57, in Necrologi, linkato 1009 volte)

Mesciu Ucciu per il secolo. Mastro costruttore, anche lui figlio della stirpe degli “Zzocatori" di NOHA. Maestri dello "zocco". Una via di mezzo, la professione dello "zzoccatore", fra lo scalpellino e il cavamonti. Specialista in tecniche di costruzione molto affini all'arte, dove lo standard non era mai ripetitivo ma unico nella sua bellezza, poco a che fare con il moderno copia incolla. Attento descrittore di dettagli architettonici, amava perdersi tra le diverse tipologie di “mpise” e profili asimmetrici, come quello della cupola della nostra Chiesa Matrice. Cose d’altri tempi e ben per questo preziose. Un tipo, Mesciu Ucciu, molto distinto anche quando, diciamo così, indossava abiti da lavoro. Loquace, sempre pronto al saluto corredato da una battuta scherzosa. Ci sono persone che, con il loro modo di vivere, animano alcuni tratti del paese, o alcune vie, per cui diventano automaticamente la vita pulsante dell'abitato che altrimenti sarebbe deserto. Ecco, Mesciu Ucciu lo ricorderemo così e lo vedremo sempre attivo mentre manovra davanti al garage di casa sua, o come accadeva in questi ultimi tempi, in giro con la sua bicicletta, lieto di aver lasciato le altre due ruote a casa. Cosi amava dire scherzando.

 

Quest’anno la Società Operaia di Galatina compie i 140 anni dalla sua fondazione avvenuta il 06 marzo del 1879, e l’anno di nascita risulta ben impresso sulla soglia di ingresso al civico n.34 di Via Umberto I, nel bel centro antico. Il sodalizio presieduto da Marco Papadia, ha promosso nella mattinata di domenica 10 marzo, una piccola cerimonia per l’importante ricorrenza, il quale dopo aver dato il suo benvenuto agli intervenuti e fatto la sua introduzione, e dopo il saluto del segretario Ruggero Marra, ha passato la parola al Presidente onorario Avv. Nicola Bardoscia, che ha ricordato l’importante scopo della mutualità che ha ispirato la nascita delle Società Operaie. Ha portato il suo saluto il Sindaco del Comune di Galatina Marcello Amante ed il procuratore della Repubblica di Brindisi dott. Antonio De Donno. Ospite principale della cerimonia il Prof. Giancarlo Vallone che ha condiviso con i presenti una breve relazione “I primi anni della Società Operaia di Galatina”, raccontando l’importanza dei due elementi che caratterizzarono la nascita di queste associazioni,  la mutualità all’interno della classe operaia  e la cooperazione con la borghesia, stigmatizzando il superamento del concetto di classe, facendo emergere l’impegno umanitario delle stesse.

 

L’altro giorno mi è stata data la notizia della mia elezione come delegata per l’Assemblea Nazionale del Partito Democratico per il collegio Nardò-Casarano. Vorrei utilizzare questo spazio per ringraziare chi, in questi mesi precedenti alle Primarie, mi ha sostenuta e spronata a mettermi in  gioco. Per prima cosa ringrazio tutto il circolo PD di Galatina che sin da quando per la prima volta ho preso in mano la tessera del partito, mi ha fatta sentire subito parte di una bellissima famiglia e ha acceso ancora di più in me la passione per la politica. Grazie al segretario Andrea Coccioli e a tutti coloro che fanno parte del comitato per la mozione Giachetti-Ascani di Galatina perché hanno creduto e continuano a credere in me, una giovane ragazza di 19 anni che ha tantissime cose da imparare ma che può contare sull’appoggio di tante persone che le stanno attorno e di questo ne sono veramente grata.

 
Di Redazione (del 11/03/2019 @ 13:21:57, in Comunicato Stampa, linkato 52 volte)

La Showy Boys Galatina continua a far parlare di sé per gli ottimi risultati dei campionati giovanili e per l’attività della Scuola Volley. Dopo il recente passaggio alla fase finale della squadra under 14 e il titolo di vice campione provinciale del team under 18, c’è da registrare l’accesso alla fase regionale proprio di quest’ultimo gruppo di allievi bianco-verdi. Un bis di risultati positivi per i ragazzi allenati da Gianluca Nuzzo e con la squadra under 18 che supera i confini territoriali e, grazie al secondo posto ottenuto nella final four provinciale, accede di diritto alla prestigiosa fase regionale dove si confrontano le società più rappresentative della Puglia.

 
Di Redazione (del 11/03/2019 @ 13:20:10, in Comunicato Stampa, linkato 38 volte)

In poco più di 70 minuti Efficienza Energia regola la pratica Giocoleria Potenza, senza affanni e rischi, affidando ancora una volta i ruoli di laterale ed opposto a Petrosino e Persichino.

Non rischia mister Stomeo i titolari Lotito e Buracci, che venerdì avevano accusato qualche risentimento muscolare, e conferma le seconde linee che ben si sono comportate quando le esigenze lo hanno richiesto.

Contro una Giocoleria Potenza estintasi in estate nell’organico e nella dirigenza societaria e che, fino alla scadenza delle iscrizioni, aveva messo in forse la sua partecipazione per poi ripiegare sull’impegno di alcuni irriducibili passionari, Efficienza Energia ha fatto il suo dovere.

L’allenatrice ospite Romano manda in campo la diagonale Brienza-Calabrese, Maselli e Muliere al centro, Lopardo e Gruzin di banda, Romano il libero.

Mister Stomeo affida la regia difensiva a Pierri, la distribuzione a Zonno con Persichino a completare la diagonale, Durante e Petrosino laterali, Musardo e Iaccarino i guastatori centrali.

Completano la panchina, Apollonio in veste di attaccante aggiunto, De Lorentis, Calò, Rossetti secondo libero, Lotito e Buracci .

Zonno chiama alla conclusione tutti i suoi attaccanti che non hanno difficoltà ad andare a segno: la progressione 7-2,13-8,20-12 è sintomatica di una resistenza fiacca da parte dei lucani  che  si fermano a quota 16, con Musardo, Petrosino e Persichino a marcare cinque punti a testa.

Seconda frazione più vivace, almeno nelle fasi iniziali, per la Virtus Potenza: Muriere e Lopardo ribattono gli attacchi dei padroni di casa e portano la parità sul 8-8 complice una ricezione imprecisa nella fila di Efficienza Energia.

De Lorentis rileva Durante, poi Iaccarino e Persichino operano un allungo (15-11), ma Lopardo e Maselli tengono aperta la gara con un attacco di Gruzin per il 19-17. E’ di Petrosino l’allungo finale con tre schiacciate punto e con un ace in battuta di Apollonio che porta la gara sul 2-0.

 

Carissimi concittadini,

è opportuno chiarire alcuni aspetti che ci hanno portato a intervenire con una Ordinanza che, di fatto, introduce un’unica vera novità: il divieto dell'uso di sacchi neri, sinora utilizzati per la raccolta della frazione indifferenziata e della plastica, da sostituirsi con i sacchetti semi-trasparenti.

E’ assodato il principio che differenziare i rifiuti che produciamo è oggi, innanzitutto, un dovere morale, che tutti dobbiamo condividere, un impegno etico per concorrere a proteggere quel bene comune preziosissimo che è il nostro ambiente per le generazioni future, prima che una strada per l’abbattimento dei costi legati ai conferimenti in discarica.

E’ certo che, da amministratori, non possiamo permettere che i comportamenti non corretti o l’insensibilità di alcuni concittadini, in totale spregio a tale principio, inficino l’impegno della maggioranza dei galatinesi, che ha permesso alla città di giungere a traguardi importanti con una percentuale di differenziazione dei rifiuti oggi pari ad oltre il 66%.

Il rifiuto indifferenziato è il nostro nemico, destinato al trattamento in discarica, perché non può essere riutilizzato; rappresenta un rischio d’inquinamento delle “nostre” terre e delle “nostre” acque ed ha un costo di smaltimento sempre più alto, rispetto al quale le amministrazioni comunali non hanno alcun potere contrattuale, perché devono conferire nelle discariche individuate dalla Regione ad un costo prestabilito dalla stessa. Su tutto ciò grava, infine, l'ecotassa.

Il contenuto di quel sacco nero conferito il sabato lo paghiamo, ovviamente, tutti noi e a peso d'oro!

Entrando nel merito, l’ultima ordinanza n. 14/2019 non è altro che una sintesi ed un “riepilogo organico” di due ordinanze precedenti, ormai vigenti da anni ed emesse per regolamentare la raccolta porta a porta, che già prevedevano tutto quanto riportato nell’ultima; l'unica novità è il divieto d'uso del sacco nero per l’indifferenziato e la plastica (per la plastica, se l'utente lo ritiene comodo, può comunque esser conferita sfusa nel bidoncino, senza busta), da sostituire con uno semi-trasparente.

Le motivazioni di tale novità credo siano chiare a tutti: l’obiettivo è limitare al massimo il danno, ambientale ed economico, che le “disattenzioni dei pochi superficiali” causano ai tanti galatinesi che, con consapevolezza e rispetto delle regole del vivere comune, quotidianamente si impegnano nella differenziazione dei propri rifiuti.

 

Il Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari rappresenta il cardine della procedura di riequilibrio finanziario dettata dalla Corte dei Conti per risanare le finanze del nostro comune.

Tuttavia l’alienazione degli immobili comunali non dovrebbe in alcun modo giustificare una loro svendita né dare luogo a speculazioni di qualsiasi genere.

In quest’ottica nel corso dell’ultimo Consiglio comunale ci siamo opposti alla delibera approvata dalla maggioranza in cui viene stabilito che per la vendita di alcuni immobili comunali tra cui l’ex carcere, Palazzo Bardoscia, Palazzo Mandorino e Palazzo Ferrarese, l’Amministrazione comunale avrebbe ridotto del 10% il valore a base d’asta rispetto all’ultimo incanto andato deserto(quello del 21/9/2018), valutando anche offerte di valore inferiore.

Una contraddizione evidente dal momento che non ha senso mettere una base d’asta ribassata se poi si lascia all’Amministrazione comunale la possibilità di procedere con la trattativa privata, in cui verrà valutata discrezionalmente la congruità delle offerte.

 
Di Redazione (del 09/03/2019 @ 12:45:52, in Comunicato Stampa, linkato 52 volte)

Parte l’avventura regionale degli U.16 guidati da mister Dicillo che, a cominciare da giovedì 14 marzo, affronteranno il percorso selettivo che porterà alla conquista del titolo regionale di categoria.

Le dodici squadre partecipanti sono le vincitrici dei rispettivi titoli provinciali, le seconde e terze classificate dei territori Bari/Foggia, Lecce, Taranto, le quarte classificate dei territori di Lecce e Bari/Foggia, nonché la quinta classificata di quest’ultimo territorio.

 

A Noha esiste lo Scjakù...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< marzo 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
15
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             

Meteo

Previsioni del Tempo