Di Redazione (del 03/01/2019 @ 19:21:35, in Comunicato Stampa, linkato 39 volte)

Nel Museo Pietro Cavoti uno spazio è dedicato all’Artoteca, all’arte in prestito, alle opere d’arte che, così come avviene per i libri custoditi in biblioteca, sono prestate per essere poi restituite.  Artoteca è un nuovo servizio che si avvia presso il Museo, proposto dalla società Libermedia che gestisce il Polo Bibliomuseale di Galatina.

Con il titolo Sollecitazioni, alla presenza del sindaco Marcello Amante e dell’assessore alla cultura Cristina Dettù, il 5 gennaio 2019 sarà inaugurata la prima raccolta di opere degli artisti                                                                    DARIO AGRIMI - VITTORIO BALSEBRE - MIRELLA BENTIVOGLIO - TOMASO BINGA - EVA CARIDI

MICHELE DE LUCA - ANTONIO DEL DONNO - MARCO DEL VECCHIO - LILIANA EBALGINELLI - VITTORIO FAVA - GIOVANNI FONTANA - ENZO MIGLIETTA - LAMBERTO PIGNOTTI - VITANTONIO RUSSO - ALBA SAVOI - RITA TONDO - FERNANDO TROSO.

La propensione di prestare le opere esposte in un museo nasce nei paesi del nord Europa negli anni Sessanta e successivamente nell’Italia settentrionale e centrale. Questo servizio museale viene ora offerto anche ai cittadini galatinesi che apprezzano l’arte figurativa tanto da richiederne il prestito per fruirne privatamente, comodamente nella propria abitazione o nel luogo di lavoro.

Un’opera va ammirata, contemplata, vista e rivista per poterne approfondire i particolari, il contenuto, il messaggio che comunica, non sempre percepibile ad un primo ed unico sguardo, più o meno breve, durante una visita in una galleria o in un museo. Ne sono convinti i collezionisti che pur di avere questa possibilità acquistano un’opera per fruirne in continuità, ammirandone l’atmosfera e i dettagli pittorici, osservandoli nell’insieme o singolarmente.

 

Abbiamo da poco festeggiato l’arrivo del 2019 e nel rinnovare i nostri migliori auguri a tutta la cittadinanza non possiamo esimerci dall’approfondire alcune questioni che purtroppo ci trasciniamo, senza che l’Amministrazione abbia dato i dovuti chiarimenti, dalla fine dell’anno che è appena trascorso.

Stiamo parlando del centro comunale di raccolta che da metà Novembre 2018 risulta chiuso per lavori di manutenzione, come segnalato da semplici foglietti affissi all’esterno del centro e da qualche sparuta comunicazione data tramite i social network.

In un primo momento la riapertura del centro era stata fissata al 30 Novembre, ma superato quel termine la data per la riapertura del centro è stata posticipata al 20 Dicembre 2018.

Siamo giunti al 2 Gennaio 2019, il centro di raccolta è ancora chiuso e questa volta non è stato neanche indicato il termine della riapertura generando confusione, insofferenza e disagi tra gli utenti. A ciò si aggiunga che, a causa di qualche incivile, stanno aumentando di giorno in giorno i casi di abbandono di rifiuti all’esterno del centro di raccolta.

 

La redazione di Noha.it porge sentite condoglianze a Marcello Amante, sindaco di Galatina, e ai suoi famigliari, per la dipartita della cara Mamma.

Noha.it  

 
Di Antonio Mellone (del 31/12/2018 @ 14:12:13, in NohaBlog, linkato 372 volte)

Mi chiama Emanuele Vincenti, vabbè don Emanuele, il parroco di Sanarica, per invitarmi o meglio invitarci al presepe che quest’anno celebra il suo trentennale: “Allora, venite al presepe vivente di Sanarica? Dai, vi aspetto”.

“Boh, Emanuele: io sono raffreddatissimo, e oltretutto devo assistere mia madre che è caduta: non ti dico. Comunque fammi sentire Giuseppe Cisotta, che ha un telefonino nuovo con una suoneria finalmente funzionante”.

Compongo il numero di Giuseppe che, incredibile a dirsi, mi risponde al secondo squillo: e da lì parte il tutto (incluso l’acquisto della Tachipirina per me).

Nello stesso giorno, di pomeriggio, una carovana di non so più quante auto si dà appuntamento all’autolavaggio di Noha in via Carso, per poi dirigersi alla volta della dolina carsica di Sanarica [da via Carso alla dolina carsica, quando si dice la combinazione, ndr.], una specie di conca di rocce calcaree, una Vora diremmo in vernacolo, molto probabilmente formatasi nel corso di migliaia di anni in seguito alla dissoluzione del carbonato di calcio di cui sono composte le pietre: in quel dirupo è allestito lo stupendo presepe vivente della ridente cittadina sanarichese [comune di 1500 abitanti, meno della metà degli abitanti della frazione di Noha, ndr.], ubicata a metà strada tra Maglie e Poggiardo.

E proprio nell’ampia grotta della natività avviene la restituzione di cortesie tra l’Associazione Amici del Presepe Vivente di Sanarica e il Gruppo Masseria Colabaldi di Noha: certe visite si ricambiano, per buona creanza. Lo scorso anno si son fermati loro, e una corposa delegazione di quell’associazione venne a visitare il presepe apparecchiato nei fori imperiali nohani; quest’anno, invece, il Pit Stop è il nostro e siamo andati noi da loro: si fa così, si chiamano scambi culturali, amicizia, solidarietà.

 

"Il nostro Governo dimostra con i fatti che l'attenzione per i territori ed il sostegno ai sindaci, sono assolute priorità'. Attiviamo un fondo da 400 milioni di euro complessivi, circa 6 MILIONI DI EURO a disposizione dei comuni sotto i 20.000 abitanti della Provincia di Lecce, per finanziare piccole opere in settori vitali come l'edilizia pubblica, la manutenzione e la sicurezza del territorio, la manutenzione della rete viaria, la prevenzione del rischio sismico e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali. In particolare introduciamo, in Legge di Bilancio, un contributo di 40 mila euro per i comuni fino a 2 mila abitanti, di 50 mila euro per quelli fino a 5 mila abitanti, di 70 mila euro per i comuni fino a 10 mila abitanti e di 100 mila euro per quelli fino a 20 mila abitanti. Con il contributo andiamo a coprire il 100% dell'importo delle opere". Lo dichiara in una nota il portavoce alla Camera dei Deputati del MoVimento 5 Stelle, membro della Commissione Bilancio, Leonardo Donno.
"Questi maggiori investimenti locali si vanno ad aggiungere ad 1 miliardo di euro di maggiori fondi, derivanti dallo sblocco degli avanzi di amministrazione per i comuni virtuosi. Diamo ossigeno agli enti territoriali massacrati fino ad oggi dal Patto di Stabilita' interno e dal principio del Pareggio di Bilancio. ", conclude.

 
Di Redazione (del 31/12/2018 @ 13:59:31, in Comunicato Stampa, linkato 47 volte)

Il I° Trofeo “Efficienza Energia” nato all’insegna di uno spirito solidale che da sempre anima il gruppo dirigenziale di Olimpia SBV, è stato appannaggio dei padroni di casa. Nel ricordare che il ricavato dei contributi volontari degli spettatori è stato devoluto ai degenti del Reparto di Pediatria dell’Ospedale Santa Caterina Novella di Galatina, ancora una volta OLIMPIA SBV, nel suo piccolo, non ha dimenticato i meno fortunati.

Il primo pomeriggio di un sabato lavorativo, comunque, non ha favorito la partecipazione degli appassionati di volley al PalaPanico, in verità un po' scarsa,  ma lo spettacolo non è mancato.

Questa la cronaca in sintesi.

Alle 16.30 sono scesi in campo i sestetti di SPORT&GO Racale-Alliste e di LIBELLULA Fulgor Tricase, quest’ultimo con le seconde linee fatta eccezione per il centrale titolare Tridici.

Non c’è stata opposizione fattiva da parte della formazione guidata dal vice allenatore Amoroso, che è stata soverchiata da un Guerrieri e Battilotti efficacissimi, per mano di un Andrea Romano molto bravo alla distribuzione.

A seguire il clou della serata ha visto in campo le due formazioni di serie B, Efficienza Energia Galatina e Fulgor Tricase, guidate rispettivamente dagli allenatori Stomeo e Marano. Quest’ultimo ha mandato in campo tutti i suoi titolari effettivi con Parisi al palleggio, Di Florio opposto, al centro Muccio e Tridici, di banda Borghetti e Marzo e con Bisanti libero.

Mister Stomeo deve fare a meno dell’opposto titolare Buracci e del libero Apollonio, non ancora in perfette condizioni fisiche, ed affida al giovane Persichino la titolarità del ruolo in diagonale con Zonno. Musardo e Iaccarino sono i centrali, Lotito e Durante le due bande, Pierri il libero.

Gara equilibrata con Di Florio e Marzo da una parte, Lotito e Musardo dall’altra ad essere i più prolifici: poi un allungo di +3 punti per gli ospiti costringe al time out il tecnico galatinese sul 14-17.

 
Di Redazione (del 31/12/2018 @ 13:57:14, in Comunicato Stampa, linkato 34 volte)

“Orgoglioso di fare parte di questa famiglia”. Definisce così il legame con la Showy Boys il giovane atleta Marco Petracca, nativo di Nociglia e da tre anni allievo della Scuola Volley galatinese. Classe 2002, Petracca, che nel team allenato da Gianluca Nuzzo ricopre il ruolo di schiacciatore di banda, è entrato nell’organico della squadra bianco-verde con l’entusiasmo e la passione che contraddistingue un po’ tutti gli atleti della Showy Boys.

Sin dal primo momento Marco ha sposato il progetto della società di Galatina e grazie all’impegno e alla costanza del lavoro svolto sotto l’attenta guida di mister Nuzzo sta sviluppando le sue capacità, entrando nel gruppo che partecipa al campionato nazionale di I livello serie C.

“Sento molto il peso della responsabilità vista la mia giovane età, ma ho la piena fiducia del mio allenatore e dei dirigenti che mi rassicurano e, allo stesso tempo, mi spingono a dare il massimo per ottimizzare il lavoro che svolgo quotidianamente in palestra – spiega Marco Petracca – faccio parte di una grande realtà sportiva che sta portando avanti un progetto di formazione tutto rivolto a noi giovani pallavolisti e sono fiero di poter sfruttare questa opportunità di crescita”.

Chi, come l’allievo Petracca, deve raggiungere Galatina per svolgere le sedute di allenamento l’impegno è ancora più duro considerando anche l’attività scolastica.

“E’ necessario conciliare sport e studio nel miglior modo possibile – aggiunge Marco – organizzo i miei impegni e cerco di distribuirli in maniera tale da permettermi di partecipare alle sedute di allenamento in maniera regolare”.

 
Di Dante De Ronzi (del 31/12/2018 @ 13:46:52, in Comunicato Stampa, linkato 43 volte)

Come freccia lanciata sul bersaglio l'evento della presentazione del libro “ La casa a corte” di Antonio Costantino editore Congedo organizzato da Emilia Frassanito della libreria Fiordilibro fà centro.

Fa centro perché giocando con l'immaginazione svela un gioco di matriosche  che partendo dallo spazio Salento si riduce allo spazio città di Galatina ed ancora al suo centro antico sino  allo spazio della strada corte Vinella e poi  allo spazio delimitato dalla  casa  a corte omonima, fino al locale privato interno che ospita l'evento.  Ciò facendo di fatto riporta prepotentemente alla ribalta la città ed il suo inestimabile valore storico artistico architettonico.

Coordina impeccabilmente Valentina Pagano ed introduce  Marcello  Seclì di Italia Nostra che ammonisce sui rischi che corre il territorio sull’eccessivo consumo di suolo e sulla insufficiente attenzione per la  tutela e la salvaguardia dei beni culturali.

Segue una chiara ed approfondita  esposizione del libro da parte dell’autore Antonio Costantini che serve a comprendere l’importanza dell’opera ed arricchire di contenuti la lettura. Interessanti i richiami culturali, sociali ed antropologici trattati.

L'evento fa centro perché suscita e richiama l'attenzione del pubblico ma soprattutto coinvolge la pubblica amministrazione che in materia molto può fare. 

Hanno partecipato il sindaco Marcello Amante, l’assessore Loredana Tundo e l’ assessore Nico Mauro offrendo un  segnale importante  di convinta consapevolezza.

L’occasione è stata utile per rinnovare la richiesta agli amministratori di un’azione più efficace che scoraggi il fenomeno degli abusi edilizi nel centro antico, di una maggiore igiene e cura degli spazi pubblici, della rimozione dell’asfalto deturpante e più in generale di una maggiore sicurezza e tutela.

Ed infine una considerazione ed un proposta personale.

Corte Vinella affascina sempre più ma tanti misteri ancora permangono.

Affascina perché meritatamente si è guadagnata la copertina del volume di Antonio Costantini. Dopo aver letto il libro ed ascoltato l'autore potremmo definire corte Vinella la Regina delle Corti perché mutuando la filosofia delle case a corti popolari realizza una inedita tipologia di casa a Corte Patrizia.

Questo non a caso accade nel cuore del centro antico di Galatina  inserendosi magnificamente ed  armonicamente nel  suo tessuto urbanistico,  caratterizzato  prevalentemente da palazzi di pregio, impreziosendolo ulteriormente.

A me appare come un’orchidea al centro di un meraviglioso bouquet, appunto, una corte patrizia tra cento palazzi gentilizi.

Un'eccezione unica ed esclusiva che conserva ancora intatto il mistero  sull’identità del committente e del l'ideatore.

 

La serata ospiterà due batteristi di fama internazionale: Mylious Johnson e Gareth Brown che attualmente fanno parte rispettivamente della band di Giorgia e Jovanotti. Il concerto prevede anche la presenza di Carolina Bubbico, musicista, compositrice e direttore d'orchestra che presenterà alcuni brani tratti dai suoi album e cover internazionali. Molti saranno i musicisti che si avvicenderanno, a partire da Luca Roselli alla console, Sandro Sax al Sassofono e l'intervento di Emanuele Coluccia, galatinese, musicista polistrumentista, attualmente in tournée per presentare il suo disco Birthplace. 

L'apertura del concerto sarà dedicata al musicista Raffaello Murrone, recentemente scomparso. Video, interviste ed interventi dei suoi allievi contribuiranno a ricordare una figura molto amata dalla comunità. Un tributo doveroso per chi ha dedicato la sua esistenza allo studio della batteria e della musica in genere. 

La direzione Artistica dell'evento è affidata a Gigi Rigliaco.

 

A Noha esiste lo Scjakù...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< gennaio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
13
18
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             

Meteo

Previsioni del Tempo