Di Antonio Mellone (del 04/05/2019 @ 21:42:44, in NohaBlog, linkato 66 volte)

Non vi venga il ghiribizzo di iniziare di sera la lettura de “La Notte degli Indicibili”, il romanzo d’esordio di Giunio Panarelli (Montag, 2018), magari quando siete già a letto: rischiereste seriamente di arrivare alle tre senza accorgervene - prima di dovervi interrompere causa incipiente novella giornata lavorativa da lì a meno di quattro ore.

Di primo acchito, chissà perché, ti vengono in mente i Ragazzi della via Paal, ma dopo appena qualche riga t’accorgi che qui il tragico si trasforma immediatamente in comico, reso oltretutto con inedita scrittura creativa, mai scontata, e direi pure raffinata. Dalla maneggevolezza della penna arguisci sin da subito quanti libri (di cui molto probabilmente è tappezzata casa sua) abbia sfogliato l’autore, quanto gli ronzi in testa il loro brusio, e forse anche quanto sia pure un pizzico figlio d’arte.

Che poi oggi questo ventiduenne di Galatina frequenti la Bocconi e addirittura International Politics & Government (yes, in inglese), con un bel po’ di esami in metodi quantitativi [necessari finalmente a chi nelle istituzioni nazionali e internazionali, e perché no locali, è chiamato a formulare decisioni, ndr.] è un altro paio di maniche e si chiama completamento. Si cresce passo dopo passo, magari anche con la partecipazione alla redazione di Intevalla Insaniae - il giornalino del liceo classico galatinese, a suo tempo così osteggiato dal diciamo potere costituito - (fatto), con uno stage al Fatto Quotidiano (fatto), con la pubblicazione sui social network del Bollettino del Quattro Marcio, notiziario satirico (fatto) [ah, la satira, così invisa agli analfabeti funzionali, ndr.], con la collaborazione a questo o a quel magazine più o meno web (fatto anche questo). Tutto sembra propedeutico (come si diceva di certi esami universitari) a un secondo auspicabile romanzo: un Economic Thriller per la precisione (ché quanto al Political horror non c’è bisogno di inventare nulla, visto quanto ormai la realtà obliteri la fiction).

 
Di Albino Campa (del 04/05/2019 @ 10:32:57, in NohaBlog, linkato 1458 volte)

Da molti anni si notavano un via vai di api da un buco presente nel muro di una abitazione disabitata in via Principe Umberto a Noha, ma nell’ultimo periodo la situazione è drasticamente peggiorata tanto che i residenti della zona hanno chiesto l’intervento di un apicultore per recuperare lo sciame d’api che ogni giorno invadeva la strada.

Da una breccia aperta sul muro interno è stato possibile vedere le dimensioni dell’alveare dal quale si è potuto recuperare anche una grande quantità di miele.

Albino Campa

 
Di Redazione (del 04/05/2019 @ 09:40:35, in Comunicato Stampa, linkato 67 volte)

         Aspettiamoci nuovi rincari della Tari. Mi auguro di essere un cattivo profeta e che non ci siano, ma è facile ipotizzarli in base alle scelte fatte dal sindaco di Galatina, Marcello Amante. È del 30 aprile l’ordinanza sindacale numero 31/2019 con cui il sindaco di Galatina ordina alla società Monteco di proseguire il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, in attesa dell’indizione della gara Aro. E ci sono molte cose che non tornano.

Già in Consiglio comunale ho rimproverato al sindaco di aver avuto atteggiamenti alternanti, rispetto alla nuova gara. Aveva promesso una gara immediata, ma il suo calendario deve essere speciale: ha impiegato oltre un anno per bandirla, poi l’ha ritirata ripresentandola qualche mese fa quando è andata deserta perché la durata del servizio non rende interessante per un imprenditore parteciparvi, né lo ha fatto l’attuale gestore che già ha effettuato il servito in proroga e oggi lo fa con l’ordinanza sindacale, sino a ottobre prossimo.

 
Di Redazione (del 04/05/2019 @ 09:38:06, in Comunicato Stampa, linkato 37 volte)

“Un’esperienza unica”. Definisce così il suo percorso sportivo con la divisa della Showy Boys l’opposto Gabriele Donno, classe 2001, punto di forza del gruppo allenato da Gianluca Nuzzo. Allievo della Scuola Volley galatinese, il giovane “fuori mano” in questa stagione sportiva è nel roster del gruppo under 18 che ha anche disputato il campionato maggiore di serie C.

“Mi fa molto piacere essere in prima squadra insieme ai compagni con i quali ho la fortuna di poter condividere anche la partecipazione al torneo giovanile – dichiara Gabriele Donno – è un’esperienza unica perché permette a un giovane atleta come me di confrontarsi in due campionati differenti per difficoltà e impegni”.

Per raccogliere i massimi risultati “sono necessari tanti sacrifici - spiega Donno - nonché un’ottima organizzazione del proprio tempo da dividere tra studio, sport e famiglia”.

 

Nell’ultimo Consiglio comunale non ci ha sorpreso tanto il silenzio e la mancanza di argomentazioni della maggioranza rispetto alle nostre contestazioni riguardanti i clientelismi, gli sprechi, le speculazioni, i finanziamenti perduti, l’aumento TARI, le condizioni vergognose e indecenti del cimitero e il bando di gara sui rifiuti andato deserto, tutti figli dell’inconsistenza di questa Amministrazione.

Ci è dispiaciuto invece vedere l’aula consiliare quasi completamente vuota mentre si discuteva di temi molto delicati, segno questo di un grave distacco e di una disaffezione totale dei cittadini rispetto alla vita politica del proprio territorio. Dopo l’apparente entusiasmo post campagna elettorale, l’ipocrisia, la superficialità e l’autoreferenzialità di questa Amministrazione ha definitivamente disilluso molta gente, compresa quella che li aveva votati. Una disaffezione che sebbene nel breve periodo potrebbe sembrare utile agli occhi della maggioranza per tenere nascosti i propri evidenti limiti, suona invece come una sconfitta per l’intera classe dirigente cittadina e per tutti noi che facciamo politica per il bene della nostra città e della nostra gente.

Questa indifferenza della città ci dispiace ma allo stesso tempo non ci sorprende. I galatinesi, ammaliati dalle favole da campagna elettorale e dalle apparenti facce nuove, pensavano di aver votato quelli che sarebbero dovuti “andare oltre” le vecchie logiche e che invece le stanno perpetrando.  

Ci troviamo quotidianamente alle prese con scelte che mortificano tutti coloro che vorrebbero mettersi a disposizione della città ma che non possono farlo perché non hanno il gradimento, l’amicizia o rapporti di parentela con la maggioranza.

 
Di Redazione (del 02/05/2019 @ 11:43:06, in Comunicato Stampa, linkato 51 volte)

Previsti arrivi da tutto il sud Italia per l’unica data in Puglia di Angelo Branduardi e Fabio Valdemarin con il loro “Camminando Camminando in due”, un viaggio in musica ad libidum in cerca di nuove soluzioni. L’evento, inserito nella XX Stagione Concertistica Internazionale I Concerti del Chiostro, si terrà il prossimo 9 maggio alle ore 20,30, presso Largo Osanna a Soleto.

Angelo Branduardi è un artista originale, un cantautore e violinista dallo stile unico e inconfondibile che si contraddistingue sulla scena musicale nazionale ed internazionale da oltre 40 anni , - dichiara il M° Luigi Fracasso di ritorno da Venezia dove ha appena tenuto con successo un recital pianistico – Averlo per la nostra  stagione  di  concerti  è  un  grande  privilegio.  Merito  va  dato  al  sindaco  di  Soleto,  Graziano Vantaggiato che, cogliendo immediatamente la portata dell’evento, ha dichiarato da subito massima disponibilità.”

 
Di Dante De Ronzi (del 02/05/2019 @ 11:36:02, in Lettere al direttore, linkato 454 volte)

Egr. Direttore,

con sofferenza abbiamo deciso di pubblicare la presente ritenendo questa la strada più pacifica e più democratica per risolvere un annoso problema che diversamente dovrà' trovare soluzione in altre  sedi.

Il tema è parcheggio selvaggio nel centro antico e non solo…

Dopo infiniti solleciti verbali sulla questione effettuati a chi di competenza, abbiamo voluto dare una svolta diffidando a mezzo di un legale i due cittadini direttamente interessati su un caso specifico che desta particolare attenzione per i gravi rischi di incendio connessi.

Nello stesso tempo abbiamo  informato e chiesto di intervenire alle autorità locali.

Non avendo quanto innanzi sortito alcun effetto siamo passati a “Segnalare” con PEC certificate indirizzate direttamente al Comandante della Polizia Locale la situazione da far west esistente evidenziando la stessa con documentazione fotografica.

Siamo alla quarta PEC inoltrate in data il 28/04, il 29/04, il 30/04 documentabili ed il 01/05/2019  della quale vi alleghiamo copia, ed ancora il problema persiste.

Una considerazione finale.

La popolazione del centro antico in questi anni si è trasformata completamente arricchendosi di presenze  italiane e straniere di straordinaria cultura e sensibilità.

 

Consiglio comunale surreale, quello di ieri. Ci siamo sorbiti una noiosa relazione sul bilancio, fatta dal sindaco di Galatina, Marcello Amante, che ha snocciolato numeri che testimoniano come i soldi pubblici siano stati mal impiegati. Il loro “abbiamo fatto”, tradotto abbiamo speso, non permette alla città di essere pulita, ordinata e governata con trasparenza.

         Il paradosso Amante l’ha raggiunto quando ha parlato della nuova gara per l’appalto della raccolta e smaltimento dei rifiuti. È stato un punto all’ordine del giorno che ha acceso la discussione perché tocca le tasche dei cittadini. Amante ha avuto l’ardire di affermare che la gara è andata deserta per colpa delle aziende che non hanno partecipato. A tal proposito ha spiegato che i tempi della gestione del servizio sono contratti in quanto a breve dovrebbe essere avviata la gara bandita dall’ARO.

         Come al solito dimentica qual è il suo ruolo. Perché non ha fatto la gara un anno fa, come aveva promesso? È vero che un anno fa l’aveva fatta predisporre, ma poi l’ha ritirata ripresentandola qualche mese fa: ha fatto tutto da solo, allungando i tempi e rendendo sempre meno interessante per un imprenditore partecipare. E  ribadisco: una gara deserta rimane comunque una sconfitta per chi la indice.

 
Di Redazione (del 01/05/2019 @ 20:01:43, in Comunicato Stampa, linkato 83 volte)

Oggi sono stato a Parabita, a manifestare al fianco dei cittadini, perchè il messaggio che deve arrivare richiede forza, coraggio e , soprattutto, compattezza. Dire "no" alla mafia significa metterci la faccia, significa sfidare la paura e scendere in strada superando colori politici, differenze di vedute, "appartenenze". Nella lotta contro la malavita siamo tutti dalla stessa parte e questa manifestazione ha rappresentato un bellissimo esempio, una bella pagina di civiltà di cui il Salento ha un disperato bisogno. Oggi più che mai.

Quando ho appreso dell'apertura di un fascicolo della Procura antimafia sul clima di paura calato a Parabita, per giunta in piena campagna elettorale, ho deciso di contattare la Prefettura di Lecce. Al mio interlocutore, il Vice Prefetto Guido Aprea, ho chiesto deluciazioni sugli spiacevoli e preoccupanti episodi che hanno spinto persino al ritiro di una candidatura.

 

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< maggio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
17
20
22
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Meteo

Previsioni del Tempo