\\ Home Page : Articolo
Se il cittadino chiama, la parrocchia risponde
Di Albino Campa (del 14/03/2011 @ 21:45:17, in Casa Betania, linkato 4221 volte)

A Noha il gruppo di volontari guidato dal parroco don Francesco Coluccia ha messo in piedi una serie straordinaria di iniziative con lo scopo di essere vicini alla gente ed ai suoi bisogni. E' questa l'anima del progetto «Casa Betania», con ambulatori di medicina generale dove medici ed infermieri volontari saranno a disposizione dei cittadini. In questo contesto è maturata l'idea di chiedere alla Asl l'autorizzazione ad attivare anche una postazione per le prenotazioni di visite specialistiche ed esami diagnostici.

Ovviamente dopo opportuna formazione, in collaborazione ed a supporto del Centro unico di prenotazione della Asl.
Dalla direzione generale la risposta è arrivata immediata e positiva al punto da concedere anche il patrocinio sulle altre attività messe in cantiere dalla parrocchia in ambito sanitario.

«La Asl sottolinea il direttore sanitario Franco Sanapo ha tutto l'interesse ad accogliere queste richieste. E' un fatto di civiltà perchè in questo modo si effettua una specie di controllo sociale sulle agende delle liste d'attesa.
Ovviamente, il soggetto richiedente dovrà essere iscritto all'albo regionale delle associazioni ed al Comitato esecutivo misto della Asl».

Lo spirito dell'iniziativa della parrocchia di Noha lo sottolinea don Francesco Coluccia. «E' quello dice di essere accanto all'uomo, al servizio della sua fragilità, per aiutarlo dove non può farcela da solo».

fonte: lagazzettadelmezzogiorno.it

 

Domenica 13/03/2011 il parroco don Francesco Coluccia alla presenza del Sindaco Giancarlo Coluccia e del Vicesindaco Pasqualina Maria Villani ha presentato l'associazione nazionale  "Le Sentinelle  - Onlus" che si occuperà della gestione della Casa Betania con la  benedizione delle due Ambulanze.

 

Le Sentinelle 13.03.2011 Le Sentinelle 13.03.2011 Le Sentinelle 13.03.2011
Le Sentinelle 13.03.2011 Le Sentinelle 13.03.2011 Le Sentinelle 13.03.2011

 (foto di Mirelfoto-Pignatelli)

 

Commenti

  1. # 1 Di  Salvatore (inviato il 15/03/2011 @ 08:59:09)

    Bravissimi,sono iniziative lodevoli,complimenti!!!!
    Bravo,bravissimo don Francesco.....

  1. # 2 Di  Fabrizio Vincenti (inviato il 15/03/2011 @ 12:40:21)

    Grazie don Francesco. E' un'associazione che darà i suoi frutti di carità e fraternità, di cui la nostra comunità necessita. Sicuramente i volontari, persone da lodare, avranno anche una giusta e adeguata preparazione a questo delicato compito che li aspetta. Betania era la il luogo dove abitava Lazzaro, e dove Gesù lo risuscitò. Dunque grazie anche per il significato e l'originalità del nome dato a questa casa di fraternità. Sono sicuro che "Le sentinelle" saranno di esempio per tutti quanti i nostri concittadini.

  1. # 3 Di  Michele (inviato il 15/03/2011 @ 14:04:32)

    Anche io mi sento di fare gli auguri al Don e a tutti i volontari, con la speranza che il numero possa aumentare, senza alcuna discriminazione.
    Una battuta al mio amico Fabrizio: diciamo che l'idea è originale, ma non il nome! Ce ne sono a palate di case Betania in Italia e nel mondo che prestano tra i più disparati servizi alla comunità.
    Ma diciamo che il nome conta poco!
    Un saluto ; - )

  1. # 4 Di  Fabrizio Vincenti (inviato il 15/03/2011 @ 14:56:30)

    Il nome non conta poco; ti sbagli!
    Padre Pio poteva chiamare la casa di cura che fece costruire semplicemete "ospedale", ma scelse di dargli il nome "Casa Sollievo della Sofferenza". Fu una scelta voluta poichè il nome caratterizza le finalità della struttura. Non è un'azienda che somministra cure e medicinali, ma una comunità che si prende cura fraternamente dei pazienti. Casa di Betania vuol dire molto di più di quello che pensi. Innanzitutto, in base al nome, dovrebbe essere una casa in cui la gente invece di "farla entrare", la si accoglie a braccia aperte. Secondo: Betania fu il luogo in cui Cristo si dice che si sia recato tre o più volte, sicuramente perchè vi ci era affezzionato. Aveva gli amici là, Marta, Maria (delle donne per intenderci, per le quali la struttura offre aiuto, e non solo materiale), e Lazzaro, per il quale Gesù pianse. Piangere è un sentimento di pietà. Ma Gesù gli voleva talmete bene che lo risuscitò. Tu sai meglio di me che per risuscitarlo non usò una espressione comune ma l'equivalente di "vieni fuori", che ha tutto un altro significato.
    Betania non è un nome come tutti quanti gli altri, te lo assicuro. Non credo che don Francesco lo abbia scelto per caso.
    Spero di vederti presto, ciao!

  1. # 5 Di  Anonimo (inviato il 15/03/2011 @ 19:03:24)

    Che fine ha fatto la guardia costiera inaugurata poco tempo fa?

  1. # 6 Di  Michele (inviato il 15/03/2011 @ 19:14:02)

    oK, Fabrizio.
    Volevo solo dire, senza sminuire l'iniziativa, che o ciciari o pasuli, sempre pignata ede! Parafrasando: non è importante il nome che diamo alle cose (anche se è indispensabile), ma come e di cosa riempiamo il nome che abbia dato.
    Suona tanto di minaccia, quel tuo "spero di incontrarti presto"! Scherzo! Ho voglia anch'io di discutere fraternamente con te, a presto! : - )

  1. # 7 Di  Fabrizio Vincenti (inviato il 15/03/2011 @ 23:22:19)

    Minaccia di prendere un caffè insieme, magari.
    Sono curioso di sapere su cosa stai lavorando ora, nello scrivere intendo.
    Stammi bene Michi, forse ad Aprile vengo giù.

  1. # 8 Di  dasjdj (inviato il 12/11/2012 @ 17:47:16)

    Ciao a tutti ragazzi

  1. # 9 Di  Anonimo (inviato il 13/11/2012 @ 09:07:03)

    ma quante parole: ... al servizio dell'uomo, alla sua fragilità, medici ed infermieri volontari a disposizione dei cittadini, altre attività messe in cantiere dalla parrocchia in ambito sanitario, ecc. ecc.
    Difatti ogni giorno c'è una fila interminabile di persone ammalate sotto casa betania... mamma quante vave!

  1. # 10 Di  anomino (inviato il 14/11/2012 @ 10:23:25)

    quello serve solo x far modo che qualcuno abbia carriera facile il resto non conta.tutto questo volontariato sta sbancando..............104 mila euro spesi prima e poi x aiuti altri 56.700euro....pero di persone fisiche a casa betania solo una decina forse............chissa' se pagano l'imu ? : - D

  1. # 11 Di  Anonimo (inviato il 14/11/2012 @ 16:47:45)

    O state scherzando o l'ignoranza (nel senso che non conoscete di cosa parlate) é l'unica giustificazione che potete avere. Se non foste "anonimi" sarebbe bello farvi vedere e conoscere con chiarezza (e magari anche una buona volta per tutte) cos'é Casa Betania. Perché non diventate volontari? Ascoltereste con le vostre orecchie, vedreste con i vostri occhi. Certo, chi é fuori non puó conoscere tutto questo. Le persone alle quali si é dato sollievo lo hanno anche testimoniato apertamente e continuano a farlo, ma certo non c'é peggior sordo di chi NON VUOL SENTIRE...peccato sprecare il proprio tempo così

  1. # 12 Di  ANONIMA (inviato il 15/11/2012 @ 14:50:21)

    A CHI BISOGNA RIVOLGERSI PER FARE LA VOLONTARIA ALLA PROTEZIONE CIVILE DI NOHA

  1. # 13 Di  Lino (inviato il 16/11/2012 @ 16:32:56)

    Quanto risvegliato livore! quanto sarcasmo!...tutto vigliaccamente nascosto dall'anonimato, guardando le cose e criticandole da lontano senza conoscerle appieno (veramente eroico!!!)...una sola persona aiutata nel momento più drammatico della propria vita (e sono tante continuamente)...una sola creatura salvata dall'aborto e aiutata a venire al mondo...valgono già da soli l'impegno di soldi e strutture impegnate. Tutti i volontari sono orgogliosi di questo e continueranno ad impegnarsi con sempre maggiore entusiasmo. Non saranno certo critiche di gente disinformata a farli desistere. Alla signora "anonima" che chiede come fare a mettersi a disposizione dico di materializzarsi come persona fisica in parrocchia o faccia presente le sue esigenze a qualsiasi operatore di "Casa Betania" e vedrà che avrà da lavorare quanto il tempo a sua disposizione lo consentirà. p.s. per i signori anonimi: sono disponibile a confrontarmi con voi per dissipare qualsiasi vostro dubbio, sono sicuro che dopo sarete orgogliosi di uscire allo scoperto e offrire una fattiva collaborazione. un fraterno abbraccio.

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
14
15
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Meteo

Previsioni del Tempo