Di Redazione (del 04/05/2024 @ 10:54:28, in Comunicato Stampa, linkato 221 volte)

Nei giorni scorsi è stata sottoscritta una convenzione tra il Comune di Galatina e le Guardie Zoofile del N.O.G.R.A. LECCE, che inizieranno ad operare sul territorio comunale a partire dal mese di maggio. “L’iniziativa, fortemente voluta dal sottoscritto e dal Sindaco Fabio Vergine - spiega il Consigliere Diego Garzia, delegato a Polizia Locale e Randagismo - nasce dalla necessità di agire sotto diversi profili. Le operazioni di controllo e verifica saranno prioritariamente preordinate alla tutela degli animali, talvolta detenuti in maniera poco consona alle loro esigenze ed in condizioni poco legittime, in relazione ad esempio alla presenza di catene, all’esposizione a sole ed intemperie, alla malnutrizione ed allo stato di salute. Verificheranno la presenza del microchip e di tutte le prescrizioni previste dalla legge per la tenuta degli animali da compagnia nei luoghi pubblici, come la museruola, il guinzaglio ed il kit per le deiezioni. Proprio in tal senso - continua il Consigliere Garzia - l’amministrazione comunale intende incidere con forza sulla cattiva abitudine della mancata raccolta delle deiezioni canine che, soprattutto con la calura estiva, rendono indecorosi e poco piacevoli i percorsi cittadini urbani ed i nostri spazi verdi, in special modo dove giocano i bambini e passeggiano le famiglie. L’attività delle Guardie Zoofile, secondo il nostro intendimento, punterà dapprima ad estrinsecarsi in una opera di sensibilizzazione della cittadinanza sulla corretta tenuta degli animali, avendo tutti a cuore la loro tutela. Inoltre, le Guardie Zoofile del N.O.G.R.A. saranno a

 
Di Antonio Mellone (del 01/05/2024 @ 18:16:55, in NohaBlog, linkato 1135 volte)

Non vorrei fare il solito guastafeste, ma francamente una delle ultime genialate intra moenia comunali, vale a dire l’n-esima telecamera grandangolare puntata questa volta sul puteale della Trozza di Noha, m’ha lasciato da un lato ammirato per il tempismo con il quale l’amministrazione verginale è intervenuta, e dall’altro perplesso (ma ormai non più di tanto) in merito alle soluzioni diciamo andanti a problemi un pelino più complessi.

Provo a spiegarmi meglio. Il 18 febbraio scorso pubblicavamo su queste pagine, con tanto di battutona sarcastica (“Open bar aperto”), le immagini della Trozza guarnita  con alcuni rifiuti decisamente esiziali per un luogo così delicato, tipo bottiglie probabilmente di prosecco (quasi vuote), bicchieri di plastica usati, tovaglioli di carta imbevuti di non so cosa, e un’abbondante spolverata di mozziconi di sigaretta; il tutto con una concentrazione tale da fare invidia, si parva licet componere magnis e con rispetto parlando, a un’arena post-concerto dei Negramaro. Insomma i casi umani di turno (presenti a Noha come del resto a Milano o a New York), chissà da chi ispirati, avranno pensato ancora una volta di dare il meglio di sé nei paraggi di quel monumento, evidenziando in tal modo una calotta cranica decisamente sproporzionata, nel senso di esagerata, rispetto al suo microscopico (eventuale) contenuto.

Al comprensibile stracciamento delle vesti dei novelli Caifa, a distanza di poche ore è seguito uno svelto comunicato stampa da parte del consigliere comunale con delega alla frazione di Noha Pierluigi Mandorino, grazie al quale tutti venivamo rassicurati circa il pronto intervento da parte delle istituzioni volto non solo a ripristinare il cosiddetto decoro dei luoghi, ma anche, signore e signori, a installare la suddetta telecamera con vista. Il che invero è avvenuto nell’arco di non più di un paio di settimane dal proclama; sicché il 5 marzo 2024, senza tagli di nastro o discorsi commemorativi in memoria del defunto buon senso (ma giusto qualche post in favore di pollowers), avevamo già la nostra bella cinepresa con mirino orientato su Piazza XXIV Maggio, pronta a inviare immagini di buoni e cattivi al comando della Polizia Locale: la quale, endemicamente sotto organico, avrà incaricato il suo ultimo (superstite) vigile urbano in smart working a fissare un monitor manco fosse il VAR nella speranza di beccare con le mani nel sacco il balordo di corvée, e dunque spedire al suo indirizzo una bella lettera con busta e cartolina verdi.

Premesso che ho stima di Pierluigi, ragazzo garbato, serio e a modo, parla e scrive correttamente [nulla a che vedere con qualche suo tristemente famoso predecessore – parce sepulto - che stava alla politica, alla grammatica della lingua italiana e al diritto come Erode agli innocenti, ndr.], oltretutto sempre presente e disponibile all’ascolto, stavolta non son per niente d’accordo con lui in merito alla “risoluzione” del problema, e men che meno con i supporters in visibilio e con l’Istituto Luce di complemento (dico una fetta considerevole della stampa locale) regolarmente in sollucchero per qualunque forma di palliativo scambiato per terapia eziologica.

Di questo passo non ci sarà più un centimetro quadrato di Noha (ma anche Galatina, Collemeto e dintorni) al di fuori dei radar del controllo autoritario, sicché questi luoghi benedetti saranno declassati al rango di un Panopticon: vale a dire il carcere ideale progettato nel 1791 dal filosofo e giurista Jeremy Bentham, nel quale viene previsto un unico sorvegliante quale osservatore (opticon) di tutti (pan) i presenti nell’istituto penitenziario, e senza che questi ultimi se ne accorgano.

 

Ugo Lisi, Assessore al Comune di Galatina, ha annunciato in queste ore  le sue dimissioni dalla giunta Vergine. Lo fa con immenso rispetto e gratitudine verso la comunità che gli ha concesso l'onore di servirla. “Questo non è un addio, ma un nuovo inizio” specifica Lisi in una nota stampa.

“Durante il mio mandato come Assessore,  ho avuto l'opportunità di lavorare a stretto contatto con la comunità galatinese”. .Lisi sente di essere profondamente grato per l'esperienza e l'affetto incontrato, che porterà sempre con sé nel suo percorso futuro.

Custodendo l'eredità di ciò che è stato fatto a Galatina con dedizione e passione, Ugo Lisi si impegna a continuare a lavorare per il bene comune. “ In questi anni al fianco del sindaco Fabio Vergine, degli assessori e dei consiglieri di maggioranza,ho arricchito il mio bagaglio umano ed emotivo di esperienze che considero un vero dono da parte della vita del quale sarò sempre infinitamente grato.Un percorso quello intrapreso al fianco di Fabio Vergine, uomo , professionista e politico illuminato e lungimirante, che mi ha permesso di ritrovare entusiamo e dedizione nella politica del fare e dell’essere al servizio costante della comunità. Desidero ringraziare di cuore tutti coloro che mi hanno sostenuto e dimostrato fiducia durante il mio mandato come Assessore. Senza il vostro sostegno e incoraggiamento,  non avrei potuto realizzare quanto fatto.” scrive. La fiducia della comunità lo ha ispirato e spinto a  dare il massimo per il bene della città.

 

E’ stato un vero e proprio “viaggio nella storia”, quello vissuto dal gruppo di 100 studenti delle classi quarte e quinte dell’Istituto Tecnico-Professionale di Galatina, accompagnato da 6 docenti, in lungo e in largo per la Grecia, dal 15 al 19 aprile 2024.

Numerose ed interessantissime le mete visitate, tutte dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: i Sacri Monasteri delle Meteore, al nord del Paese in località Kalambaka, con le costruzioni in cima a spettacolari falesie rocciose e i meravigliosi cicli di affreschi in stile bizantino.

E poi, il sito archeologico ed il Museo Nazionale Ellenico di Delfi, alle pendici del Monte Parnaso, nel contesto di una storica Città dell’antica Grecia, sede del più importante e venerato oracolo del Dio Apollo.

Il nostro viaggio non poteva ovviamente tralasciare la capitale Atene, nella quale abbiamo trascorso un piacevole pomeriggio in centro città, con passaggio finale nella Piazza del Parlamento Greco, dove è stato possibile assistere al tradizionale cambio della guardia.

Ultima tappa, l’Acropoli con annesso Museo, situata su una rocca che si eleva a 156 metri sul livello del mare sopra la Citta di Atene, e che ospita le più antiche e maestose fortificazioni greche, sulle quali svetta imponente il Partenone.

 

Si è svolto dal 25 al 28 aprile, presso il Teatro Il Ducale di Cavallino, il Magnificat International Arts Competition, concorso internazionale di Musica e Danza.

L’evento, che è stato organizzato dalla A.S.R.C. Magnificat Arte&Cultura A.S.D. A.P.S con il Patrocinio della Provincia di Lecce, del Comune di Cavallino, del Conservatorio di Musica Tito Schipa di Lecce e la Direzione Artistica nella sezione Musica del maestro Luigi Bisanti, ha visto tra i partecipanti Giacomo Maiorano, studente di flauto traverso della classe 3A dell’indirizzo musicale della scuola secondaria Polo 1 di Galatina e Collemeto.

Il nostro studente ha guadagnato un importante terzo posto, eseguendo la sonata in do minore per flauto e pianoforte di Gaetano Donizetti, davanti ad una giuria composta dai Maestri Corrado de Bernart, Luigi Bisanti, Roberto Fabbri, Claudia Lamanna, Francesco Libetta, Andrea Manco, Vittorio Prato, Massimo Quarta e Lucia Rizzello.

 
Di Redazione (del 29/04/2024 @ 13:48:32, in Comunicato Stampa, linkato 174 volte)

Programmato su ventidue giornate, tra girone di andata e ritorno, il campionato di I^ divisione al taglio del traguardo si tinge con i colori blu-celeste della Salento Best Volley.

Dalla 1^giornata (11.11.2023) fino alla 22^ (27 aprile 2024) la compagine galatinese, pur condividendo la vetta nei primi due turni con altre contendenti, non è stata mai scalzata dalla posizione di capoclassifica mantenuta in alcune circostanze con margini ridotti e nella maggior parte del percorso invece con punteggi molto più tranquillizzanti.

Il dato statistico, che è un freddo rilievo numerico seppur importante storicamente ma che non offre garanzia alcuna ai fini dei play off, rileva che:

  • su 66 punti disponibili la squadra allenata da mister Riccardo De Lorentis ne ha incamerati 60, pari a 19 vittorie e 3 sconfitte
  • i set vini sono stati 63 a fronte dei 12 set perduti
  • ai 1817 punti realizzati si oppongono i 1415 subiti

 

Un ottimo bottino sicuramente, a fronte di gare non sempre positive a cui è venuta a mancare più la coralità di squadra che la prestazione tecnica, ma con luci ed ombre che non si possono replicare nella fase play off.

Il peso specifico in questa determinante appendice di campionato ha, infatti, dei parametri molto spessi, dovuti al fattore gara secca (andata e ritorno) che non concede appelli diventando esiziale nel caso di un insuccesso.

E può capitare: ma non deve succedere.

In questa settimana che avvicina il gruppo alla prima gara, in programma Sabato 04 maggio, ore 19.30, in casa dell’Alliste Volley, la preparazione alla partita dovrà essere affrontata come l’ultima spiaggia.

Non varranno più i numeri espressi dalla classifica: sarà tutto azzerato ed in due gare (andata e ritorno) si delineerà il proseguimento o meno nella competizione.

 
Inizio in salita per il CT “G. Stasi” di Galatina contro l’Amp Pavia, squadra che ambisce alla promozione diretta in serie A. Il team, capitanato da Donato Marrocco, ha subito un secco 4-2 nella prima partita in casa in contrada Guidano. 
 
Ecco tutti i risultati nei singoli: Cardinale Andrea contro Cerchi Tommaso 6-7/5-7, Fuele Matyas Lajos contro Gengel Marek 6-3/2-6/5-7, Duma Jacopo contro Boi Giovanni Enrico 1-6/1-6, Bellifemine Alessandro Raffaele contro Martin Manzano Juan Cruz vinta a tavolino.   
 
Per quanto riguarda i doppi Novo Ignacio/Duma Jacopo contro Gengel Marek/Chiappini Daniele 2-6/2-6 e Bellifemine Alessandro Raffaele/Cardinale Andrea contro Boi Giovanni Enrico/Cerchi Tommaso 7-6/3-6/10-6. 
 
«Conoscevamo il valore dei nostri avversari – ha dichiarato il capitano e direttore tecnico Donato Marrocco – e che sarebbe stata molto dura. Speravamo in un pareggio ma purtroppo i crampi a cardinale prima e a Fuele poi hanno condizionato i risultati dei due singoli. Complice il caldo ed un po’ di sfortuna abbiamo dovuto arrenderci ad una squadra molto forte attrezzata per la promozione diretta in serie A. Da domani saremo già a lavoro per preparare la prossima trasferta a Ragusa».
 
Di Redazione (del 29/04/2024 @ 13:31:31, in Comunicato Stampa, linkato 167 volte)

Fanno rete negli interventi di solidarietà a favore della cittadinanza galatinese, le associazioni GALATINA AL CENTRO, ANCoS Aps Lecce e CONFARTIGIANATO Imprese Galatina.

I rispettivi presidenti, Michele De Benedetto, Piero Palano e Luigi Derniolo, ricevuti dal sindaco dott. Fabio Vergine nella sede istituzionale di Palazzo Orsini, hanno fatto dono al Comune di Galatina e a disposizione dell’intera comunità, di un defibrillatore portatile salva vita.

La donazione, volta alla cardio protezione dei cittadini, ha come obiettivo la diffusione della cultura del primo soccorso la cui tempestiva azione d’intervento è vitale nelle emergenze.

“E’ un bellissimo gesto di donazione che accogliamo con entusiasmo, ha affermato il sindaco Fabio Vergine, segno evidente della preziosa attività di servizio alla collettività di un Associazionismo che sul territorio è sempre più fertile e solidale. Di concerto con il comandante della Polizia Locale, Luigi Tundo, abbiamo convenuto che l’apparecchiatura elettromedicale verrà collocata sull’autovettura in dotazione al Corpo in modo da garantire agli agenti, debitamente formati, un repentino intervento sul soggetto colpito da arresto cardiaco”.

 

Oggi lunedì 29 aprile alle ore 18:30, nella Sala francescana di cultura della Parrocchia di S. Caterina, è in programma il secondo dei quattro  incontri che l’Università Popolare ha inteso realizzare quali momenti propedeutici al Viaggio in Albania che avrà luogo dal 12 giugno al 17 giugno: l’evento odierno, dopo il saluto istituzionale del Presidente Mario Graziuso e l’introduzione della Consigliera Daniela Vantaggiato, sarà caratterizzato da una relazione della prof.ssa  Lucia Nadin dal titolo: “Venezia e Albania: una secolare storia di legami”.

Lucia Nadin rappresenta una delle figure di più alto profilo per la sua competenza acquisita sulla cultura albanese e sulle relazioni storiche tra lo Stato d’Albania, l’area adriatica e il territorio veneto con particolare riferimento alla città di Venezia, ottenuta attraverso esperienze professionali ed operative, maturate nel corso della sua lunga carriera.

Laureatasi a Padova con Vittore Branca, ha insegnato Lettere in diversi istituti superiori e svolto contemporaneamente attività di ricerca e insegnamento presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Padova, attività che ha trasferito poi all’Università di Venezia, dove ha ricoperto anche l’insegnamento di Filologia medioevale e umanistica.

Negli anni 1985-1995, ha lavorato presso l’IRRSAE del Veneto e ha ricoperto l’incarico di Consigliera culturale dell’Ambasciatore presso l’Ufficio culturale dell’Ambasciata d’Italia a Tirana.

 

Canto notturno di un pastore ...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

Calendario

< giugno 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
13
14
15
17
18
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata