\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 26/04/2018

Sabato 28 sul palco di Levèra suoneranno per noi i MISTURA LOUCA.
Un viaggio musicale tra colori e sonorità della patchanka. La traduzione letterale della band, infatti, "miscuglio pazzo", esprime al meglio la grande varietà degli stili musicali proposti (reggae, ska, gypsy punk e sonorità popolari della Grecìa Salentina).

 

 

 



Domenica 29 ci sarà il secondo appuntamento teatrale.
Sulla scena A.lib.i. - artisti liberi indipendenti che dopo il successo di pubblico di Muttura porta in scena da noi "VentOtene".
Il sogno europeo è un racconto all’incrocio tra la Storia con la esse maiuscola e le storie di amicizia, di lotta politica e d’amore di un gruppo di giovani antifascisti italiani che al confino, mentre la guerra brucia l’Europa, danno alla luce il Manifesto di Ventotene, il documento che a più di settant’anni dalla pubblicazione è guardato ancora come l’atto di nascita del processo di integrazione europea.
Altiero, Ursula, Eugenio, Ernesto e Tina sono i cinque personaggi in scena, colti in quel momento della loro vita in cui stanno per varcare la soglia che li avrebbe trasformati da persone in personalità storiche. Soglia che varcherà anche quello scoglio di due chilometri nel Tirreno che è l’isola di Ventotene, in cui il regime fascista relegava gli oppositori politici, che segna questa storia e ne è segnata. L’isola che per la distanza dalla terra e dagli eventi che alla fine degli anni Trenta portano al massacro della seconda guerra mondiale è stata la culla, periferica ma attenta, che ha reso possibile – dopo la guerra, dopo i totalitarismi e i razzismi – il progetto di un’Europa libera e unita.

Circolo Arci Levèra

(info e prenotazioni:3894250571)

 

Iscrizioni presso la segreteria didattica dell’Istituto sino al prossimo 31 maggio, e comunque non oltre il 15 ottobre 2018. I corsi si svolgono presso l’Istituto Professionale di Viale Don Bosco n. 48.

L’Istituto Superiore “Laporta/Falcone-Borsellino” di Galatina è, da sempre, attento alle esigenze di formazione continua degli adulti, offrendo una grande opportunità a tutti coloro che intendono completare gli studi, oppure, avendo già conseguito un diploma, desiderano comunque integrare le proprie conoscenze e competenze professionali.

L’offerta formativa dell’Istituto, infatti, comprende anche specifici corsi serali per adulti e lavoratori nel settore professionale, con la possibilità di scegliere tra i seguenti indirizzi:

  • Servizi socio-sanitari (con Qualifica O.S.S.);
  • Odontotecnico;
  • Manutenzione ed assistenza tecnica.

Tali corsi si articolano in tre periodi didattici: primo periodo (classi I e II), secondo periodo (classi III e IV) e terzo periodo (classe V). La frequenza del V anno consente l'acquisizione del Diploma equivalente a quello del corso diurno, spendibile sia nel mondo del lavoro che per eventuale proseguimento degli studi.

I percorsi formativi, attivati in convenzione con il C.P.I.A. di Lecce, presentano le seguenti caratteristiche:

  • gratuità, con la sola eccezione del contributo d’iscrizione e della tassa erariale, ove prevista;
  • riduzione dell’orario settimanale di lezione (dal lunedì al venerdì);
  • riconoscimento di crediti formativi, derivanti da studi precedenti e/o da esperienze maturate in ambito lavorativo;
  • flessibilità del piano di studi;
  • fruizione a distanza di una parte del periodo didattico richiesto (in misura, di regola, non superiore al 20% del monte ore complessivo).

Il termine di scadenza per le iscrizioni è fissato al 31 maggio, e comunque non oltre il 15 ottobre 2018

Tutte le attività didattiche si svolgono presso la sede dell’Istituto Professionale in Viale Don Bosco n. 48, dove è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni (tel. 0836/56.10.95 www.iisslfb.gov.it).

I.I.S.S. "Laporta/Falcone-Borsellino" - Galatina

 

PREMESSO CHE:

  • con la deliberazione del Consiglio comunale n.17 del 26/03/2018 è stato approvato il documento unico di programmazione(DUP) periodo 2018-2020;
  • con la deliberazione del Consiglio comunale n.18 del 26/03/2018 è stato approvato il bilancio di previsione finanziario del triennio 2018-2020;
  • con la deliberazione del Consiglio comunale n.19 del 26/03/2018 è stata approvata la liquidazione dei debiti del Comune di Galatina nei confronti delle società Eni Gas e Luce Spa e delle cessionarie del credito SACE FCT Spa e Banca Sistema Spa, per un totale di 990.000 €;
  • con la Determinazione Dirigenziale n.414 del 28/03/2018 è stata data esecuzione alla liquidazione in favore di Banca Sistema Spa della somma totale di 8.217,56 € a titolo di rimborso spese di lite ed interessi, come indicato dal decreto ingiuntivo n. 21554/2017;

CONSIDERATO CHE

  • i cittadini non risultano responsabili dei debiti e soprattutto degli interessi maturati a causa della negligenza dei soggetti preposti al pagamento delle utenze dell’ente;
  • la situazione finanziaria in cui versa il comune di Galatina imporrebbe una più attenta gestione delle utenze a proprio carico e dei relativi pagamenti  al fine di evitare un aumento delle somme da liquidare.

tanto premesso si interroga IL SINDACO

  1. Per sapere se nelle procedure che hanno portato alla messa a bilancio, con relativa liquidazione, degli interessi inerenti i debiti contratti dall’ente con le già citate società, con particolare riferimento a Banca Sistema Spa, sono state rispettate tutte le prescrizioni di legge; 
  2. Per sapere se sono state avviate azioni finalizzate alla ricerca delle responsabilità di chi ha portato il Comune a ritardare i pagamenti delle utenze causando così la nascita e la crescita di interessi che aggravano l’esposizione debitoria dell’ente;
  3.  Per sapere se ritiene giusto e opportuno che per gli errori non imputabili ai cittadini debbano essere ancora una volta i cittadini stessi a pagarne le conseguenze.

Giuseppe Spoti

Partito Socialista Italiano

 
Di Redazione (pubblicato @ 13:37:36 in Comunicato Stampa, linkato 155 volte)

E’ giunto al termine il campionato nazionale di 1° livello serie C. La gara casalinga di sabato 21 aprile con il Talsano-Pulsano ha chiuso la stagione agonistica della prima squadra della Showy Boys Galatina che, in veste di matricola della categoria, è riuscita a conseguire il suo obiettivo di inizio annata, vale a dire la permanenza nella massima serie regionale. Il risultato è stato raggiunto con largo anticipo rispetto alla conclusione del torneo e ha permesso a società e allenatore di festeggiare un altro traguardo con il debutto in serie C di sette allievi del settore giovanile aggregati alla squadra maggiore. Due obiettivi, quindi, entrambi importanti e per ragioni diverse. Di certo, una volta raggiunta la matematica salvezza, le attenzioni del tecnico Gianluca Nuzzo si sono concentrate ancora di più sull’inserimento tra le fila del roster di serie C dei ragazzi più promettenti provenienti dal vivaio. Un nutrito gruppo di giovani leve under 18 e under 16 che hanno preso parte alle sedute di allenamento della prima squadra per poi essere convocate dal tecnico alle ultime gare in calendario. Dopo avere scelto il centrale Giovanni Urso (classe 2001) quale effettivo dell’organico di serie C, nelle trasferte di Palo del Colle e Altamura e nella gare interne con Turi e Talsano-Pulsano si è pensato di dare più spazio agli atleti del settore giovanile che hanno avuto l’opportunità di scendere in campo con tutto il loro entusiasmo e voglia di mettersi in gioco. Una scelta non certo facile, anche con il risultato sportivo già acquisito, ma fortemente voluta da mister Nuzzo, e supportata dalla società, che si è rivelata positiva sotto ogni aspetto. Nel finale di campionato hanno indossato la divisa della prima squadra il palleggiatore Giacomo Carachino (2001), il centrale Francesco Schiattino (2002) e gli schiacciatori di banda Marco Martina e Marco Petracca (2002). Nell’ultima giornata, poi, è toccato al centrale Valerio Spedicato (2001) e al libero Giulio Rizzello (2003) calcare per la prima volta il campo da gioco in una gara ufficiale di serie C. Sette giovani pallavolisti al debutto per coronare una stagione lunga e ricca di impegni. Una stagione molto positiva per i colori bianco-verdi della Showy Boys Galatina e che ha regalato soddisfazioni e tanto entusiasmo. Archiviato il torneo regionale, però, il programma di lavoro non è terminato perché il gruppo under 18-16 proseguirà la sua preparazione agli ordini di Gianluca Nuzzo, mentre per ciò che riguarda l’attività agonistica le squadre under 13 6vs6 e 3vs3 stanno ben figurando nei rispettivi campionati provinciali di categoria.

www.showyboys.com

 
Di Raimondo Rodia (pubblicato @ 13:15:37 in Comunicato Stampa, linkato 269 volte)

Basta con le metafore funzionali alla SPECULAZIONE
Ritorna la metafora della guerra e, sulla base di questa, come nel 2015, si invita a “fare presto, a lavorare tutti insieme, senza divisioni o inutili polemiche per fermare l’avanzata del batterio”. 
Dato il momento storico sarebbe opportuno un minimo di pudore nell’utilizzo dei termini. 
Si esagerano in maniera strumentale le cifre: ricordiamo che nel 2015 mentre il Commissario per l’emergenza, Giuseppe Silletti, a marzo, dichiarava alla stampa e trasmetteva alla prefettura stime di diffusione della malattia intorno a 1.000.000 di piante infette, a giugno il Ministero comunicava la presenza di 612 piante infette (con un’incidenza di casi positivi sui campioni pari a 1,90%). Ancora oggi la percentuale delle piante che ospitano il batterio rappresentano l'1,8% di quelle campionate.
Si grida all’epidemia e alla guerra: in modo da creare uno stato emotivo di tensione e paura per indurre le persone ad accettare qualcosa che altrimenti, il buon senso mai prenderebbe in considerazione (si pensi alla follia delle eradicazioni reintrodotta dal Decreto “Martina” che prevede l’abbattimento di tutte le piante presenti nel raggio di 100 metri, ovvero la desertificazione di 3,14 ettari di terreno per ciascuna pianta ospite, insieme all’utilizzo indiscriminato di insetticidi neurotossici).
Si invita a fare presto, in modo che la gente non abbia il tempo di riflettere, di vedere gli ulivi del Salento tornati in perfetta salute e in piena produzione, di prendere coscienza della perversione delle soluzioni imposte che sono peggiori di una (forse) possibile malattia batterica.
Si esorta “all’unità” e a non fare polemiche, ovvero a non mettere in discussione la “rappresentazione” imposta dalle istituzioni e la visione dominante diffusa dai media.
Noi questa falsa “narrazione” la rimandiamo al mittente. L’unica emergenza è quella democratica, l’unica catastrofe è quella ecologica e sanitaria che verrebbe a verificarsi se questo piano scellerato fosse attuato. L’unica guerra è quella che si sta muovendo su vari fronti (Xylella, TAP, trivelle in mare, inceneritori, ILVA, Cerano, ecc.) all’economia locale e al nostro territorio.
Per questo motivo invitiamo
i contadini, gli agricoltori, gli apicoltori, gli allevatori, gli operatori turistici, gli abitanti e i cittadini, a non cedere alle intimidazioni e alle minacce, a unirsi ai ricorsi collettivi che partiranno entro la prossima settimana in DIFESA DELLA NOSTRA TERRA, DELLA NOSTRA SALUTE, DELLA NOSTRA ECONOMIA (per informazioni rivolgersi a: cosatevalleditria@hotmail.com; FB: Cosate Valle d’Itria);
gli amministratori onesti a stare dalla parte dei cittadini che rappresentano e dai quali sono stati eletti, con azioni concrete anche in sede giudiziale;
i sindaci, in qualità di responsabili della salute pubblica, ad attivarsi per impedire disastri sul piano sanitario conseguenti all’utilizzo su vasta scala di insetticidi neurotossici;
i forestali di ogni ordine e grado a non obbedire a ordini ciechi, contrari alla vita, ma di osservare i principi di salvaguardia alla base della loro missione.
Chiediamo
ai Comuni ricadenti nell’area dichiarata infetta, di contenimento e cuscinetto, di unirsi al ricorso annunciato dal Sindaco e dall’Amministrazione di Cisternino (https://m.facebook.com/lukaconvertini/posts/10209173484412954);
ai giornalisti di sottrarsi alle pressioni e alla propaganda, raccontando le cose per quelle che sono, perché la verità è sempre illuminante.

Comitato per la Salvaguardia dell’ambiente e del territorio

 

Fotografie del 26/04/2018

Nessuna fotografia trovata.

A Noha esiste lo Scjakù...

La struttura della vecchia scuola elementare di Noha è stata inaugurata e subito chiusa da:

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< aprile 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
13
15
17
21
25
28
           

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata