\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 22/11/2018

Edoardo De Pascalis, studente di 12 anni dell'Istituto Comprensivo Polo 1, è il nuovo Sindaco dei ragazzi e delle ragazze di Galatina, Noha, Collemeto e Santa Barbara.

L’elezione è giunta il 19 novembre scorso, in seguito alla consultazione elettorale che ha coinvolto 1382 votanti all’interno degli Istituti scolastici galatinesi.

De Pascalis, sostenuto dalla lista “Se puoi sognarlo puoi farlo”, ha ottenuto 358 preferenze.

Gli altri candidati Sindaco erano Kateryna Cherenkova che ha ottenuto 268 preferenze, Filippo Congedo con 225 preferenze, Daniele Mauro con 127 preferenze, Matteo Antonaci con 134 preferenze e Lucrezia Patera con 245 preferenze.

Il Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze, oltre al Sindaco e gli altri candidati su citati, sarà composto da: Veronica Congedo, Antonio Napoli, Matilde Cairo, Sofia De Lorenzis, Nicolò Romano, Virginia De Pascalis, Ludovica Resta, Gabriele Schiavone, Gabriele Antonaci, Maria Sole De Mitri e Piergiorgio Lagna.

Al neo primo cittadino baby vanno i complimenti del Sindaco di Galatina Marcello Amante e del Vice Sindaco ed Assessore alle Politiche giovanili Maria Giaccari, i quali si dicono soddisfatti dell’iniziativa riuscita all’interno dei plessi scolastici cittadini: “Nel fare le più sincere congratulazioni al piccolo Sindaco, vogliamo fortemente rivolgere un plauso agli Istituti scolastici, in particolare dirigenti e docenti che tanto si sono spesi per il compimento di questa proposta. Il Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze rappresenta un ottimo punto di partenza per avviare il percorso della cittadinanza attiva, uno dei punti centrali di quest’Amministrazione”.

La proclamazione ufficiale del baby Sindaco De Pascalis e dell’intero Consiglio Comunale avverrà nei prossimi giorni nell’aula consiliare del Comune.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI GALATINA

 
Di Redazione (pubblicato @ 13:59:54 in Comunicato Stampa, linkato 186 volte)

E’ una gara quella di domenica 24 novembre che, al di là della posta in palio (di estrema importanza), potrà stabilire delle gerarchie alle spalle delle capofila Ottaviano e Massa, condizionando obiettivi e strategie delle società inseguitrici.

Le due squadre, attestate in classifica a punteggio pari (11 punti), sono reduci entrambe da una vittoria: i salentini in trasferta a Potenza e i casertani in casa, a spese di un Marigliano che è stato letteralmente sbriciolato da quest’ultimi (25-15,25-20,25-15) .

Si pensava che la cessione dell’opposto Di Florio alla Virtus Tricase avesse indebolito i ragazzi di mister Calabrese, ma i risultati senza il fuori mano campano sono stati più che positivi, fruttando due vittorie per 3-0 a Cimitile prima e in casa con il Marigliano poi, nella giornata successiva.

Quindi questo Volley Marcianise è da prendere con le pinze, senza timori è chiaro, affrontandolo con lo stesso atteggiamento tenuto a Tricase: d’altronde basta guardare i risultati conseguiti da Saccone e compagni, ed emerge una capacità reattiva dei campani poco incline alla rassegnazione.

Anzi, combattività e caparbietà sono due qualità con le quali il Marcianise ha tenuto testa nella prima giornata al Tricase (20-25,23-25,20-25), poi in svantaggio per 2-0 ha ceduto al tie-break a Casarano, successivamente si è imposta al quinto set sul terreno amico al Pozzuoli che era in vantaggio per 2-0, ha raggiunto la parità con il Taranto battendolo al tie-break, ed infine ha regolato per 3-0 sia il Cimitile che il Marigliano.

Percorso che denota una carica motivazionale per niente incrinata dal risultato parziale negativo in corso, anzi diventa spinta incentivante all’agone.

Massima attenzione quindi e cuore in campo domenica al PalaPanico.

Mister Calabrese con l’organico al completo proporrà l’opposto Saccone in diagonale con Menna, al centro Esposito e Pecoraro, laterali Montò e Flaminio, libero Capasso. Completano l’organico il libero Musone, il palleggiatore Faenza, i laterali De Luca e Marrone,  l’opposto Tartaglione e il centrale Marotta.

 

Piero de lorentis

AREA COMUNICAZIONE

EFFICIENZA ENERGIA GALATINA

 

Mentre su alcune questioni, come il reperimento di finanziamenti, l’amministrazione continua ad evidenziare superficialità e inadeguatezza, su altre come le spese e le assunzioni dimostra invece meticolosità, attenzione e accortezza.

Il piano triennale del fabbisogno di personale per il 2018 stilato dall’amministrazione comunale infatti, stabilisce per quest’anno la copertura di quattro posti di specialista amministrativo.

In questi casi la legge prevede che il 50% dei posti da coprire venga riservato al personale interno mentre per il restante 50% il comune debba procedere in prima battuta con la mobilità obbligatoria, ovvero quella imposta per soprannumero o eccedenza di personale. Nel caso non ci fosse nessuna figura rispondente ai requisiti previsti dal bando, in seconda battuta si andrebbe avanti con la mobilità volontaria che tiene conto delle istanze dei dipendenti di altri enti.

L’avviso interno inerente la selezione delle figure professionali da ricercare nella pianta organica del comune probabilmente verrà pubblicato solo dopo aver coperto i due posti riservati alla mobilità, i cui bandi scadranno il 30 Novembre p.v.

Da un punto di vista politico bisogna innanzi tutto rilevare come ai due bandi per la mobilità volontaria sia stata data scarsa pubblicità, essendo stati pubblicati esclusivamente sull’albo pretorio on line e sul sito istituzionale del comune di Galatina, quando invece in questi casi bisognerebbe inviarli anche agli altri comuni per farli pubblicare sui propri albi al fine di rendere quanto più aperta possibile la ricerca delle figure richieste. Probabilmente però la volontà dell’amministrazione Amante non è questa e lo si evince anche dai requisiti molto stringenti previsti dai bandi e dalle modalità di attribuzione dei punteggi ai candidati che renderanno particolarmente ristretta l’individuazione di figure idonee a coprire quei posti. E’ la commissione esaminatrice infatti ad avere la discrezione di stabilire se tra i candidati provenienti dalla mobilità ci siano o meno i profili giusti e nel caso ciò non avvenga l’ente può riservarsi la possibilità di indire un vero e proprio concorso pubblico.

Questa discrezionalità unita alla gravosità dei parametri stabiliti ci induce a pensare che l’obiettivo potrebbe essere quello di arrivare volutamente al concorso o più verosimilmente, come già accaduto durante l’amministrazione Montagna per la copertura di altre posizioni,  quello di confezionare un vestito su misura che solo in pochissimi potrebbero indossare.

A questo punto, vista la continuità di certe logiche, le cose sono due: o l’amministrazione Amante rappresenta un prolungamento politico, tecnico e strategico dell’amministrazione Montagna oppure davanti a governi cittadini politicamente deboli e vuoti, come gli ultimi due, diventa più facile per gli uffici comunali manovrare e battere concretamente le carte.

Forse è proprio questa consapevolezza di essere politicamente deboli che spinge l’amministrazione a concentrare la propria attenzione alle assunzioni, ai contributi, alle spese ed all’elargizione di denaro pubblico per eventi, manifestazioni e associazioni , come avvenuto nel caso di Archeoclub che ha beneficiato di 5.000 euro senza capire a chi e a cosa fossero realmente destinati,  nel tentativo di cercare consenso e radicamento al potere prescindendo dal buon governo e dai giudizi, sempre più negativi, dei cittadini di Galatina.

Il Segretario

Pierluigi Mandorino

 
Di Redazione (pubblicato @ 13:46:58 in Comunicato Stampa, linkato 118 volte)

I ragazzi della Showy Boys Galatina conquistano tre punti sul campo del Leverano. Una nuova vittoria per 3-0 del team bianco-verde nel campionato provinciale under 18 contro i padroni di casa allenati da mister Firenze.

Una partita mai in discussione che però ha permesso al tecnico Gianluca Nuzzo di provare schemi di gioco e valutare il rendimento dei singoli in campo. Efficace il servizio che ha impensierito non poco i ricettori del Leverano, così come il muro che ha reso vani i tentativi di attacco dei giovani di casa. Una buona prestazione del collettivo galatinese contro i ragazzi del Leverano che, se pur più piccoli rispetto alla categoria di competizione, hanno lottato su ogni pallone sino alla fine della gara. Indicazioni positive per il tecnico bianco-verde da cui ripartire per preparare al meglio i prossimi impegni di campionato. Questa la progressione dei set: 15-25, 9-25, 12-25.

“Dall’inizio della stagione il gruppo under 18 sta svolgendo un intenso lavoro di preparazione che è finalizzato alla sua crescita tecnica – spiega coach Nuzzo a fine gara – è importante ottenere dei buoni risultati da un punto di vista sportivo ma il mio obiettivo, come allenatore ed educatore, è diretto principalmente allo sviluppo delle capacità degli atleti e della loro formazione”.

_______________________________

Bcc Leverano - Showy Boys Galatina 0-3 (15-25, 9-25, 12-25)

Durata: 54 minuti (19’, 17’, 18’)

Bcc Leverano: 5 Galeone, 7 Ratta, 9 Cagnazzo, 10 Caragiuli, 12 Ancora, 14 De Marco, 15 Ronzino, 26 De Pascalis, 28 Montinaro, 30 Mello, 46 Maragliulo, 3 Muci (L). All. Firenze

Showy Boys Galatina: 2 Martina, 3 Petracca, 6 Spedicato, 7 Donno, 8 Carachino, 12 De Pascalis, 13 Schiattino, 14 Corvino, 16 Parlati, 32 Urso, 15 Salvio (L1), 99 Stifani (L2). All.: Nuzzo

Arbitro: Colazzo

www.showyboys.com

 

Fotografie del 22/11/2018

Nessuna fotografia trovata.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

La struttura della vecchia scuola elementare di Noha è stata inaugurata e subito chiusa da:

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< novembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
13
18
21
23
25
27
29
   
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata