\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 01/05/2019

Consiglio comunale surreale, quello di ieri. Ci siamo sorbiti una noiosa relazione sul bilancio, fatta dal sindaco di Galatina, Marcello Amante, che ha snocciolato numeri che testimoniano come i soldi pubblici siano stati mal impiegati. Il loro “abbiamo fatto”, tradotto abbiamo speso, non permette alla città di essere pulita, ordinata e governata con trasparenza.

         Il paradosso Amante l’ha raggiunto quando ha parlato della nuova gara per l’appalto della raccolta e smaltimento dei rifiuti. È stato un punto all’ordine del giorno che ha acceso la discussione perché tocca le tasche dei cittadini. Amante ha avuto l’ardire di affermare che la gara è andata deserta per colpa delle aziende che non hanno partecipato. A tal proposito ha spiegato che i tempi della gestione del servizio sono contratti in quanto a breve dovrebbe essere avviata la gara bandita dall’ARO.

         Come al solito dimentica qual è il suo ruolo. Perché non ha fatto la gara un anno fa, come aveva promesso? È vero che un anno fa l’aveva fatta predisporre, ma poi l’ha ritirata ripresentandola qualche mese fa: ha fatto tutto da solo, allungando i tempi e rendendo sempre meno interessante per un imprenditore partecipare. E  ribadisco: una gara deserta rimane comunque una sconfitta per chi la indice.

 Il risultato è che oggi abbiamo un servizio in proroga che costa molto di più rispetto a quanto previsto dal bando di gara. Siccome il sindaco Amante ha competenza in materia di rifiuti essendo stato nel collegio sindacale di ben due società che operano nel settore, mi chiedo come mai non abbia considerato cose che sono talmente ovvie da non poter essere ignorate.

         Per non farci mancare nulla accanto alla buona notizia della chiusura del pozzo aperto nell’immobile che un tempo ha ospitato l’Istituto tecnico commerciale Laporta, il sindaco ha stigmatizzato il mio impegno sulla questione derubricandolo ad attività volta a dare visibilità al mio operato tramite i social e invitandomi a frequentare di più Palazzo Orsini.

          Al netto della stucchevole affermazione utilizzata per criticare chi agisce nell’interesse della città, ho fatto presente al sindaco che se stesse tra la gente, piuttosto che stare chiuso nel Palazzo, avrebbe contezza dei problemi. Dovrebbe rendersi conto che la platea di chi lo riconosce come sindaco è sempre più limitata e trarne delle conclusioni. L’ho detto in Consiglio comunale e sono pronto a ripeterlo in ogni sede.

 

Il consigliere di opposizione della Lista De Pascalis

Giampiero De Pascalis

 

Oggi sono stato a Parabita, a manifestare al fianco dei cittadini, perchè il messaggio che deve arrivare richiede forza, coraggio e , soprattutto, compattezza. Dire "no" alla mafia significa metterci la faccia, significa sfidare la paura e scendere in strada superando colori politici, differenze di vedute, "appartenenze". Nella lotta contro la malavita siamo tutti dalla stessa parte e questa manifestazione ha rappresentato un bellissimo esempio, una bella pagina di civiltà di cui il Salento ha un disperato bisogno. Oggi più che mai.

Quando ho appreso dell'apertura di un fascicolo della Procura antimafia sul clima di paura calato a Parabita, per giunta in piena campagna elettorale, ho deciso di contattare la Prefettura di Lecce. Al mio interlocutore, il Vice Prefetto Guido Aprea, ho chiesto deluciazioni sugli spiacevoli e preoccupanti episodi che hanno spinto persino al ritiro di una candidatura.

Il procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia, Guglielmo Cataldi, nelle scorse ore ha ravvisato le ipotesi di reato di estorsione e minacce aggravate dal metodo mafioso. Questo, a mio avviso, significa che lo Stato, adesso più di prima, deve dimostrare sostegno a questa comunità. Al Vice Prefetto Aprea ho dato la piena disponibilità a collaborare in tal senso. Considerato l'insediamento di un tavolo tecnico interforze, ogni ulteriore ipotesi di intervento deve essere valutata meticolosamente e senza lasciare nulla al caso. Anche su questo continuerò a richiedere aggiornamenti costanti e a testimoniare tutta la mia vicinanza, con spirito costruttivo e cooperativo.

Questa comunità ha diritto e voglia di rinascere. L'allarme infiltrazioni mafiose, lo scioglimento di ben tre Comuni, il tasso di microcriminalità in rialzo: sono questi i tentacoli che lentamente soffocano il Paese vanificando qualunque sforzo di rinascita. Come rappresentante di una forza di Governo che da sempre considera la lotta alla corruzione e alla mafia prioritaria, non intendo arretrare di un passo. In questa battaglia io, noi, CI SIAMO! Senza paura. Consapevoli che la cultura sia l'arma più potente e che l'impegno nella società civile sia il miglior mezzo per tagliare il traguardo legalità.

Leonardo Donno

portavoce alla Camera dei deputati del M5S

 

La seconda miglior squadra di tutta la regione Puglia nella categoria U.14, unica rappresentante di tutto il movimento pallavolistico salentino e non, a contendere il titolo di campione regionale agli schieramenti baresi (Castellana, Altamura e Alberobello) è la S.B.V. OLIMPIA GALATINA.

Il responso è l’esito di una finale dominata sì dai padroni di casa della Matervolley, ma fortemente cercata dai giovanissimi allenati da Pendenza e De Matteis che hanno costruito un percorso sportivo netto per regolarità prestazionali.

Fregiatisi nella fase provinciale del titolo di campioni territoriali, hanno regolato nel successivo passaggio eliminatorio a gironi, prima la New Volley Gioia e a seguire la Pallavolo Massafra, staccando così il pass per le Final Four assegnate alla Matervolley Castellana.

L’arrivo di buon’ora nella terra delle grotte non ha per niente destabilizzato la concentrazione di capitan De Matteis e compagni che, tenuti sotto osservazione dai tecnici, hanno immagazzinato le ultime raccomandazioni prima di affrontare la SCUOLA & VOLLEY ALTAMURA.

La gara è stata perfetta sotto l’aspetto dell’attenzione e della gestione del gioco, con scambi di buona fattura da ambo le parti che hanno tenuto in bilico il risultato: poi l’allungo finale in tutti e tre i set (20-25,20-25,21-25) con ricostruzioni-punto da parte dei salentini hanno sancito la vittoria della S.B.V. Olimpia Galatina.

La finale pomeridiana con la Matervolley è stata invece una brutta copia della prestazione offerta in mattinata; mai in gioco e poco concentrati, i galatinesi sono apparsi svuotati, stanchi fisicamente e svuotati di energie mentali.  Insomma la fatica fisica per la trasferta ha inciso sicuramente, ma anche la caratura dell’avversario che con un servizio efficacissimo ha tolto sicurezza e disarmato il sestetto S.B.V. che è crollato.

Nulla però toglie all’impresa, perché tale è da considerare, dei ragazzi di mister Pendenza che impreziosiscono la loro stagione con il titolo di vicecampioni regionali e staccano il biglietto per le fasi nazionali che si svolgeranno a Bormio dal 14 al 19 maggio.

Un in bocca al lupo ad atleti ed allenatori  è l’augurio più sincero di tutto il vertice societario che, per bocca del suo presidente Corrado Panico, esprime  così il suo pensiero: ”Abbiamo tagliato un traguardo che sinceramente ad inizio stagione non era nelle previsioni: la crescita tecnica di questo gruppo durante l’intero campionato, unitamente ai consensi ricevuti da più parti, ci ha fatto capire la reale portata tecnica di questa  squadra e che qualsiasi risultato poteva essere alla nostra portata. Certamente non la vittoria finale contro una corazzata come la Matervolley Castellana , che da sempre porta avanti ambiziosi progetti accademici, ma l’aver messo in bacheca un titolo territoriale, quello di vicecampioni regionali, la partecipazione alla fasi nazionali rappresentando Galatina e la Puglia salentina è un onore che ci gratifica oltre ogni aspettativa. Grazie ragazzi!”

Questi i medagliati guidati da Laura Pendenza , Antonio De Matteis e coordinati dal dirigente Zaira Gemma:

Gabrieli Andrea, Merola Gianmarco, Cucurachi Vincenzo, Perrone Diego, De Blasi Giacomo, Vallone Andrea,De Matteis Lorenzo(K), Panico Simone, Arcadi Marco, Lamacchia Angelo, Magurano Antonio, Nuzzo Andrea, Puzzello Daniele.

 

Piero De Lorentis

AREA COMUNICAZIONE

S.B.V. OLIMPIA GALATINA

 

Fotografie del 01/05/2019

Nessuna fotografia trovata.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

La struttura della vecchia scuola elementare di Noha è stata inaugurata e subito chiusa da:

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< maggio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
17
20
22
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata