\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 03/03/2019

"..Ritenuto di disciplinare puntualmente le modalità di separazione e conferimento dei rifiuti, ai fini della raccolta;

ORDINA

a tutte le utenze domestiche e non domestiche che il conferimento e la raccolta dei rifiuti sia effettuato secondo le modalità, indicazioni, avvertenze e divieti previsti e contenuti nel presente provvedimento.

SONO VIETATI

  1. la mancata separazione delle frazioni merceologiche per le quali è prevista la raccolta differenziata ed il conferimento separato;
  2. l'utilizzo dei cestini getta-carte per il conferimento dei rifiuti provenienti dalla propria abitazione o attività;
  3. l'abbandono indiscriminato sul suolo pubblico di rifiuti differenziati e non differenziati, ed il conferimento degli stessi con modalità e orari difformi da quelli di seguito previsti.


In particolare, è vietato sporcare il suolo pubblico con:

  1. sostanze organiche e non, in particolare se le stesse arrecano un danno alla pavimentazione (quali acidi, liquidi, olii o simili);
  2. imballaggi per cibi e bevande ed ogni altro rifiuto (quali bottiglie, lattine, bicchieri, tovaglioli, ecc.), provenienti da fast food, da esercizi della ristorazione, da take away, supermercati etc.;
  3. riviste e giornali, fogli, involucri di carta o cartone, volantini, opuscoli e ogni altro genere di rifiuto cartaceo, intero o a pezzi;
  4. scontrini, sacchettini, fazzoletti, mozziconi di sigarette, chewing-gum, resti di cibo e altri piccoli rifiuti;
  5. deiezioni canine.


È FATTO DIVIETO

  1.  di esporre qualsiasi tipo di rifiuto in sacchi neri o comunque non semi-trasparenti, tali da impedire al Gestore della raccolta e agli organi addetti alla vigilanza la verifica del corretto conferimento;
  2.  di esporre la frazione organica utilizzando sacchi e/o sacchetti diversi da quelli biodegradabili - compostabili;
  3.  di introdurre, nel sacco contenente il rifiuto indifferenziato, frazioni di rifiuto per le quali è attivo il circuito di raccolta differenziata.


ORDINA

in particolare, quanto segue:

  • il sacco contenente il rifiuto, ai fini del conferimento per la raccolta, deve essere posto all'interno di un proprio contenitore;
  • è obbligatorio rispettare il calendario ufficiale della raccolta, distribuito porta a porta e scaricabile dal sito istituzionale dell'Ente e dal sito del Gestore;
  • è obbligatorio rispettare le istruzioni sulla composizione di ciascuna frazione differenziata di rifiuto, diffuse con il calendario, scaricabili dal sito istituzionale dell'Ente e dal sito del Gestore e riportate nell'allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;


Le utenze DOMESTICHE dotate di bidoncini devono:

  • conservare i contenitori per il conferimento all'interno delle proprie abitazioni;
  • esporre i suddetti contenitori, nei giorni ed orari stabiliti, a bordo strada o presso le aree concordate con il gestore del servizio e accessibili agli operatori;
  • mantenerli in buono stato in modo da garantirne l'igiene, la pulizia ed il decoro;


Le utenze NON DOMESTICHE dotate di bidoncini 0 di bidoni carrellati devono:

  • conservare i contenitori all'interno del proprio esercizio;
  • esporli, nei giorni ed orari stabiliti, a bordo strada o presso le aree concordate con il gestore del servizio e accessibili agli operatori;
  • mantenerli in buono stato in modo da garantirne l'igiene, la pulizia ed il decoro.

Eccezioni all'obbligo di conservare i contenitori all'interno della propria abitazione e/o esercizio potranno essere espressamente autorizzate, su domanda dell'interessato, dalla competente Direzione Territorio e Qualità Urbana — Servizio Ambiente e Reti, sentito il Gestore.
Le predette autorizzazioni devono essere esibite, su richiesta, del personale addetto al controllo.
I contenitori dovranno essere posizionati davanti all'abitazione o all'esercizio dalle ore 20:00 della sera precedente alle ore 6:00 del giorno di raccolta; nell'ipotesi in cui tali modalità siano impossibili, difficoltose o arrechino intralcio alla circolazione, un diverso orario di esposizione o una diversa ubicazione potranno essere espressamente autorizzati, su domanda dell'interessato, dal Servizio Ambiente e Reti della Direzione Territorio e Qualità Urbana, sentito il Gestore.

Nel caso in cui un solo contenitore non sia sufficiente, se ne può esporre più di uno.
È fatto obbligo A TUTTE LE UTENZE di conferire il rifiuto nel seguente modo:

- FRAZIONE INDIFFERENZIATA (SABATO):
in busta semi-trasparente in un bidone/bidoncino.

- FRAZIONE ORGANICA (LUNEDI', MERCOLEDI', VENERDI'):
in busta biodegradabile — compostabile. conferita in un bidone/bidoncino.

- CARTA, CARTONE E TETRAPAK (MARTEDI'):
senza busta in un bidone/bidoncino.

- IMBALLAGGI IN PLASTICA (GIOVEDI'):
con busta trasparente. semitrasparente o senza busta in un bidone/bidoncino.

-IMBALLAGGI IN VETRO (20 - 40 VENERDI' DEL MESE):
senza busta in un bidone/bidoncino.

- IMBALLAGGI IN ACCIAIO/ALLUMINIO (40 MERCOLEDI' DEL MESE):
Senza busta in un bidone/bidoncino.

PER LE SOLE UTENZE DOMESTICHE

  • PILE E FARMACI SCADUTI: dovranno essere riposti negli appositi contenitori presenti nei pressi dei rivenditori e delle farmacie o conferiti presso il Centro Comunale di Raccolta;
  • ABBIGLIAMENTO E TESSILI: dovranno essere riposti negli appositi contenitori presenti sul territorio o conferiti presso il Centro Comunale di Raccolta; potranno essere conferiti nell'indifferenziato soltanto se danneggiati e inutilizzabili;
  • OLII ALIMENTARI (da cucina): dovranno essere conferiti presso il Centro Comunale di Raccolta o potranno essere ritirati direttamente a domicilio senza alcun onere a carico dell'utenza telefonando al numero verde gratuito del Gestore;
  • RIFIUTI INGOMBRANTI E R.A.E.E.: tutti i rifiuti ingombranti e tutti i R.A.E.E. di provenienza domestica dovranno essere conferiti presso il Centro Comunale di Raccolta o potranno essere ritirati direttamente a domicilio senza alcun onere a carico dell'utenza telefonando al numero verde gratuito del Gestore;
  • SFALCI VERDI: dovranno essere contenuti in tine di plastica, oppure in buste biodegradabili - compostabili o raccolti in fascine legate e dovranno essere conferiti presso il Centro Comunale di Raccolta o potranno essere ritirati direttamente a domicilio senza alcun onere a carico dell'utenza telefonando al numero verde gratuito del Gestore.

È vietato conferire sfalci e potature nella frazione organica.

  • PANNOLINI/PANNOLONI dovranno essere conferiti nel rifiuto indifferenziato (SABATO), in busta semi-trasparente. oppure dovranno essere riposti all'interno degli appositi contenitori di colore giallo presenti sul territorio o presso l'isola ecologica interrata, ad accesso controllato Con chiave personale o tessera magnetica , tutti i giorni, esclusivamente nella fascia oraria dalle ore 18:00 alle ore 6:00.


PER LE SOLE UTENZE NON DOMESTICHE

  • CARTONI DA IMBALLAGGIO — N.B.: Riservato alle utenze non domestiche registrate presso il Gestore, che hanno una elevata produzione di rifiuti da imballaggio:

i cartoni da imballaggio dovranno essere ripuliti dalle parti estranee, nonché PIEGATI e ridotti al minimo ingombro e posizionati fuori dall'esercizio commerciale dalle ore 20:00 del giorno prima alle 6:00 del giorno di raccolta, dal LUNEDÌ AL VENERDÌ.

  • RACCOLTA Dl TUTTE LE FRAZIONI IN MANIERA INTENSIVA, AL Dl FUORI DEL CALENDARIO

Riservato alle utenze domestiche registrate presso il Gestore, che hanno necessità di conferire ogni giorno tale rifiuto. Per la registrazione e la consegna gratuita della chiave o della tessera magnetica occorre recarsi presso 10 sportello del Gestore, sito presso lo sportello TARI dell'Ufficio Tributi.
Per la registrazione occorre telefonare al numero verde gratuito del Gestore 0 recarsi presso lo sportello del Gestore, sito presso lo sportello TARI dell'Ufficio Tributi.
Le utenze domestiche e non domestiche che godono già del servizio intensivo non devono rinnovare la registrazione..."

Di seguito l'ordinanza n. 14/2019:


Download PDF
.

 

Da quando si è insediata questa amministrazione, quello del 26 Febbraio è risultato uno dei Consigli comunali più emblematici nel mettere in evidenza l’impalpabilità della maggioranza e la superficialità dei dirigenti comunali.

Il Sindaco Marcello Amante infatti, nel corso del Consiglio si è affannato a parare i colpi derivanti da una maggioranza che non è quasi mai intervenuta in nessuno dei punti discussi, forse perché non conosceva neanche il contenuto di ciò che stava votando, e del dirigente al ramo che, incalzato dall’opposizione, si è divincolato con difficoltà dalle contraddizioni emerse nei propri atti.

E’ ciò che è accaduto in riferimento alla variante urbanista in contrada Guidano, in cui nonostante nella delibera di Giunta il dirigente Miglietta avesse dato parare sfavorevole allo spostamento di alcuni terreni edificabili, nel corso del Consiglio comunale ha snocciolato argomentazioni scarne e contraddittorie per giustificare la votazione favorevole che sarebbe seguita, nel silenzio dell’intera maggioranza.

Un silenzio imbarazzante che non ha permesso di chiarire se questa scelta serva a tutelare di più l’interesse pubblico o quello del privato, visto e considerato che in Consiglio qualcuno ha fatto notare come il proprietario dei terreni in questione è anche uno dei fondatori di una delle liste presenti nella maggioranza di governo cittadino.

Purtroppo per la città questa inerzia politica e questo silenzio sono diventati il marchio di fabbrica della maggioranza targata Amante, contribuendo significativamente a mortificare i lavori in Consiglio comunale e riducendo ai minimi termini il dibattito democratico.

Nonostante ci si prodighi ad avanzare emendamenti e proposte costruttive, come avvenuto per l’alienazione degli immobili comunali, queste si scontrano puntualmente contro l’indifferenza dei consiglieri di maggioranza, quasi fossero stati catechizzati a limitarsi ad alzare la mano al momento della votazione.

E’ successo così ovviamente anche in occasione dell’approvazione del nuovo piano finanziario della TARI. Anche in questo caso il solo Sindaco ha cercato di dare affannose giustificazioni ad un aumento di quasi il 5%(per ora) del costo del servizio, esprimendo soddisfazione per essere riuscito a contenerlo.

Quello che però il Sindaco non dice è che se non fosse saltata la gara d’appalto per l’affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a causa di irregolarità tecniche e contabili imputabili a questa amministrazione, il comune di Galatina in due anni avrebbe risparmiato quasi 800.000 €. Questo risparmio sarebbe derivato da un minor costo del servizio, previsto dalla nuova gara, che invece è stato vanificato dalle continue proroghe a favore di Monteco, con la conseguenza che sono state mantenute le attuali, e più onerose, condizioni.

I costi inoltre potevano essere ulteriormente abbattuti se non ci fossero state le assunzioni di due dirigenti di settimo livello e di nuovi operatori ecologici, la maggior parte dei quali non proviene neanche da Galatina. Assunzioni che non hanno contribuito a rendere più pulita la città, che resta sporchissima, e che sono avvenute nonostante è risaputo che l’organico che oggi è di Monteco e che prima era della CSA, sia sovraordinato.

A ciò si aggiunga che nella determinazione del costo complessivo del piano finanziario ci sono circa 1.200.000 € di crediti inesigibili o non riscossi, a conferma di quanto già evidenziato da diverse relazioni della Corte dei Conti, in cui il nostro comune viene bacchettato proprio per l’incapacità di riscuotere i propri crediti.

Purtroppo per la città però, in mezzo all’assordante silenzio di tutti e davanti alle giustificazioni di circostanza del Sindaco, che ha scaricato le proprie responsabilità sulle gestioni passate, la maggioranza ha portato a termine ancora una volta l’unico compito che gli è stato affidato, quello di alzare la mano a prescindere, incurante delle proprie responsabilità e delle difficoltà economiche dei cittadini.

 Il Segretario

Pierluigi Mandorino

 

Fotografie del 03/03/2019

Nessuna fotografia trovata.

A Noha esiste lo Scjakù...

La struttura della vecchia scuola elementare di Noha è stata inaugurata e subito chiusa da:

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< marzo 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
15
25
26
27
28
29
30
31
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata